Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

DizzlyfedechiaraCoralie.frVa.nyg1b9deborahdr.borgoc.mazzella_1935soldani2009guido121giuseppe_centanniReveSportyDogsmassalilianafabiomalboannalisavanni1Terzo_Blog.Gius
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Trascendenze e dintorniSe non parli la lingua d... »

Mitiche iconografie obsolete

Post n°493 pubblicato il 16 Maggio 2018 da fedechiara
 

Bisognerà controllare attentamente le iconografie relative al 'ratto di Europa' per capire se la mitica, gentile pulzella in sella al toro divino non assomigli piuttosto a 'un troione sfatto', come la definisce, con ardita metafora, un amico fortemente critico dell'operato dei burocrati di Bruxelles - che si sono impadroniti dell'idea di Europa pro domo loro e ce la menano con i trattati da rispettare e le regole europee ferree e non modificabili, neanche fossero il Vangelo dominante al tempo dell'impero romano in disarmo e loro i mitici apostoli che dettano e codificano la Dottrina che preparò il Medioevo del sacro romano impero.

E, se ascoltate i giornalisti giapponesi nella giungla indonesiana della redazione di rai news 24 che ancora calzano l'elmetto e la tuta mimetica con sigla pd, capirete che è cominciata la guerra di trincea - e l'ordine che viene da Bruxelles è di 'mantenere le posizioni' nella giungla costi quel che costerà, anche a rischio di mandare a carte quarantotto il faticoso contratto di governo tra Di Maio e Salvini e di fiondarci a nuove elezioni in cui la Lega volerà al 25 per cento dei consensi e il M5S si terrà il suo quasi 33 – e dovranno tutti farsene una ragione che 'qualcosa è cambiato' negli umori politici e nel sentire profondo del popolo sovrano - e Mattarella dovrà ammorbidire di molto i toni e le noiose rampogne costituzionali per non incorrere in un conflitto istituzionale devastante e in un ridimensionamento brutale dei suoi già scarsi 'poteri di indirizzo'.

Chi vivrà vedrà, la partita si sta facendo davvero interessante e i mediani di spinta in campo corrono come pazzi verso l'agognata meta. Forza Italia! (oops!)

L'immagine può contenere: 1 persona
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog