wait for a star

PENSIERI, PAROLE, OPERE O MISSIONI...

 
 
 
La prima regola è stata di non accettare una cosa per vera finchè non la riconoscessi per tale senza neppure un dubbio.
Renè Descartes
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 
 

 

« COME REAGIRESTI SE ESSA ...

AMARA TRISTEZZA

Post n°74 pubblicato il 11 Novembre 2010 da sko_m40

L'amara tristezza.....l'amarezza di tornare qui, un luogo che ho lasciato da tempo.
Da tempo ho abbandonato me stessa, ho chiuso dentro di me i sentimenti, la rabbia, il dolore. I nervi saltano, ti senti terribilmente solo...
Così giovane, dover vedere morire la persona che ami... Rimanere sola, in una casa grande e terribilmente piena di ricordi.  VUOTO DENTRO.
Arriva la solitudine, arrivano gli sbagli, i colpi di testa. Affoghi nelle insicurezze, senti il bisogno di cose che gli altri non possono darti...o forse non hanno il cuore per farlo.
Ti rimangono poche forze...talmente poche che non riescono a farti vedere la luce.
Non hai più voglia di niente, navighi nella voglia di non vivere più. Ogni cosa prende lo stesso colore, ogni emozione si perde nell'acido dei tuoi pensieri.
Tremi....tremi di freddo, tremi di solitudine, tremi di paura. Un colpo adesso potrebbe esserti fatale, l'unica risposta sarebbe quella di arrendersi alla fatalità.
Sono stanca, stanca di tutto... Stanca di dover essere sempre la più forte, stanca di non poter mai dare lascio alle mie emozioni (seppur autodistruttive che siano), stanca di dover mediare sempre con chi si infervora, stanca di non riuscire ad esprimere tutto il dolore che mi lancina, che mi uccide sempre di più giorno per giorno.
Mi scoppia la testa, mi scoppia il cuore...e solo Lei saprebbe cosa dirmi...o soltanto starmi accanto in silenzio facendomi sentire che è quì.
Dover vedere divorare dalla malattia chi ami, vedertelo strappare via sempre di più è la più atroce delle sofferenze. Ognuno ha sopportato in silenzio, ognuno ha strinto i denti per andare avanti.
Ma ora basta, non ce la faccio più, ho tremendamente bisogno di qualcuno che mi prenda tra le braccia e mi faccia morire di solitudine. Ho bisogno di quel sonno eterno, dal quale non si torna più.
E non mi vergogno di dire che ho perso.
Mi lascio andare perchè così voglio che sia.
Prendetemi, dilaniatemi, strappatemi il cuore a morsi, vendete la mia anima al diavolo...ma portatemi via di qua. Non è più il mondo che mi appartiene.
Voglio vedere la parola FINE in questa turpe esperienza di non-vita.
Datela a chi come Lei non ha potuto viverla ma l'ha tanto amata.

MAMMA, con te se ne parte la primavera della mia vita.
Ti amo gioia mia, e la tua mancanza mi lacera il cuore. Ogni notte vado a letto pensando agli ultimi giorni insieme, i tuoi sguardi, i tuoi silenzi, il tuo dolore. Il cancro che ti mangiava dentro...e tu fino all'ultimo dicevi che la vita è bella...
Dio quanto avrei voluto morire io al tuo posto. Dio quanto vorrei averti seguito quel giorno.
Dio quanto ce l'ho col mondo per averti strappata a me con tutta questa violenza.
Tu che eri la luce, eri il calore, eri l'amore. Eri la vita.

Inutile mentire, sono incapace di amare adesso....non ne ho le forze, non sono pronta ad aprirmi al mondo. Voglio solo chiudermi in un riccio e rimanere fin quando ne avrò bisogno.
Le paure mi attanagliano e mi sento terribilmente sola in questa confusione.
La pressione aumenta e il mio dolore è ogni giorno più tremendo e difficile da gestire.

sko-m40

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/NoveRune/trackback.php?msg=9496569

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
boyfrommilan81
boyfrommilan81 il 12/11/10 alle 00:14 via WEB
Lo so che dire mi spiace tanto ad una persona che non si conosce può sembrare retorico.Tua mamma è stata forte,anche io ho avuto a che fare con persone malate,hanno una forza sovrannaturale,forse perchè sapendo di avere pochi giorni sono più attaccati alla vita di qualsiasi altro.Io non sono il tipo che consola la gente,quando io ho un problema non voglio neanche essere consolato perchè i problemi piccoli o grandi che siano sono sempre personali.Ma ti voglio dire questo.La vita è la vita,puoi decidere di fermarla,ma sei sicura che ne valga la pena?Forse tua mamma ti voleva dare l'insegnamento di non arrenderti mai,perchè la vita ti possa tornare a sorridere.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: sko_m40
Data di creazione: 20/08/2007
 

 

AREA PERSONALE

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

annalisa_terrasihalpertsingingmaskvaleria_bertonfe2eCamionistaStefanocappelliadrianos.catmandeja_niragiusilvestre79johnkeymic.ferricantatoresimonaimpetronrocco.cifali
 

TILL LINDEMANN - RAMMSTEIN

 
 
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

THAT'S ME