immagine
STEMMA DI PRATO

 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
immagine 
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

 immagine 

IO STO CON ISRAELE

immagine 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Creato da: avanguardia07 il 26/04/2007
Avanguardia Nazionale Democratica

 

 
« Immigrati aggrappati a g...Poche spose bambine, non... »

GAY PRIDE IN RUSSIA, LUXURIA AGGREDITO DAI NAZISKIN

Post n°227 pubblicato il 27 Maggio 2007 da avanguardia07

Durante la manifestazione organizzata a Mosca in favore del gay pride 'un gruppo di naziskin' ha 'picchiato violentemente i radicali'. Lo denuncia il partito radicale, secondo il quale 'subito dopo c'e' stato l'intervento della polizia che anziche' difendere le persone aggredite ha provveduto ad arrestare i radicali'. Tra le persone aggredite, secondo i Radicali, c'e'anche il deputato di Rifondazione Vladimir Luxuria, che, pero', non e' stato fermato dalla polizia. Nella sede dei Radicali, informa una nota, 'e' stata costituita una cellula di crisi in stretto contatto con la Farnesina e l'Ambasciata italiana a Mosca'.

"Questa mattina alle ore 10.15 ora italiana -spiegano i radicali- a Mosca, davanti alla sede ufficiale del sindaco di Mosca, sulla Via Tverskaja, sono stati aggrediti e malmenati da gruppi di naziskin, e poi dalla polizia che li ha arrestati, gli esponenti radicali Marco Cappato, deputato europeo; Nikolai Alexeiev, radicale russo e Coordinatore del Gay Pride di Mosca; Nikolay Kramov, rappresentante dei radicali a Mosca; Ottavio Marzocchi, radicale e funzionario al Parlamento Europeo". La delegazione radicale, insieme a parlamentari europei di altri gruppi voleva consegnare al sindaco, spiegano i radicali, una lettera firmata da 50 parlamentari europei e italiani dopo che era stato vietato il Gay pride. Ma "mentre veniva distribuito il volantino con il testo della lettera un gruppo di naziskin, alla presenza di un vescovo ortodosso, scortato da due persone, che dava loro la benedizione, ha cominciato a tirare uova ai partecipanti all'iniziativa nonviolenta e poi a picchiare violentemente i radicali". Subito dopo è intervenuta la polizia. "Siamo molto preoccupati -dicono ora i radicali- soprattutto per le condizioni di Mazzocchi che è stato violentemente picchiato".

FERMATO A MOSCA CAPPATO La polizia ha fermato oggi alcune persone nei pressi del municipio di Mosca dove si erano dati appuntamento gli omosessuali per dar vita ad un corteo del 'gay pride' nonostante il divieto del sindaco Iuri Luzhkov. Tra i fermati, tutti caricati a bordo di un furgone blindato, figurano l'organizzatore dell'iniziativa, Nikolai Alekseyev, e alcuni parlamentari stranieri, tra cui il radicale Marco Cappato, come riferito da Radio Radicale. Alcuni oppositori della manifestazione hanno lanciato uova e bottiglie vuote contro i gay.

Cappato si era recato alla manifestazione con il deputato del partito liberal-democratico russo (ultranazionalista) Alexei Mitrofanov e la deputata italiana transessuale di Rifondazione Comunista Vladimir Luxuria, che ieri era stata fermata per diverse ore all'aeroporto di Mosca per un equivoco legato ai dati riportati sul suo passaporto, dove risulta come maschio e non come femmina a dispetto delle apparenze. Insieme a loro altri parlamentari europei che intendono consegnare una lettera a Luzhkov nella quale chiedono che "autorizzi il Gay Pride, perché rientra nei principi della libera associazione" e sollecitano "maggiori garanzie democratiche per i cittadini russi e tutele per omosessuali, bisessuali e transessuali, spesso vittima di violenze". Ieri la delegazione radicale aveva depositato una corona di fiori in Piazza Pushkin, nel luogo dove fu ucciso da ignoti, nel 1994, l'esponente radicale Andrea Tamburi. Nei mesi scorsi il sindaco della capitale aveva definito il Gay pride "opera di Satana". Il suo divieto è condiviso dal patriarca di Mosca Alessio II e dal mondo russo ortodosso, alcuni esponenti del quale hanno inscenato ieri una manifestazione contro il corteo gay, insieme a militanti di estrema destra. Il gay pride di oggi è stato organizzato per ricordare il 14/0 anno della depenalizzazione dell'omosessualità in Russia.

NOI AGGREDITI DA NAZISKIN A MOSCA Cappato insieme ad altri esponenti dei Radicali sono stati "aggrediti e malmenati" questa mattina a Mosca da un gruppo di naziskin davanti alla sede ufficiale del Sindaco , sulla Via Tverskaja e in seguito sono stati arrestati dalla Polizia.

A confermarlo, in una nota, é lo stesso partito. Insieme a Cappato, deputato europeo, hanno subito la stessa sorte Nikolai Alexeiev, radicale russo e Coordinatore del Gay Pride di Mosca; Nikolay Kramov, rappresentante dei radicali a Mosca; Ottavio Marzocchi, radicale e funzionario al Parlamento Europeo. "La delegazione radicale, insieme a parlamentari europei di altri gruppi, tra gli altri la deputata Vladimir Luxuria di Rifondazione comunista, voleva consegnare al Sindaco di Mosca una lettera firmata da 50 parlamentari europei e italiani dopo che era stato vietato il Gay pride". "Mentre veniva distribuito il volantino - dicono i Radicali nella nota - con il testo della lettera un gruppo di naziskin, alla presenza di un Vescovo ortodosso, scortato da due persone, che dava loro la benedizione, ha cominciato a tirare uova ai partecipanti all'iniziativa nonviolenta e poi a picchiare violentemente i radicali. Subito dopo c è stato l intervento della polizia che anziché difendere le persone aggredite ha provveduto ad arrestare i radicali".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/avanguardia07/trackback.php?msg=2759005

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 27/05/07 alle 15:29 via WEB
hanno fatto bene
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 11/10/07 alle 00:07 via WEB
CENTRO STUDI TEOLOGICI Diocesi della CHIESA CRISTIANA Cattolica Antica Apostolica di Milano e Monza* COMUNICATO STAMPA MILANO, 5 Ottobre 2007 - LE PAROLE DEL PATRIARCA ORTODOSSO DI MOSCA ALESSIO II AL CONSIGLIO d'EUROPA SUGLI OMOSESSUALI SONO - AL PARI DI QUELLE DEL VATICANO- PRIVE DI CONTENUTI SCIENTIFICI: ESPRIMONO UN CRISTIANESIMO DELL' OSCURANTISMO - CHI HA UN PASSATO PER NIENTE CHIARO E PER NIENTE SPECCHIATO NEL RAPPORTO COL REGIME ATEO SOVIETICO CHE HA CALPESTATO ANCHE LA CHIESA ORTODOSSA NON E' TITOLATO A PARLARE SUI DIRITTI UMANI: VARI VESCOVI DEL SINODO RUSSO ERANO STATI PRESI CON LE "MANI NELLA MARMELLATA" CIOE' IMPEGNATI IN RAPPORTI DI TIPO OMOSESSUALE, E IL PATRIARCA E' INTERVENUTO SOLTANTO A SCANDALO ORMAI SCOPPIATO- UN ALTO ESPONENTE DELLA CHIESA ORTODOSSA IN GRECIA STA MORENDO DI AIDS CONTRATTO CON RAPPORTI OMOEROTICI, PER CUI OCCORREREBBE MAGGIOR UMILTA' E MAGGIOR PRUDENZA, MA ANCHE COERENZA E ONESTA' QUANDO SI TRATTA DELLE PERSONE OMOSESSUALI - Le parole di Alessio II Patriarca di Mosca ci hanno sorpreso per la sfacciata sicurezza e arroganza in merito all'omosessualità da condannare come una "malattia" : tutto questo contrasta con la ricerca scientifica e clinica, e con quanto ormai consolidato dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), ma al pari del Vaticano il Patriarca di Mosca nella sua ignoranza ed approssimazione scientifica preferisce non tener conto della scienza ed esprimere giudizi offensivi e diffamatori. A tal proposito gli rispondiamo che da Lui, uomo di riferimento di un Regime come quello Sovietico, che fu ateo e mistificatore, dal passato non chiaro nè specchiato non prendiamo lezioni sui diritti umani : si ricordi piuttosto quanti suoi confratelli della Chiesa e tanti cittadini e fedeli hanno sofferto sotto il Regime comunista mentre Lui saliva i gradini del potere ecclesiastico attraverso collusioni e complicità di cui mai ha ritenuto di dover rendere conto a chicchessia. Speriamo un giorno ne renda conto dinanzi al Signore Dio, cui certamente nulla è nascosto del cuore umano e dei suoi misfatti! Quanto agli omosessuali : sono accaduti in tempi recenti vari scandali anche dentro il S. Sinodo di Mosca, con vescovi e metropoliti coinvolti in storie di sesso omosessuale... Il Patriarca si rivolga a questi suoi confratelli prima che agli altri se vuol essere credibile: mentre molti sanno che in Grecia sta morendo di AIDS un altro eminente arcivescovo che ha contratto il virus stesso con i rapporti omoerotici.... Questa Chiesa Russa- come quella di Roma - dovrebbe imparare l'umiltà , la coerenza e l'onesta, grandi virtù cristiane, anzichè paludarsi dietro una sacralità di facciata, finta e pomposa, che sfrutta le ingenuità popolari, per nascondere una realtà che Cristo stesso indicava come quella dei "sepolcri imbiancati, di fuori tutti belli e dentro pieni di ossa putride...!" (Vangelo) PREGHIAMO PERCHE'ANCHE QUESTA CHIESA SORELLA RITROVI LA PROFEZIA DEL VANGELO CHE E' PRIMA DI TUTTO AMORE PER LA VERITA' E NON MISTIFICAZIONE E INGANNO, COME PURE STRAPOTERE E FALSO MORALISMO. + Mons. Giovanni Climaco MAPELLI Vescovo emerito Ortodosso e attuale Vescovo della Chiesa ANTICA CATTOLICA E APOSTOLICA DI MILANO E MONZA Presidente del CENTRO STUDI TEOLOGICI di MILANO - comitato direttivo dei Teologi - CENTRO ECUMENICO tel 339.5280021 02.95310741 fax www.centrostuditeologici.too.it ufficio di segreteria Vescovile Via Vescovo Garibaldo,5/a 20065 INZAGO MILANO * Chiesa di tradizione e successione apostolica autentica non dipendente dal Vaticano e dal Papa (ANTICA CATTOLICA ED APOSTOLICA DEL PRIMO MILLENNIO ) ----------------------------------------------------------------------------------------------------------
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 04/06/08 alle 06:02 via WEB
tu che scrivi "hanno fatto bene", meriti di avere la testa spaccata, cretino! razzista! omofobo di merda! ANCORA C'E' INGIRO GENTE COSI' INFAME?!!!
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

immagine«Il capitalismo è un'ingiusta ripartizione della ricchezza. Il comunismo è una giusta distribuzione della miseria.» Winston Churchill

 

immagine«Comunista è qualcuno che legge Marx e Lenin. Anticomunista è qualcuno che li capisce.» Ronald Reagan

 

Ti chiedo cortesemente di lasciare commenti(brevi o lunghi è lo stesso) se visiti questo blog è importante per noi
 grazie.

 

immagineimmagineimmagineimmagine

immagine

immagine