Amici a 4 zampe

Amici a 4 zampe

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: rolly_90
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 31
Prov: AN
 

AREA PERSONALE

 

SHINISTAT

 

IN QUANTI STIAMO VISITANDO IL BLOG?

web stats MigliorBlog.it
 

Il mio secondo blog:

Mysterydgl1

 

PREMI

da parte di: Trappolinax
GRAZIE!!

 

TAG

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 36
 
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariomancino.mcolombo.lmanu.cabrellenaellena73emilytorn82micra.kdeacali21don.francobsexydamilleeunanottefarfalla8300giocom1960Massimiliano_UdDistrice63opirat1
 

IO E NOAH 5 ANNI FA'

 

NELLY FURTADO 2

 
 

 

« Messaggio #120HANNO FAME. AIUTIAMOLI »

PETIZIONE CONTRO IL TRAFFICO DEI CUCCIOLI

Post n°121 pubblicato il 23 Dicembre 2008 da rolly_90
 
Tag: Leggi
Foto di rolly_90

Rompiamo le scatole
ai trafficanti di cuccioli.

Possiamo farlo. Sul serio.
Grazie alla tua firma.
Grazie al tuo sostegno.

PETIZIONE POPOLARE

Al Ministro della Salute
Al Presidente del Senato della Repubblica
Al Presidente della Camera dei Deputati

I SOTTOSCRITTI CITTADINI
anche ai sensi dell’articolo 50 della Costituzione

  • ogni anno migliaia di cuccioli di cane e gatto nati nei Paesi dell’est europeo sono introdotti illegalmente in Italia in età tenerissima, con documentazione di viaggio spesso falsa o contraffatta;
  • i cuccioli importati sono smerciati in allevamenti, negozi e mercati ambulanti, con enormi guadagni. Sono esposti nelle Fiere del cucciolo e in altri casi usati per l’accattonaggio;
  • circa il 40% dei cuccioli muore dopo il viaggio e nei primi mesi di vita;
  • esiste il rischio di reintrodurre malattie ormai scomparse e pericolose anche per l’uomo, come la rabbia, endemica, in molti Paesi dell’Est europeo. Spesso, infatti, l’antirabbica, l’unica vaccinazione obbligatoria, non è praticata o è inefficace;
  • gli ingressi clandestini sfuggono facilmente ai controlli. Pochi sono quelli effettuati, con grande difficoltà. Scarsi i mezzi a disposizione;
  • non esistono efficaci strumenti nomativi per contrastare il fenomeno;
  • mancano sanzioni per la violazione degli obblighi comunitari sulla movimentazione di animali e in particolare, su obbligo del microchip, documentazione di viaggio, vaccinazioni;
  • la normativa che disciplina gli allevamenti e i negozi è carente e disomogenea sul territorio nazionale;
  • tutto questo rappresenta un grave costo etico, economico e sanitario.

CHIEDONO:

  • una moratoria sugli ingressi di cani e gatti dai Paesi dell’Est Europeo;
  • il divieto di vendita di animali nei negozi e incentivi per chi sceglie di astenersi dalla vendita;
  • il divieto di fiere di animali, accattonaggio con animali e loro utilizzo come premi;
  • il divieto di ingresso di cuccioli sprovvisti di vaccinazioni contro le patologie infettive più comuni;
    l’istituzione dell’anagrafe felina; 
  • l’introduzione del passaporto europeo come unico documento ufficiale per il cane e il gatto, anche per gli animali nati in Italia;
  • l’utilizzo di microchip in grado di identificare inequivocabilmente i cuccioli nati in Italia;
  • l’obbligo per l’allevatore di denunciare alla ASL l’accoppiamento e le cucciolate entro sette giorni dal parto, registrandole sul passaporto della madre;
  • il dovere per il proprietario di provvedere all’inoculazione del microchip e alla iscrizione in anagrafe entro quattordici giorni dalla nascita;
  • la collaborazione con le autorità dell’Europa dell’Est per bloccare alla partenza le importazioni illegali e la creazione di un archivio informatico dei passaporti;
    il rafforzamento delle Forze di Polizia per i reati contro gli animali;
  • maggiori e più accurati controlli su allevamenti e negozi e la dotazione di lettore di microchip per la polizia nazionale e locale;
  • leggi che disciplinino gli allevamenti, la registrazione di nasciten e cessioni e l’equiparazione tra allevamenti professionali e “amatoriali”;
  • la messa in rete di tutti i nominativi dei medici veterinari accreditati presso lo stato estero;
    l’obbligo per il veterinario di dichiarare agli organi competenti, irregolarità e particolarità riscontrate, come nel caso di patologie infettive poco frequenti nel nostro Paese;
  • l’introduzione di nuove ipotesi di reato legate alla documentazione di viaggio, all’introduzione e alla vendita di animali malati, con aspre sanzioni penali e l’interdizione dell’attività di commercio.

Per firmare online  basta cliccare in questo link e andare a firmare in fondo alla pagina:   http://www.lav.it/index.php?id=1114

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: rolly_90
Data di creazione: 08/05/2007
 
                                    
 
 

IL FILM CHE HO FATTO SUGLI UFO E ALIENI

 
 
 

 

 

IL MIO GATTO LEON

 

PALLINO, IL GATTO CHE AVEVO UNA VOLTA

 
 
 
 
blogCloud
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom