Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

caloiarosalvatoresvagatelloantomar4fedechiaraalf.cosmosHurakanVirgigalloceramiche.1997frachecco77ioragazzo32ric_arrigboicellia0danadileQuartoProvvisoriocavalieridellareginafrancoise7
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« TraslochiRumore e furore... »

Quel che Alice non sa.

Post n°1518 pubblicato il 19 Febbraio 2021 da fedechiara
 

E se dovessimo ridire tutte le cose che: 'Alice non lo sa' della nota canzone ci viene in mente il commerciante arabo qui sotto – che non ha un cappello con relativo portafortuna da mostrarci – ma ha chiuso il suo sgabuzzino di ottimo kebab e chissà che gli è capitato: se se n'è tornato al paese a fare l'hummus di ceci o sopravvive coi 'ristori' di Conte.
Per quelli di Draghi si vedrà, controlliamo i conti dell'Inps perché mi sa che fra un po' ci sarà un problema con le pensioni, malgrado il 50 per cento di morti in più abbia fatto cassa.
E non c'è nessun 'Cesare perduto nella pioggia', Gott sei dank, perché ci si vede davvero pochino, tangheri/e inclusi, di questi tempi di pandemia ed estreme vite casalinghiche (neologismo); magari qualche videoconferenza con amici e parenti, ma non troppe, per non sentirci dire : 'Sei ingrassato/a.' - che è vero, ma fatevi un po' gli affaracci vostri che già tirar mattina e notte è un problema di non facile soluzione.
E Alice non sa neanche che sia la pandemia – con protagonista il simpatico virus coronato e le sue varianti zuzzerellone inglesi/sudafricane/brasiliane/cinesi e turche - che chi più ne indaga più ne scopre e tutte le siringhe dei vaccini sono sue.
Ai suoi tempi, i tempi di Alice, non usava e usava, invece, l'amore libero e i megaconcerti gratuiti nel fango di Woodstock, bei tempi; ma poi venne l'aids e si diedero tutti una regolata e ci si guardava con sospetto con i gay perché, si diceva (e si scriveva sui giornali), che fossero i soggetti più a rischio.
Ma se una dicitura sopravvissuta su un modulo della a.s.l. ce lo ricorda, apriti cielo! tutto il 'politicamente corretto' accumulato in decenni di permissivismo totale ti viene addosso ed eccoti additato come omofobo e fascista e chi più ne sa più ne dica.
E Alice non sa che perfino il papa argentino si chiede(va) : 'Chi sono io per giudicare?', interrogato da un giornalista sul rovello religioso dei gay devoti – ed è dimentico dei tempi in cui la Curia sosteneva a spada tratta l'infallibilità del papa sulle questioni dottrinali, le usanze di Sodoma e Gomorra incluse.
E andiamo 'tutti insieme appassionatamente' con un drago sputasoldi alla testa dello s-governo futuro e solo un manipolo di 'duri e puri', di un Movimento che aspirava alle stelle, si unisce all'opposizione di una donna alla testa di un suo partito in forte crescita - che rivendica le urne quale sola risposta legittima e sensata contro il presente pantano parlamentare e il relativo 'mercato delle vacche.
Ma tutto questo Alice non lo sa.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Nebbieedintorni/trackback.php?msg=15362171

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento