Creato da Superfragilistic il 30/07/2008

Sonoviva

Un blog di denuncia, osservazione e critica possibilmente costruttiva

 

 

« IL GIRADISCHI RITROVATO

LA STRAGE DI BOLOGNA

 

 

 

Ci sono eventi che segnano per sempre la storia di uomini e donne e di un intero Paese, e che meritano di non essere dimenticati. Questo che ricordiamo oggi, 2 agosto 2020, è uno di quelli, il più amaro, il più triste, il più incomprensibile delle che una mente ‘umana’ possa aver concepito e che mani assassine abbiano potuto compiere. Una strage, quella della stazione di Bologna, che oggi compie 40 anni e che resta ferita aperta e sanguinante nel cuore di chi l’ha subita nel proprio corpo o in quello dei suoi familiari, ma nache di un intero popolo. Una strage che che ha privato della vita chi, in quel 2 agosto, partiva per le vacanze o tornava da un periodo trascorso fuori, nei luoghi nativi.

Perché l’Italia del 2 agosto del 1980 era quella che il 31 luglio chiudeva ogni attività per iniziare un periodo di vacanze, per lo più da trascorrere nei Paesi di provenienza, o in qualche località balneare della Penisola. E Bologna è snodo essenziale per chi debba muoversi da nord e da sud, o verso le spiagge dell’Adriatico o del Tirreno. Così era anche quel 2 agosto e nessuno avrebbe potuto immaginare di trovarsi al centro di un oscuro disegno che definire criminale è riduttivo. Un disegno volto ad aumentare il potere senza un ben minimo senso di pietà per quel popolo di innocenti, i cui nomi sono tutti scritti sulla lapide posta nella sala d’aspetto della Stazione di Bologna; 85 nomi dietro i quali restano i tanti di più per i quali, a partire da quelle 10,25 del 2 agosto, cambiò ogni cosa. Furono strappati, in un sol battito d’ali e con quella esplosione, genitori ai figli e viceversa, fratelli e sorelle, gente che per una combinazione si trovava a quell’ora in quel luogo, crocevia di ogni arrivo e partenza, divenuto orribile cimitero di innocenti.

Oltre 200 i feriti che trovarono la salvezza ma che furono colpiti nel corpo e la cui vita dovette cambiare il suo corso per sempre. La strategia della tensione, questa la definizione dell’ambito in cui si collocò quell’attentato che, insieme ad altri, - e cito la Strage di Piazza Fontana a Milano e di Piazza della Loggia a Brescia – prevedeva che la morte di innocenti fosse usata come strategia!!!

 

In fondo, nel più profondo degli abissi infernali dovrà per sempre patire chi tale efferato crimine ha potuto concepire. Licio Gelli, ormai acclarato ideatore e finanziatore di quelle stragi, ha potuto continuare una esistenza indisturbata ed addirittura rimanendo personaggio di spicco, ad Arezzo, città che mi sono sempre rifiutata di visitare perché ha consentito, senza alcun moto di sdegno, che il potere del ‘venerabile’ massone continuasse ad essere esercitato. Ricordiamo l’apprezzamento di Licio Gelli per il Presidente Berlusconi, individuato quale prosecutore e realizzatore del progetto iniziato dalla P2 ed, appunto, a detta di Gelli, da quello portato a termine.

Solo la memoria potrà preservarci da altri crimini di tal fatta ed è per questo che, chiunque oggi abbia consapevolezza di quanto accadde, passi il testimone ai propri discendenti perché sappiano quello che veramente avvenne in quegli anni in Italia, ad opera dei servizi deviati dello Stato e del Governo degli Stati Uniti che finanziò massicciamente la sua campagna, rivolta al contenimento delle politiche di sinistra e del possibile svilupparsi del comunismo tra i Paesi, spinti da una sorta di effetto domino. Così fu ed è sempre, gli USA hanno metodicamente compiuto e coperto atti e politiche criminali facendole apparire quali aiuti umanitari e sono intervenuti in maniera massiccia sulle politiche e sullo sviluppo dei governi stranieri, finanziando e coprendo di volta in volta chi conveniva coprire o perseguitare per realizzare e consolidare il proprio potere sull’America e sul mondo intero. Era così ieri e lo è anche oggi.

Sento il dovere, ogni qualvolta vado verso il nord, di fermarmi in quella stazione ed entrare nella sala d’aspetto, ancora squarciata in simbolico ricordo imperituro di quel giorno. Trovo spesso insegnanti che vi portano gli alunni che, interdetti, ascoltano il racconto mesto dell’inverosimile obbrobrio compiuto da mani assassine. Quest’anno scolastico ho donato alla biblioteca del liceo De Sanctis, frequentato dalle mie nipoti, 2 saggi sulla strategia della tensione ed una delle mie nipoti ha portato all’esame questo tema. Sono felice per aver contribuito a far conoscere almeno a quelli del mio ambito, un periodo di cui nessuno più parla e, men che meno, a scuola.

Ma oggi non è tempo di parole ma solo di lacrime mai finite di sgorgare.

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/anchiocisono/trackback.php?msg=15050651

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 

BLOG CHE MI ASSOMIGLIANO

Il blog di Franz

 

 

SENTIERI LIBERI viaggi e tanto altro

di Melanie Chilesotti

 

 



Human Wave Italia  Onlus

Progetto Sepaipara

    dona il 5x1000

Human Wave Italia è su Facebook

 

 

IO STO CON EMERGENCY

 

 

 

INVESTI NEL MICROCREDITO

ENPOWER PEOPLE AROUND THE

WORLD WITH A $25 LOAN: VISIT

      

 

 

PERCORSI DI PACE


 

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

ULTIME VISITE AL BLOG

tempestadamore_1967vita.perezcostel93fles_mots_de_sablesurfinia60silenzioso_verovenere_privata.xprefazione09daimon50angi2010ossimoramiss_tilla.1Yuliviitantiriccirossisanvass
 

ULTIMI COMMENTI

OCHO AD AVVOCATO PEDOFILOMOSESSUALE DANIELE MINOTTI...
Inviato da: STEFANIA MERLINI
il 21/08/2014 alle 16:56
 
Ti voglio bene
Inviato da: Superfragilistic
il 26/02/2013 alle 15:30
 
Cara condivido a pieno questo tuo sentire e mi sento...
Inviato da: gufoazzurro
il 26/02/2013 alle 12:00
 
Non prendiamocela molto con i giornalisti, anche loro hanno...
Inviato da: Scilli65
il 10/01/2013 alle 20:59
 
Un abbraccio Luigi
Inviato da: gufoazzurro
il 18/10/2012 alle 13:19
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

SE CI TOGLIETE LE NOTIZIE NOI LE RIPRENDIAMO

passaparola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.intercultura.it

STUDIARE ALL'ESTERO

OSPITARE UNO STUDENTE STRANIERO