Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraVIOLA_DIMARZOfalco1941nondefinito0francesco61dgl2QuartoProvvisoriosurfinia60aracnoid.999assetzsoraandsakiMargBooksg1b9annaluciadgl3cassetta2chemiasrl.v
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Anniversari d'infamia.Giornalismo e molestie. »

Angeli, demoni e cloache.

Post n°2887 pubblicato il 21 Novembre 2023 da fedechiara
 

La 'cloaca dei socials' viene subito dopo la 'tivù-spazzatura' e 'la scuola che non educa'.
Maiuscole invettive che rimbalzano tra i salotti della 'sinistra al caviale' (ultimamente trascorsa allo 'sgombro affumicato' causa inflazione) e i giornali amici con gli autorevoli occhielli a fondo pagina dei post moderni 'maestri di pensiero' critico.
E l'ultimo, in ordine di tempo, ad evocare 'la cloaca dei socials' è Gramellini Massimo, ottimate anche televisivo, ad onta del fatto che quel mezzo di informazione e di intrattenimento non abbia mai riscattato, nei faticosi decenni della nostra educazione culturale nazionale, la sua fama di diseducatore delle masse beote schiave del video sempre acceso.
Ed ho ancora in mente le invettive a mitraglia contro 'la Bestia' dei socials avversi al suo Verbo sinistro omni inclusivo di Paolo Rumiz che, chiuso nelle celle dei monaci delle abbazie benedettine che ha visitato sparse in tutta Europa, ha riempito il suo libro ('Il filo Infinito' – Universale Economica Feltrinelli) di rabbiose reprimende contro 'i razzisti' anti europei che nuotano come immondi sorci nella mitica 'cloaca'.
Savonarola avrebbe da imparare lessico e metafore sulfuree da un tale infiammato monaco redivivo e davvero non vorrei aggirarmi troppo a lungo negli olezzanti meandri neuronali di quei dessi ossessionati da razzismi pretesi e da sorci sguazzanti nelle pretese cloache. Si richiedono troppe fumigazioni igienizzanti i bui cunicoli e non c'è garanzia di un ritorno a più misurati pensieri e verbi ed accomodanti mediazioni nei confronti del formidabile strumento internet e dei suoi contenuti.
Perché internet (e, ieri, le televisioni) è un formidabile strumento di cultura torrentizia distribuita a pioggia e nei suoi meandri trovi le cloache (se le conosci le eviti) insieme a siti di arte, storia ed enciclopedie e blogs di pensiero critico, scegliete le vostre pagine preferite e non fracassate gli zebedei a chi ne sceglie altre di diverse dalle vostre.
E le pretese 'cloache dei socials' sono, in verità, la post moderna arena politica che assomma le vituperate 'chiacchiere da bar' dei tempi andati agli odierni talk show televisivi, niente di nuovo sotto al cielo. E sui socials, a volte, si giocano le sorti delle maggioranze politiche che governano il paese – e si capisce il livore dei giornalisti/scrittori sinistri che ancora gli fa male in basso al centro, malgrado il ricorso alle pomate lenitive.
E 'i socials' sono anche, la 'piazza' virtuale – quella stessa che i Soloni sinistri benedicono se convocata dalla Elly e da Landini e ce la raccomandano quale panacea contro il malgoverno delle destre quando scende a rumoreggiare per le strade - a volte 'di pancia' e con slogans rivoltanti e non è un bel sentire e 'se le conosci le eviti' e fai spallucce. Lasciano il tempo (e il governo) che trovano.
E, alla fin della tenzone, giova ricordare che nessuno ha mai la verità in tasca e che il dibattito politico è da sempre 'sporco' e la democrazia dell'alternanza ha il faticoso compito di ripulire e cambiare i pannoloni al vecchio incontinente e metterne di puliti al nuovo che avanza – consci che intriderà a sua volta i pannoloni da vecchio e toccherà cambiarli di bel nuovo a tempo debito.
Se ne facessero un ragione i soloni sinistri e distolgano lo sguardo dalle immonde cloache pretese e alzino gli sguardi verso il Cielo dei loro sogni di rivalsa– vedi mai che ne scenda un angelo sterminatore che mandi a casa i loro avversari politici.
Nessuna descrizione della foto disponibile.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963