wait for a star

PENSIERI, PAROLE, OPERE O MISSIONI...

 
 
 
La prima regola è stata di non accettare una cosa per vera finchè non la riconoscessi per tale senza neppure un dubbio.
Renè Descartes
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 
 

 

« LE COSE CAMBIANOOHNE DICH, FORSE OGGI DO... »

SOLITUDINE, HO PERSO IL TUO AMORE

Post n°69 pubblicato il 02 Aprile 2009 da sko_m40

E' la cosa di me che odio di più...e non riesco a conviverci.
Com'è possibile che sia successo tutto questo e che io non abbia saputo fermarlo??

Una volta ero diversa, ero come avrei voluto essere, e in questo modo sapevo anche amarmi di più.
Fino ad una certa età ero la persona più solitaria di questo mondo.
Ero sempre per conto mio, fin da piccolissima. Non avevo amichetti, giocavo sempre da sola, pensavo, riflettevo sulla vita, passavo intere nottate rinchiusa in una soffitta a lume di candela pensando alle cose più trascendentali... Salivo sul tetto della casa e contemplavo il panorama di tutta la zona, finanche ad identificare l'abitazione della persona che amavo...
Quella ero realmente io e non avrei scambiato neanche un'ora della mia solitudine con la mondanità di tutti gli altri. Stavo bene da sola, ero sempre in contatto con la mia anima, con le parole del mio cuore e con le mie umili tristezze.
Poi...un giorno...quando ero già più grandicella è arriavato un "principino" azzurro che ha conquistato, piano piano, tutte le mie giornate, tutte le mie serate, tutti i miei fine settimana, tutti i momenti che mi ritagliavo per me stessa.
Da quei giorni, ormai lungamente svaniti e scomparsi, da quella bella ma brutta abitudine non sono mai più riuscita a restare con la mia amata solitudine.
E' diventata quasi una malattia questa maledetta abitudine...non sono più riuscita ad accettare di non avere un uomo-ragazzo al mio fianco con il quale passare i miei momenti liberi. Non che io abbia difficoltà a passare qualche giornata da sola, intendiamoci. Il problema è che non riesco più ad accettare la solitudine se non con l'idea che, se anche per una settimana sono sola, dall'altra parte c'è comunque un fidanzato che mi aspetta.
E' come se non sapessi più affrontare la vita senza sapere che c'è sempre qualcuno vicino a me, che posso vedere, con il quale posso uscire e passare del tempo...
Con questa presenza mentale (ripeto non importa che sia fisica in quel momento) io riesco a stare tranquilla, a mandare avanti la mia vita normalmente e ad occuparmi di tutto quello che capita. Se sapessi che quella persona da domani non c'è più la mia vita crollerebbe in un baratro buio senza via di scampo, si bloccherebbe tutto e non riuscirei a liberare la mente da tutti i pensieri che la affollano.
E' grave, gravissimo... Mettiamo che una persona ti lasci....che fai??? Vai subito a cercarne un'altra che rimpiazzi la mancanza???????Oppure ti metti in ginocchio e lo preghi per tenerti come schiava?????
Ma dai, è tutto tremendamente ridicolo.
AMAVO LA MIA SOLITUDINE, ERO FELICE SAPENDO DI SAPERLA VIVERE NEL MIGLIORE DEI MODI...E ADESSO SONO FINITA COL TEMERLA! Non esiste...non sono io questa.
Mi sto odiando, e con questa paura addosso non riesco più ad amare nessuno. Come se mi tutelassi dalle persone che possono farmi del male...
C'è il primo periodo della passione e poi mi allontano, fredda come un pezzo di ghiaccio, per paura di ritornare ad amare e soffrire così tanto.
E adesso la verità scioccante...E' da quando avevo 14 anni che non sono più riuscita ad amare veramente a pieno cuore, ho sempre frenato tutto. Ho provato affetti immensi, vicini all'innamoramento, ma non mi sono più lasciata andare per paura di sentire male o di vedere un sogno finire. VOGLIO ASPETTARMELO CHE FINISCA.

Non sono capace di amare...ecco qual'è la mia crudeltà.
E mi odio così tanto...
Proprio io che vivevo solo di amore e l'ho sempre messo al primo posto.
Una volta un ragazzo ubriaco, che non conoscevo, mi disse ad una festa: sei peggio di un ICEBERG.
Ci risi sù.
In realtà non era andato così lontano.

E finisco sempre per ferire qualcuno...oltre a me stessa.
Questo era il mio grande segreto che tenevo dentro da una vita.
IO AMO SOLO IL MIO PASSATO.

Hail,                                                                          sko-m40

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/NoveRune/trackback.php?msg=6816434

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ChildOfMurder
ChildOfMurder il 16/04/09 alle 04:11 via WEB
Ci sono passato, più o meno.. non essere così dura con te stessa.. una volta individuato il problema, puoi affrontarlo e vincerlo, io credo. Ciao
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: sko_m40
Data di creazione: 20/08/2007
 

 

AREA PERSONALE

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

annalisa_terrasihalpertsingingmaskvaleria_bertonfe2eCamionistaStefanocappelliadrianos.catmandeja_niragiusilvestre79johnkeymic.ferricantatoresimonaimpetronrocco.cifali
 

TILL LINDEMANN - RAMMSTEIN

 
 
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

THAT'S ME