Blog
Un blog creato da CalleDeLaVida0 il 06/04/2013

ScompostaMente

gioco a palla col muro

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

 

Non ho smesso di pensarti

Post n°79 pubblicato il 05 Luglio 2018 da CalleDeLaVida0

Non ho smesso di pensarti,
vorrei tanto dirtelo.
Vorrei scriverti che mi piacerebbe tornare,
che mi manchi
e che ti penso.
Ma non ti cerco.
Non ti scrivo neppure ciao.
Non so come stai.
E mi manca saperlo.
Hai progetti?
Hai sorriso oggi?
Cos'hai sognato?
Esci?
Dove vai?
Hai dei sogni?
Hai mangiato?
Mi piacerebbe riuscire a cercarti.
Ma non ne ho la forza.
E neanche tu ne hai.
Ed allora restiamo ad aspettarci invano.
E pensiamoci.
E ricordami.
E ricordati che ti penso,
che non lo sai ma ti vivo ogni giorno,
che scrivo di te.
E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse.
Ed io ti penso
ma non ti cerco.

Charles Bukowski

 
 
 

Preghiera per i recentemente dannati

Post n°78 pubblicato il 09 Gennaio 2018 da CalleDeLaVida0

Carissimo Padre, perdonami, perché ho visto.
Oltre la staccionata, un campo illuminato
dall'estate, un uomo che preme uno stinco
sulla gola di un altro uomo. Acciaio che si fa luce
sul collo viscido di sudore. Perdonami
per non aver distorto questa lingua nella forma
del Tuo nome. Per aver pensato:
dev'essere così che ogni preghiera
comincia - con le parole Ti prego che mandano
il vento in frantumi, in ciò
che un ragazzo sente nel suo bisogno di conoscere
come il dolore benedica il corpo riportandolo
al suo peccatore. L'ora d'improvviso
immobile. L'uomo, le labbra premute
contro lo stivale nero. Mi sbaglio se amo
quegli occhi, se vedo qualcosa di così limpido
& azzurro - se imploro che rimanga limpido
& azzurro? Mi ha tremato il volto
quando l'ombra bagnata gli è sbocciata sull'inguine
& è sgocciata nell'ocra del terriccio? Con che rapidità
la lama diventa Te. Ma concedimi
di ricominciare: C'è un ragazzo che si inginocchia
in una casa con tutte le porte sfondate a calci
sull'estate. C'è una domanda che gli corrode
la lingua. Un pugnale che tocca
il Tuo dito conficcato nella gola.
Carissimo Padre, che ne sarà del ragazzo
non più ragazzo? Ti prego-
che ne è del pastore
quando le pecore sono cannibali?

Ocean Vuong

 

 
 
 

Questa è la vita!

Post n°77 pubblicato il 30 Dicembre 2017 da CalleDeLaVida0

Buon anno a tutti, agli amici e a chi peregrina nel web

 
 
 

Non chiederò scusa per non aver dimenticato gli amori passati

Post n°76 pubblicato il 17 Dicembre 2017 da CalleDeLaVida0

Dimenticare una persona è impossibile. Ecco. L'ho detto. Scritto nero su bianco.

Non lo dico perché sono stufa (anche se lo sono, fino a un certo punto) o perché sono diventata cinica nei confronti dell'amore.

Semmai, penso che dimenticare una persona sia impossibile perché credo nell'amore come non mai, e il dolore che ho vissuto mi ha permesso di andare avanti con relazioni a lungo termine, più sane, più felici e amorevoli.
Non puoi "dimenticare" qualcuno, perché le persone che scegliamo di amare e il dolore che sopraggiunge quando le perdiamo non è come quello di un'intossicazione alimentare o di un brufolo particolarmente grande.
Anche se non vedrai mai più quella persona dopo una rottura seria, l'influenza che ha avuto sulla tua vita è innegabile, ed è la verità nel bene e nel male.
Quando mi chiedono come dimenticare un partner dopo un divorzio o una rottura, ecco quello che dico sempre: non puoi dimenticare una persona, ma puoi andare avanti e rendere migliore la relazione successiva grazie a ciò che hai imparato.
Se non fossi stata scaricata dal primo ragazzo che io abbia mai amato, se non avessi pianto sulla spalla di mia madre quando lui ha risposto alla mia dichiarazione d'amore inviata per email con un "Grazie, ma no, grazie" in risposta, non avrei mai conosciuto la sconvolgente intensità dell'innamoramento, e non conoscerei la sensazione tremenda e devastante che fa a pezzi ogni parte di te quando la persona che ami non ricambia il tuo amore.
Sono andata avanti da quell'esperienza, ma non credo di averla mai "superata".
Perché ci sono passata, ho imparato a proteggere il mio cuore - non a chiuderlo, ma a procedere con cautela e saggezza e non regalare il mio cuore al primo scemo con i capelli ossigenati che sta bene con un paio di Oakley.
Quando mi sono innamorata di un uomo che improvvisamente mi ha tagliata fuori, è sparito, dopo quasi un anno non pensavo di superarla.
A dire il vero, non l'ho superata.
Ma sono andata avanti.
Quell'esperienza mi ha insegnato che se mi ritrovo a rincorrere un uomo, supplicandolo di amarmi, pretendendo baci che sembrano necessari come l'ossigeno, forzando ogni momento possibile, allora quella non è la relazione giusta.
Voglio essere amata con la stessa passione con cui amo io.
Merito di essere amata in questo modo, e lo meriti anche tu.
Non dubitarne.
Quando dico che non si può dimenticare qualcuno, non intendo dire che non si deve piangere.
Singhiozza. Piangi. Digrigna i denti. Scrivi una brutta poesia. Appunta citazioni incoraggianti sull'amore e sulla sofferenza scritte in caratteri graziosi sulla tua pagina Pinterest. Bevi troppo. Compra un vestito carino che non puoi permetterti. Mangia montagne di gelato. Canta, ad alta voce, sguaiatamente e con tutto il tuo cuore. Piangi fino ad addormentarti. Fai attività fisica.
Sii buono con te stesso. Concediti di essere triste.
Ma non nutrire aspettative irragionevoli per il tuo cuore.
Dopotutto, tu hai scelto la relazione che avevi, anche se lui era un mostro e tu meriti di meglio, hai scelto tu di essere lì.
Ovviamente ci pensi ancora, ovviamente ti causa ancora un dolore acuto nel petto.
Il segreto è imparare a far spazio per quel dolore, per quei ricordi, per quell'esperienza.
Non cercare di dimenticarli, di scacciarli dalla tua mente e dal tuo cuore, perché sono una guida preziosissima, una mappa dell'amore, così come dovrebbe essere.
I tuoi disastri amorosi più grandi? Quella persona che è andata via? Il ragazzo dei rimpianti? Sono tutte tappe che dovevano entrare nel tuo piano, descritte sulla mappa del tuo cuore.
Usciremo con persone che avranno difficoltà a capirlo. A loro dico, sono la persona che ami perché non ho mai dimenticato queste esperienze.
È quello che ho vissuto con loro che mi ha fatto diventare questa versione di me stessa, la versione che può amarti totalmente, con fiducia e onestà, con decisione e risolutezza.
L'amore che serbiamo per le persone a cui non siamo più legati sentimentalmente non va via.
L'amore non funziona così, non provarci neanche.
Invece, prendi quell'amore e quei sentimenti di sofferenza e osserva come possono trasformarti, risollevarti e renderti la versione di te stesso che sei sempre stato destinato ad essere.

Rebecca Jane Stokes

Questo post è stato pubblicato su HuffPostUsa ed è stato tradotto da Milena Sanfilippo

 

 
 
 

Il giardino dell'amore

Post n°75 pubblicato il 25 Novembre 2017 da CalleDeLaVida0

Sono andato al Giardino dell'Amore,
ho visto ciò che non avevo mai visto:
una Cappella era costruita nel centro,
nel luogo in cui io ero solito giocare sull'erba (verde).

E i cancelli di questa Cappella erano chiusi,
e ‘Tu non devi' era scritto sull'ingresso;
così sono tornato al Giardino dell'Amore
che è fecondo di così tanti e dolci fiori;

e ho visto che era pieno di tombe,
e pietre sepolcrali dove avrebbero dovuto esserci fiori,
e Preti in vesti nere vi giravano attorno,
E incatenavano con rovi le mie gioie e i miei desideri.

Walt Whitman

 

 
 
 
Successivi »
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom