GLI AMICI E I NEMICI

PARLIAMONE

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

BLOG PREFERITO

- Beppe Grillo
- http://www.petitiononline.com/allarme/petition.html
- http://www.partitogiovani.com/
- vaffanculo day
- Aderite
- non mancate
- Per un buon caffè a casa tua.
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

 

Movimento 5 stelle

Post n°180 pubblicato il 09 Ottobre 2009 da watermec
Foto di watermec

Eccoil programma del gruppo  nato il 4 Ottobre

http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf

 
 
 

NIKE

Post n°179 pubblicato il 22 Gennaio 2009 da watermec
Foto di watermec

La Nike, Inc. è un'azienda produttrice di abbigliamento e accessori sportivi, nata nel 1967 quando Bill Bowerman (allenatore della Oregon University) e Phil Knight (studente della facoltà di economia) creano un marchio per importare scarpe sportive dal Giappone (Onitsuka Tiger). Così, poi, scelsero il nome Nike, perché nella mitologia greca l'omonima dea è simbolo della vittoria. Negli anni, Nike è diventato il primo produttore di accessori e abbigliamento sportivo, soprattutto per il calcio, il basket, il tennis e recentemente anche per lo skateboard cosiddette nike-sb.La Nike è stata criticata e sottoposta a processo per le condizioni di lavoro ed i metodi di produzione nelle fabbriche d'oltremare con cui ha contratti commerciali.

Nel luglio 2002 la Nike annuncia che i suoi stabilimenti saranno controllati dall'Organizzazione Internazionale del Lavoro per salvaguardare lo sfruttamento minorile. Nell'aprile 2007 in 20.000 sfilano contro la multinazionale in uno dei più grandi scioperi della storia del Vietnam. Gli operai denunciano uno stipendio inferiore a un paio di scarpe.

 
 
 

Post N° 178

Post n°178 pubblicato il 02 Dicembre 2008 da watermec
Foto di watermec



Tel Aviv - Il pil calerà dello 0,5% nel quarto
trimestre dell’anno rispetto al trimestre precedente: è quanto
prevede il Centro Studi di Confindustria, nell’Indagine rapida.
Il trend negativo dipende dalla produzione industriale in netto
calo, e anche dai "segnali di debolezza" del terziario. "Siamo davanti ad una
congiuntura pesantemente negativa e penso che peggiorerà alla fine
dell’anno e nel primo trimestre 2009", spiega il leader di Confindustria,
Emma Marcegaglia.



Linea su imprese e famiglie Le linee di intervento del
governo italiano per affrontare la crisi economica vedono alcuni
interventi positivi ma non sufficienti per superare la crisi in
atto. Secondo la Marcegaglia, bisogna fare di più per le imprese e
per le famiglie "aumentando l’importo globale del pacchetto di
qualche miliardo di euro". "Siamo consapevoli del problema del
debito italiano ma qualcosa in più sarebbe necessario", ha
detto ancora il presidente di Confindustria a Tel Aviv per una
missione delle imprese italiane in Israele. Per Emma Marcegaglia
le risorse per aumentare l’intervento del governo italiano
possono essere trovate agendo su tre fattori: lo sforamento di
un anno del tetto al deficit come autorizzato dall’Unione
Europea con la riduzione della spesa pubblica e con la lotta
all’evasione fiscale. In particolare, per quanto
riguarda l’allentamento dei parametri di Maastricht Marcegaglia
ha osservato che "oggi le linee europee lasciano qualche
margine di azione. I dati che arrivano dimostrano che la crisi
si sta aggravando e quindi senza risposte adeguate la crisi può
diventare peggiore".
Rispetto alla richiesta di un aumento dell’importo globale
del pacchetto di interventi italiano Marcegaglia ha osservato
che le risorse aggiuntive sarebbero necessarie pur nella
consapevolezza "del problema del debito italiano. Ma - ha
aggiunto - saremo comunque ben lontani da interventi dell’1-1,5%
del Pil di cui parla l’Unione Europea".
Nel dettaglio il presidente di Confindustria ha detto di
aspettarsi "un intervento concreto per i crediti nei confronti
della pubblica amministrazione. Per ora - ha osservato - si
parla solo di una moral suasion ma di fronte ai 60 miliardi di
credito in attesa ci aspettiamo interventi concreti".
Marcegaglia ha quindi giudicato positivamente l’intervento
sulla banche con la possibile sottoscrizione di obbligazioni
perpetue senza, però intromissione nella gestione delle banche: "E' comunque necessario che le banche aumentino il credito nei
confronti delle imprese". Per quanto riguarda possibili
interventi sull’Irap Marcegaglia ha osservato come sia
necessario un abbassamento della pressione fiscale. Mentre
chiede interventi a supporto degli investimenti anche per
favorire il risparmio energetico. Confindustria chiede però
anche un intervento sugli ammortizzatori sociali che interessino
anche quelle tipologie di lavoratori che attualmente non ne
hanno diritto come i lavoratori a tempo determinato. "Bisogna
sostenere le fasce più deboli e le famiglie. Su questo pensiamo
che bisogna fare di più. La situazione è difficile e in
peggioramento e quindi in questi pacchetti bisogna dare qualcosa
di più". Confindustria chiede "altre iniziative a supporto
dei consumatori e anche per le famiglie bisogna fare di più
rispetto a quanto si sta ipotizzando". In particolare gli
interventi una tantum, come le tredicesime "possono aiutare ma
c’è il rischio che questi soldi vadano in direzione del
risparmio. Sono quindi necessari interventi strutturali per i
redditi più bassi".


 
 
 

Post N° 177

Post n°177 pubblicato il 02 Dicembre 2008 da watermec

sul dato pesa soprattutto il comparto energia
A maggio produzione industriale a -6,6% Marcegaglia: «Siamo molto preoccupati»
Istat: l'indice ha segnato flessione dell'1,4% rispetto ad aprile 2008; è il dato peggiore da settembre 2007

 


ROMA - La produzione
industriale a maggio è diminuita del 6,6% rispetto a maggio dello
scorso anno. Lo comunica l'Istat, aggiungendo che l'indice della
produzione corretto per i giorni lavorativi ha registrato un calo,
sempre su base tendenziale, del 4,1% (i giorni lavorativi sono stati 21
contro i 22 di maggio 2007).








Emma Marcegaglia (Imagoeconomica)
Emma Marcegaglia (Imagoeconomica)
L'indice ha invece segnato una flessione dell'1,4%
rispetto ad aprile 2008; quest'ultimo è il dato peggiore da settembre
2007. Su base annua, l'indice grezzo aveva registrato a marzo scorso
una diminuzione del 7,6%, che risentiva delle festività pasquali.


MARCEGAGLIA - «È un dato molto
brutto. Da tempo sottolineiamo che l'economia sta andando male. C'è
preoccupazione massima». Così il presidente di Confindustria, Emma
Marcegaglia, commenta a margine dell'assemblea dell'Autorità per
l'energia il dato Istat.



ENERGIA - Sui dati negativi
della produzione industriale registrati a maggio pesa soprattutto
l'energia. L'indice corretto per i giorni lavorativi ha infatti
segnato, nel confronto con maggio 2007, una diminuzione per il
raggruppamento dell'energia del 6,9%. Lo comunica l'Istat, aggiungendo
che l'indice destagionalizzato, rispetto ad aprile 2008, è invece
diminuito del 3,7%, sempre per l'energia.




OAS_AD('Bottom1');








SETTORI - A maggio, prosegue
l'analisi dell'Istat l'indice della produzione industriale corretto per
i giorni lavorativi ha segnato variazioni positive solo nei settori nei
mezzi di trasporto (+0,7) e delle macchine e apparecchi meccanici
(+0,1%). Le diminuzioni più marcate hanno riguardato i settori delle
raffinerie di petrolio (-14,4%), del legno e prodotti in legno
(-11,8%), delle estrazioni di minerali (-11,7%) e della lavorazione dei
minerali non metallafera (-7,8%). Nel confronto tra i primi 5 mesi del
2008 - conclude l'Istat - e il corrispondente periodo del 2007, gli
aumenti maggiori si sono registrati nei settori dell'energia elettrica,
gas e acqua (+4,7%) delle macchine e apparecchi meccanici (+3,5%) e dei
mezzi di trasporto (+3,2%). Le diminuzioni più ampie hanno riguardato i
comparti in legno e prodotti in legno (-8%), delle raffinerie di
petrolio (-7,3%) delle pelli e calzature (-7,1%).

 
 
 

MADE IN ITALY

Post n°175 pubblicato il 02 Dicembre 2008 da watermec






 
 
 

Ripresa economica:COMPERATE SOLO PRODOTTI ITALIANI

Post n°174 pubblicato il 01 Dicembre 2008 da watermec
 

Cari ragazzi,cari Italiani.
C'è un solo rimedio per risanare la situazione economica in Italia.
Solo la nostra volontà.
Solo il nostro buon senso.
L'industriali Italiani con l'aiuto dei nostri governi,hanno deciso di fare affari sfruttando la globalizzazione,nei paesi orientali e dell'est Europa.
Hanno preferito sfruttare un mercato globale,quindi con miliardi di possibili clienti che salvaguardare i 47 milioni di Italiani.
In Italia piano piano,non si produce più nulla,la disoccupazione aumenta ogni giorno,e il nostro potere d'acquisto si affievolisce sempre più.
C'è un solo modo per far invertire questa situazione.
Stà a noi.
Da subito, tutti insieme.
Passate parola
passate parola
passate parola.
NON COMPERATE PIU' PRODOTTI CHE NON SIANO ITALIANI.
GUARDATE L'ETICHETTE SE NON E' MADE IN ITALY NON LO ACQUISTATE
CHIEDETE SOLO PRODOTTI ITALIANI
CHIEDETE PRODOTTI ITALIANI E AL PREZZO DEI PRODOTTI STRANIERI.
Ci costerà qualche rinuncia,
ci costerà qualche € in più,
MA QUANDO LA DOMANDA SUPERERA' L'OFFERTA
GLI INDUSTRIALI DOVRANNO PENSARE A RIAPRIRE QUALCHE FABRICA
QUANDO I PRODOTTI CHE ARRIVANO DALL'ORIENTE O DAL EST EUROPA RIMARRANNO INVENDUTI NEI MAGAZZINI
QUANDO I PRODOTTI IN SCADENZA RIMARRANNO INVENDUTI E TORNERANNO INDIETRO AL MITTENTE
QUALCUNO SI CHIEDERA'(CHE SUCCEDE)
SOLO ALLORA MOLTI DI NOI AVRANNO LA POSSIBILITA' DI TORNARE AL LAVORO
SOLO ALLORA IL NOSTRO STIPENDIO TORNERA' AD AVERE QUALCHE VALORE.
GUARDATE CHE NONE' UNO SCHERZO
O INIZIAMO TUTTI A COMPORTARCI COSI'
O IL NOSTRO FUTURO E QUELLO DEI NOSTRI FIGLI E' SARA' SEMPRE PIU' DIFFICILE.
COMPERATE SOLO PRODOTTI ITALIANI
COMPERATE SOLO PRODOTTI ITALIANI
COMPERATE SOLO PRODOTTI ITALIANI
COMPERATE SOLO PRODOTTI ITALIANI

 
 
 

La scuola

Post n°172 pubblicato il 30 Ottobre 2008 da watermec
 

Scuola; Oggi sciopero generale contro Dl:
lezioni a rischio
Non sarà uno sciopero generale come gli altri quello che oggi si appresta a
vivere il mondo della scuola per chiedere il ritiro dei decreti sull'istruzione
ed aprire un tavolo di confronto con le parti sociali: l'invito ad astenersi dal
lavoro da parte di tutte le maggiori sigle sindacali di categoria ed il
particolare momento di contestazione generalizzato per la politica di tagli
intrapresa dal Governo comporterà con ogni probabilità interruzioni all'attività
didattica e la chiusura di molti istituti.
Ora mi chiedo e vi chiedo:
Il governo si è sbrigato ad fare questa legge,ma ha mai spiegato perchè?quali risultati può dare?famiglie e studenti che beneficio avranno?perchè dopo tante proteste il governo non ha mai risposto con una spiegazione logica e convincente?nessun politico del governo è andato in nessuna trasmissione televisiva a difendere questo decreto,ma solo a solo per ridurre al minimo i danni senza replicare mai con con argomenti convincenti.
Si doveva fare e BASTA
Tipico di questo governo.
L’Italia è diventata una repubblica privata e presidenziale,
comanda Testa d’Asfalto in nome e per conto dei poteri che lo hanno messo lì, in
loro rappresentanza.
"La situazione dell'università è già una situazione disastrosa da molti
anni
, peraltro la Gelmini non ha tutte le colpe che le vengono date
perché la Gelmini sta solo ultimando un percorso iniziato con l'ex
ministro Ruberti
e che va sempre più verso la privatizzazione
dell'università
e la sua trasformazione in impresa.

E' una riforma che applicata darebbe risultati disastrosi probabilmente, al di
là delle intenzioni dello stesso ministro Gelmini i risultati sarebbero
ugualmente disastrosi. Io provo immaginare cosa significa privatizzare
le nostre università con capitale di banche e di imprese
. Questo
significherebbe smobilitare una serie di facoltà che ovviamente non
interesserebbero. Penso ad esempio alle facoltà umanistiche dove
sopravviverebbero si e no, una fettina di giurisprudenza ed una di economia,
qualche pezzettino di scienze politiche, al massimo una scuola di interpreti e
traduttori perché di una facoltà come letterature straniere non ce ne
fregherebbe assolutamente nulla, in un quadro di università d'impresa.


 
 
 

Liberiamoci

Post n°171 pubblicato il 28 Ottobre 2008 da watermec
 

Cazzo ragazzi usiamo questo spazio per qualcosa di costruttivo, non è possibile che chi scrive nei blog di libero scriva solo poesie o frasi sdolcinate sull'amore e altre stronzate.
Non che l'amore sia una stronzata, l'amore è qualcosa che uno deve provare e condividere con chi di dovere,non con la rete.
La rete è l'ultimo mezzo a nostra disposizione per informarci,e per difenderci dal dominio dei media oramai schiavi del potere.
E' vero che il blog in fondo non è che un diario, ma prendete la penna e scrivete il vostro diario senza che tutto il mondo lo legga.
Ci sono mille, ma che dico milioni di argomenti che dovrebbero essere affrontati,perchè ne vale la nostra libertà e il nostro vivere civile.
Allora sparate a zero.
Dite la vostra.
Non esitate.
I blog saranno pieni di commenti,e forse qualcosa potrà anche cambiare.

 
 
 

SIAM TUTTI SCHIAVI

Post n°170 pubblicato il 26 Ottobre 2008 da watermec
 

 
 
 

Gli Orsi della Luna

Post n°168 pubblicato il 01 Ottobre 2008 da watermec
 

“Avete mai sentito parlare di luoghi chiamati “fattorie della bile” situati in Cina, Corea e Vietnam e dell’atroce destino degli Orsi della Luna? Questi meravigliosi animali, dopo essere stati catturati con trappole che spesso causano terribili mutilazioni, sono imprigionati e torturati per una pratica di tale crudeltà da tollerare pochi confronti. Prigionieri in gabbie piccolissime, non più grandi del loro corpo, gabbie che impediscono qualsiasi movimento, che deformano le ossa ed atrofizzano gli arti, circa 10.000 orsi vengono “munti” due volte al giorno per la dolorosissima estrazione della loro bile attraverso rudimentali cateteri di metallo conficcati nella loro cistifellea.

Oggi la sua bile può essere completamente sostituita da alternative erboristiche e di sintesi più economiche ed efficaci.

Seguite la loro vicenda sul Blog di Beppe Grillo.

Diamo una  mano a questi splendidi animali.

Grillo prossimamente ci segnalerà tutti i prodotti che usano la bile e i luoghi.

Mi raccomando seguiteci.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: watermec
Data di creazione: 29/09/2005
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

vercingetorige25305gipsi1948psicologiaforenseWIDE_REDwatermecbal_zacunamamma1giulik.38adoro_il_kenyamaestroluigistrong_passionwholesale10violette51Io_piccolo_infinitofalco58dgl
 

ULTIMI COMMENTI

Moncler sito ufficiale internazionali di giacche e...
Inviato da: wholesale10
il 27/10/2011 alle 08:16
 
Moncler la boutique di Shanghai in Plaza 66 si estende...
Inviato da: wholesale10
il 27/10/2011 alle 08:15
 
Moncler &#65533;&#65533; una annotazione della...
Inviato da: wholesale10
il 27/10/2011 alle 08:15
 
So sorry. :(
Inviato da: like_a_doll
il 29/07/2008 alle 18:51
 
che tristezza. un bacione!ila
Inviato da: ilaria290878
il 29/07/2008 alle 18:34
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom