Creato da alb.55z il 07/08/2010

UNA VITA DA LEGGERE

LA VITA E' TRA NOI

 

 

Ezio Bosso disse Tengo stretti i momenti di felicità

Post n°665 pubblicato il 23 Maggio 2020 da alb.55z
Foto di alb.55z

Ezio Bosso disse "Tengo stretti i momenti di felicità, li vivo fino in fondo, fino alle lacrime".Un uomo grande,Ricordiamolo così, ascoltando le sue parole e la sua musica. Ricordiamolo così, ascoltando le sue parole e la sua musica, in questa magnifica esecuzione della sua "In Her Name, The Sea Rain" insieme alla bravissima Anna Tifu al violino .

Grazie ancora Maestro

 

 

 
 
 

GIORNO SPECIALE SANTO NATALE

Post n°664 pubblicato il 25 Dicembre 2019 da alb.55z

Un giorno speciale. Il giorno di Gesù Bambino. Oggi un giorno di sole , i raggi  hanno riscaldato il cuore. Il giorno che illumina il cuore, ha la funzione di vita, vita in noi la sentiamo viva, una vita destinata in momenti di importanza, una importanza piena d'amore.Gli occhi in noi sono guidati dai nostri sentimenti, essi vedono e sono pieni di speranze.

 
 
 

IL TRAMONTO

Post n°663 pubblicato il 12 Dicembre 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

IL TRAMONTO, UN LAGO DI LUCE ROSSASTRA,UN LAGO DI COLORI MESCOLATI,UN LAGO ESPRESSIONE DI VITA, VISIBILE DA LONTANO, GLI OCCHI GUARDANO VERSO L'ORIZZONTE, GLI OCCHI HANNO UNA ESPRESSIONE DI RICERCA VERSO IL CIELO, GUARDARE QUELLA LUCE PIENA DI SPERANZA,UN SIMBOLO DI UN MONDO PIENO DI EMOZIONE. UN COLORE TRASMISSIONE DI IMMENSI SENTIMENTI.

 
 
 

disegnare e dipingere

Post n°662 pubblicato il 27 Novembre 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

 

disegnare e dipingere in differenti soggetti,

lasciando condurre dall'ispirazione e dal gusto individuale,

nel creare e ricreare il fascino di mitici panorami di paesi lontani. 

Le Opere composte e dense che invitano a soffermarsi creando un legame di prossimità e condivisione, i dipinti sono espressione di un'indagine attenta e una visione complessa, ricca di suggestioni e rimandi dove l'altro, presente o assente, evocato o chiamato direttamente in causa. L'opera gioca un ruolo di primo piano nella costruzione non tanto del nostro stare ma del nostro essere al mondo. La solitudine è la cifra che emerge con forza, la solidarietà è il vero antidoto al deserto, il motore dell'arte muove gli scenari del futuro .

 
 
 

amanti di letteratura, ascoltare le letture in silenzio.

Post n°661 pubblicato il 02 Novembre 2019 da alb.55z

Ci sono luoghi dove ascoltare le letture. Si possono frequentare gruppi amanti di letteratura, ascoltare le letture in silenzio.
Si impara ascoltando. Si può avere crescita personale, con la possibilità di ascoltare la lettura dei testi, nei quali sono scritte poesie,racconti e prose.
La storia culturale. Alcune volte ma direi spesso non si riesce ad ascoltare le letture, allora si legge quello che sia meglio per noi in quel momento.
Leggere è come vivere in un luogo magico.

Le parole, le frasi, sono possibili spettacoli di immaginazioni, i quali possono scoprire i segreti di una buona lettura.

Poesie , racconti e prosa, per stare nel luogo dove le cose accadono. Si ampliaono  i tempi per l'attenzione e i tempi della concentrazione; si educa al silenzio e all'ascolto
Per trovare la sensazione di sentirsi a proprio agio nel leggere l'arte del scrivere, trovarsi tra le righe dove regna la bellezza del tempo sospeso.
Quando impari a leggere non si è solo. Quando impari a scrivere,cosa accade? Si ritorna nella solitudine,condizione necessaria perché i pensieri maturati escano allo scoperto e si manifestino. L'amore e il cuore, il cuore rosso come l'amore, il cuore e l'amore è vita.

 
 
 

Colore,linea,ombre

Post n°660 pubblicato il 25 Settembre 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

 

Colore,linea,ombre,queste parole sono contenuti nei tanti dipinti a noi conosciuti, ad esempio un dipinto che rappresenta una "marina ". Onde in movimento frenetiche, dolci,calme. L'espressione è particolare, il movimento del mare irregolare,convulso,le onde si muovono in modo irregolare. Il dipinto è stato ideato per coinvolgere e incuriosire il visitatore.

Le forme delle onde ideate  per risaltare la anomalia quel movimento, un andamento irregolare,convulso.Una rappresentazione di cultura, sentimenti, una vita difficile. E' lo specchio delle difficoltà dei nostri giorni. La vita  ha il percorso come le onde frenetiche, noi la vorremmo come una "marina " senza onde convulse e onde quiete. Come la luce proveniente dall'alto, e tutti noi ci lasciamo trasportare da quel desiderio, per una tranquilla vita. L'amore! Esso sciogliere ogni timore, sotto un celo di stelle è armonia. Ad arrivare fino in fondo al cuore lasciarsi dondolare dalle belle sensazioni facendosi accarezzare come accarezzano la riva le onde del mare ora in piena quiete. Passare dallo stato di moto allo stato di quiete..

 

 

 
 
 

Le emozioni

Post n°659 pubblicato il 20 Settembre 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

Le emozioni sono presenti in parecchie persone sia donna che uomini.Essi hanno in sè momenti nei quali l'evidenza dell'emozione è presente e la esprimono nel modo da attrarre l'attenzione. Altri hanno emozioni, ma non riescono esprimere, i loro sentimenti sono intrinsechi, sono emotivamente impauriti dalla vita.Sono componenti che possono condizionare emotivamente i vari atteggiamenti. Atteggiamenti che contengono sensibilità,tristezza,amore,gioia e compressione. Le lacrime indicano un momento particolare, evidenzia un sentimento interiore il quale supera le parole.Le lacrime parlano, parlano d'amore 

 
 
 

La bellezza di un tempo passato rimarrà impressa nel tempo

Post n°658 pubblicato il 07 Settembre 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

 

La bellezza di un tempo passato rimarrà impressa nel tempo,

nei colori così delicati e piacevoli alla vista.

La sensazione di una vita tranquilla che apparteneva all'infanzia

anche se l'abbigliamento era diverso.
la bellezza di un tempo passato rimarrà impressa nel tempo, 
nei colori così delicati e piacevoli alla vista.
La sensazione di una vita tranquilla che apparteneva all'infanzia 
anche se l'abbigliamento era diverso. Il tempo è stato clemente, una dolce giornata.
In questi giorni i colori della natura sono affascinanti.
Non tutti riescono ad adattarsi ai ritmi della natura e non riescono a capire che la terra è viva e come tutto ciò che vive, muta, si trasforma e le trasformazioni non sempre sono indolori.  

Avete mai giocato con gli aquiloni?

Qui a Ferrara in primavera ci sono giorni e giorni dedicati agli aquiloni, io ne posseggo due, gli avevo comperati per mio figlio, a volte quando mi sento ragazzo gioco e mi diverto è un mio volere ricordare e anche mettere in cielo questo magnifico giocattolo ,non si può dire giocattolo, ma questo magnifico aquilone.

Mi ricordo al mare avevo 5 anni mia mamma mi ha comperato un aeroplanino che si alzava con il vento le sue ali ruotavano velocemente, il vento lo alzava ed io correvo lungo il bagnasciuga per vederlo volare , io svolgevo il filo per farlo alzare, più lontano e più alto.
La mia voglia e desiderio di allora era volare nel cielo tra le nuvole, questo mio desiderio è stato soddisfatto nel 1998 quando per la prima volta ho volato da Bologna a Roma e poi da Roma a Vibo Valencia, questo è stato solo l'inizio, ho viaggiato tra le nuvole molte volte e ho fatto il giro del mondo , verso oriente in 15 giorni.

 

 

L'aquilone

Un altro ricordo dell'età felice e gioiosa; alla mente ritornano luoghi, fatti, persone, del passato in momenti successivi richiamati l'uno dall'altro. I ricordi si fanno più precisi e nella mente l'immagine è sempre più chiara : il gioco degli aquiloni , l'innocente gioco di tutti i ragazzi di tutte le età ,sentire le grida di tutti i ragazzi gioiosi e poi tutti quei aquiloni in cielo volano fanno le piroette, e poi un colpo di vento fa cadere l'aquilone e fa cadere anche un fragile fiore di giovinezza.. nella mente intensamente mi ricordo , in una serie di quadri ora lieti ora tristi e nel ricordo si conclude con un'immagine ricca di dolce sensibilità, che rivela la tenerezza della giovinezza.

La primavera rinnovatrice di vita , richiama alla mente un ricordo di tempi passati-passando nei luoghi dell'infanzia attorno agli alberi delle querce, sono raccolte ancora le foglie cadute dall'autunno e camminando si vede, il vento sposta le foglie, sotto spuntano le viole. Il vento tiepido , che spira sulle campagne rompe le zolle di terra e fa che la normale semina si possa fare. un cinguettio di allegria e di spensieratezza per la primavera a metà percorso. 

Scrivendo della mia spensieratezza, giocando con gli aquiloni mi viene desiderio di sorridere,spesso davanti casa mi metto con il mio aquilone ,è bellissimo riuscire a tornare ragazzi. Riprovare quella spensieratezza del passato, sento quei pochi istanti di svago il passato ritorna.
Si è vero che la mia vita di adesso mi costringe ad assumermi altre responsabilità.
Ho si la tranquillità di avere un figlio già autonomo ma mi sento figlio di mia mamma, accudire chi ti ha cresciuto non è facile. Posso permettermi la spensieratezza di un tempo ma solo quel po' dove la salute e la vita prosegue in modo lineare.
Eppure la aiuto con tutto l'amore che ho nel cuore e nell'anima.
Il fascino dell'autunno è magnifico e stupendo, osservo ogni giorno all'uscita dalla casa per recarmi al lavoro il sole che sorge un rosso che si trasforma in arancio, proprio stamane la bellezza delle foglie sugli alberi della villa che costeggia la strada e sul terreno le foglie di un colore marrone giallastro, alcune anche rosse. Sembrano fiori nati dal suolo per armonizzare la vista del passante.
Le innumerevoli tonalità dei colori delle foglie mi affascinano, mi ispirano per dipingere.
Perdersi in tanta bellezza la mente sogna.

 

 

 
 
 

Tranquillità e Turbolenza.

Post n°657 pubblicato il 07 Settembre 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

Tranquillità e Turbolenza.

Tranquillità e turbolenza. titolo pieno di attualità.uno dei miei qudri dipinti con le dita delle mani-

tranqillità è espressione di un corpo che ha  nell'anima la serenità di aver dato tutto quello che era possibile, ai  poveri, ai  non abienti ai diseredati- a quelli che hanno fame -a quelli che hanno bisogno d'affetto e amore-

è anche espressione complessa nel proprio io nel ricevere quello che abbiamo bisogno, una coccola, una carezza, un sorriso, una stretta di mano, è espressione di tranqullità interiore

la turbolenza espressione interiore convulsa, internamente si ha un qualcosa che non è in armonia con con il proprio animo, mancanza di un qualcosa : la sincronizzazione e il star bene con gli altri, non aver ricevuto e  non dato ad altri: L'affetto, un sorriso, una carezza, un incoraggiamento- l'aspetto della turbolenza è derivata nel modo con cui viviamo la vita-

 

 

 
 
 

Prendi di felicità,

Post n°656 pubblicato il 07 Settembre 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

mi riprendo la di felicità, ripendo di gioia di vivere, correndo nel prato con l'aquilone sospeso nel cielo azzurro. Corro sul prato, con gli occhi rivolti verso l'azzurro, lo seguo , con il movimento del braccio cerco di dargli il vento necessario per farlo rimanere in aria.

Non " cadere" io grido " con il suo movimento dona le ali del sorriso, dell' allegria.
Com'è amaro il sapore delle lacrime, .la tristezza, il dolore.
Ogni attimo deve aver il tempo per trasformarsi.. nell'anima, nel cuore, nella mente.
E quando la felicità arriverà, conoscerla subito, raccogliere le sue espressioni, i suoi movimenti, i suoi occhi; sempre nel cuore avrà il posto per una dolcissima presenza.

 

 

 
 
 

Osservare l'immagine

Post n°655 pubblicato il 05 Settembre 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

Osservare l'immagine creata in un dipinto, luce che si rincorre per avvolgere forme definite, forme illuminate dalla gioia e dall'amore, osservare l'arte degli abbracci , crea nel cuore e nella mente momenti in cui si è altrove, momenti nei quali sono staccati dalla realtà, l'arte con il suo armonioso movimento ,linee di confine tracciate dal pennello brioso e sempre mutevole, dopo quegli istanti, dopo quei momenti l'arte degli abbracci,nei quali sono staccati dalla realtà, sono dentro al cuore e all'anima, i sentimenti sono forti per un abbraccio, ma sussurra l'arte dando voce all'amore. 

 
 
 

Sentire il mare osservare il mare

Post n°654 pubblicato il 01 Settembre 2019 da alb.55z

 

Sentire il mare

Scrivere quello che la nostra mente percepisce nel movimento del mare, esso comunica a noi con una immensità di suono, un suono armonioso scandito da un semplice ritmo, le onde. Possono essere basse,medie, alte e altissime, ogni sua altezza delle onde è una armonia, così fa il cuore  ha ritmi uguali al mare, ogni ritmo è una emozione d'amore, una emozione che entra nella mente e nel corpo portando a noi nel la nostra vita emozioni immense d' intensità. Portando ai nostri occhi anche le meravigliose opere d'arte, fonte di bellezza universale!  

Osservare il mare
La  mente desidera vedere e immaginare.
Questo quadro non è dipinto con colori ma con sillabe e consonanti è un quadro di parole è l'espressione di un mondo di vita diverso dal solito, una vita al di fuori dai canoni scritti e dal mondo della frenesia. E' un mondo dove due corpi si uniscono per amore con amore.

Viaggiare sulla barca dell'amore, una barca a vela spostata dal vento, sentire il suono delle onde e del vento, il sibilo delle corde accarezzate dal vento  e ascoltare il canto allegro dei gabbiani mente  volano con passaggi irregolari attorno alla barca della libertà.

Sentire,osservare il mare in quella barca , crea nel cuore e nella mente momenti in cui si è altrove, momenti nei quali sono staccati dalla realtà, Il mare con il suo armonioso movimento crea nel cuore e nella mente momenti in cui si è altrove, momenti nei quali sono staccati dalla realtà, ma in quei momenti sono dentro al  cuore e all'anima, i sentimenti sono forti per un abbraccio, ma sussurra il mare dando voce all'amore. 

EPSN0204 -(2)

 
 
 

Scrivo, sono una matita, una penna scrivo le mie considerazioni

Post n°653 pubblicato il 29 Agosto 2019 da alb.55z

Qui in questo blog ci sono alcuni momenti della mia vita, profuma di carta, magia, sogni, amore.Scrivo  i miei pensieri,scrivo per tutti, scrivo per essere presente in questa vita.Scrivo perché un giorno possa ricordarmi sempre quello che ero, anche quando la memoria mi avrà abbandonato e le mani tremeranno, troverò in queste pagine sempre  dolcezza, troverò i miei pensieri che mi hanno accompagnato nella vita , emozioni e gioia. Succederà di  leggere questo blog che racchiude pensieri e parole , e senza nemmeno rendertene conto sarai entrata/o nel mio mondo di pensieri e parole e leggendo potrai coinvolgerti , sentirai dentro in te momenti diversi di vita, momenti da analizzare e capire, nei miei quadri e nelle mie foto. 

 

 
 
 

DOMANI E' UN ALTRO GIORNO

Post n°652 pubblicato il 26 Agosto 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

 

DOMANI E' UN ALTRO GIORNO

Io sono più di un tuo amico per tutto e in tutto , ma mi piace essere in te e tu in me e essere per te , io ti leggo molto anche se ti scrivo con  rarità, io ti penso sempre , tu sei più di una amica,.........di più ,entro nei tuoi sentimenti in punta di piedi , mi siedo accanto a te, stai dormendo, ti ammiro , ti guardo, guardo  il tuo viso, un viso di gentilezza ,esprime amore e bontà, il tuo corpo è esile e di forma armoniosa ,i tuoi capelli sono di un colore che l'arcobaleno gli illumina, io voglio entrare nei tuoi sentimenti, sento il battere del tuo cuore mentre penso questo, sembra che tu lo sappia- tu dormi, ma io sono sempre vicino a te , sento che tu soffri molto, hai amore da dare e a volte viene fermato

ae89661c50_2934931_med (2)

 

 
 
 

in un giorno di agosto, giorno di estate.

Post n°651 pubblicato il 26 Agosto 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

 

E' mattina di domenica , una domenica di fine agosto, l'aria è frizzante, entra nella camera da letto, la finestra è un po'aperta, il sole fa capolino tra le fessure. Sono quasi le nove accanto a Calisto sua moglie Dolce Rosa, dopo essere stati abbracciati quasi tutta notte si gira verso Calisto, si appoggia al suo petto, e gli dice "hai un buon profumo" lui dice " "si" , Calisto risponde "mi sono dato una crema per il corpo", Dolce Rosa con una mano gli alza la maglietta e strofina il suo naso sulla pelle di suo marito Calisto per sentire il profumo. Poi Dolce Rosa  si alza, si mette in ginocchio sul letto e si sfila la sua maglia, poi si adagia su Calisto, la sua testa si appoggia sul petto, anche lei è senza  maglietta, si avvicina al corpo di Calisto e si lega come i rami di una edera quando si avvolgono agli alberi, mi stringe, e ancora  mi stringe forte, dentro a Calisto sente convulsioni d'amore, il suo cuore batte , batte a mille, i suoi occhi vogliono vedere il viso di sua moglie, vuole vedere il suo corpo, un corpo che si muove in modo contorto.

 Sentono qualcosa di diverso e di nuovo, si baciano, lei ancora di più, una mano scende verso le sue gambe, le accarezza, poi si ferma , sente qualcosa dentro di se, nel suo corpo, i pensieri  gli comunicano un desiderio, quel desiderio che sente un uomo quando l'amore diventa forte facendo nascere momenti di gioia e di dolcezza.  Passato il tempo di quella notte, nel quale i loro cuori battevano a mille e la gioia usciva dai loro occhi e contemporaneamente dalla bocca uscivano sillabe e parole che raccontavano momenti di felicità, una notte di abbracci. Le parole dette hanno una lingua poetica grazie al loro impulso dopo quel tempo. La lingua poetica esce dalle rispettive bocche, sono  parole, raccontano qualcosa di fatale che non da tregua, mette su di loro la prova quella vitù necessaria che è una promessa di vita, l'una sfuma nell'altra come un sogno. L'amore, improvvisamente si impone durante  quel momento il desiderio  una gita al mare, pensiero di tutti e due, finalmente soli e liberi, autentici, dopo aver cercato di farsi toccare delle verità del cuore. Quel tempo trascorso accanto in quella mattina, apre alla dimensione di una vita a volta nascosta per tante situazioni, situazioni accettate, il desiderio apre alla meta per il mare,  rapiti negli  occhi fino a perdesi tra le onde e la spiaggia. E' un inno alla vita, un piccolo, innocente, desiderio andare al mare, un po' di novità, di eccitazione. 

 

 

 
 
 

La campagna le passeggiate

Post n°650 pubblicato il 14 Agosto 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

Racconti le passeggaiate

La campagna il verde, il sole, l'aria le nuvole, gli alberi tutto è in questo quadro. Arriva la primavera. Lo si avverte già nelle strade del paese, al mattino, si respira l'aria frizzantina , una aria con il passare delle ore è sempre più calda, la si sente sugli occhi, nei capelli, nel petto. Le case del paese sono tutte aperte, le finestre si aprono, le persone rimangono alcuni attimi ad assaporare il vento e il sole di primavera, l’aria leggera e dolce che sorvola piazze e giardini ed entra liberamente dalle finestre spalancate, la primavera è arrivata una lieve brezza di primavera accarezza i muri delle stanze.

Le nuvole se ne andarono dal cielo e l’aria più limpida, è la primavera, il sole più splendente e meno caldo dell'estate . I suoi raggi penetravano profondamente entro i portici del paese esposti a mezzogiorno e le ombre sono lunghe sul terreno, quando il sole è nel momento del tramonto trovandosi del suo giro del giorno....

I colori del paese ritornano a splendere dopo l'autunno, nei viali, nelle campagne e nei  giardini, i muri delle case troppo vecchie risalta il colore. 

 

 
 
 

Mi dedico alla pittura, alla vita

Post n°649 pubblicato il 11 Agosto 2019 da alb.55z

Mi dedico alla pittura, alla vita, espressione che è dentro in me, soprattutto con cui ammiro le composizioni nei quadri. Essi rappresentano emozioni interiori e sensazioni di vita. Questi hanno una semplicità espressiva , i colori intensi , rappresentano la mia interiorità , rappresentano momenti di vita luminosi e momenti bui, momenti felici e momenti tristi. Essi hanno un senso,un senso che la vita ti dona,un senso in cui a volte l’amore è nel quadro e si esalta e viene espressa nell'immagine, i colori sono l’emozione, sono espressione di istante per istante. Le forme manifestano l'espressione e l’impegno nel comunicare sensazioni , esse sono trasformate in immagini per trasmettere e dare le narrazioni delle azioni. Le immagini sono esse la messa a fuoco della loro nascita in una cultura esse sono arte, è il senso e la passione trasmesso dal dipinto. Queste opere , le chiamo opere perché sono state realizzate con molto impegno, hanno tratti e forme che parlano e testimoniano quanto la vista, il tratto, l’udito siano coinvolti nella loro formazione. In questi dipinti chi guarda sente sempre il movimento delle mani nella realizzazione, l’interazione dei gesti e la forza espressive nel compierli.

QUADRO 

IMG_7062

 
 
 

L'ideale "giardino segreto della felicità"

Post n°648 pubblicato il 14 Luglio 2019 da alb.55z

 

L'ideale "giardino segreto della felicità"


Una buona comunicazione permette , di scoprire, per fare di ogni momento impostato un'esperienza, in cui si sa dove si parte ma non ha importanza dove si arriva e soprattutto come ci si arriva. Succederà, semplicemente.
Questa capacità ideale di affidarsi a se stesso e all'altro, di stabilire una comunicazione, di verbalizzare i propri bisogni e le proprie fantasie, quando avviene, nutre e ne e' nutrita, arricchisce e' da essa arricchita e l'attrazione sarà' anche il ricordo dei piaceri vissuti.
Tuttavia questo ideale "giardino segreto della felicità" deve fare i conti con le difficolta' che sorgono dal dare tutto per scontato, dal non avere attenzioni ne' per l'altro ne' per noi stessi, visto che dobbiamo pur sempre piacergli, con i problemi fisici e psichici. col tempo che non c'e' piu', il lavoro di cui invece magari ce n'e' sempre troppo e, non ultimi, i cambiamenti fisici e la difficolta' ad accettare il proprio invecchiamento e quello dell'altro che ce lo ricorda.

EPSN0443 (2)

 
 
 

Prendere il cammino dopo la sofferenza

Post n°647 pubblicato il 25 Giugno 2019 da alb.55z
Foto di alb.55z

 

Prendere il cammino dopo la sofferenza è facile..  si è supportati da quei valori che conserviamo nel cuore e nell'anima. 

Non si vive di briciole, non si vive di rendita nei sentimenti. Se non siamo pronti a dare tutto di noi e a metterci nel percorso della vita, la vita è l'essenziale per l'anima, per  la mente e per il cuore, essi sono motori necessari per l'amore e per amare, non meravigliamoci delle conseguenze, conseguenze che allietano la vita, i sentimenti vanno coltivati nell'anima, la mente e l'anima fanno parte essenziale del corpo, essi sommergono il corpo esso assorbe e dona.

 
 
 

Come si viveva il Natale

Post n°646 pubblicato il 04 Gennaio 2019 da alb.55z

 

Natale: Come si viveva il Natale negli anni 50 e negli anni 60 e come si vive oggi.

 Era finalmente arrivata la mattina del Santo Natale.

 Alcuni giochi, dolciumi e frutta erano posati sul tavolo della sala da pranzo.

 Giochi attesi per mesi, scelti 'nel negozio sotto casa 'con molta gioia.

 Il confronto tra i due mondi di vita.

Il gioco erano partite di calcio, palla prigioniera e ruba bandiera questi erano all'ordine del giorno. Tutti i ragazzi per giocare andavano 'chiamare' a casa.

A volte ci si fermava lì ad aspettare che finissero di mangiare o fare i compiti.

A volte si aspettava in casa, si  partecipava ad un pezzo di vita famigliare dell'amico.

Il mattino di Natale  ci vestivamo a festa.

 Si andava infatti di casa in casa ad augurare il buon Natale ai vicini, ai parenti e agli amici.

 Le strade e le case, alla mattina di Natale, erano silenziose, spesso innevate.

L'augurio era  diffuso tra la gente e parecchi seguivano l'usanza anche nel primo giorno dell'anno. Oggi la sacralità, da quei giorni, lentamente ha preso la strada della tecnologia.

Da quel momento, almeno ad ora, non riesce a risalire.

 In questi giorni, ci si chiede cosa ci aspetta per Natale e il giorno di Santo Stefano e tutte le festività.

Ci si aspetta concerti, spettacoli, appuntamenti tutti dedicati a questi giorni speciali alla Festa.

 In questi momenti si sono aperte le porte ai riti dell'amore e del dono.

 

 

 
 
 

Le continue stragi dei delfini in Giappone

Taijij è un piccolo villaggio di pescatori
posto nella parte meridionale dell'arcipelago giapponese
sulla punta che si estende nel Pacifico dove ogni anno,
migliaia di cetacei  vengono massacrati.
Pochi vengono uccisi in alto mare ma
i più sono convogliati in piccole baie dove
vengono intrappolati e quindi uccisi.
Ma non solo a Taiji anche a Iki, Ito, Futo e Izu.

La ferocia dell'uomo: la strage dei cetacei in Danimarca nelle isole Feroe

Da anni se ne sente parlare ogni tanto,
quasi come un sussurro, come se la notizia dovesse passare sotto silenzio. 
 
Parliamo dei globicefali (specie Globicephala melas) o
come meglio sono conosciuti le balene pilota
(chiamati così perchè più che rassomigliare a dei delfini sono simili alle balene) appartenenti alla famiglia dei Delphinidae, conosciuti in lingua spagnola come calderones

Inoltre anche Australia fanno la caccia ai delfini e balene  e’ una strage

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

 

 

QUESTO BLOG NON E' UNA TESTATA GIORNALISTICA
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità,a discrezione dell'autore
e comunque non sistematicamente. 

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore lo si comunichi all'autore del blog che provvederà

alla loro pronta rimozione.