Un blog creato da ciccio2081 il 07/10/2005

uno come tanti

ci sto provando

 
 
 
 
 
 

Due cose sono infinite....... l'universo e la stupidità umana, ma sull'universo nutro ancora qualche dubbio.                                                                                                   

  A. Einstain

 
 
 
 
 
 
 

Siamo  i figli di mezzo della storia,
senza scopo né posto.
Non abbiamo la grande immagineguerra né la grande
depressione. La nostra grande guerra è spirituale, la nostra grande depressione è la nostra vita

 
 
 
 
 
 
 

L'IDEA DI UN UOMO

immagine
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ausdauerciccio2081elviprimobazarpsicologiaforenseninokenya1GinxWIDE_REDgioviuVolo_di_porporaLaStregaCapricciosamiodurodglsolaris67fbal_zacmizar_aunamamma1
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Messaggio #177Messaggio #179 »

L'ERBA CATTIVA NON MORE MAI

Post n°178 pubblicato il 27 Agosto 2008 da ciccio2081

N'è passato di tempo da l'ultimo post, e sinceramente non è che sia cambiato poi tanto, io sto bene e scrivo sempre in pessima maniera, per cui non c'è niente di proccupante.

ho deciso di scrivere qualche verso perchè adesso ho tempo, finalmente sono in ferie e a dire il vero sono quasi finite, ma non mi lamento, sono riuscito a fare un mezzo viaggio, sono stato a parigi (pure là pieno de italiani SONEPIDEMIA) in tre giorni non ho fatto altro che girare in lungo e in largo Parigi è bella un pò impastata magarì, ma sicuramente è dovuto al fatto che ho fisto talmente tante cose tutte in sieme che i dettagli sfuggono. Volevo fare l'uomo di cultura per cui sono andato al museo del luvre e giustamente era chiuso agnoranti, quello di arte moderna però mi è toccato e mi è piaciuto anche un sacco, a parte l'ultimo piano che non  era ne carne ne pesce o meglio ste opere d'arte facevano cagare (tanto io d'arte non ci capisco un cazzo) poi siamo andato al museo della scienza  allora quel giorno non ho messo le lenti a contatto e sono andato con gli occhiali, così giusto per   darmi un tono da scienziato anch'io, ho pensato che magari gli servisse una mano a dividere l'atomo, cmq non mi è piaciuto era robbetta da ragazzini e poi era spiegato tutto in francese, inglese, tedesco e spagnolo.......l'italiano non se lo caga nessuno, razzisti. e poi sono andato al festival "rock en seine" da paura i R.A.T.M. scatenati. 

Adesso che sono tornato, tutti i giorni è na faticaccia al mare dalla mattina alla sera, che vita de merda.

La mia ragazza giustamente adesso che sono in ferie non la vedo perchè sta preparando un esame, ma si che ce fà tanto siamo andati a Parigi che è la citta più romantica del mondo (così dicono ma pure latina d'ambriagoperso   non è niente male), magari a Parigi sono andato con mio cugino perchè lei non aveva le ferie, ma verranno tempi migliori.

Và bè mo basta scrive che la penna ha finito l'inchiostro, scriverò magari tra qualche mese, stasera vado a mangiare la pizza in un locale che fà cagare ma la pizza e buonissima e la cameriera c'ha du tette da paura.

Saluti a tutti

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità

                                                   il nonno
 di spiderman

 
 
 
 
 
 
 

immagine 

Ci si sente meglio dopo una bella CACATA..voi credete in dio? Non bisogna domandarsi se si crede in dio ma se dio crede in noi.. Avevo un amico che si chiamava Grumvaslki..siamo stati deportati insieme in Siberia.
Quando ti portano in siberia nei campi di lavoro si viaggia nei carri bestiame e si traversano steppe ghiacciate per giorni e giorni senza vedere anima viva. Ci si scalda l'uno con l'altro ma il problema è che per liberarsi...per CACARE nel vagone non si può..e le sole fermate sono quando bisogna mettere l'acqua nella locomotiva. Ma Grumvalski era parecchio timido e già quando dovevamo lavarci in gruppo si sentiva molto a disagio. Io lo prendevo un po' in giro per via di questa storia. Insomma..il treno si ferma e tutti noi ne approfittiamo per andare a CACARE dietro..dietro il vagone. Ma io gli avevo talmente rotto le scatole al povero Grumvalski che lui decide di andarsene un po' lontano. Insomma..il treno riparte..tutti saltano su al volo perchè il treno non aspetta.. Il problema è che Grumvalski che se n'era andato via dietro un cespuglio stava ancora CACANDO..allora lo vedo correre fuori da dietro il cespuglio reggendosi con le mani i pantaloni per non farli cadere e tentando di raggiungere il treno. Io gli tendo la mano..ma come lui mi tende le sue, deve mollare i pantaloni che gli cadono alle caviglie. Ritira su i pantaloni e si rimette a correre..e i pantaloni gli cascano tutte le volte che Grumvalski prova a tendermi le mani".

"allora insomma che è successo?"


"Niente..Grumvalski è morto di freddo! Arrivederci.."

 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.