Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

everbicmisteropaganomartellodgl13fedechiaracassetta2fastweb1974negriortogenesicoopgiuseppemelzistucmalele2010palamuraaramar1959ringol0tacca.anna
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Stati comatosi, tridui e novene.L'Arte regina. »

Folle e follie.

Post n°1845 pubblicato il 27 Novembre 2021 da fedechiara
 

Folle e follie. 27 novembre 2020
E adesso che anche il Maradona se ne è andato, con grande clamore di folle e scontri con la polizia, al modo tipico dei tifosi negli stadi, che altro ci resta di vitale e scatenante da potersi assembrare a migliaia senza la mascherina di ordinanza - e il coro che ne segue dei gendarmi iper mascherati su internet che scrivono, rancorosi, sui social:
'E' colpa loro se non se ne va fuori! Criminali! Sciammannati! Untori!'
Ne conosco uno che, per una tale fattispecie di reati, ripristinerebbe la pena capitale e, se scova un negazionista/riduzionista ricoverato in terapia intensiva e prossimo a tirare le cuoia, denuncia i medici per 'abuso di ufficio'.
Potremmo andare tutti quanti a fare la spesa di Natale, come suggerisce paciosa quella conduttrice televisiva giunonica e, tra una cassa e l'altra, smascherarci brevemente l'un l'altro, mostrando le lingue untrici e gli aerosoli conseguenti alle strida a quelli che ci fanno le facce truci e abbassano la terza visiera degli elmi e alzano gli scudi dei pastrani a difesa.
Oppure affollarci a centinaia di migliaia dentro e fuori le chiese per le messe di mezzanotte (o delle dieci? La cosa non è chiara. Presto, Conte! Un nuovo d-p-c-m- all'uopo che chiarisca!) e, giunti al Gloria, smascherarci d'impeto perché il nostro canto si levi imperioso e alto tra le travi delle navate – e pazienza se quei dessi, gli iper mascherati su internet, ci daranno addosso e ci intimeranno, per Capodanno, di non fare un passo fuori dalle case e guai a chi spara un mortaretto e rompe il pesante silenzio pandemico che deve accompagnare quest'anno disgraziato all'appuntamento con il suo maggiore 21enne, ignaro delle follie che gli vengono consegnate, poveretto.
🥴

Commenti: 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog