Creato da gabbiano642014 il 15/01/2015
Cultura,tempo libero,collegamenti occasionali
 

Area personale

 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

 
monellaccio19woodenshipe_d_e_l_w_e_i_s_sTerzo_Blog.GiusRavvedutiIn2riccidoratimariateresa.savinoba.vi60neopensionatanina.monamourNovencentogianor1denzioimpiantig1b9
 

Chi puņ scrivere sul blog

 
Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Questo  blog non rappresenta

una testata giornalistica,

non ha scopo di lucro.

Alcune foto e testi del Blog

sono state reperite dal web.

Qualora fosse stato violato

il diritto di copyright prego

di darmene avviso,per la

rimozione immediata.

 

SHINYSTAT

 
 
 

 

 
« LA PARENTESI DI UMBERTO ...SATYARTHI IL CERCATORE D... »

IN PIAZZA DUOMO MILANO:EMILE CHARTIER LEGGE.

 

             

             Emile Auguste Chartier - Alain

             Mortagne-au-Perche - 3 marzo 1868

             Le Vèsinet - 2 giugno 1951


Emile Auguste Chartier dopo gli studi liceali,divenne professore.

Dal 1903 iniziò a scrivere firmandosi con lo pseudomino di Alain*.

Pacifista si schierò a giudizio sulla guerra a favore di una repubblica

liberale controllata dal popolo.Dopo un incidente venne colpito

da ictus e morì nel 1951.Le sue spoglie riposano nel più grande

cimitero di Parigi,Le Père-Lachaise,luogo di scrittori,letterati

e personaggi politici.

Il genere letterario che lo caratterizza sono i "Propos",trattasi di

articoli brevi, ispirati da fatti della vita quotidiana, dallo stile conciso

ed invitante, che investono praticamente tutti gli ambiti.

Venne definito moralista,per il suo intendere la filosofia come

pensiero per curare l'anima.


Sabato 2 marzo ,200.000 persone hanno aderito alla difesa

dei diritti umani e si sono ritrovate in Piazza Duomo a Milano.

Al corteo pacifista "prima le persone",la forza sono le

30 organizzazioni promotrici, Acli alla Comunità di Sant’Egidio,

da Amnesty all’Arci, da Cgil-Cisl-Uil all’Anpi, da Libera a

Medici senza frontiere, da Amref a Insieme senza Muri , donne,

bambini e i nuovi cittadini italiani.

Nella moltitudine sociale,nelle diseguaglianze,nella povertà, nei

diritti delle donne,dei bambini,nella precarietà del lavoro,

il pensatore umanista cartesiano legge uno dei suoi brani:


Pensare.

Pensare significa pesare ciò che ci succede, sospendere

il proprio giudizio, controllarsi e non compiacersi.

Pensare significa passare da un’idea a tutto ciò che le

si oppone, in modo da accordare tutti i pensieri con quello attuale.

Perciò, è un rifiuto del pensiero spontaneo e, in fondo, un rifiuto

della natura che, in effetti, non è il giudice dei pensieri.

Pensare quindi significa giudicare che non tutto per noi va bene

così come ci si presenta; è un lungo lavoro e una pace preliminare.

Alain  *

 

*Fonti:

Enciclopedia Treccani

Les arts et les dieux -Ed.Georges Bénézé 1958

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog