Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« BR che freddo!Voglia 'e fatica' zòmp... »

Nasce in Campania l’Associazione degli Armatori Partenopei

Post n°168 pubblicato il 17 Febbraio 2007 da vocedimegaride
 

immagine

L’ ACAP, l’Associazione Cabotaggio Armatori Partenopei, sarà presentata a Napoli lunedi 19 Febbraio alle 11.30 nella prestigiosa sede del Circolo Savoia. L’organismo raggruppa tutte le compagnie di navigazione che operano nel settore del trasporto passeggeri, merci e autoveicoli da e per la Regione Campania. Il consiglio d’amministrazione presieduto da Nicola D’Abundo, raggruppa i big dell’armatoria privata e vede la presenza di Gianluigi Aponte, Salvatore Lauro, Raffaele Aiello, Salvatore Di Leva, Aniello Aponte, Bruno Aponte, e Emanuele D’Abundo. Il ruolo di Direttore Generale è stata affidato all’avvocatoimmagine marittimista Salvatore Ravenna. L’Acap si affaccia oggi in maniera unitaria sul panorama delle società armatrici associate, forte di una flotta che conta 82 unità navali, tra mezzi veloci, navi tradizionali, navi traghetto oltre a catamarani monocarena adibiti a trasporto passeggeri ed autoveicoli. 1600 addetti tra personale navigante e amministrativo prestano servizio in questo delicato settore che riesce a movimentare milioni di passeggeri l’anno, non solo nel golfo di Napoli e Salerno ma anche verso importanti rotte sia italiane che straniere. Lunedi quindi il “Varo” nella sede del Reale Yacht Club Savoia, cornice ideale per presentare alla stampa la nuova associazione le cui finalità verranno ufficialmente illustrate al mondo dell’imprenditoria, agli esperti del settore, ai mass media e ai rappresentanti delle istituzioni. Sono stati infatti invitati a partecipare all’evento le principali autorità interessate al comparto marittimo: l’Assessore Regionale ai Trasporti Ennio Cascetta, il nuovo Comandante della Capitaneria di Porto di Napoli Alberto Stefanini, il Presidente dell’ Autorità portuale Francesco Nerli. Nelle sue finalità l’associazione si propone concreti obiettivi come quello di promuovere lo sviluppo delle vie del mare ed in particolare quello del sistema dei trasporti marittimi di passeggeri, auto e merci da e per i porti della nostra regione concorrendo in particolare al miglioramento dei servizi e delle strutture portuali, ma anche di costituire una sinergia importante nella categoria delle aziende amatoriali private che effettuano i servizi di collegamenti e trasporti non solo tra i porti e le località della nostra regione come Capri, Sorrento, Ischia Procida nel golfo di Napoli o Salerno Positano e Amalfi nel Golfo di Salerno, ma anche in altri luoghi fascinosi come le isole minori, Pontine, Eolie e Tremiti oppure porti più lontani come quelli della Sardegna, della Corsica e della Sicilia, e addirittura la flotta ACAP raggiunge località straniere sia con trasporto passeggeri che con auto, come la Tunisia o Spalato tanto per immaginecitarne alcune. Lo scopo più importante dell’Acap però è quello di tutelare gli interessi delle aziende e delle singole imprese che esercitano cabotaggio, per quanto riguarda i problemi di carattere generale. Infatti in un periodo in cui la crisi dei trasporti è riuscita a toccare persino i grandi colossi delle compagnie nazionali, come Alitalia e Ferrovie dello Stato, diventa sempre più necessario fare sistema e associarsi per stipulare accordi e contratti di lavoro ed anche rappresentare i soci nelle questioni che toccano gli interessi generali, in particolare: la partecipazione ad associazioni o enti nazionali ed internazionali, a convegni in Italia e all’estero, unitamente e sotto una sola sigla per meglio rappresentare in quelle sedi sia la tutela che gli interessi delle aziende associate. E’ partita quindi da queste esigenze l’idea sinergica che si è concretizzata poi nella costituzione dell’associazione ACAP, che è riuscita riunire sotto una sola sigla i nomi più importanti che hanno fatto la storia dell’armatoria campana e non solo, e che oggi, forti di una esperienza consolidata e maturata in decenni di attività, sono diventati sicuramente capisaldi dello sviluppo turistico della Campania che anche attraverso questo comparto che genera economia e indotto, può oggi collocarsi ai vertici delle località più visitate d’Italia.
Associazione Cabotaggio Armatori Partenopei Ufficio stampa: 081 808 0490
Email: acap.ufficiostampa@yahoo.it

immagine

(le immagini sono tutte di Mauro Caiano/VIP edizioni-Napoli)

Nota della redazione:
Chi ci segue è a conoscenza della "originalità" di questo rotocalco e sa che, spesso, siamo soliti commentare alcuni dei comunicati-stampa che scegliamo di pubblicare tra i numerosi che ci arrivano in redazione, perchè da noi ritenuti più adatti alla critica storica  in tema identitario (ch'è la linea editoriale medesima del nostro "giornale" libero, indipendente, autonomo, gratuito e non sponsorizzato). Ciò, a beneficio delle opportune riflessioni dell'elevato, specifico, target dei nostri critici lettori.  Abbiamo scelto di presentare pubblicamente questa meritevole iniziativa della neonata A.C.A.P. perchè lo spirito della medesima ci porta a confidare nella sconfitta di quel pernicioso individualismo dell'uomo del Sud ch'è stato ed ha continuato ad essere, per almeno un secolo e mezzo dell'era moderna, freno e causa del decadimento della Civiltà Mediterranea e dei suoi primati e fasti. Finalmente, i nostri armatori hanno scoperto il lavoro d'equipe, la difesa compatta della categoria storica che prima dell'Unità d'Italia quindi della colonizzazione e continentalizzazione delle nostre coste, fu l'assoluto monarca della Marineria e della Cantieristica Navale; in particolare, in Campania. Ciò fa ben sperare nell'immediato futuro, anche se il ritardo estremo nel qualificante associazionismo di categoria giunge in tempi difficili, ora che la Cina, per volontà politica di malamministrazione regionale, gestisce circa il 50% delle attività portuali di Napoli, che in virtù della propria gloriosa storia marinara e marittima, avrebbe dovuto detenerne l'esclusiva autoctona! Auguri sinceri agli armatori del Mezzogiorno! ( M.S.)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/lavocedimegaride/trackback.php?msg=2305750

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 19/02/07 alle 10:35 via WEB
Una bella e lodevole iniziativa. Spero che la neonata associazione spinga gli associati a rivolgeri alla cantieristica nazionale per le loro esigenze, anziché puntare sull'estero (Cina in particolare) sebbene ad attrali al di fuori dei confini italiani è la calamita più forte che ci sia per un imprenditore: l'economicità !!! Probabilmente se trattassero con l'industra cantieristica nazionale come "associazione" e non come singoli, potrebbero ricavare qualche (piccolo) beneficio. Auguri. Claudio ROMANO
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 19/02/07 alle 17:27 via WEB
Claudio Romano è un'AUTORITA' in tema di "marineria" napoletana: storico acclarato ed internaziolmente riconosciuto della Marina Napoletana...fino all'odierna. Speriamo che gli "armatori associati" seguano i suoi consigli!
 
vocedimegaride
vocedimegaride il 20/02/07 alle 10:08 via WEB
Aggiornamento Uff.Stampa ACAP: Napoli – 19 Febbraio 2007. Il “varo” dell’ ACAP, l’Associazione Cabotaggio Armatori Partenopei, è avvenuto questa mattina nella sede del Circolo Savoia di Napoli in un’affollata conferenza stampa alla quale hanno partecipato oltre ai rappresentanti delle compagnie associate, rappresentanti dell’imprenditoria e delle istituzioni e esponenti del mondo dei mass media. I lavori, moderati dal Presidente dell'Associazione Napoletana della Stampa Gianni Ambrosino, sono stati aperti dalla relazione del presidente dell’ Acap, l’armatore Nicola D’ Abundo che ha esposto in dettaglio le finalità della nuova associazione che si propone di avviare iniziative congiunte nel mondo armatoriale da presentare agli enti e gli organismi preposti. Infatti è stato a chiamato a partecipare ai lavori il presidente dell’ Autorità Portuale Francesco Nerli che ha salutato con interesse la nascita dell’Acap, l’associazione che raggruppa tutte le compagnie di navigazione che operano nel settore del trasporto passeggeri, merci e autoveicoli da e per la Regione Campania. Alla presentazione di oggi ha partecipato al completo il consiglio di amministrazione, unico assente giustificato l’armatore Gianluigi Aponte che è stato rappresentato da Salvatore Ravenna, l’avvocato marittimista direttore generale dell’Acap e dal nuovo amministratore delegato della Snav Raffaele Aiello. Per la prima volta dunque tutti riuniti sotto una sola sigla, Acap, e stamani tutti intorno al tavolo di presentazione e tutti i componenti del Cda a partire dal presidente Nicola D’Abundo, Salvatore Lauro, Salvatore Di Leva, Raffaele Aiello, Aniello Aponte, Bruno Aponte, e Emanuele D’Abundo e Salvatore Ravenna. “Abbiamo raggiunto un traguardo importante” dichiara il Presidente D’Abundo “che consente all’Acap di presentarsi sempre in maniera unitaria in tutte quelle occasioni e appuntamenti che avranno luogo sia nella regione che nelle sedi ministeriali.” Tra i rappresentanti delle istituzioni presenti anche il presidente della Commissione Bilancio del Consiglio Regionale della Campania Nicola Marrazzo che ha portato i saluti anche del Presidente della Commissione Attività Produttive Pasquale Sommese ed il Presidente dell’ Autorità Portuale di Napoli Francesco Nerli, che entrambi hanno sottolineato l’importanza dell’iniziativa. Ed è stato Nerli, infatti, a dichiarare che “è fondamentale che gli imprenditori parlino con una sola voce in grado di rappresentarli nella loro totalità. Con l’Acap ci confronteremo nei prossimi mesi sull’opportunità di raddoppiare lo scalo per le isole facendo partire i traghetti dall’imbarco di Porta di Massa e lasciando a Beverello solo gli aliscafi.” Ed è stata la proposta di Nerli a stimolare l’intervento dell’amministratore delegato della Snav Raffaele Aiello che dopo aver portato i saluti dell’armatore Gianluigi Aponte ha sottolineato come “ci sia bisogno di un grande cambiamento nello scalo del Beverello che, a differenza di altri porti e dell’aereoporto di Capodichino non è cambiato negli ultimi cinquant’anni.” Numerosi interventi si sono poi alternati nel corso della conferenza, come quello del Senatore Salvatore Lauro e dell’ Avv. Ravenna che avrà il compito importante di direttore generale e di coordinamento dell’associazione che intende confrontarsi a breve termine su problemi reali che ogni giorno devono essere affrontati e risolti dagli operatori del comparto marittimo.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese:



 

 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963