Un blog creato da cognitivedisplaysia il 19/07/2006

cognitive displaysia

(n): the feeling you have before you even leave the house that you are going to forget something and not remember it until you're on the highway

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

romhausodio_via_col_ventobal_zacilio_2009TiuccideroWIDE_REDla.cozzacognitivedisplaysiaanima_on_linestudiomanidea_roseRhositascornacchiolacaterinaviolet1968falco58dgl
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

e come mai?
Inviato da: odio_via_col_vento
il 22/11/2009 alle 20:51
 
magari, per contrapposizione, sarą un timidone...oppure...
Inviato da: Amore_immaginato
il 26/06/2009 alle 16:36
 
Mi fa piacere che tu abbia menzionato la maionese per...
Inviato da: Fayaway
il 02/06/2009 alle 13:59
 
e la grassa portinaia che ti ha salutato stamattina?
Inviato da: odio_via_col_vento
il 22/05/2009 alle 23:49
 
Perchč tu credi agli oroscopi?
Inviato da: violet1968
il 21/05/2009 alle 14:37
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

la rava e la fava

Post n°336 pubblicato il 05 Maggio 2009 da cognitivedisplaysia
 

Siccome ho il cagotto da ieri, un malditesta che non mi permette di parlare e pensare contemporaneamente e in più l'allergia, avrei bisogno di scrivere delle cose allegre e ottimiste, ergo delle cose che non mi appartengono, quindi ciccia.

Nessun resoconto stronzo del week end del primo maggio su coraggio. Nessuna descrizione della gita fuoriporta (Mantova plus suoceri. bella campagna. parenti del Doctor simpatici incontrati: 5. cafonate dei miei suoceri: almeno tre a testa.) Niente, non dico niente. Ma mica per correttezza morale, eh, che quella ormai mi manca, ma per sfatica.

Questo è periodo di condizionali: io me ne andrei, io farei, io ti vorrei bene se, io –rei.
Siccome sono certa che metterò in pratica forse il tre per cento di tutto quello che penso, perchè sprecare energie a pensare come poter essere una donna migliore? Potrei invece darmi alla lettura, dedicarmi al giardinaggio per riuscire finalmente a far vivere una pianta di basilico più di due settimane, dormire forse sognare oppure non fare un cazzo e stare bene lo stesso.

 
 
 

stanca

Post n°335 pubblicato il 28 Aprile 2009 da cognitivedisplaysia
 
Tag: Amici

ci ho pensato molto e sono giunta alla seguente conclusione: sono stanca.
non solo fisicamente per le alzate notturne con poppata del Ciuccione (che ormai allatto senza quasi interrompere i sogni) ma soprattutto mentalmente.
e quando sono stanca divento pesante, ruvida e acida.
un po' come convivere con un grosso gattone sovrappeso che è rimasto sotto la pioggia e che per questo è incazzato nero. uguale.
potete chiederlo al Dottore e lui vi sarà grato per l'occasione di sfogarsi e di piangere un po' sulle vostre spalle mentre voi gli fate pat pat sulla testa.
comunque
me ne sono andata dalla mamma per un po'. diciamo una settimana. per rilassarmi e vedere le amiche e magari farmi dare una ritoccatina dalla Tami, la mia estetista di fiducia.

parentesi telefonata con la Paola (io: beh, sì, è bravissima, mi ha visto più volte nuda lei di mio marito, il che è tutto dire...paola: beh, allora puoi dire che ti ha visto con più peli lei di tuo marito...io: ecco, mi piacerebbe poterlo dire ma temo che non sia vero...)

la Tami era super presa e quindi ciccia. in compenso martedì sono stata a cena dalla Strega dove ci siamo fatte fuori un'ottima bottiglia di Amarone. Dovevate vedere il Ciuccione all'una di notte ridere e spernacchiare come un matto mentre io cercavo di fargli la faccia seria per convincerlo a dormire.
poi, secondo la nostra deliziosa annuale abitudine, abbiamo fatto la cena delle amiche noi quattro più pargoli e Carolina, la quinta amica che si sposa mentre io sono in Spagna mannaggia.
poi niente, la settimana è passata in frettissima e io sono ancora qui con tutta la mia cattiveria.

 
 
 

c***o

Post n°334 pubblicato il 17 Aprile 2009 da cognitivedisplaysia
 

stamattina ho piantato le petunie cantando in una polla di sole e adesso grandina. essendo successa la stessa medesima cosa l'anno scorso con le primule, sono giunta alla conclusione che secondo me la primavera mi odia.

 
 
 

Pasqua con chi vuoi

Post n°333 pubblicato il 17 Aprile 2009 da cognitivedisplaysia
 

dopo aver passato una Pasqua di sole in compagnia dei Manci e di Gianca (che mi ha portato in dono una graditissima pianta di limoni) mangiando tutti ben oltre le nostre possibilità, sono giunta alla triste conclusione che l'età non ti mette al riparo da tutte le tristezze se a 30 anni come a 15 ti riempi di brufoli per aver mangiato troppa cioccolata.

 
 
 

Io a volte

Post n°332 pubblicato il 10 Aprile 2009 da cognitivedisplaysia

vorrei essere una stronza. Cioè vorrei fare outing come una vera stronza e non aver paura di dire le cose alla gente, anche le cose che so che sono meschine e inutili. Per provare l'effetto che fa parlare senza filtri, perchè basta tutta questa correttezza che è inutile prendersi per il culo. Se ci sono delle microadolescenti sceme che si vestono da zoccole, da zoccole sono vestite. Altro che moda, espressione di sè, trendy e cazzi buffi. Che poi, più che loro sono quei ragazzetti che si vestono con il pantalone super aderente che non starebbe bene Brad Pitt figuriamoci uno sfigatello qualunque di Sesto San Giovanni. (mai fatto un giro in Duomo un sabato pomeriggio? Il problema di Milano è che qualunque ebete alto più di un metroesettanta pensa di poter assomigliare ad un modello. Dopotutto, signori, siamo la città della moda).

Ma perchè parlare di lontani fenomeni sociologici? Ne ho a pacchi anche per chi mi sta vicino. Per il commesso del negozio che ha sicuramente due braccia rubate all'agricoltura e qualcuno dovrebbe dirgli di restituirle al più presto, per l'amica che non chiama mai e quando la chiami ti dice "menomale eh, non sei morta, non ci sentiamo mai", per mia cognata che dice "viziatello questo bambino" se lo prendo in braccio, quando sua figlia ha ancora il ciuccio a quattro anni, per non parlare di tutte le cose che potrei dire su mia suocera che mi fa venire il nervoso in generale per come pensa dovrei vivere la mia vita.

Sospetto fortissimamente una bella sindrome premestruale.