Un blog creato da ciccio2081 il 07/10/2005

uno come tanti

ci sto provando

 
 
 
 
 
 

Due cose sono infinite....... l'universo e la stupidità umana, ma sull'universo nutro ancora qualche dubbio.                                                                                                   

  A. Einstain

 
 
 
 
 
 
 

Siamo  i figli di mezzo della storia,
senza scopo né posto.
Non abbiamo la grande immagineguerra né la grande
depressione. La nostra grande guerra è spirituale, la nostra grande depressione è la nostra vita

 
 
 
 
 
 
 

L'IDEA DI UN UOMO

immagine
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ausdauerciccio2081elviprimobazarpsicologiaforenseninokenya1GinxWIDE_REDgioviuVolo_di_porporaLaStregaCapricciosamiodurodglsolaris67fbal_zacmizar_aunamamma1
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Messaggio #175Messaggio #177 »

LETTERA A BABBO NATALE

Post n°176 pubblicato il 20 Dicembre 2007 da ciccio2081

Caro Babbo Natale l'anno scorso ti avevo fatto una lettera assai più impegnativa visto che non hai datto retta alle mie paole quest'anno mi accontenterò di poco.

- Vorrei semplicemente 3 sedie da mettere in camera (sull'altre due ci sono già troppi panni ammassati e non c'entra più neanche un calzino)

- Due scrivanie nere dell'ikea come quella che ho andrebbero più che bene (il problema è o stesso delle sedie quella in camera è già piena zeppa di roba....io spingo, spingo........ammucchio, ammucchio ma tra poco le cose inizieranno a cadere dai bordi)

- l'ultimo punto non meno importante vorrei almeno altri 3/4 termosifoni sparsi per casa, indovina un pò? il problema è sempre quello.....quando faccio la lavatrice non riesco a stendere tutti i pannisui termosifoni e se li metto sullo stendino impoegano troppo tempo per asciugarsi e puzzano.

Oh Babbo arrivati a sto punto c'è beccamo saluta le renne e da du calci alla befana che l'anno scorso mi ha riempito di carone.

P.S. visto che è natale dedico a te e ai passeggieri del blog questa canzone.

Babbo Natale,
quanto tempo è già passato dal Natale "zero"?!
L'albero è già pronto ed io
sto aspettando te
con la lista dei doni infinita

Senti, Quante renne hai consumato
per tirar la slitta?
Quanti bimbi hai reso lieti
o hai fatto piangere
con balocchi o carbone?

Con il problemino del camino
che non si usa più,
Come fai a calarti?
Fai come ti pare,
ma non prendere pastiglie!

Credi di essere il migliore
fra i corrieri espresso.
Forse non ricordi
che c'è pure la Befana
che consegna di notte.

Dicono che non esisti
e non mi va giù!
Sappi che ti ho scritto solo per avere:
piste, macchinine,
poi trenini, bici
e bamboline e alla fine
come sempre la mia nonna
mi regalerà...la CENTOMILA
scrissi a nessuno
arriva il futuro
e tu non ci sei...
no Babbo Natale,
arriva il futuro e tu non ci sei...
dove sei andato Babbo Natale?

Con la centomila
comprerò le cose più utili
e meravigliose:
comprerò un'azione
di Radio DeeJay
e col tempo licenzierò Linus...
anche se sembra impossibile...

(guarda che il fusibile
non te lo cambio più)

Con le antenne arriveremo
a chi non può ascoltare

Quindi, buon Natele a tutti,
buon Natale a tutti,
buon Na...

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità

                                                   il nonno
 di spiderman

 
 
 
 
 
 
 

immagine 

Ci si sente meglio dopo una bella CACATA..voi credete in dio? Non bisogna domandarsi se si crede in dio ma se dio crede in noi.. Avevo un amico che si chiamava Grumvaslki..siamo stati deportati insieme in Siberia.
Quando ti portano in siberia nei campi di lavoro si viaggia nei carri bestiame e si traversano steppe ghiacciate per giorni e giorni senza vedere anima viva. Ci si scalda l'uno con l'altro ma il problema è che per liberarsi...per CACARE nel vagone non si può..e le sole fermate sono quando bisogna mettere l'acqua nella locomotiva. Ma Grumvalski era parecchio timido e già quando dovevamo lavarci in gruppo si sentiva molto a disagio. Io lo prendevo un po' in giro per via di questa storia. Insomma..il treno si ferma e tutti noi ne approfittiamo per andare a CACARE dietro..dietro il vagone. Ma io gli avevo talmente rotto le scatole al povero Grumvalski che lui decide di andarsene un po' lontano. Insomma..il treno riparte..tutti saltano su al volo perchè il treno non aspetta.. Il problema è che Grumvalski che se n'era andato via dietro un cespuglio stava ancora CACANDO..allora lo vedo correre fuori da dietro il cespuglio reggendosi con le mani i pantaloni per non farli cadere e tentando di raggiungere il treno. Io gli tendo la mano..ma come lui mi tende le sue, deve mollare i pantaloni che gli cadono alle caviglie. Ritira su i pantaloni e si rimette a correre..e i pantaloni gli cascano tutte le volte che Grumvalski prova a tendermi le mani".

"allora insomma che è successo?"


"Niente..Grumvalski è morto di freddo! Arrivederci.."

 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.