qualunquista

Jack Preacher si racconta e confronta con la realtà oggettiva e soggettiva nel mare delle banalità e fra i flutti qualunquisti d'amore e disperazione

 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

jackTBTmariomancino.mlo_snorkisignora_malinconicastrong_passionpiccoli.amorialphabethaafemmenoir0iulialocustaDNAnna17geremia11ilmondodieva2fioreselvatico3psicologiaforensekremuzio
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto  viene aggiornato senza nessuna periodicità, non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/2001.

 

 

Certe volte...

Post n°49 pubblicato il 24 Febbraio 2011 da jackTBT

Certe volte il nostro cervello fa brutti scherzi
certe volte il nostro cuore fa brutti scherzi
certe volte siamo così concentrati sulle nostre, piccole, meschine situazioni che ce ne stiamo rinchiusi a riccio su noi stessi
certe volte le nostre disavventure sembrano la fine del mondo
certe volte...poi basta una ultima sfiga, una cavolata
un vetro rotto, l'autoradio che prende il volo
e una chiamata...

uno sbaglio...

le mie sono solo pippe mentali
sono fortunato
sto bene
ho una vita che dovrebbe rendermi felice...
il resto sono solo seghe mentali
che mi rendono cieco nei confronti degli altri
Punto

 
 
 

La vita...

Post n°48 pubblicato il 02 Ottobre 2010 da jackTBT

...non perdona gli errori...

mai...

è sempre meglio sapere???

beh io ora so...

fank...

 
 
 

Sandness

Post n°47 pubblicato il 23 Agosto 2010 da jackTBT

Sandness: un nuovo vocabolo che è la via di mezzo fra sand=sabbia e sadness=tristezza cioè una tristezza che ti rode come la sabbia, che te la trovi dappertutto, nei posti e nei momenti più disparati...

Sandness: è uno stato emotivo del singolo ma spesso sono le persone attorno che lo alimentano, con la loro indifferenza, la loro cecità e il disinteresse nei confronti degli amici. E' lo stato d'animo della delusione che viene quando quelli che hai ascoltato, consolato e spronato ti voltano le spalle. Quando tutto il bene che hai fatto non serve a nulla, quando lo yin non trova riscontro nello yang, quando anche il tuo carma se ne va a puttane...

Sandness: quando passi una vita a proteggerti dai colpi cattivi del destino ed invece è il tuo cuore che ti tradisce e distrugge la tua armatura dall'interno. Non hai armi per difenderti dai tuoi stessi sentimenti...

Sandness... non la voglio

... sandness... la vivo

 
 
 

... sms ...

Post n°46 pubblicato il 22 Agosto 2010 da jackTBT

Nella nostra era ipertecnologica siamo bombardati di informazioni. Abbiamo raggiunto una tale simbiosi col sapere che si è trasformato radicalmente dal suo valore fondante.

Se il sapere fonda le sue radici nel "sapore" etimologico, quindi in un gesto intimistico come il mangiare, ora ne abbiamo messo in discussione l'ontologia. Il sapere non proviene più da dentro di noi ma lo abbiamo relegato alla discarica binaria della rete. La tradizione orale si riduce non più alla socratica maieutica ma alla trasmissione di link...

Sarebbe come se al ristorante mangiassimo il menù al posto delle pietanze.

La rete ci permette di trovare tutto, di essere informati su tutto ma di non capire nulla. Il pensiero non è più trattenuto nella sua sede consona, fra le orecchie, ma derubricato al coacervo remeico di convoluzioni cervellotiche formanti il web.

Non abbiamo il tempo per rimuginare almeno trenta volte un'idea nella nostra testolina per poterla meglio digerire o, eventualmente, sputare. E così ci si caria il cervello e ci viene il tartaro alle sinapsi.

Bisognerebbe, invece, coltivare l'arte del leggere un libro. Prendersi il tempo per annusarne il racconto e mandarne a memoria le frasi che ci hanno colpito. Vivremmo meno l'immediatezza dei concetti e ritroveremmo, forse, così quel processo di mediazione fra "la legge morale che è in me e il cielo stellato sopra di me" che ci permette di discernere la fuffa dalle perle.

... e magari smetteremmo di prendere per buone le affermazioni dell'ultimo nano imbonitore sulla pubblica piazza...

Chi non ha orecchie: Vada in camper!

 
 
 

Vigliacca la Vita

Post n°45 pubblicato il 18 Agosto 2010 da jackTBT

Rileggo il blog...
mi rispecchia ma la vita, vigliacca, mi ha pugnalato alle spalle... la sfighe le sopporto, male, ma ormai c'ho fatto il callo (falso, ma il blog è mio e quindi baro quanto voglio)...
Solo che adesso non so che fare... vabbeh tanto poi si tramuterà in sfiga e quindi la vita tornerà nei soliti binari...

Non sono abituato a gestire sorrisi ebeti e cuori ballerini ma me la sto godendo, in una qualche maniera... waiting the end...
Massì tanto me la prenderò fra i denti, come mi ha assicurato una amica, e tremo...
Si perchè stavolta farà male ed è per quello che in tutti questi anni mi sono protetto come una vergine in un castello assediato.

D'altra parte mi sono rimbambito e, proprio perchè è successo proprio senza che lo volessi, mi trovo in una situazione sconvolgente. Vero anche è che sono stufo di vivere chiuso nella mia torre d'avorio (vabbehhh non ESATTAMENTE avorio ma vin-avorio, abulico e pedante lettore).

In queste settimane di libertà vigilata dal mio cupo antro, sono stato bene, anzi benissimo. Ho scoperto che li fuori c'è vita... e parecchia anche.
E che c'è un posticino anche per me... che non sono SBAGLIATO, anche se non perfetto... che c'è una vita pulsante di frenesia che ti lascia abbacinato e stordito... anche l'alcool contribuisce... ma solo se non guido.

Vabbehhh forse non sono innamorato... magari è soltanto il riaccendersi della mia scintilla vitale... non lo so... è strano.

Mi devo solo ricordare di rimanere vigile 'cause shit happens... e dall'odore che sento avvicinarsi sarà uno tzunami

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: jackTBT
Data di creazione: 11/02/2007
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova