Creato da il.corsaro.nero il 22/02/2006
tutto quello che non riesco a digerire
 

 

Un cazzotto nello stomaco!!!

Un cazzotto nello stomaco!!!

Ancora un pugno nello stomaco

Ancora violenza senza limiti

Ancora una Patria stuprata con inaudita violenza

Ancora il violento menefreghismo dei diritti umani

 

Questo video, il pianto della moglie di Apicella, le parole del nonno e la richiesta del figlio più grande lacerano la nostra anima, ti fa sentire impotente, inutile e beffato da una politica demenziale e auto celebrativa che in nome dell'accoglienza semina cadaveri, donne stuprate, infermieri e medici assaliti con la giustificazione che siamo tutti uguali.

NO, non siamo tutti uguali. E meno male.

Ancora una volta un Agente di Polizia, un Cuore in Divisa è ucciso da quella crudeltà che è insita in certi cervelli, da quel menefreghismo della legge, lo stravolgimento del diritto che questa politica indegna ha fatto in modo che divenisse la panacea per gentaglia senza dignità.

E se a qualcuno venisse in mente di tacciarmi di razzismo... si lo ammetto sono razzista, non mi frega nulla del colore della pelle, delle origini etniche, della religione di ogni genere, degli usi e costumi di popoli non autoctoni come non m'interessa nulla di quanto specificato degli stessi italiani in regioni differenti.

Si sono razzista nel qualificare i cervelli, nel valutare l'intelligenza e il modus operandi di tutte le persone che incontro o con cui ho a che fare.

Un altro giovane ragazzo di 32 anni è morto nel "compimento del proprio dovere", che bella spiegazione... cosi priva di significato e di tutela da divenire impossibile da spiegare al figlio più grande di Apicella che chiede "dov'è papà?".

Come spiegare a lui e alla sorellina di soli sei mesi che il papà, per difendere le anime di questa Italia è caduto, è morto, è stato sfracellato dai rottami a causa di una politica che permette sentenze dove il morto è morto ed ha poco valore.

E mentre a destra piangono la morte di Sergio Ramelli, massacrato da orde comuniste che oggi fanno i fighi dall'alto delle loro professioni, chi primario, chi giornalista, chi ingegnere e altro, Ramelli un diciottenne come tanti ragazzi di destra e di sinistra è ormai cenere in una bara di cui ancora oggi è difficile parlarne, tre ragazzi e un fotografo conformi alle regole imposte dal coronavirus, sono multati per le violazioni delle regole anti Covid per aver apposto una corona di fiori in ricordo di Ramelli. Che strano, il 25 aprile si riunivano sinistri per strada a cantare "bella ciao" in assembramenti volontari e antiregole, si commemorava un sindaco in Campania con un funerale pieno di gente, mentre a Bergamo a Brescia e altre città i familiari dei defunti non potevano nemmeno dare l'ultimo addio a chi per colpa di questa politica moriva in un letto da solo con il solo viso mascherato di un dottore o di un infermiere. Lo stato tace.

Quando quei ragazzi con le loro voltanti hanno acceso le sirene per salutare il loro collega e rendere omaggio alla sua famiglia, hanno avuto un coraggio da leoni, dimostrare a tutti che Loro ci sono sempre, giorno o notte col freddo o col caldo con figli piccoli e con il mutuo e le bollette da pagare come tutti noi. LORO sono sempre per strada, indifesi e spesso vittime di una politica demenziale ed egoista basata sul mero interesse di poltrona.

Ieri, sono stato testimone oculare di un fatto bellissimo, una Farmacista (con la F maiuscola) ha visto entrare nella sua attività due finanzieri e nel vederli indossare delle mascherine assurde simili a pezze non ha esitato un attimo a regalargliene due di quelle speciali, di quelle che ti salvano la vita. Questa è L'Italia che io stimo, che amo e per la quale darei tutto me stesso.

Oggi, se le avessi, suonerei quelle sirene per Pasquale Apicella e per tutti quei ragazzi che con una divisa scendono in strada per difenderci.

 

Ci aggiorniamo amici... ci aggiorniamo!!!

 

 
 
 

Quando si festeggia una sconfitta!!!

Nel luglio del 1943 gli alleati, grazie a decine di mafiosi mandati al confino dal prefetto Mori, sbarcano in Sicilia e tutto potevano aspettarsi tranne un sentimento anti-alleati che scorreva nel sangue dei siciliani. "le uova del drago" di Pietrangelo Buttafuoco.

Alle marocchinate degli alleati i siciliani risposero con "u scannari" (scannare) sotto gli alberi degli aranci tutti quegli alleati che avevano violentato rubato e ucciso nel nome della liberazione le donne siciliane. Le marocchinate.

Ma nella festività del 25 aprile di questo e delle città italiane bombardate in maniera terroristica e dei crimini di guerra insani commessi dagli alleati, degli omicidi rossi a fine di lucro e delle Foibe  non se ne fa menzione.

Vero è che in una guerra non si va con i fiori nei cannoni, ogni fazione tesa in tenzone l'un contro l'altra armata  ritiene di detenere la giusta convinzione per compiere questa esaltazione suicida della guerra per giusta causa. La storia insegna che per gli alleati la giusta ragione è sempre stata quella di portare e/o riportare la democrazia e far valere il diritto alla libertà. Le marocchinate insegnano.

L'intero popolo italiano credeva nel Fascismo, vedeva nascere realizzazioni sociali, infrastrutturali ed economiche che man mano cambiavano in meglio lo stato di vita degli italiani. Non dimentichiamo la politica agraria fascista che vede la fine dei latifondisti con l'esproprio dei terreni dati ai contadini e tutti quei mezzadri divenire piccoli proprietari. Le opere strutturali, l'inps all'epoca conosciuta come Cassa Nazionale che nel 1919 obbliga l'assicurazione per l'invalidità e la vecchiaia, le bonifiche di zone paludose e tanto altro ancora.

È illusorio voler far credere che il bene fosse solo da una parte e il male dall'altro, vuol dire essere pessimi e illegittimi insegnanti di una storia che ancora oggi divide gli italiani.

Con l'8 settembre abbiamo il TRADIMENTO con la fuga del re, il voltafaccia della teppaglia a lui affine e... il più infame dei crimini commessi. Badoglio.

Questi cambi di camicia e quelli che seguiranno negli anni successivi sono cristallizzati da un giudizio freddo, crudo ma quanto mai reale di Sir Winston Churchill: "Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti...".

Da quel luglio del 1943 seguirà la caduta del Fascismo e del III Reich in Italia, solo due anni dopo a giochi ormai fatti il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia proclama l'insurrezione generale. Comodo.

Intanto l'Italia era invasa e stuprata da tante storie di violenze a scapito delle donne italiane, basti pensare a quanto successo dal luglio del 1944 al dicembre del 1947 nella pineta del Tombolo in Toscana, dove tante italiane si recavano per prostituirsi e/+o esser violentate, alla nascita dei tanti american bar nei palazzi più belli delle città "liberate" dove le orde marocchine e australiane tra bianchi e neri si divertivano ad allargare, volente o nolente, le cosce alle italiane. Molte di loro ci han lasciato le penne.

Ma i liberatori dell'Italia, i Partigiani, continuavano a compiere atti, omicidi e rapine in nome della liberazione, sta di fatto ed è accertato negli atti del Governo Bonomi che con un decreto legge n 96 del 5 aprile 1945 (pochi giorni dopo Via Rasella) dichiarava i partigiani non punibili e, con seguente decreto, considerava gli attentati come legittimi.

Perché i partigiani sono stati tutti amnistiati visto che i loro atti sono stati tutti ritenuti legittimi?

Oggi assistiamo ancora allo stupro della storia che solo pochi storici temerari osano raccontare con fredda determinazione andando incontro, il più delle volte, all'etichetta di "Fascista", personaggi che, non riesco nemmeno a definire nonostante il mio vocabolario di insulti sia abbastanza aggiornato, a povera gente chiede di firmare un foglio con la clausola di antifascista, a cantanti in pieno delirio senile che invitano ad una seconda Piazza Loreto per parlamentari di destra... considerando una di loro esser donna e... il mondo politico femminile tace. Escono in strada obbligando a cantare una stonata e insignificante canzone, violano le norme anti covid-19 e sventolano bandiere rosse. Nessuno interviene.

A Verona per una bandiera della RSI e dico UNA, 5 volanti della Polizia di Stato con la Digos intervengono. Lo Stato. Quale Stato?

I pronipoti di quei partigiani, gli irriducibili sessantottini dallo spinello veloce si ritrovano nell' Anpi a combattere il fascismo. Consapevoli, e credo... anzi ne sono certo di no, che nel 1943 il Fascismo aveva un innegabile consenso popolare, oggi nella storia stuprata moltissimi italiani stanno aprendo gli occhi avvalorati da comportamenti comunisti inaccettabili cosi come è da stupidi pensare che il Fascismo oggi possa ripresentarsi. Mancano gli uomini e le donne di un tempo, perche quel movimento politico ha trovato la sua esistenza in un periodo storico dove l'Italia aveva necessità di divenire da terra sconsolata a Patria dove il povero avesse il diritto di dire io esisto.

Credo che quel romanticismo del Fascismo oggi sia ancora vivo, e la cosa che più brucia a questi comunisti chic è il perche delle piazze oceaniche quando parlava il Duce e di quell'enorme consenso popolare che all'epoca ebbe.

Quando scoppiò la guerra gli italiani si videro alleati con una parte per poi terminare la guerra dall'altra, da quel momento si è divisa l'Italia e gli italiani.

Oggi festeggiamo il 25 aprile, si festeggia una sconfitta.

 

Ci aggiorniamo amici... ci aggiorniamo!!!

 

 

 
 
 

Dall’inferno al purgatorio.

“considerate la vostra semenza; fatti non foste per viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza”

Un magistrato… mi correggo, alcuni magistrati sentono scorrere nelle vene il Diritto e, nel momento particolarmente difficile in cui devono decidere secondo giustizia, hanno a supporto la loro integrità morale, la loro nitidezza di pensiero, quel modus operandi che prima di indossare la toga li sveste di tutte le loro appartenenze politiche, il discernimento e il rinnegare le luci della ribalta. Pochi.

Alcuni pm, avversi a tali obsolete tematiche hanno deciso che le responsabilità politiche sono giudicabili in un’aula di un Tribunale. Il caso Salvini docet.

Con estremo e incondizionato rispetto per i morti della pandemia in corso, non tutti i mali vengono per nuocere, questo virus ci ha dato modo di avere sotto gli occhi quello che questa Italia è diventata.

Era il 30 gennaio quando il premier Conte rassicurava sulle reti nazionali: “Italiani, tranquilli, la situazione è sotto controllo, siamo pronti, non accadrà nulla di grave”. Quel nulla di grave... già nulla di grave… oggi conta più di 20mila italiani morti. E non è ancora finita.

Non oso nemmeno immaginare se al posto di Conte ci fosse stato Salvini, intere orde di pm avrebbero scatenato l’inferno brandendo con violenza la spada della Giustizia infuocata. La Giustizia.

Con un decreto del governo in data 31 gennaio Conte era concretamente e senza nessuna ombra di dubbio conscio del rischio imminente della pandemia, nessun allarme, nessuna messa in allerta dei centri di primo impatto, della croce rossa, nessun campanello d’avviso per la protezione civile, niente mascherine, respiratori, tamponi o macchinari salva vita. 20mila morti.

Ancora oggi questo strano muro di gomma assorbe Bibbiano, migranti che per le strade violentano e/o strappano le mascherine a poveri avventori di supermercati, sbarcano senza divieti, l’Europa ci beffeggia, ci umilia, vorrebbe e riuscirà, grazie a questi incapaci politici a metterci in ginocchio. Tutti tacciono.

E quei pm-Pd-M5S del famoso principio che le responsabilità politiche sono giudicabili penalmente… muti. Giustizia umiliata.

Tranquilli italiani, a Palazzo Chigi avevano già il bunker pronto con mascherine, gel, guanti e bombole d’ossigeno perché il nostro adorato Premier fosse protetto, (da Il Tempo). Trump je spazza casa.

20mila morti.

Comunque buone notizie, Vittorio Colao è la panacea, un manager dipendente dell’eurocrazia che nelle sue affermazioni dichiara: “ l’Europa si è comportata molto bene” e ad avvalorare di più: “ Il caso Grecia risolto”. Affermazioni da brivido.

Colao è a capo di una task force, ben inquadrata da Conte che annovera dotti economisti, psicologi, assistenti sociali e chi più ne ha più ne metta ma, ma nemmeno un imprenditore.

Non lamentiamoci sempre, Ignazio Corrao (M5S), mente eccelsa, nato in Sicilia nel 1984 ha classificato tantissimi italiani, qualche milioncino, in una platea di analfabeti. Nel suo profilo di FB come citazione preferita scrive: “ Meglio tacere e sembrare stupidi che aprire bocca e togliere ogni dubbio”.

Corrao… grazie ogni dubbio è svanito.

“ Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di provincie... ma bordello!”

Leggetela cosi: Povera Italia ridotta in schiavitù da incapaci egoisti, dimora di sofferenze per chi ancora crede in Lei, Patria in perduranti tempeste, non più madre di scienze, diritto, onore e non più signora dei popoli, ma pessimo luogo di prostituzione.

 

 Ci aggiorniamo amici… ci aggiorniamo!!!

 
 
 

Squalo mangia squalo!!!

Cari amici buon giorno, mi trovo a leggere i commenti di tanti utenti sulla stampa web di tutte le testate giornalistiche importanti. Commenti che spaziano dal razzismo nord/sud ormai atavico e parte integrale del nostro dna, alla rabbia, all'ignoranza dell'italiano che quando non sa una cosa la insegna, allo stupore e a una piccola parte, che intimorita dalle vicende del momento, spera in un pietoso buonismo.

Un nucleo familiare è generalmente composto da un padre, una madre e figli, tutti a modo loro e nelle loro possibilità hanno un apporto che va ad integrare la consistenza stessa del nucleo oltre all'immediata sussistenza del debole colpito da un problema momentaneo.

Quando Romano Prodi (mi da anche fastidio parlare di questo personaggio) obtorto collo, costrinse l'Italia ad entrare nell'euro, tutti i gretini (leggetelo come meglio vi pare) sostenitori del tutti assieme "volemose bene", applaudirono certi e convinti della bontà del cambiamento. Il giorno dopo le nostre belle mille lire erano ormai valutate meno di nulla e con la scusa del cambio il costo della vita è aumentato a dismisura.

Così come dicono i "mangia crauti": italiani brava gente, abbiamo abbassato il capo e pensato che avremmo superato anche questo. Chiacchiere.

Tutti auspicavamo un'economia basata sull'aiuto reciproco, sul "ti do una mano ", "siamo ormai tutti fratelli". Cazzate.

Prima o poi, e auguro a tutti il poi più lontano possibile, tutti lasceremo questa vita terrena per un qualcosa che forse c'è o forse no, si può morire in innumerevoli modi, ma quello che al momento più mi fa rabbia e il morire a causa di un qualcosa che o naturale o indotto artificialmente sia condizionato da fattori che vanno dalla stupidità all'egoismo.

Il mio professore di diritto penale diceva sempre una cosa: se un uomo si lancia da un grattacielo su un tappeto di lance a causa delle stesse e dell'altezza ha morte certa, se tu dal primo piano dal suolo spari e ammazzi questa persona sei colpevole di omicidio. Lascio a voi paragonare il tutto a chi è morto essendo colpito da varie patologie e il coronavirus l'ha preso un attimo prima di morire.

Tralasciamo per un attimo il discorso coronavirus, ne parleremo dopo, quello che più mi fa rabbia, è il famoso "siam tutti fratelli dell'Europa unita".  Fratelli de che?

Ogni stato appartenete a questa Europa "apezzottata"ha pensato prima ai "cazzi suoi" (sic) e nel frangente anche economicamente solo ai fatti suoi. Spieghiamoci.

I grandi mastini dell'Europa hanno bloccato economicamente la possibilità di aiutare gli stati membri in serissime difficoltà, i fratelli del nord Europa addirittura ponendo il veto o facendo discorsi da veri razzisti. Come se ciò non bastasse, mettono "il carico da tre... " illustri menti politiche nazionali, volendo vendere, ipotecare o usare a modo di scambio i nostri gioielli nazionali. Grazie PD.

Quando si dice: non tutti i mali vengono per nuocere.          

I truffatori, i doppiogiochisti, i ladri, gli approfittatori, gli stolti e altri inqualificabili non sono solo presenti tra i politici ma anche negli autoctoni italiani, l'esempio è stato il gioco al rialzo esponenziale dei dispositivi di protezione, una sanità ridotta ad un colabrodo che solo con sforzi epici sta rappezzando qualche buco e in certe parti la toppa è peggiore del buco. Anni di scellerata politica sinistrata hanno fatto si che al sud la sanità fosse quasi tutta commissariata impossibilitando il rinnovamento delle strutture, chiudendo ospedali appena costruiti, riducendo le assunzioni e creando file d'attesa assurde. Ora si trema al sol pensiero dello scoppio nel sud della pandemia.

Nel momento del bisogno ci siamo trovati con le mutande calate, si è verissimo un'epidemia del genere non capita spesso e, meno male.

Ora facciamo un gioco... fantapolitica... : in Europa ci sono stati che navigano in cattivissime acque, magari questi stati hanno gioielli che, ad altri stati appartenenti all'Europa, piacerebbe avere. Anni fa siamo entrati in una crisi economica paurosa che ha messo in ginocchio alcuni di questi stati, uno in particolare è arrivato a svendersi per pochi marchi.

Ci sono poi grosse realtà esterne all'Europa che guardano, aspettano e muovono fili affinché si raggiunga quel momento critico di collasso che permetta a stati squalo di mangiarsi senza alcuna fatica la preda esausta.

Giusto così al volo... il nostro bibitaro, mente eccelsa, a differenza di altri stati europei è l'unico a firmare il famoso trattato della Via della Seta. Siamo eccellenti nel farci del male.

Sempre continuando il nostro gioco immaginiamo che una realtà esterna all'Europa per dolo o per sfortuna, in un governatorato si perda un'arma batteriologica o per mera sfortuna questo virus nasca da un posto igienicamente negativo.

Immaginando, questo virus arrivi a contagiare l'Europa e in particolare il nostro paese e, come se non bastasse, anche il suo peggior nemico stellato.

Questa realtà lascia che gli squaletti europei inizino a sbranarsi tra loro per poi con tutta calma mangiarseli.

L'Italia in fin dei conti cosa ha da perdere? Gioielli dello Stato italiano valgono quasi 283 miliardi di euro (valutando solo i beni superiori al milione di euro), a fronte di un debito pubblico pari a circa 2.443 miliardi di euro rispondiamo con un patrimonio immobiliare personale pari a 3,8 volte il PIL e cioè 6.227 milioni di euro (fotografia scattata dall'Agenzia delle Entrate).

Coste, poste italiane, aeroporti e scali, ferrovie dello stato e tanti altri gioielli sono oggetto d'interesse di squaletti e squali.

Ora siamo in una situazione economica prossima al collasso, con rivolte popolari per fame e una sanità impoverita, ma... abbiamo le spalle coperte, abbiamo Giuseppi, i penta sellati, i comici, i sinistri e per non farci mancare nulla anche le sardine e non parlo di quelle buone sotto sale.

A pensar male si fa peccato... però spesso ci si azzecca.

 

Ci aggiorniamo amici... ci aggiorniamo!!!

 

 

 
 
 

#iorestoacasa…. Intanto tutti escono.

Post n°450 pubblicato il 12 Marzo 2020 da il.corsaro.nero
 

Non entro nel merito del pasticcio che sta combinando Giuseppi & C., dichiararli incapaci sarebbe un'offesa agli incapaci. Le chiacchiere di questi pseudo governanti la dicono lunga mentre i fatti stanno a zero.

Un decreto frettoloso e pasticciato nelle ultime ora ha incasinato ancora di più la situazione.

Prendiamone qualcuno a caso:

... sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta ECCEZIONE, per le attività di vendita di generi alimentari di prima necessità individuate nell'allegato 1.... 

questo è quanto recita all'art.1 il decreto del presidente del consiglio dei ministri dell'11 marzo 2020

Con attenzione mi leggo l'allegato in questione e li entro nel panico.

Dopo l'interessante lettura mi son chiesto: ma se dobbiamo evitare il contatto, stare in casa, non si deve starnutire a meno di tot metri dalle persone et evitare baci, trombate e via dicendo, cosa diamine mi fate entrare in un ipermercato, dove ci saranno migliaia di persone che possono accedere?

Nell'era digitalizzata dove il giornale lo leggi su internet con tutti i dispositivi connettibili, i giornalai restano aperti, se ti si fulmina una lampadina nessuna paura tutti i negozi che trattano ferramenta, vernici, materiale elettrico, termoidraulico, illuminazione etc. etc. sono aperti.

E non finisce qui... le profumerie che vendono articoli per toeletta e igiene personale, ottica e fotografia... giustamente magari ti vien voglia di farti le foto.

Se ti si rompe il telefonino tranquillo tutti i negozi di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni sono aperti.

La lista è lunga e ti fa comprendere il disordine che regna in questo governicchio.

A Wuhan da dove pare sia partito il tutto, un comprensorio di circa 60 milioni di persone da qualche giorno sta festeggiando la chiusura dell'emergenza e degli ospedali con ZERO pazienti infetti. I cinesi han chiuso e blindato l'intero comprensorio e fatto sì che nessuno uscisse da casa.

Noi in Italia, invece, facciamo i party sulle spiagge e quando i buoi son tutti scappati dalla stalla, chiudiamo la porta di servizio e non il portone.

Grazie Giuseppi.

In tutto questo bailamme, sciacalli di ogni genere hanno avuto la possibilità di vendere le mascherine a prezzi astronomici, mentre Di Maio le regalava alla Cina e, adesso, si pensa a rifornire le carceri di mascherine e non la popolazione che ne ha bisogno.

C'è un'altra cosa che proprio non capisco e per andarci a fondo, com'è il mio solito, ho preso un vocabolario di greco e latino ed ho cercato il termine EROE: "L'eroe, nell'era moderna, è colui che, di propria iniziativa e libero da qualsiasi vincolo, compie uno straordinario e generoso atto di coraggio, che comporti o possa comportare il consapevole sacrificio di se stesso, allo scopo di proteggere il bene altrui o comune".

Ora vorrei che qualcuno mi spieghi perché personale medico e/o paramedico che ha il dovere di curare i malati debba esser insignito di tale qualifica, considerando che per tali mansioni sono remunerati con uno stipendio che comprende, ove si generi, il pagamento delle ore di straordinario.

Un mistero tutto italiano.

Ci aggiorniamo amici, ci aggiorniamo!!!

 

 
 
 
Successivi »
 

Contatta l'autore

Nickname: il.corsaro.nero
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 92
Prov: EE
 

Noi siamo anche qui con loro e tu???

                 Arché

Associazione di volontariato onlus

 
 

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Politics blogs Top Blogs
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 80
 

Ultime visite al Blog

grg79MHecken.Roseil.corsaro.nerozizzola1misina1endif1furia19781massimocoppaJoker_Jolly2012EllaEndifDoNnA.SstabiapasqualemanzolosBandidosxxxblackxxx
 

I miei Blog Amici

- Alla fine by stelladelmattino2005
- Blog Magazine
- MACEDONIA by hold72
- entronellantro by unamicoincomune
- ILARIACZ
- A VOLTE...UN ANGELO auressa
- Club_Privè by Germana04
- La mia vita by lisa
- anch'io by ilike06
- ParadossiAmo by E.v.a_K.a.n.t
- arthemisia_g by occhiverdetevere
- CARPE DIEM
- MONICA by monicadgl7
- animali e nn solo by ovyy
- Viva l'italia by Non_sono
- Una gabbia di Matti by ND77VR
- Braveheart_bg
- UN URLO SOFFOCATO by maxim3v
- Pensieri by annie09
- Le mie emozioni..... by kalm
- persone,o animali ?
- Tra Terra e Cielo by luna74alex
- la mia isola by isoletta
- Diario di Bordo by Mqaximo
- Bu by nyny
- Amore immenso Amore by sirta
- Io e ... basta! by fantasy
- UN ANGELO DI OBOE
- La mia essenza... by alilulla
- Di palo in frasca... by aupaz
- PARIGI by parigio012
- Edicoola
- psyflyflowers2007
- Lantiliberista
- Sulla mia strada by lulile
- Per me
- AngeloSenzaVeli
- Libero Video
- ...frensis... by superfranc
- CHIACCHIERE LIBERE
- hunkapi
- WithoutName
- Di Me by Fili
- vivi e lascia vivere by vivere
- MARE... SPORT...VITA
- blakwhater
- il mio cielo..
- AMORE
- Creando Ancora
- IL CONTE MASCETTI
- Amore...Amore....
- frammenti...
- ArIsTo_GaTta
- dentro la favola
- Utopia by dreamersgirl
- zizzola1
- DIKE
- Boulevar Of Dreams
- Da 19angel68
- Junelogia ***
- POKIMABUONI
- dedicato a lei
- Il Muratore
- KLUTI
- Il mondo di Pier
- Pensieridicristallo
- WITHOUT NAME
- tutto un mistero
- SOGNO E REALTA
- lastminute
- JESSIKA76XXX
- Pensieri sereni ^_^
- Sorridentemente IO..
- LAMORE X IL BLOG
- 2 ali di farfalla
- Bosco nebbioso
- FATTERELLI
- Noi di Prova
- CONTRO LA SINISTRA
- IL MIO RITORNO
- tutti vostri?
- AVVELENATA...
- Il populista
- ARTE CAMPITI
- fluido.a
- Anarchia
- Street Of Dreams
- DgVoice-Chat on Air-
- Il weblog di classe
- Sunbeam is coming
- Per Lucia
- Autobus del Giorno
- Tristezza vai via
- lafurbacheturba
- ali su 2 ruote
- soleluna
- io...come sogno
- VIVI LA TUA VITA
- Immensamente ... Io
- SARCHIAPONICON
 
 

  Page Ranking Icon  socialdust   

 

 Site Meter