Creato da amaitti il 28/08/2011

La vita

La vita

 

 

Guerra.

Post n°883 pubblicato il 23 Novembre 2022 da amaitti
 

https://www.fuorilitaliadallaguerra.it/

 
 
 

"L'illusione della continuità".

Post n°882 pubblicato il 20 Novembre 2022 da amaitti
 

https://www.ted.com/talks/shankar_vedantam_you_don_t_actually_know_what_your_future_self_wants?user_email_address=4d0e0d314d4cafbe8b

 
 
 

Giornata Mondiale della Gentilezza oggi 13 novembre.

Post n°881 pubblicato il 13 Novembre 2022 da amaitti

Essere gentili con gli altri per diventare più felici 

e per rendere il mondo un luogo migliore. 

Con questo spirito si celebra il World Kindness Day 

- la Giornata Mondiale della Gentilezza - 

il 13 novembre. L'idea di questa giornata 

è nata nel 1998 da un'organizzazione no-profit chiamata 

World Kindness Movement. L'anno prima, nel 1997, 

la prima conferenza a Tokyo, dove si sono riunite 

per la prima volta società di solidarietà provenienti 

da tutto il mondo. Oggi il movimento si è diffuso 

in 27 Paesi, tra cui gli Stati Uniti, l'Australia, 

la Francia e anche l'Italia (dal 2000). 

L'obiettivo è semplice: «Ispirare gli individui 

verso una maggiore gentilezza e collegare le nazioni 

per creare un mondo più gentile», si legge sul sito

E sempre sul sito è possibile trovare i progetti 

attivi. In Italia sono quattro e si concentrano 

sull'educazione alla gentilezza tra i più giovani.

Per celebrare questa giornata, ecco qualche frase 

dedicata alla gentilezza scritta o pronunciata da illustri 

pensatori e artisti. Nonché qualche immagine 

da condividere con amici e parenti.

Le frasi celebri

«Per quanto piccolo, nessun atto di gentilezza 

è sprecato»
(Esopo)

«Ogni persona che incontri sta combattendo 

una battaglia di cui non sai nulla. 

Sii gentile. Sempre»
(Platone)

«Io non conosco nessun altro segno di superiorità 

nell' uomo che quello di essere gentile»
(Ludwig Van Beethoven)

«Quando la misura e la gentilezza si aggiungono

alla forza, quest’ultima diventa irresistibile»
(Gandhi)

«Potete sempre dar qualcosa, non foss’altro 

che gentilezza» (Anna Frank)

«La gentilezza è la catena d’oro con la quale 

la società viene tenuta insieme» 
(Goethe)

«Fai un atto di bontà, casuale, senza aspettativa 

di ricompensa, e stai sicuro che un giorno 

qualcun altro potrebbe fare lo stesso per te»
(Diana Spencer)


fonte:  Corriere della Sera

 
 
 

Immaginate.

Post n°880 pubblicato il 23 Ottobre 2022 da amaitti
 

"Immaginate un bambino che non ha fatto niente,

uno studente qualunque, mediocre come me, nel senso

che non ero né brava né incapace; ero semplicemente

una bambina che andava a scuola molto volentieri

perché mi piaceva stare in compagnia, proprio come

mi piace adesso. E da un giorno all'altro ti dicono:

"Sei stata espulsa!". È qualcosa che ti resta dentro

per sempre. "Perché?" domandavo, e nessuno mi sapeva

dare una risposta.

Ai miei "Perché?" la famiglia scoppiava a piangere,

chi si soffiava il naso, chi faceva finta di dover uscire

dalla stanza. Insomma, non si affrontava l'argomento,

lo si evitava.
E io mi caricavo di sensi di colpa e di domande:

"Ma cosa avrò fatto di male per non poter più andare a scuola?

Qual è la mia colpa?". Non me ne capacitavo, non riuscivo

a trovare una spiegazione, per quanto illogica, all'esclusione.

Sta di fatto che a un tratto mi sono ritrovata in un mondo

in cui non potevo andare a scuola, e in cui contemporaneamente

succedeva che i poliziotti cominciassero a presentarsi

e a entrare in casa mia con un atteggiamento per nulla gentile.

E anche per questo non riuscivo a trovare una ragione. (…)

Quelli che ci rimasero vicini furono davvero pochissimi.

Da allora riservo sempre grande considerazione

agli amici veri, a quelli che in disgrazia non ti abbandonano.

Perché i veri amici sono quelli che ti restano accanto

nelle difficoltà, non gli altri che magari ti hanno riempito

di regali e di lodi, ma che in effetti hanno approfittato

della tua ospitalità. (…)

Ma quanto è doloroso scoprire a mano a mano

tutti quelli che, anche senza nascondersi, non ti vedono più.

È proprio come in quel terribile gioco tra bambini,

in cui si decide, senza dirglielo, che uno di loro è invisibile.

L'ho sempre trovato uno dei giochi più crudeli. Di solito

lo si fa con il bambino più piccolo: il gruppo decide

che non lo vede più, e lui inizia a piangere gridando:

"Ma io sono qui!". Ecco, è quello che è successo a noi,

ciascuno di noi era il bambino invisibile."

Liliana Segre

 
 
 

Tornare umani. Susanna Tamaro.

Post n°879 pubblicato il 23 Ottobre 2022 da amaitti
 

https://www.corriere.it/sette/incontri/22_ottobre_23/susanna-tamaro-da-bambina-pensavo-impazzire-dolore-ora-tempo-avere-piu-coraggio-6ba1372c-4d99-1


 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ULTIME VISITE AL BLOG

amaittiacer.250THE_QUEEN_OF_SPADESmarinovincenzo1958VIOLA_DIMARZOwilliamCars1cassetta2bonny.gmaxforte60anastasia_55alf.cosmosmassaggiatore59CieloGiusto20sarambra9602
 

ULTIMI COMMENTI

Aveva già capito.
Inviato da: cassetta2
il 08/09/2022 alle 23:18
 
Che mondo di farlocchi. Ciao Cassetta.
Inviato da: amaitti
il 26/07/2022 alle 20:47
 
Il disperato grido d'allarme di Italia Viva: senza...
Inviato da: cassetta2
il 19/07/2022 alle 10:08
 
Caspita! Che iperattivo... Ciao Cassetta.
Inviato da: amaitti
il 12/05/2022 alle 17:11
 
Ricordo con nostalgia quando vent’anni fa il venerdì sera...
Inviato da: cassetta2
il 29/04/2022 alle 22:37
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom