Creato da calipso81 il 08/03/2005

Arte...e dintorni

Pensieri sparsi di chi sta provando ad occuparsi di arte.

 

« Lettere e giorni - ModaLettere e giorni (in ritardo) »

Lettere e giorni - Gatti

Post n°604 pubblicato il 20 Giugno 2013 da calipso81

Sono cresciuta con una gatta, o forse la gatta è cresciuta con me visto che c'era già alla mia nascita. Fu portata in casa da mio nonno poco prima che morisse. Aveva 15 giorni e mia nonna, con tutto l'affetto del mondo, mi raccontava "pareva na zoccola!", nel senso di topolino, non con un riferimento traslato alla donna di facili costumi o al topo di fogna.

Mamma mi ha sempre raccontato che mi spiava in basso mentre ero in culla. Non mi ha mai graffiata e venuta contro. Avrà pensato "chi è questa palla di ciccia di 4,250gr che mi hanno appena portata in casa e dorme sempre?!?!?!?"

La palla di ciccia è poi cresciuta, la gatta invecchiata.

Faceva le peggio cose: giocava con i gomitoli di lana (una volta ha avvolto l'intero letto!), giocava a palla facendo le sue partite di calcio immaginarie e ti lisciava le gambe di continuo. 

Mia nonna, che l'adorava, era sempre pronta con le sue parole dolci:

"Uè, ma chest è vecchia e sta semp a pazzià"

"Uè, sta disgraziata, me fa semp piglià paura ogni vota che si vene a struscià"

La mia gatta, Lilli, aveva una predilezione spasmodica per pollo e alici. Si piantava davanti al forno appena si mettevano a cuocere e dopo averne mangiato, entrava in sciopero della fame per i due giorni successivi (chiederò i diritti d'autore a Pannella....)

Aveva le vertigini, soffriva di stipsi, e non è mai scappata di casa, neanche uscita fuori al balcone (forse per il problema "vertigini"), s'addormetava sulla tv e ogni tanto ci trovavamo la sua testa penzolone sullo schermo. Era vanitosa: si guardava allo specchio e si lisciava con la zampa.

Poi la mia bella gattona grigia dagli occhi verdi, si è ammalata di tumore. Dimagrita paurosamente, ha perso peso ma non il suo ordine: non hai mai fatto i suoi bisogni fuori dalla lettiera. Una mattina la trovammo acciambellata lì perché non era riuscita ad uscire, fino a trovarla stecchita in un giorno forse simbolico: la festa della donna.

Ho pianto come una disperata. 14 anni di gatta fantastica.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

Per i curiosoni: la mia libreria (almeno una parte)

 

ULTIME VISITE AL BLOG

la.cozzaCherryslmariomancino.matapoCrepuscolandosoniaren77IrrequietaDuccino71istrice63LorenzAdd1979sexydamilleeunanottefox7513mulas.simoneM66.monnalisaartemisia_gent
 

ULTIMI COMMENTI

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

DI TUTTO UN PO'

immagine
Un'immagine donata da un caro amico pistoiese. Non sono teneri?