Creato da namy0000 il 04/04/2010

Un mondo nuovo

Come creare un mondo nuovo

 

Messaggi del 18/02/2024

Sul senso della vita

2024, FC n. 7 del 18 febbraio

Sul senso della vita

Ho 58 anni e da 9 sono una disabile… al mille per cento. Nella mia vita tutto stava procedendo benissimo: ero una donna in carriera, avevo un meraviglioso marito e una figlia. Improvvisamente ho cominciato a barcollare, a perdere l’equilibrio sempre più frequentemente, finché un giorno sono caduta, in bagno, di notte, faccia in avanti, battendo i denti.

Dopo infinite ed estenuanti visite mi hanno trovato un tumore, che poi si è scoperto essere all’ovaio. Mi hanno tolto il tumore, ed è seguita la chemio. Tutti, e soprattutto mio marito e la mia famiglia di origine, compresi i medici, mi dicevano: quanto sei fortunata… Tante parole. Mi dicevano che quello sarebbe stato un periodo circoscritto della mia vita e che ben presto sarei potuta tornare a fare la mia vita di sempre. E, invece, non sono fortunata per niente, perché alla fine hanno scoperto che la mia malattia è autoimmune e molto rara. E gravissima. I miei anticorpi hanno attaccato il tumore e, così facendo, hanno attaccato pure alcune cellule del cervelletto, e così sono diventata disabile. Ho perso completamente il senso dell’equilibrio, ho perso l’uso degli arti superiori e inferiori, perché sono intorpiditi e tremolanti, che vedo malissimo e che parlo male. In sintesi: ho una sindrome cerebellare paraneoplastica provocata da un tumore.

Scrivo per dire a tutti di apprezzare la vita ogni momento, perché quel momento è sempre speciale. Io ero felice ma non lo sapevo. Dio mi ha mandato tanti segnali che non avevo capito.

Ora voglio continuare a vivere, perché è vero che l’eutanasia è una scelta di libertà, ma lo è molto di più decidere ogni volta che mi alzo di continuare a vivere, a sognare, a sperare. Voglio continuare a vivere perché finché esiste il Bello, il brutto non può vincere. Voglio continuare a vivere perché voglio vedere il futuro dei miei cari. Voglio continuare a vivere perché da questa malattia ho imparato tante cose e ancora molte devo impararne. Voglio continuare a vivere perché ancora posso pregare per gli altri e offrire la mia sofferenza. Voglio continuare a vivere perché quando i miei desideri incontrano quelli del cielo, io mi sento utile e gioisco – Roberta Migliarini

Roberta ha scritto un libro: Preferivo fare la fila. I miei conti in pubblico con la vita, la morte, il destino, la malattia (Scepsi & Mattana ed., ordinabile su tutte le piattaforme online o in qualsiasi libreria o, infine, scrivendo direttamente alla casa editrice: scepsi.ed.mattana@tiscali.it).

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

namy0000cassetta2lcacremaprefazione09annamatrigianonoctis_imagoacer.250karen_71m12ps12Penna_Magicanonnoinpensione0donmarco.baroncinilisa.dagli_occhi_bluoranginellaninettodgl19
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie per aver condiviso questa esperienza così intensa e...
Inviato da: Penna_Magica
il 08/02/2024 alle 11:19
 
RIP
Inviato da: cassetta2
il 27/12/2023 alle 17:41
 
Siete pronti ad ascoltare il 26 settembre le dichiarazioni...
Inviato da: cassetta2
il 11/09/2022 alle 12:06
 
C'è chi per stare bene ha bisogno che stiano bene...
Inviato da: cassetta2
il 31/08/2022 alle 18:17
 
Ottimo articolo da leggere sul divano sorseggiando gin...
Inviato da: cassetta2
il 09/05/2022 alle 07:28
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963