Creato da namy0000 il 04/04/2010

Un mondo nuovo

Come creare un mondo nuovo

 

Messaggi del 01/04/2021

Tu sei ancora vivo

Lettera pubblicata su FC n. 14 del 4 aprile 2021

Caro Dante, ti scrivo questa lettera per testimoniarti il mio Amore e la mia fedeltà.

Sono trascorsi sette secoli dalla tua scomparsa, ma, per me, sei ancora vivo e mi tieni compagnia in tanti momenti. Questo Amore risale agli anni della scuola, e l’ho coltivato da studente universitario e da insegnante di Lettere. Mi è stato trasmesso dal mio prof. di Italiano, lo scrittore Gesualdo Bufalino… Con Bufalino, prima che andasse in pensione, ci siamo ritrovati, come colleghi di Lettere, nella stessa scuola in cui, a suo tempo, io ero suo alunno. Questo stesso Amore profondo ho cercato di trasfonderlo ai miei allievi, nei tanti anni di attività didattica.

Perché ti scrivo questa lettera?

Perché, negli ultimi tempi, vieni bistrattato e bandito dalle aule scolastiche, in quanto il tuo capolavoro è considerato pesante e noioso. Anni fa, studenti di Lettere di un’importante Università italiana del NordEst hanno chiesto alle autorità accademiche di sostituire lo studio della Divina Commedia con la lettura di un’opera “dilettevole” di autore contemporaneo.

Caro Dante, diversi docenti di scuole secondarie hanno chiesto e ottenuto sconsideratamente dagli organi collegiali scolastici l’autorizzazione a leggere, in classe, “un’operetta” contemporanea al posto della tua Commedia, ritenuta un libro arido e senza valore, da gettare alle “ortiche di deserta gleba”. Altri insegnanti, arbitrariamente, ne hanno ridotto la lettura a qualche canto o a passi famosi.

Cosa bisogna fare?

Qui in Italia dobbiamo consentire di lasciar ammuffire la Divina Commedia nelle varie biblioteche rinunciando a “nutrirci” di questo immenso patrimonio culturale, artistico e umano, mentre all’estero Dante è studiato e Amato? Ritengo che sia problema di “metodo”. Il diffuso disamore per la Commedia dantesca mi ha indotto a riflettere sulla sua sorte e spinto a riportarmi ai tempi della scuola ricordando, con nostalgia, le “belle” lezioni del mio caro e indimenticabile professore di Lettere Gesualdo Bufalino.

Cosa avevano di particolare e coinvolgente le sue lezioni?

Bufalino era innamorato del Sommo Poeta e trasmetteva agli alunni il suo amore per il Poema Sacro. Ci faceva rivivere la Divina Commedia e comprenderne il valore artistico e morale. Le sue lezioni ci emozionavano. Usava un linguaggio semplice e di facile comprensione, chiaro e conciso; si serviva di aneddoti, di fatti curiosi, di esempi, che inventava lì per lì, citando a memoria interi brani, per spiegare i versi della Commedia, soprattutto quelli complicati e non ”poetici”, insomma, i passi cosiddetti strutturali, per usare le parole di Benedetto Croce. Bufalino si metteva, si fa per dire, nella testa di noi alunni, spiegando e parlando così come ciascuno di noi desiderava. Aveva tanta pazienza nel soffermarsi, dietro nostra richiesta, su talune strofe “difficili”, per spiegarle, chiarirle e farcele capire. Sapeva motivarci e attirare la nostra attenzione. Le sue ore di lezione passavano in fretta. Bufalino possedeva l’arte del comunicare.

Ho cercato di seguire questo metodo personale d’insegnamento anche nella mia lunga pratica didattica, per cui, a distanza di anni, tanti ex alunni mi commuovono ricordandomi per le mie lezioni di Divina Commedia.

Caro Dante, mi congedo con affetto e auspico che ci siano tanti docenti, come Bufalino, pronti ad amarti e a farti amare dai propri allievi, in un’epoca di razionalità e di tecnica, poco propizia per la grande poesia. Tu sei Poeta con la “P” maiuscola, il Poeta che tutto il mondo ci invidia. Caro “Ghibellin fuggiasco”, tu sei ancora vivo e attuale per la bellezza delle tue opere e per il messaggio di pace, di amore e di speranza che rivolgi all’umanità. Mi auguro che tu, cacciato da Firenze ingiustamente, non venga “sfrattato” anche dalle aule scolastiche. Sarebbe un doppio “affronto”, che tu sicuramente non meriti. – Giuseppe Incarbone – preside del liceo linguistico paritario “Lanza” di Vittoria (Rg).

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

namy0000alphabethaaLavoro_Rinonurse01StratocoversGinevra_2021MAGNETICA_MENTE.2017Lalla3672tempestadamore_1967karma580lcacremavenere_privata.xAlice.nel.weblupocattivo_m
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom