Creato da Superfragilistic il 30/07/2008

Sonoviva

Un blog di denuncia, osservazione e critica possibilmente costruttiva

 

Ultimi Commenti

Utente non iscritto alla Community di Libero
STEFANIA MERLINI il 21/08/14 alle 16:56 via WEB
 
Superfragilistic
Superfragilistic il 26/02/13 alle 15:30 via WEB
Ti voglio bene
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
gufoazzurro il 26/02/13 alle 12:00 via WEB
Cara condivido a pieno questo tuo sentire e mi sento anch'io uno straniero nel mio paese, mi sono permesso di rilanciare le proposte, sensatissime ma che presupporrebbero un Bersani pallefornito, ed anche toste, sul mio blog... Un abbraccio consolatorio ma sempre fortissimo... Gino
 
Scilli65
Scilli65 il 10/01/13 alle 20:59 via WEB
Non prendiamocela molto con i giornalisti, anche loro hanno famiglia e la pagnotta la devono portare a casa. Come? Scrivendo quello che vuole la massa. Aizzando la massa su frasi che sanno di nulla, frasi ad effetto, ma vuote o impossibili. Scrivono per vendere. Anche loro si sono poco liberamente assoggettati al dio denaro. Potrebbero fare il contrario certo, dire cose sensate, dire alcune verità nascoste e taciute, ma quanto spazio avrebbero? Report docet: programmi di vera denuncia i cui giornalisti - sconosciuti ai più - rischiando sulla propria pelle con sforzi si fanno inutilmente spazio senza alcun vero riconoscimento economico. Circa i nuovi mostri (Monti) ed i vecchi mostri (Berlusconi), poco da dire, l'Italia e l'italiano in special modo è capace solo di autofustigarsi per piangere poi, sperando sempre nell'aiuto altrui, magari di qualche paese estero: la storia di millenni tranne quel capitolo dell'antica Roma ha raccontato solo pene di massa e qualche acuto eroico annegato nella melma. Credo che Bersani possa essere la vera alternativa, che il tanto negligentemente criticato modo di far politica economica alla Prodi, sia l'unica alternativa.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
gufoazzurro il 18/10/12 alle 13:19 via WEB
Un abbraccio Luigi
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Lux il 13/06/12 alle 12:39 via WEB
Certe boiate che sparano qusti misogini del menga mi fanno venir voglia i corcarli di botte!lo faccio?no,eppure con la loro stupidità e ignoranza mi provocano?!Non lo faccio perchè i miei neuroni funzioni a differenza dell'unico che hano persone così!!
 
Superfragilistic
Superfragilistic il 14/05/12 alle 08:27 via WEB
Grazie per questo brano di Seneca,, in cui molto meglio di come avremmo potuto farlo io e forse tu, esprime quel concetto di non sprecare la vita rincorrendo beni e bisogni che non hanno nulla di impagabile e che, lungi dall'arricchirla, rendono la nostra vita piatta ed uguale a tante altre. Il mio post è volutamente troncato in quanto voglio continuare sul tema della riflessione su alcuni concetti che ormai non fanno più parte del vivere quotidiano dei più ma, la cui mancanza nel nostro vissuto, genera il male nel vivere. Un abbraccio
 
pgmma
pgmma il 13/05/12 alle 18:09 via WEB
La letteraDi Seneca a Lucillo. “Fai così, Lucilio mio, rivendica il tuo diritto su te stesso e il tempo che fino ad oggi ti veniva portato via o carpito o andava perduto raccoglilo e fanne tesoro. Convinciti che è proprio così, come ti scrivo: certi momenti ci vengono portati via, altri sottratti e altri ancora si perdono nel vento. Ma la cosa più vergognosa è perder tempo per negligenza. Pensaci bene: della nostra esistenza buona parte si dilegua nel fare il male, la maggior parte nel non far niente e tutta quanta nell'agire diversamente dal dovuto. Puoi indicarmi qualcuno che dia un giusto valore al suo tempo, e alla sua giornata, che capisca di morire ogni giorno? Ecco il nostro errore: vediamo la morte davanti a noi e invece gran parte di essa è già alle nostre spalle: appartiene alla morte la vita passata. Dunque, Lucilio caro, fai quel che mi scrivi: metti a frutto ogni minuto; sarai meno schiavo del futuro, se ti impadronirai del presente. Mentre rinviamo i nostri impegni la vita passa. Niente ci appartiene, Lucilio, solo il tempo è nostro. La natura ci ha reso padroni di questo solo bene, fuggevole e labile: chiunque voglia può privarcene. Gli uomini sono tanto sciocchi che se ottengono beni insignificanti, di nessun valore e in ogni caso compensabili, accettano che vengano loro messi in conto e, invece, nessuno pensa di dover niente per il tempo che ha ricevuto, quando è proprio l'unica cosa che neppure una persona riconoscente può restituire. Ti chiederai forse come mi comporti io che ti do questi consigli. Te lo dirò francamente: tengo il conto delle mie spese da persona prodiga, ma attenta. Non posso dire che non perdo niente, ma posso dire che cosa perdo e perché e come. Sono in grado di riferirti le ragioni della mia povertà. Purtroppo mi accade come alla maggior parte di quegli uomini caduti in miseria non per colpa loro: tutti sono pronti a scusarli, nessuno a dar loro una mano. E allora? Per me non è povero del tutto colui che, per quanto poco gi resti, se lo fa bastare. Ma tu, fin d’ora, serba gelosamente tutto quello che possiedi; avrai cominciato a buon punto perché – ci ammoniscono i nostri vecchi - è troppo tardi per risparmiare il vino, quando si è giunti alla feccia. Nel vaso rimane non solo la parte più scarsa, ma anche la peggiore. Stammi bene”.
 
francesco.selis
francesco.selis il 05/04/12 alle 14:13 via WEB
Cara Super, come puoi immaginare, la tua spietata disamina mi vede fondamentalmente d'accordo. Istintivamente, l'uso del termine 'compagno' mi provoca un leggero fastidio, come di fronte al rifarsi a un'eperienza storica conclusa da tempo; sulla stessa lunghezza d'onda mi sembra collocarsi Giulietto Chiesa (che, a differenza di me, ha un passato di fede da vero compagno), quando ad esempio dice, in questo recentissimo scritto: "molte risposte ancora non le sappiamo dare. E non le sappiamo dare perché siamo tutti imbevuti delle idee del secolo scorso, e quelle idee non sono in grado di prefigurare il sapere nuovo che occorre per affrontare la transizione verso un’altra società".
Sul fronte opposto al nostro, tuttavia, ci sono persone e fini intelletti, come il mio amico blogger Luca (che commenta il mio post da te citato), che rivendicano alla tradizione comunista l'aver tenuto alta la bandiera dei diritti degli oppressi, e che dichiarano fiduciosamente che tale tradizione sa e saprà adattarsi alle nuove e drammatiche sfide del presente.
E il fatto stesso che alla manifestazione milanese, indetta sui cinque punti programmatici del movimento 'No-debito', fossero presenti in maggioranza movimenti di quell'area, sembra confermare la sua tesi, a dispetto degli slogan archeologici che continuano a scandire.
Probabilmente la quadratura del cerchio sta proprio nel cercare un cammino comune fra soggetti di provenienze diverse, sopportando i retaggi ormai anacronistici di ciascuno.

Grazie per le parole di stima e di affetto, sentimenti che come sempre ricambio di cuore!
Ciao.
Franz
 
lucrin
lucrin il 29/02/12 alle 09:53 via WEB
Le nevicate di Parma sono tradizionalmente brevi ma intense, nella tradizione di una città che è solita infiammarsi di quando in quando di eroici furori che spezzano il trantran piccolo-borghese che di solito la anestetizza (gli ultimi sono stati quelli che hanno indotto il giovane sindaco, incapace ma di bell'aspetto, a rassegnare le dimissioni, e lì c'era ancora la Parma che aveva bloccato le squadracce fasciste novant'anni prima). Anche tu, come una nonna di mia conoscenza che periodicamente saliva da Ancona, troverai i tuoi itinerari in questa "piccola capitale" piena di passato e a corto di presente, ti abituerai al senso dell'umorismo non sempre condivisibile dei suoi abitanti, imparerai ad amare la Parma vecchia dell'Oltretorrente e ad intrattenere rapporti di buon vicinato con la Parma postmoderna che sognava anche la metropolitana. E i due piccoli parmigiani che hanno appena visto la luce, se resteranno qui sapranno fare di Parma una città migliore di come sta rischiando di diventare. Un abbraccio.
 
Successivi »
 

BLOG CHE MI ASSOMIGLIANO

Il blog di Franz

 

 

SENTIERI LIBERI viaggi e tanto altro

di Melanie Chilesotti

 

 



Human Wave Italia  Onlus

Progetto Sepaipara

    dona il 5x1000

Human Wave Italia è su Facebook

 

 

IO STO CON EMERGENCY

 

 

 

INVESTI NEL MICROCREDITO

ENPOWER PEOPLE AROUND THE

WORLD WITH A $25 LOAN: VISIT

      

 

 

PERCORSI DI PACE


 

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

ULTIME VISITE AL BLOG

tempestadamore_1967vita.perezcostel93fles_mots_de_sablesurfinia60silenzioso_verovenere_privata.xprefazione09daimon50angi2010ossimoramiss_tilla.1Yuliviitantiriccirossisanvass
 

ULTIMI COMMENTI

OCHO AD AVVOCATO PEDOFILOMOSESSUALE DANIELE MINOTTI...
Inviato da: STEFANIA MERLINI
il 21/08/2014 alle 16:56
 
Ti voglio bene
Inviato da: Superfragilistic
il 26/02/2013 alle 15:30
 
Cara condivido a pieno questo tuo sentire e mi sento...
Inviato da: gufoazzurro
il 26/02/2013 alle 12:00
 
Non prendiamocela molto con i giornalisti, anche loro hanno...
Inviato da: Scilli65
il 10/01/2013 alle 20:59
 
Un abbraccio Luigi
Inviato da: gufoazzurro
il 18/10/2012 alle 13:19
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

SE CI TOGLIETE LE NOTIZIE NOI LE RIPRENDIAMO

passaparola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.intercultura.it

STUDIARE ALL'ESTERO

OSPITARE UNO STUDENTE STRANIERO