Creato da follia_ordinaria il 05/11/2007

LE CANZONI DEI FOLLI

Spegni la luce e aspetta

 

 

Post N° 90

Post n°90 pubblicato il 14 Febbraio 2008 da follia_ordinaria


Alcuni raggiungono la massima cattiveria nel silenzio

Elias Canet

 
 
 

Post N° 89

Post n°89 pubblicato il 12 Febbraio 2008 da follia_ordinaria

" La gente si aggrappa ciecamente a tutto quello che trova: comunismo, macrobiotica, zen, surf, ballo, ipnotismo, terapie di gruppo, orge, ciclismo, erbe aromatiche, cattolicesimo, sollevamento pesi, viaggi, solitudine, dieta vegetariana, India, pittura, scultura, composizione, direzione d'orchestra, campeggio, yoga, copula, gioco d'azzardo, alcool, ozio, gelato allo yoghurt, Beethoven, Bach, Budda, Cristo, meditazione trascendentale, succo di carota, suicidio, vestiti fatti a mano, viaggi aerei, New York City, e poi tutte queste cose sfumavano e non restava niente. La gente doveva trovare qualcosa da fare mentre aspettava di morire.

Era bello avere una scelta: Io l'avevo fatta da un pezzo la mia scelta.

Alzai la bottiglia di vodka e la bevvi liscia.

Irussi sapevano i fatti loro. "

 
 
 

Post N° 88

Post n°88 pubblicato il 12 Febbraio 2008 da follia_ordinaria

[grazie all'uomo pi dolce che conosca per la foto]

Quei giorni perduti a rincorrere il vento
a chiederci un bacio e volerne altri cento

un giorno qualunque li ricorderai
amore che fuggi da me tornerai
un giorno qualunque ti ricorderai
amore che fuggi da me tornerai

e tu che con gli occhi di un altro colore
mi dici le stesse parole d'amore

fra un mese fra un anno scordate le avrai
amore che vieni da me fuggirai
fra un mese fra un anno scordate le avrai
amore che vieni da me fuggirai

venuto dal sole o da spiagge gelate
venuto in novembre o col vento d'estate

io t'ho amato sempre, non t'ho amato mai
amore che vieni, amore che vai
io t'ho amato sempre, non t'ho amato mai
amore che vieni, amore che vai

De Andr

 
 
 

Post N° 87

Post n°87 pubblicato il 11 Febbraio 2008 da follia_ordinaria

Se punti il dito verso la luna, l'idiota guardera' il dito.

 
 
 

Post N° 86

Post n°86 pubblicato il 11 Febbraio 2008 da follia_ordinaria

Si e' soli con tutto cio' che si ama.

Novalis

 
 
 
 

Corpo avvolto

in un abbraccio infuocato

Onda

che si infrange su uno scoglio

che ti vede nascere istante dopo istante

fino all'infinito

Tu

invisibile

Tu

respiro

Tu

pioggia di stelle

Tu

mia lacrima

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

Quel bar

non lo aveva
mai visto

cos pieno.
Sulla via

per l'inferno
c' sempre

un sacco

di gente,
ma comunque

una via
che si percorre

in solitudine.

da Niente canzoni d'amore

 

ULTIMI COMMENTI

hai voluto chiudere al centesimo post... o stato solo un...
Inviato da: h_luna
il 13/06/2008 alle 20:58
 
ohi ohi..e io me ne accorgo solo ora?..uff
Inviato da: nottesudime
il 28/04/2008 alle 13:59
 
che domande.....ovvio che per te mio bambu
Inviato da: follia_ordinaria
il 16/04/2008 alle 19:36
 
dedicata a me vero?
Inviato da: bukowski81
il 16/04/2008 alle 12:45
 
non conoscevo questa poesia di neruda.. bellissima..un...
Inviato da: col_corpo_capisco
il 04/04/2008 alle 19:46
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

q_w_e_r_t_y_u_i_o_peliodocanimafragilexchitarrista87gorilla690unamamma1Franny_ABARI_INFOSTRADAfrasciodgladoro_il_kenyanazaro0stef_aniasmartinagabrielliluxaiiiclaudio_capasso