Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaramisteropaganogreta.rossogeranioQuartoProvvisoriopippolodgl17nicolettaleonerussobaudanzasrlfulvio.franzonicecc.carl1finsaneCherryslSoloDaisydon.francoblorislebreton
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Operette e pipe di tabaccoL'Amore denegato »

Impossibili destrutturazioni.

Post n°1567 pubblicato il 01 Aprile 2021 da fedechiara
 

  • Quel male che ci fanno in parlamento 01 aprile 2017
    'Facciamoci del male' recitava in un suo film il fortunato regista di 'Ecce bombo'.
    Una frase riferita a quella sinistra di s-governo che continua ad approvare leggi incomprensibili e a fare del male a sé, ma più al paese tutto: blindato come non mai e squassato dalla guerra intestina dichiarata dai 'radicalizzati sul web' – serpi in seno e natural born killer, dal momento che fin dalla nascita succhiano col latte materno e introiettano i virus assassini dell'islamismo radicale che svilupperanno fin dall'adolescenza.
    A dircelo e a dimostrarlo, in un bell'articolo su D di Repubblica, è una intervista fatta a Edit Schlaffer, una sociologa di fama internazionale e presidente di una associazione 'Women without borders' che si sforza di organizzare scuole speciali in Iraq, Indonesia, in Belgio e nei Balcani per aiutare e fornire strumenti culturali adeguati alle madri di famiglie islamiche che assistono impotenti alla radicalizzazione dei loro figli, seguaci dei religiosissimi padri e nonni, alcuni dei quali li troveremo, poi, giovinetti imbarcati nei 'barconi' mediterranei o che provano a scardinare a migliaia le frontiere chiuse dell'est Europa.
    Impresa titanica, quella di Edit Schlaffer, alla quale auguriamo ogni bene e prospettive di successo della sua iniziativa pedagogica internazionale, fermo restando il dubbio che queste iniziative di ong prestigiose (finanziate con fondi europei?), non riusciranno ad estirpare la magna pianta dell'islamismo radicale che affonda radici in quel testo leggendario, il Corano, variamente interpretato a seconda dell'esplodere dei conflitti e delle guerre intestine delle sette wahabite-sunnite-salafite ed esportato, poi, nei quartieri di Molenbeck-Bruxelles e St. Denis, a Parigi, dove fanno il loro apprendistato assassino davanti ai computer le migliaia di serpi in seno che abbiamo accolto quali 'profughi' e questuanti pietà e comprensione per le loro vite spezzate nei paesi di origine o per la povertà e la fame.
    E la legge sui minori non accompagnati approvata dal parlamento italiano a maggioranza partito democratico e suoi stolidi seguaci (soli in Europa e mosche cocchiere della follia accoglientistica) spalanca una nuova porta all'ingresso e immediata 'naturalizzazione' di questi adolescenti che l'articolo suesposto dimostra essere già malati, in buona parte, di 'radicalità' islamica e sui quali minori dovremo svolgere un lavoro certosino di destrutturazione culturale e psicologica e successiva integrazione i cui esiti sono tutt'altro che scontati.
    E giova ricordare ai quei parlamentari che si fossero messi solo oggi in ascolto della rabbia del paese che la cellula jihadista di Venezia e Mestre di cui alle cronache di questi giorni annoverava anche un minore tra i suoi coscritti e pronti a morire pur di ammazzarne a quintali, a Rialto o a san Marco, dei maledetti 'infedeli' del loro folle e immaginario 'Allah u akbar'.
    Da questi parlamentari ci guardi Iddio ( e le urne elettorali ) che dagli assassini radicalizzati sul web, per il momento, ci guarda l'intelligence, - almeno fino al giorno in cui la cronaca ci darà conto di un altro attentato e maledetta strage islamista andata a segno e piangeremo impotenti altri morti.
    Donne, sorelle senza confini intervista a Edit Schlaffer di Nina Weissensteiner
    VENTUNESIMODONNA.BLOGSPOT.COM
    Donne, sorelle senza confini intervista a Edit Schlaffer di Nina Weissensteiner
    Donne, sorelle senza confini intervista a Edit Schlaffer di Nina Weissensteiner

  • «LE MAdRI FERmERANnO L'ISIs» | Dmemory numero 1031 del 18 Marzo 2017 | D - la Repubblica
    D.REPUBBLICA.IT
    «LE MAdRI FERmERANnO L'ISIs» | Dmemory numero 1031 del 18 Marzo 2017 | D - la Repubblica
    «LE MAdRI FERmERANnO L'ISIs» | Dmemory numero 1031 del 18 Marzo 2017 | D - la Repubblica

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Nebbieedintorni/trackback.php?msg=15441304

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
misteropagano
misteropagano il 06/04/21 alle 13:25 via WEB
Quoto Edit. Anche se l'Impresa è veramente titanica. In Italia poi, andrebbe destrutturato altro, un po'di quel carattere santo e monarca:) ciao
 
fedechiara
fedechiara il 07/04/21 alle 08:08 via WEB
Carattere santo e monarca? Buongiorno Misteropagano.Pare che i commenti ristagnino qui da me. Di passare il vaglio di una 'censura' preventiva pare piaccia a pochi, ahinoi. E, temo, non basterà dire che, come per i vaccini, i benefici sono superiori al rischio. :-)
 
misteropagano
misteropagano il 07/04/21 alle 09:46 via WEB
Prova a riaprirli!
 
misteropagano
misteropagano il 07/04/21 alle 09:47 via WEB
Buondì Fedechiara, e dove sono finiti quelli che invocavano l'apertura e la pubblicazione dei commenti? :) Detto ciò, al momento non sapevo spiegarla meglio la "miscellanea nazionale". Semplicemente che abbiamo una mentalità sempre in bilico tra il retrogrado e un modernismo impacciato, burocratico contemporaneo, spesso utile a setacciare interessi privati. Vedere premier e signora a passeggio, che so, a Villa Pamphili, mi rammenta una parruccosa visita reale d'oltremanica, coi tesori al sicuro. Leggendo l'intervista ad Edit Schlaffer ho immaginato una giusta destrutturazione delle "radicalizzazioni" nostrane, pur non pericolosissime ma a tratti mortali come i retaggi patriarcali e il femminicidio; la povertà culturale e le sue derive.
PS: forse i tuoi post propongono antidoti che tocca ammettere siano benefici dal punto di vista critico?
 
 
fedechiara
fedechiara il 07/04/21 alle 12:32 via WEB
Troppo buona. Vabbè, faremo una prova di riapertura e vedremo.
 
   
misteropagano
misteropagano il 07/04/21 alle 13:24 via WEB
ah ah ( non ti aspettare molto, ci sono cose che ancora io stento a capire riguardo il movente dei commenti!): non dimenticare il giochino dei browser se vuoi togliere la moderazione. Abbi un buon proseguimento di giornata:)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.