Creato da fata_nocino il 06/08/2009

come un carillon

ascolta il canto delle stelle

 

ci sono giorni......

Post n°26 pubblicato il 09 Giugno 2010 da fata_nocino

Ci sono giorni in cui un velo di nebbia impalpabile

ricopre il cielo, in cui i raggi del sole non riescono

a sfiorare le mie piccole ali, a riscaldarmi il cuore.

Ci sono giorni in cui un velo grigio tinge il mio sguardo

di mesta malinconia forse per non essere capita,

forse perchè non riesco a farmi capire....

Ci sono giorni in cui vorrei sognare in eterno e

mi chiedo quando il mondo, le persone cambieranno...

Ci sono giorni in cui mi chiedo se sono io quella

sbagliata, forse nata in un tempo ed in una dimensione

che non mi appartengono.

Ci sono giorni in cui sussuro il mio dolore anelando

il ritorno di un sorriso, un semplice sorriso.

Ci sono giorni....

Sono soltanto giorni, illusioni di un tempo

che esiste nella mente.....

Aspetterò che torni il sole pensando:

" non può piovere per sempre"

 
 
 

ipocrisia.....

Post n°25 pubblicato il 09 Gennaio 2010 da fata_nocino

Non è da me....

Ma mi sembra doveroso chiarire che alcuni agnelli

sono invece lupi famelici.....

Chi oserebbe dire che la propria compagna è morta di leucemia

con in grembo un bimbo, quando questa cosa non è vera?

Come la prendereste voi se veniste a scoprire l'inganno?

Ed altri?

Non dico altro solo attente.....non tutto è come sembra.

Questo per chi conosce la mia storia.

Null'altro ho da dire se non che sono veramente disgustata

e che spero non succeda ad altre quello che è successo a me.

 

 
 
 

Il giardino

Post n°24 pubblicato il 05 Novembre 2009 da fata_nocino

La piccola fata aprì gli occhi nei primi raggi dell'astro nascente.

Incantata vide la luce illuminare le tenebre.

Vide i fiori aprirsi alla luce del giorno,

le farfalle danzare nell'aria nutrirsi di nettare e bere rugiada.

Camminò nel caldo del pomeriggio,

vide raggi dorati specchiarsi nell'acqua del torrente

e giovani trote nuotare gioiose.

Ascoltò il canto del merlo perdersi in lontananza,

osservò la grazia dell'airone prendere il volo nel

crepuscolo, mentre le ombre dei salici si adagiavano sulla

riva del fiume,

quasi a voler riposare.

Meravigliata da tanta bellezza andò

a sdraiarsi sui petali candidi di un fior di loto.

Lì si addormentò, quando scese la notte nel giardino

della vita.

 
 
 

Stella marina

Post n°23 pubblicato il 22 Ottobre 2009 da fata_nocino

Un giorno una piccola stella marina si arenò su una spiaggia deserta.

Si sentiva un pò sola, sapeva di dover aspetttare

la prossima mareggiata per poter far ritorno al suo amato oceano e

alle su fantastiche creature.

Così alzò lo sguardo al cielo e chiese alle sue amiche stelle di

darle un amico.

La notte passò cullando tra le sue morbide braccia la piccola

stella, che al suo risveglio, con grande stupore, vide dinnanzi

a se un bimbo che aveva costruito uno splendido castello

di sabbia.

Dall'alto il castello la guardò con un sorriso.

Passarono i giorni il castello di sabbia e la piccola stella divennero

amici.

Parlavano del mare, delle stelle, ascoltavano il canto del gabbiano,

l'eco dell'oceano......

Ma una mattina svegliandosi la piccola stella non trovò più

il suo castello, la marea l'aveva trascinato via.

Così, rtimasta sola, la piccola decise di tornare

nell'oceano e di cercare

in ogni granello di sabbia un piccolo frammento del suo castello

di sabbia.

 
 
 

Amore di fata

Post n°22 pubblicato il 19 Ottobre 2009 da fata_nocino

 

peter.jpg image by FatinAlfrojul2004

La piccola fata osservava il mondo.

Seduta sulla cima di un ramo di quercia.

Osservava gli stolti, uomini e donne,

persi nei giardini aridi della loro vana gloria.

Osservava uomini con abiti grigi e spenti

salire a bordo di strani macchinari che emettevano

un fumo nauseabondo nell'aria, rendendola

a tratti irrespirabile.

Osservava madri ,troppo indaffarate a seguir mode,

che lasciavano i cuccioli in balia di lupi famelici.

Osservava silenziosa queste ombre che frenetiche

come le minuscole formiche, brullicavano in città spente,

prive dei colori del bosco.

Osservava le grida di quegli uomini, lanciate al cielo

come mani tese a cercare aiuto....

Osservava, la piccola fata e non capiva.

Era così semplice....eppure loro, gli uomini non capivano....

              Non capivano che bastava amare per non soffrire......

 
 
 
Successivi »
 

 

 

 

 

 

 

 

             Druidum

 

Sleeping beauty by Jacqueline  Roberts

    No alla pedofilia

 

 

In punta di piedi

danzo sul palco del mio destino

aspettando il domani...

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2m.furnarorobvecsemplicemente_io4suntreebruno343ninokenya1Jonathan161jijibecmonchery10strong_passionSuperbiziafabiolaborrusogregineoranginella
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I MIEI LINK PREFERITI