Creato da cuoredoroio il 25/11/2006

vita trova risposte

di tutto un pò

 

 

« Se tu fossi con me..Messaggio #25 »

Silenzi

Post n°24 pubblicato il 03 Giugno 2007 da cuoredoroio

 

...Come descrivere la felicità se non lascia ricordi? Vi sono momenti in cui siamo costretti ad amare, ore in cui la poesia ci sommerge ed il nostro cuore pulsa più velocemente, in cui la nostra anima si slancia al di fuori di noi, lacerando tutti i legami della volontà, per cercare un'altra anima in cui effondersi.. Quante volte abbiamo sentito il nostro cuore slanciarsi verso una felicità senza forme e senza nome che è nel cielo, nell'aria, dappertutto come un'amante invisibile, come l'amore... L'amore..... l'amore non è quel violento anelito di tutti i sensi verso un altro essere, ma è la profonda aspirazione della parte più sublime della nostra anima verso l'ignoto. Amare è ascoltare la propria anima, è spogliarla dall'affettazione mondana fino a raggiungere quel grado di intimità e di naturalezza che permette di esprimere ingenuamente quanto essa prova in quel momento. La naturalezza è quel che non devia dal modo abituale d'agire , non abbellisce né altera la purezza della verità. Non cercare di precorrere i tempi.... cammina dolcemente, assapora ad una ad una tutte le gioie ineffabili di una parola, di uno sguardo, di un pensiero, tutte le meravigliose inezie di un amore che sboccia e il tuo viso sarà sempre illuminato da un sorriso!!  

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CALENDARIO

immagine
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

ULTIME VISITE AL BLOG

IlGrandeSonnogiusj1959cattivo.elementomassimo.alabisisolangedgl14cercatoredigemmabano58carlinghercrepaldimarinamomishimperfettocuoreSphygmoangelasciacca69leomilioneminoc82
 
 

RINGRAZIAMENTO

Voglio ringraziarti Signore,
per il dono della vita;
ho letto da qualche parte
che gli uomini hanno un'ala soltanto:
possono volare solo rimanendo abbracciati.
A volte, nei momenti di confidenza,
oso pensare, Signore,
che tu abbia un'ala soltanto,
l'altra la tieni nascosta,
forse per farmi capire
che tu non vuoi volare senza di me;
per questo mi hai dato la vita:
Perché io fossi tuo compagno di volo,
insegnami, allora, a librarmi con Te.
Perché vivere non è trascinare la vita,
non è strapparla, non è rosicchiarla,
vivere è abbandonarsi come un gabbiano
all'ebbrezza del vento,
vivere è assaporare l'avventura della libertà,
vivere è stendere l'ala, l'unica ala,
con la fiducia di chi sa di avere nel volo
un partner grande come Te.
Ma non basta saper volare con Te, Signore,
tu mi hai dato il compito di abbracciare anche il fratello
e aiutarlo a volare.
Ti chiedo perdono, perciò,
per tutte le ali che non ho aiutato a distendersi,
non farmi più passare indifferente
vicino al fratello che è rimasto con l'ala, l'unica ala,
inesorabilmente impigliata nella rete della miseria e della solitudine
e si è ormai persuaso
di non essere più degno di volare con Te.
Soprattutto per questo fratello sfortunato dammi,
o Signore,
un'ala di riserva.

 

SE MI RICORDO DELLE ROSE...

 immagine
 

MY NAME

immagineimmagineimmagineimmagineimmagine

immagine           immagineimmagine      immagine                                              immagine  immagineimmagine

 

DORMI PICCINO

immagine 

Un giorno guardando il cielo

mi accorsi

che la stella piu’ luminosa mancava.


Mi domandai

dove poteva essere andata…


Conoscendoti

ho capito

che era semplicemente

 caduta sulla terra

 

ANGIOLETTO

immagine
 

LA SOLITUDINE

immagine