Creato da: diadetti il 25/10/2007
dialetto bresciano

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

bondoniprimianoalelaprasgiux74gilzeusAlbertodellaterzapao.zanPauliezmafo88enricore79giacomo.luzzuomovero3dalmatabrescianorcbdibraisgiacomo.menarolando.anni
 

Ultimi commenti

Molto carino questo post. Ciao da chiocciola
Inviato da: diletta.castelli
il 11/10/2016 alle 15:39
 
hahahahaha giusto una piccola differenza...
Inviato da: topsienne
il 11/06/2012 alle 18:31
 
cent'anni fa ed ancora attuale
Inviato da: diadetti
il 29/09/2011 alle 18:49
 
sei sempre cos dolce col tuo papy che mi fai quasi...
Inviato da: diadetti
il 03/02/2008 alle 22:40
 
Sei sempre il mio poeta preferito!!! Baci baqci la tua topo!
Inviato da: topsienne
il 01/02/2008 alle 10:14
 
 

Chi pu scrivere sul blog

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

l'estate di san Martino

Post n°52 pubblicato il 08 Novembre 2008 da diadetti
 

En tra 'l Cas de la Rs e 'l Sessant Tra il Casino della Rosa ed il Sessanta
en do gh le fil de mur che se cor dr, dove ci sono file di gelsi chesi rincorrono,
ona lsert la scap dr a 'na piant䠠 una lucertola scappa lungo una pianta
per 'na a scunds quant pass m de l. per nascondersi intanto che io passo di l.

'Na caterin rss a punt neghr Una coccinella rossa a puntini neri
che l'r s ona fj a ciap 'l sul, che era su una foglia a prendere il sole,
la s' spaentad, e per el star del crdr, si spaventata, e per lo star del credere,
la g slargat le al e la s' lead 'n vul. ha allargato le ali e si librata in volo.

E de la dei ram ul on rs de osi E di la dai rami vola uno stormo di uccelli
spaentcc da 'na s'ciopetad le vis, spaventati da una fucilata l vicino,
entat che m s dr a serc i ciodi intanto che io vado cercando funghi chiodini

e f scroc le fe che l'ltim sulit, e faccio schioccare le foglie che l'ultimo sole,
am cald e vif, el fa sec le 'n ter, ancora caldo e vivo, fa seccare per terra,
an de l'istat de sa' Mart, vers sr. nell'estate di san Martino, verso sera.




 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

... e quelli che si facevano sentire ?

Post n°51 pubblicato il 26 Ottobre 2008 da diadetti
 

'na a sa come l' stad vai a sapere come stata
ma da quand la gh passad, ma da quando gli passata,
a la znt, che la fam ereditad, alla gente, quella fame ereditata,
p gn on'anim l' riturnad ! pi neanche un'anima ritornata !
G p sintit gn a nminࠠ Non ho pi sentito neanche a nominare
i s che cuminci a scain, le porte che cominciano a cigolare,
gn cadn che a cioc neanche catene che a tintinnare
le f on cas de fa spaent. facevano un rumore da far spaventare.
E dei scheletri de s E degli scheletri di osso
che i vul saltat ads che volevan saltarti addosso
e po' fat neg 'ndel fs, e poi farti annegar nel fosso,
se fai p edr, chi bals ? mai pi visti: era un paradosso ?
E 'l bao pipo, str e maghi E i diavoletti, le streghe e i maghi,
bs che j-er quasi draghi, serpenti che parevan quasi draghi,
sat e lc che se f dr saette e allocchi che si facean vedere
e fantasmi mi de crdr . e fantasmi da non credere.
En d sarai fincc ads : Dove saranno finiti adesso :
frs da chi che st p ps ? forse da chi sta peggio di noi ?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

una damigella blu ed una verde

Post n°50 pubblicato il 15 Ottobre 2008 da diadetti
 

premessa : siurin = damigella : genere libellula - ordine odonati

'Na siurin bl la s' 'nnamurad䠠 Una damigella blu si innamorata
de gin verd che la s' postad䠠 di una color verde che si era posata
ansim a 'na rod a tir 'l fiat sopra ad un roveto a tirare il fiato
per la tupin che gh' gnm disnat per via della talpa che non avea desinato
e la gh' sercat de fan on bucuns젠 e volea cercar di farsene un bocconcino
dopo de ig canat chl maruns. dopo aver mancato quella marroncino.
La s' ambiad a svolassag 'n gir Ha cominciato a svolazzargli attorno
e a sinsigal co la punt de on'al, ed a stuzzicarla con la punta di un'ala,
a fag sentr de vis i s suspir, a fargli sentire i suoi sospiri d'amore,
ma chl verd la ul mi scultal. ma quella verde non la volea ascoltare.
Alur chl bl l' 'ndad a consiglias Allora quella blu andata a consigliarsi
da on c cc e da on amico calavr da una libellula e da un amico calabrone
che an quater e quatrt per contrapas che in quattro e quattr'otto per aiutarla
i g mitit an moimente le s trib. han messo in movimento le loro trib.
De l a 'n moment de c cc ona squadrigli In un attimo le libellule in squadriglia
le g tacat a fa le acrobassi,'na meravigli, han iniziato le acrobazie,una meraviglia,
entat che on batagli de calavr intanto che un battaglione di calabroni
i g 'ntun tcc ansem ona cans. intonavano tutti assieme cori e canzoni.
Alur la siurin, chl verd, s la rod, Allora la damigella, quella verde, sul rovo,
la g capit che ormai l'r l la prd䠠 ha capito che ormai era lei la preda
de l'amur de chl bl e la s' alsad 'n vul, d'amore di quella bl e si alzata in volo,
e tt d, nid a cr, j- ulad vers al sul. e tutte due, unite a cuore, han volato
verso il sole .


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L's an prestt

Post n°48 pubblicato il 15 Settembre 2008 da diadetti
 

Quant che stam p mal se vulim p b ; Quando si stava peggio ci si voleva pi bene ;
i vis j-er i prm parncc, e se mai che i vicini erano i primi parenti, e se mai che
gh bisgn de ds 'na ma l' p che ass頠 serviva una mano era pi che sufficiente
cioc a la prm port a ogni ur del d . bussare alla prima porta ad ogni ora del giorno .

'Na scdel de trip scambiad col minestr, Una scodella di trippa scambiata col minestrone,
codgh coi fazi con de custin coi vrs , cotiche e fagiuoli con costine e verza ,
spinass e cudigh co lmagh al bronzal , spinaci e cotechino con lumache alla bresciana ,
le rane co le bs rustid e 'l v de u f . le rane con i ghiozzi ed il vino di uva fine .

Ma m' restt nel c, dopo la gur , Ma mi rimasto in mente che , dopo la guerra ,
la siur Mari, che, per fa l brt maghr , la signora Maria , che , per fare il brodo magro ,
la gh on s nel cassit con de l'alzad , teneva un osso nel cassettone con l'alzata ,

e otr che dopral per st lzr , e oltre che usarlo per stare pi leggera ,
la gh la 'mprst c a m madr ; glielo prestava anche a mia madre ;
... per dag 'l sar a la panad . ... per dare il sapore alla panata .


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

la polent

Post n°45 pubblicato il 10 Giugno 2008 da diadetti
 

Aqu che bi, 'na brac de sal, - Acqua bollente, una manciata di sale,
farin zald de furmint, - farina gialla di granoturco,
canl che gir el pastolt - mestone che gira il composto
per n'ur e p, fin che l' cot. - per un'ora e pi, fin che cotto.

Ads la strach an sim al tar,- Adesso la verso sul tagliere,
col rf ma s'n taj ona ftel, - con il refe me ne taglio una fetta,
la mt nel tnd e puc l'unt - la metto nel piatto e la intingo nel sugo
de le lmagh al bronzal. - di lumache in umido cotte nel pajolo di bronzo.

Duminic l'tr ma s mangiat - domenica l'altra mi son mangiato
la carne de asn fad a stt, - la carne d'asino fatta a stufato,
sens polent el sars stt - senza polenta sarebbe stato
'na brt rb, rob de mt. - una brutta cosa, roba da matto.

E col concc a la "caciator" ? - E con il coniglio alla cacciatora?
tra z polent, sens ig por; - tira gi polenta, senza aver paura;
col spt e con de i usil scapcc - con lo spiedo e gli uccellini scappati
la sudisfassi l' de lstr i picc. - la soddisfazione quella di lucidare i piatti.

Co le ran e le bs o col becal, - Con rane e ghiozzi o con il baccal,
regagli a tcio o legr an salm, - frattaglie in umido e lepre in salm,
a fa s 'l ton con de 'l strach, - farne una palla con dentro stracchino,
col formi de tar e 'l rnc rustt, - con il formaggio tarato e l'aringa arrostita,
tcio coi fns, spinss e cudigh, - guazzetto di funghi, spinaci e cotechino,
custine coi vrs e codgh e fazi: - costine con verza e cotiche con fagiuoli:
ah, la polent, che mangi cari fii ! - ah, la polenta, che mangiar cari figlioli !


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso