Creato da delego.in.te il 13/10/2012

Lamine sovrapposte

Flusso laminare - Flusso il cui comportamento è determinato dalle forze di attrito interno. Nel flusso laminare, a differenza del flusso turbolento, gli strati infinitesimi di fluido scorrono dolcemente uno sopra l’altro, senza che avvenga alcun rimescolamento, neanche a livello microscopico. (treccani)

 

ULTIMI COMMENTI

What weather today,Weather forecast, Weather, Wetter,...
Inviato da: What weather today
il 12/04/2022 alle 15:57
 
What weather today,Weather forecast, Weather, Wetter,...
Inviato da: Weather
il 12/04/2022 alle 15:57
 
What weather today,Weather forecast, Weather, Wetter,...
Inviato da: Weather now
il 12/04/2022 alle 15:57
 
Letto e risposto, ciao.
Inviato da: delego.in.te
il 05/05/2021 alle 21:00
 
Hai un messaggio in mail, ciao:)
Inviato da: misteropagano
il 30/04/2021 alle 19:35
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 

AMICI DEL BLOG

Amici del blog[ger]

cricetodoc

donnacamminante

gaza64

     

Fanny_Wilmot

Less.is.more

misteropagano

     

Narcysse

Sbelerch

sciarconazzi

 

 

 

sofiaa7

 

 

 

 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

 

« Offese pubbliche e pubbl...Ida Magli e "La riscope... »

La politica sente l'esigenza del confronto con l'antipolitica?

Post n°46 pubblicato il 22 Febbraio 2013 da delego.in.te
 


Musica: Patti Smith - Hey Joe (cover)
Premi il tasto play e attacca la musica

 

 

Da qualche settimana sento dire sempre più spesso che Beppe Grillo si sottrae al confronto, perchè non vuole il contraddittorio.
Fin dalla nascita del Movimento 5 Stelle tutti i partiti, non hanno fatto che dipingere Grillo come un demone dal quale ben guardarsi. Quando dico tutti i partiti, intendo anche tutti quelli controllano: giornalisti, conduttori televisivi, opinionisti, sindacalisti, banchieri, funzionari statali, eccetera. Prima del M5S, Grillo, era praticamente ignorato dai media.
Ad un certo punto, pochi mesi fa (più o meno in coincidenza con le pseudo-dimissioni di Monti), è cominciata un'inversione di tendenza. Ricordo di averlo anche segnalato in qualche commento nei blog di Libero.
L'avevo notato in un famoso talk show in cui il conduttore (molto pagato dalla tv pubblica) e l'ospite un ex direttore di un quotidiano (ora presidente di una casa editrice), minimizzavano sull'antipolitica. Le stesse persone, qualche tempo prima, nella stessa trasmissione, esprimevano tutto il loro odio per l'antipolitica.
Per non parlare dei partiti che copiano i vari punti del programma del M5S senza mai dare garanzie con i fatti.
Il punto, però, è un altro.
Io mi metto nei panni di un elettore di un qualsiasi partito che non sia il M5S. Gli è stato sempre detto che Grillo è "l'antipolitica", che il programma è inesistente e che ci sono delle cose campate in aria. Mi ritrovo da un giorno all'altro che quelli del mio partito reclamano il confronto televisivo con Grillo. Cosa devo pensare?
É come se un padre raccomandasse alle proprie figlie di non frequentare un determinato uomo, perchè è uno stupratore, poi una sera, di punto in bianco, lo invita a cena.

Credo che questo elettore, a meno che non sia un cretino, si domanderà il perchè.
Vedendo, magari, che dall'altra parte c'è qualcuno che dice che sono tutti ladri, che devono andare a casa e con i quali non ci si può alleare, potrebbe pensare: "ma non sarà più credibile?".

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Presentata al contest sul blog GRAPHIC_U'