Creato da giona2068 il 15/03/2015

OMELIA DOMENICALE

Spiegazione del Santo Vangelo

 

 

« Omelia del 15.5.16Omelia del 5.6.16 »

Omelia 22.05.16

Post n°133 pubblicato il 24 Maggio 2016 da giona2068

 


Giovanni  16-12/15

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne
il peso.
Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità,
perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi
annuncerà le cose future.
Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà.
Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da
quel che è mio e ve lo annuncerà».

Parola del Signore



In quel tempo il Signore Gesù disse agli apostoli che non poteva rivelare loro
la verità tutta intera perché non erano in grado di sopportarne il peso e che,
al momento giusto,  sarebbe venuto lo Spirito della Verità che avrebbe rivelato
a loro ed al mondo, la verità tutta intera.
La verità è di due tipi: Quella oggettiva che è il mistero Divino che non
possiamo compre e quella soggettiva che è la nostra verità, quello che siamo e
ciò che non siamo. Forse è meglio dire quello che eravamo e quello che siamo
diventati. Oggi la stessa cosa la sta dicendo a noi perché dopo duemila anni di
cristianesimo spera di trovare qualcuno capace di poterne sopportare il peso.
Lo Spirito della Verità è lo Spirito Santo e si incarna in chi Lui ritiene
degno e rivela a chi né è degno la verità tutta intera. Chi cerca di scoprire
la propria verità è colui che è degno di conoscerla. Questa grazia è data a
tutti, ma beati coloro che la cercano.

Sorge allora spontanea questa domanda: Cos'è questa verità personale che non
tutti sono in grado di sopportare e cos'ha di tanto tremendo?  

Molte volte crediamo di essere quando non siamo, crediamo di sapere quando
siamo ignoranti, crediamo di essere vivi quando siamo morti, crediamo di amare
quando odiamo, crediamo di essere giusti quando siamo ingiusti, crediamo di
essere intelligenti quando siamo stolti, crediamo di fare il bene quando
operiamo il male, crediamo di essere esseri umani quando non lo siamo, 
crediamo di essere graditi al Signore Dio quando in verità siamo legno secco
per  il fuoco dell'inferno ecc.... Viviamo nell'inganno senza rendercene conto.
Chi vive nell'inganno è sotto il dominio dell'ingannatore - satana - che è
gelosissimo dei suoi malcapitati e, finché può, impedisce all'uomo di scoprire
la sua verità servendosi dell'orgoglio, della superbia, del rifiuto e della
violenza - vedi quello che ha fatto con il Signore Gesù e con i Suoi apostoli -
. Per questo è possibile   rivelare la verità solo a chi la cerca e pregare per
chi non è capace di sopportarne il peso. Occorre cioè evitare di operare il
male pur credendo di fare il bene. Occorre pensare prima di agire e questo è il
comandamento da rispettare per poter rispettare tutti gli altri.
Tutti gli uomini sono stati creati santi, puri e perfetti ed a tutti è stato
dato il comandamento di adorare (adorare è più di amare) il Signore Dio con
tutto loro stessi.
La disobbedienza a questo comandamento, datoci per il nostro bene e conforme
alla nostra natura, avviene a causa dell'attaccamento agli idoli che rubano uno
spazio del nostro cuore creato per essere totalmente il tempio del Signore Dio.
Se l'uomo non è attento dopo che è entrato il primo idolo ne entra un secondo,
un terzo ecc...fino a trasformare la persona in tempio egli idoli.
In ogni caso anche se nel cuore ci fosse un solo idolo, già questo, crescendo,
occupa tutto lo spazio e da quel momento tutte le opere della persona girano
attorno ad esso e sono in funzione di esso.
Dietro ad ogni idolo c'è satana con la sua mela di Eva che impedisce alla
persona di vivere in Pace.

Chi è in queste condizioni accetterà la parola di chi vuole rivelargli la sua
verità tutta intera? Non solo non accetterà, ma si scatenerà contro chi
vorrebbe aiutarlo e diventa suo nemico.
Questo siamo quando in noi si manifesta l'orgoglio e la superbia. Preghiamo
allora il Signore che ci predisponga ad accettare la nostra verità tutta intera
per incontrarci con il Suo Spirito di Verità che ci da la vita. 

Il Signore Gesù sta dicendo anche che quando verrà lo Spirito della Verità    
prenderà da ciò che ha ricevuto dal Padre Suo e ce lo annuncerà.

Il Padre, lo Spirito della Verità ed il Signore Gesù si stanno interessando
della nostra salvezza perché, Loro che sono la Santissima trinità,  ci amano e
vogliono restituirci la Loro immagine somiglianza, se accettiamo la nostra
verità tutta intera e piangiamo per le nostre colpe.

La Santissima Trinità è la nostra salvezza


Grazie Signore Gesù

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giuscip1946andrea.982giona2068corvonato.mariogioiaamorefrancesca632several1sols.kjaerStolen_wordsil_pabloandrew_mehrtensgiannizzerPerturbabiIepsicologiaforense
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom