Creato da nina.monamour il 11/06/2010
 

Il Diavolo in Corpo

Di tutto e di piu'.....

 

Messaggi di Gennaio 2018

Ribelle e irriverente..

Post n°8289 pubblicato il 31 Gennaio 2018 da nina.monamour

 

 

Non innamorarti di una donna che legge, di una donna che sente troppo, di una donna che scrive…

Non innamorarti di una donna colta, maga, delirante, pazza.

Non innamorarti di una donna che pensa, che sa di sapere e che, inoltre, è capace di volare, di una donna che ha fede in se stessa.

Non innamorarti di una donna che ride o piange mentre fa l'amore, che sa trasformare il suo spirito in carne e, ancor di più, di una donna che ama la poesia (sono loro le più pericolose), o di una donna capace di restare mezz'ora davanti a un quadro o che non sa vivere senza la musica.

Non innamorarti di una donna intensa, ludica, lucida, ribelle, irriverente.
Che non ti capiti mai di innamorarti di una donna così.

Perché quando ti innamori di una donna del genere, che rimanga con te oppure no, che ti ami o no, da una donna così, non si torna indietro.

Mai.

 
 
 

Dilaniata dall'esplosione ..

Post n°8288 pubblicato il 30 Gennaio 2018 da nina.monamour

 

 

Domenica sera gran bel film, stavolta Canale 5, racconta la storia di questa giovane che faceva parta della scorta di Borsellino. Nel cast ci sono anche Riccardo Scamarcio, Ivana Lotito, Lorenza Indovina per la regia di Stefano Mordini.

A una ragazza di ventiquattro anni la pistola non si addice e invece a Emanuela si. Aveva deciso di essere una donna poliziotto, senza per questo rinunciare a essere quello che era prima di tutto, una ragazza come tante. Emanuela Loi era, perché non è più, dilaniata dall’esplosione che il giorno 19 luglio del 1992 l’ha uccisa in via D’Amelio insieme al giudice Paolo Borsellino e ai quattro colleghi della scorta, A. Catalano, E. W. Cosina, Li Muli e Traina. Emanuela quel giorno è diventata la prima donna poliziotto morta in servizio, uccisa dalla mafia.


 

Nata e cresciuta in Sardegna e appassionata del suo lavoro come della vita, voleva fare l’insegnante, ma la sorte l’aveva portata da un’altra parte. Era andata ad accompagnare la sorella per quel concorso in Polizia, ma alla fine era stata lei ad essere scelta. Arruolatasi all’età di vent’anni, dopo il diploma magistrale, aveva fatto il suo percorso prima alla scuola allievi di Trieste e poi direttamente a Palermo.

Nel giro di due anni era stata affidata al commissariato di Palermo Libertà e da lì in poi i primi incarichi come il piantonamento al boss Francesco Madonia. Nonostante tutto a Palermo si era ambientata bene, aveva creato un gruppetto stretto di amicizie isolane, ma quello che piaceva in particolare a Emanuela era muoversi con il camper della polizia che le consentiva di stare in mezzo alla gente di Palermo.

Emanuela era però anche affascinata dal lavoro delle scorte e aveva fatto amicizia con il caposcorta di Falcone, Antonio Montinaro. L’attentato di Capaci era stato uno choc per tutti, ma lei comunque aveva fatto la sua scelta, anche in memoria del suo amico Antonio, e aveva deciso di mettersi a disposizione anche per quel servizio. Nel giugno del 1992 era soltanto da un mese che Emanuela era stata assegnata definitivamente al servizio scorte e dopo poco era stata assegnata proprio alla scorta più difficile, quella del giudice Borsellino.



Domenica 19 luglio 1992 sembrava una giornata tranquilla, il giudice Borsellino doveva andare a casa della madre, in via D’Amelio. Emanuela lo aveva visto salutare la famiglia e i figli. Avevano fatto il tragitto in macchina fin sotto casa, si erano fermati e lei era scesa prima, controllando che tutto fosse libero.

Il capo scorta aveva dato il via libera, il giudice poteva uscire dall’auto blindata e andare verso il portone dell’appartamento della madre. Emanuela lo aveva visto passarle a fianco e poi l’esplosione, una deflagrazione che ha sentito tutta la città. Nessuno avrà pensato in quel momento agli uomini della scorta, nessuno avrà pensato a Emanuela Loi, una giovane ragazza bionda che non doveva essere lì e che sarà ricordata come la prima vittima donna della polizia.

 
 
 

Meritare ..

Post n°8286 pubblicato il 29 Gennaio 2018 da nina.monamour

 


Meriti qualcuno che voglia volerti sul serio.
Che ti stringa forte le mani se non trovi le parole, che ti sfiori gli angoli della bocca quando un bacio non sa bastare, che conosca a memoria le tue debolezze e non te le faccia pesare, che accarezzi la tua anima nera e nonostante tutto decida di restare, rischiare, amare.

Meriti mille sorrisi negli occhi e l’amore sulle labbra, i baci più belli e i brividi nel sangue.
Meriti le decisioni affrettate e folli che non hai tempo di pensare, le fughe al mare, e qualsiasi cosa che è amore da desiderare, e realizzare.

Meriti qualcuno che tremi per te, che ti senta nelle vene, che abbia voglia di correre, partire, andare, che non aspetti il sole, che voglia starti accanto anche se fuori piove.
Meriti qualcuno che voglia volerti davvero.

Sempre.


 
 
 

Hitler e la sua dittatura ..

Post n°8281 pubblicato il 28 Gennaio 2018 da nina.monamour

 

 

Buongiorno a tutti, non ho sbagliato giorno, so bene che è stata ieri la ricorrenza internazionale, si celebra il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell'Olocausto

 

"L'amicizia può unire quello che le barriere dividono."

~ Dal film... Il bambino con il pigiama a righe ~

(John Boyne)

 

 

A scuola ci bombardavano di flim sulla memoria, leggere i libri sulla memoria, svolgere considerazioni sul giorno della memoria, io sono una donna che non posso vedere o sentire un bambino che piange che sto male, figuriamoci vedere questi film che non ho mai voluto vedere ma che i professori mi imponevano di guardare, sicuramente questo film mi avrebbe fatto piangere.


Le barriere le vede solo chi le ha sempre avute nella testa, non io, e nelle giornate della memoria voglio solo pensare profondamente al dolore inflitto a quelle povere persone solo per umiliarle.


*Per non DIMENTICARE *

Se comprendere è impossibile, conoscere
è necessario.

~ Primo Levi ~


L'immagine può contenere: una o più persone, fiore e pianta


Ogni giorno nel mondo si ripetono immani ingiustizie, non è il numero a decretarne l'efferatezza ma l'attuale indifferenza dell'umanità "progredita", al segnale che d'amore scatena.
La memoria storica della shoah non riguarda soltanto il popolo ebraico, ma l’intera umanità, perché da questi avvenimenti si possono trarre insegnamenti.   

Affinché il ricordo della Shoah sia utile, tuttavia, la memoria non deve limitarsi soltanto all’indignazione e alla denuncia morale contro i crimini nazisti, sentimenti sicuramente giusti e naturali nei confronti di avvenimenti gravi e disumani. Perché la memoria abbia un senso, è soprattutto importante, prima di denunciare, capire ciò che accadde in Germania da un punto di vista storico.   

Buona Domenica

 
 
 

Sdegno bipartisan di tory e laburisti..

Post n°8280 pubblicato il 27 Gennaio 2018 da nina.monamour

 

 

Bufera in Gran Bretagna su una delle più importanti serate benefiche, l'annuale galà di beneficenza del President's Club, due giornaliste del Financial Times si sono infiltrate fra le 130 hostess all'evento per soli uomini a Londra, giovedì scorso, e hanno denunciato in dettaglio una serie di abusi e molestie a cui sono state sottoposte le ragazze presenti nella sala da ballo del Dorchester Hotel.

Si va dalle mani infilate sotto le minigonne nere imposte come divisa dagli organizzatori, alle proposte indecenti e persino a un ospite che ha esibito i propri genitali a una hostess.

 


L'articolo ha sollevato roventi polemiche come era inevitabile dopo il calderone delle molestie Vip scoperchiato dal caso Weinstein. L'ospedale pediatrico di Great Ormond Street, a cui erano destinati i due milioni di sterline raccolti durante la serata, ha fatto sapere che restituirà le donazioni.

Tory e laburisti hanno espresso sdegno bipartisan mentre a uno degli organizzatori, Davide Meller, è stato chiesto di dimettersi dal Dipartimento per l'Educazione. Il Ministro per le industrie digitali, Margot James, ha sostenuto la proposta di un'inchiesta della Commissione per la Beneficenza su quello che ha definito come un evento "viscido e spregevole".

Nell'articolo pubblicato con grande evidenza dal Financial Times si spiega che l'agenzia Artista che ha ingaggiato le ragazze (150 sterline per la serata più 25 per il taxi per tornare a casa) le aveva avvertite: "Dovrete tenere a bada uomini molesti, è un lavoro che alcune ragazze adorano e per altre è il peggiore della loro vita". Gli era anche stato fatto firmare un impegno alla riservatezza.

Eppure i 360 ospiti dell'esclusivo club, noti politici, imprenditori e finanzieri britannici, tutti rigorosamente in smoking, erano riuniti per una causa nobile, in cambio di premi messi all'asta come un pranzo con il ministro degli Esteri, Boris Johnson, o un tè con il governatore della Banca di Inghilterra Mark Carney.

Alla serata sono stati raccolti due milioni di sterline, ma dopo la cena l'evento per soli uomini si è rivelato un "festino" lascivo che mal si coniuga con lo spirito dell'iniziativa. Per tre ore molti invitati hanno palpeggiato le ragazze per lo più studentesse o aspiranti attrici, le hanno fatte bere o le hanno invitate a salire in camera con loro.

A far discutere sono anche alcuni lotti minori finiti all'asta di sapore "machista" come l'accesso a un locale di spogliarelli a Soho o buoni per ritocchi chirurgici "per rendere più sexy tua moglie".

Il Dorchester Hotel si è detto all'oscuro delle accuse ma si è offerto di collaborare alle indagini, se necessario. In una nota il President's Club ha espresso "orrore" per le accuse di comportamenti inappropriati e ha promesso "un'indagine approfondita, a cui seguiranno misure adeguate".


 

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

aligi4nina.monamourmonellaccio19hido0e_d_e_l_w_e_i_s_sErMejoPiacioneleoncinobianco1molto.personalesalesabbiaVince198gabbiano642014dolcesettembre.1tanmikfosco6
 
Citazioni nei Blog Amici: 178
 
 

BUONGIORNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

             

 

 

 

 

 

 

         

 

 

 

 

           

 

AREA PERSONALE

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 Immagine precedente  Immagine successiva  Pagina indice

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20