Creato da namy0000 il 04/04/2010

Un mondo nuovo

Come creare un mondo nuovo

 

Messaggi del 29/11/2020

In scena figure femminili

Post n°3464 pubblicato il 29 Novembre 2020 da namy0000
 

2020, Avvenire 27 novembre.

A 62 anni, Maria Isabella Cociani (questo il suo nome all'anagrafe), ex ragazza di Discoring è diventata un'apprezzata interprete di cinema e di teatro, oltre che autrice di libri e moglie felice (è sposata con Rodolfo Martinelli Carraresi, con il quale condivide anche un sodalizio artistico) e madre di due ragazzi, Antonio e Maria Cristina.

Come rifluisce questa sua difesa della donna nella professione di autrice e di attrice?

Spesso nei miei spettacoli porto in scena figure femminili forti, determinate, che hanno lasciato tracce tangibili nella storia. Si prenda ad esempio Galla Placidia, o la Regina delle Rose, Giovanna, figlia di Vittorio Emanuele III che andò in sposa al Re di Bulgaria e condivise con il marito le vicissitudini della difesa del suo popolo dal nazismo prima e dal nascente comunismo poi. Sono figure del passato che uso per parlare del presente, della necessità che abbiamo oggi di un rapporto nuovo, pulito, disintossicato tra gli uomini e le donne. E soprattutto per dire che le donne hanno tanto da offrire a una società più giusta e più umana.

Va in questo senso anche il suo più recente spettacolo intitolato Penthesilea?

Sì perché la Regina delle Amazzoni, nella mia versione, è una donna che dichiara guerra non agli uomini, ma solo alla parte peggiore di loro: l'essere guerrafondai e appunto violenti. Lo spettacolo diventa così una denuncia del machismo insito anche nella nostra società, per aprirsi alla costruzione dell'armonia tra il maschile e il femminile. Anche da questo dipende il nostro futuro, la capacità di trovare insieme - con rispetto reciproco e con amore - la risposta alle questioni più urgenti della nostra epoca, dalla povertà ai cambiamenti climatici, alla stessa pandemia.

Il teatro, però, proprio a causa della pandemia, oggi è fermo. Come sta vivendo questo momento?

Il mondo dello spettacolo dal vivo è stato messo a dura prova dal Covid. Ma occorre guardare avanti con speranza e progettare nuovi percorsi. Con mio marito ho organizzato Il T.E.I.M.T, che sta per Thematic Exhibition Independent Movie Theatre, cioè il primo Festival dedicato al movie theatre, la cui II edizione si svolgerà dal 2 al 10 dicembre in streaming sulla piattaforma INDIECINEMA (www.indiecinema.it). Saranno proposti numerosi spettacoli di autori contemporanei, accanto ad alcuni classici come Moby Dick, Novecento di Baricco e Aspettando Godot. Il movie theatre è una nuova frontiera. Non toglie niente alla fascinazione del palcoscenico, perché tutto viene registrato in teatro, ma al tempo stesso vi aggiunge l'arte della ripresa, che non è certo statica, coinvolgendo inoltre bravi e giovani filmaker, affinché facciano esperienza. Anche il pubblico può partecipare, guardando da casa con una modalità che ben si adatta alla disponibilità di tempo di ognuno.

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

daunfiorenamy0000yarisdgl5cassetta2ReCassettaIILuciferREdegliInferioceanodisilenzio1simon_boccanegraJohnTrade53Yuliviibiondazurvololowcarloreomeo0GUATAMELA1MARI066
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom