Blog
Un blog creato da Truman_2000 il 22/06/2008

The Truman Show

La mia vita è un "Truman Show", ma al rovescio: vivo in un mondo tutto mio, illudendomi di essere il protagonista della storia!

 
 

VORREI AVERLA DETTA IO

“Ogni stroncatura è

soltanto un atto d'amore

nei confronti del cinema!

- Alessio Guzzano -

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 9
 

 

« "Magnifica presenza""Marigold Hotel" »

"Midnight in Paris"

Post n°184 pubblicato il 01 Aprile 2012 da Truman_2000
 

Regia di Woody Allen
con: Owen Wilson, Marion Cotillard, Carla Bruni, Rachel McAdams, Kathy Bates, Corey Stoll, Michael Sheen. – commedia 2011

Gil (Owen Wilson) è uno sceneggiatore hollywoodiano di successo che cerca di scrivere il suo primo romanzo e sogna di vivere nella Parigi degli anni venti. In vacanza nella capitale francese con la fidanzata Inez, al seguito dei futuri suoceri snob ed invadenti, non riuscendo a farsi coinvolgere più di tanto – come dargli torto! – né dai preparativi delle nozze imminenti, né dalle logorroiche performance di Paul, pedante tuttologo amico di Inez, che pontifica sull’universo mondo, arrivando finanche a contestare la guida turistica (cameo per la premiere dame, Carla Bruni), preferisce lasciarsi “catturare” dalla bellezza della città e dalla magia che la abita. Allo scoccare della mezzanotte del titolo, infatti, si perde nei vicoli parigini per incontrare Hemingway, Scott Fitzgerald, Picasso e Gerty Stein, innamorarsi della bella Adriana e scoprire che, in ogni epoca, in fondo, si sogna un’età dell’oro più… “vintage!”
Dopo aver celebrato Venezia (in “Tutti dicono: I love you”) e Londra (in “Match point”), Woody Allen firma la sua dichiarazione d’amore per Parigi, capitale dell’arte, della bellezza e, naturalmente, dell’amore. Commedia graziosa e delicata, come una carezza; onirica e visionaria: direi che si tratta, in assoluto, del suo film più romantico (sta tra “La rosa purpurea del Cairo” e “Pallottole su Broadway”). Si sorride, specie per i “ritratti” dei grandi artisti del passato: su tutti, Hemingway, meravigliosamente vero, onesto e… coraggioso nelle avversità (geniale, in particolare, il botta e risposta tra lui e Adriana che si conclude con quel: “chi vuole battersi!?!”). Bella la fotografia ed i costumi. Da vedere.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Truman_2000TOVARlSHgiorgio.russo90sisyphus13lacky.procinoladro_di_stelle_dgl2antropoeticolumil_0acqua.azzurra.falphabethaaMr.Trumanroberto.820jammyskatiaramunni
 

ULTIMI COMMENTI