Creato da: leggediattrazione il 09/05/2009
forum discussione

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Ultime visite al Blog

bigpuffo1RAGAZZINIkroinicola.calandriellomauriziogambettiungaro72cielarte2pupettaperFrancescopratocomputerS19650408gerardellacortefarberbibastella.bbagninosalinaro
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

V settimana

Post n°17 pubblicato il 13 Giugno 2009 da leggediattrazione

E così siamo arrivati alla quinta settimana dei nostri esercizi di miglioramento. Sappiamo che il rapporto tra conscio e subconscio è di 9:1 cioè il conscio rappresenta il 10% mentre il subsconsio è il 90% e dato che il subconscio non viene utilizzato, cerchiamo di imparare ad utilizzarlo. Il subconscio è un vastissimo magazziono di informazioni, di comportamenti e di sapere che non utilizziamo. Utilizzandolo o cercando di portarlo verso il livello conscio, faremo sì che la legge di attrazione agisca e quindi realizzeremo i nostri desideri. Ricordiamoci che il potere di fare ed avere viene dal nostro interno e quindi se noi lo utilizziamo consapevolmente avremmo tutto ciò che desideriamo.
Per questa settimana rechiamoci come al solito nella stessa stanza degli esercizi precedenti, ed evochiamo qualcosa di bello, come paesaggi, giardini, le persone che li frequentano. Cerchiamo di avere tutti i dettagli, associamogli anche qualcosa che ci ha resi felici in questo giardino o in questo paesaggio. Sentiamo i profumi che emana ecc. viviamolo come se fossimo presenti, magari corriamo a piedi scalzi sull'erba. Visualizziamolo come se fosse reale. Questo va fatto ogni giorno

Oggi cominceremo a parlare della PNL messa a punto da Bandler e Grindel. La PNL serve a essere più efficaci nelle nostre relazioni, serve per avere successo nella vita in quanto influenza le scelte delle altre persone. Queste tecniche servono ad ottenere quello che tu vuoi da un superiore, da un parente, da un cliente o dal tuo partners. Serve ad assumere il controllo della situazione, ispirare fiducia e credibilità, a passare gli esami, usare potere e suggestione per ottenere ciò che vuoi, presentare le idee in maniera efficace, fare in modo che le persone siano d'accordo con te, evitare di essere manipolato. In sistesi le tecniche PNL servono a questo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TU SEI IL MIGLIOR TERAPEUTA DI TE STESSO

Post n°16 pubblicato il 04 Giugno 2009 da leggediattrazione

Parliamo dei giudizi frustranti. Sia che volete eliminare o meno i giudizi frustranti la realtà continuerà ad essere come è. Allora cambiate voi, e in meglio, se vi darete la pena di chiedervi che cosa sono e a che cosa vi servono. La vita va gustata e per fare ciò basta accettare la realtà com' è. Adesso vediamo come diventare "terapisti" di noi stessi per eliminare questi giudizi.

- Come primo passo convincetevi di avere il potere di controllare i vostri atteggiamenti di fronte a qualsiasi evento, e visto che siete voi ad assumerli ne consegue che voi potete controllarli. Non pensate di essere programmati ad agire e a fare in un determinato modo e quindi impossibilitati ad agire diversamente, secondo quanto vi detta il vostro cervello. Ricordatevi, la maggioranza di atteggiamenti sono solo dovuti alle vostre cattive abitudini.

- Regolarmente, in giorni prestabiliti, vedete di valutare spassionatemante la realtà. Valutate ed esaminate con attenzione tutto ciò che è incluso nella vostra visuale invece di limitarvi a guardare senza vedere. Sperimentate tutto senza limitarvi a pensare che dovreste cambiare questo o quello, se pensate di cambiare solo qualche cosa non cambierete niente. Osservate lo scorrimento del traffico , il panorama, la manutenzione delle strade, dei palazzi, in una parola tutto ciò che vi passa sotto gli occhi e che non avete mai avuto il tempo o la voglia di osservare. Così facendo eviterete nervosismi quando siete in coda, quando siete in attesa del vostro turno per arrivare allo sportello ecc, prendete questa abitudine e la vita vi cambierà radicalmente sarete meno nervosi e più felici

- Rivedete le vostre affermazioni, i vostri commenti che usate abitualmente e che non hanno nulla a che fare con la realtà e segnatevi quante volte al giorno vi lasciate sfuggire giudizi categorici che esprimono solo il vostro animo e non è lo stato reale delle cose. Frasi come "oggi è proprio una giornata nera" non hanno senso, come "quello è uno sgorbio". Correggete frasi simili che non hanno nulla a che fare con la realtà. Correggendo queste affermazioni correggerete anche gli atteggiamenti che siete soliti prendere con la realtà e imparerete ad accettarla così come è.

- Se qualcuno fa dei commenti che vi danno fastidio o danno dei pareri non consoni con il vostro, non prendetevela, bandite la violenza interiore. Se qualcuno vi ha detto o fatto qualche cosa per cui rimurginate per giorni e giorni esercitatevi a ridurre i tempi di "rimurginazione" o anche ad eliminarli tanto, se ci pensate bene, non concludete un granchè anzi, vi farà solo ed esclusivamente star male voi mica gli altri o quello/quelli che ve lo hanno detto. Alla fine acquisirete l'abitudine a lasciarvi "scivolare" addosso queste cose e che tutto sommato, con una attenta analisi, non ve ne può importare e non è utile per la vostra vita. Come quello che in macchina vi "taglia la strada" dategli un colpo di clacson e poi non pensateci più , l'evento è già passato ed è inutile inseguirlo e urlargli parolaccie o peggio cercare di fermalo, in dietro non si torna l'evento è già passato.

-Siate autonomi e non "allineati". Usate la vostra testa e i vostri occhi per vedere la realtà non adeguatevi a quella di qualche altro, siate autonomi nei vostri giudizi e nella vostra percezione della realtà. Se qualcuno si scandalizza be sono problemi loro e della loro felicità mica della vostra. Ricordate ciò che disse Walt Whitman:" Per me ogni ora di luce o di tenebra è un miracolo. Ogni millimentro cubo di spazio è un miracolo".

- Non analizzate, valutate, giudicate e interpretate il mondo, è solo una perdita di tempo. E' meglio apprezzarlo e amarlo per quello che è, godetevolo apprezzate il fatto che vivete, che potete vedere le bellezze della natura. Non ricadete nei vostri soliti giudizi, ma ricavate il maggior diletto possibile da questa vita. Non fate come a scuola che si danno dei voti, nella vita non esistono voti ma solo la vostra percezione, il vostro divertimento, i voti degli altri non vi interessano non servono per vivere non ricadete nella "votomania" non serve. Il bel voto ve lo date voi se fate le cose che più vi piacciono, se sapete godere della vita ed esserne felici.

- Evitate di considerare i rapporti come entità permanente e definitiva. vedeteli come sono in realtà. Cancellate, dal vostro vocabolario, la parola relazioni è un archetipo sbagliato. Vivete i legami nel presente non nel futuro. Non esiste un legamedi amicizia o di amore "per sempre" ma esiste solo "per adesso" . Viveteli con gioia nel presente i vostri legami, il futuro non lo conosciamo, magari gli amici/amche il partners decidono che è finita la strada fatta con voi e quindi le strade si dividono. Non cìè niente di scontato ma se vivete con gioia il momento attuale saranno sempre momenti belli e pieni di felicità.

- Siate certi che al mondo esistono, esistevano ed esisteranno sempre gli uomini che vi stanno sullo stomaco, gli snob, gli svitati, i criminali, gli approfittatori e le persone impastate di pregiudizi. Non prendetevela, non bollate le persone secondo delle categorie esse vi ricambieranno con la stessa visione. Cancellate dalla vostra testa questi pregiudizi e non frequentate le persone che non vi interessano o lasciate che altri si divertano nel bollare le persone voi fate finta di niente. Vivete e lasciate vivere è la miglior cosa

- Smettere di pensare che vostro marito, vostra moglie, i vostri figli o i vostri amici siano una vostra proprietà. Non riuscirete di certo a farli pensare come voi pensate. Vi risparmierete dei bei mal di testa o vi risparmierete delle delusuoni, lasciateli stare come sono ne ricaverete molte più soddisfazioni.

- Non lasciatevi "correggere" e non correggete gli altri non ne vale la pena in quanto il giusto e lo sbagliato è un vostro concetto come lo è per un altro se vi lasciate correggere. Ascolatate le argomentazioni e poi valutate in rapporto ai vostri parametri, non esiste una cosa giusta o una cosa non giusta. Non riprendiamo continuamente qualcuno che dice un termine inesatto, una storia un po' esagerata, lasciate che vivano anche loro non serve sfoggiare la vostra cultura non siete come alcuni che l'unica cosa che hanno è la grammatica ma non hanno nient'altro. Se uno sbaglia o vuole farsi vedere un po' perchè correggerlo continuamente? Magari lui è fecice così . E se lo facessero a voi cosa direste? "Mi hai corretto di nuovo senza motivo" oppure "sai solo tu le cose?" ecc. ricorda sempre "non fare quello che vuoi non ti sia fatto"

- Prendete l'abitudine a praticare degli esercizi atti a concedervi una pausa. Ogni tanto mandate in ferie i problemi. Imparate a meditare dieci minuti al giorno così da lasciar uscire i vostri problemi il vostro stress ne guadagnerete in salute e gioia. siete su questa terra per divertirvi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IV SETTIMANA

Post n°15 pubblicato il 03 Giugno 2009 da leggediattrazione

Abbiamo concluso la prima parte dei nostri esercizi di visualizzazione spero con successo.
Allora cominciamo a discutere di cosa è il pensiero, come si propaga, come prende forma. Il pensiero è energia, e per alcuni è energia spirituale, e si genera dalla congiunzione e quindi dalle esperienze che fa la nostra persona e in special modo il nostro cervello. La propagazione del nostro pensiero è di tipo vibrazionale da cui ne discende che se entra in risonanza con l'universo esso porterà alla materializzione dei nostri pensieri. Ne discende che se il pensiero conscio è armonizzato col pensiero subconscio crea una unica vibrazione e questa vibrazione, entrando in risonanza con l'universo, attira e fa materializzare qualunque cosa noi vogliamo. Nell'universo regna l'abbondanza per cui qualsiasi cosa voi chiediate l'universo è in grado di soddisfarla. Allora chiediamo e facciamo si che i nostri desideri risuonino, vibrazionalmente parlando, con l'universo e il pensiero diventerà realtà.

Adesso mettiamoci, come al solito, nella nostra stanza, sulla nostra sedia e cominciamo a rilassarci completamente e lasciamo andare tutte le nostre emozioni, la rabbia, le preoccupazioni la gelosia, l'invidia, la tristezza e i dolori o i dispiaceri di ogni tipo. Non bloccatevi davanti alle prime difficoltà potete tranquillamente lasciare andare tutte queste emozioni ed essere completamente rilassati, ci vuole solo costanza e perseveranza. L'esercizio deve durare dal 15 ai 30 minuti fino a che riuscierete ad essere padroni di voi stessi.

Qualche riflessione sulla SCIENZA DELLA MENTE. Perchè uno decide di intraprendere un percoso similare? La nostra competizione, che in alcuni tipi di  società è esasperata, dove ci porta? Perchè farci venire un infarto, o delle ulcere quando la stessa cosa si può ottenere con minimi sforzi?
Ricordiamoci che una accentuata competizione come succede ai dirigenti di alcune aziende porta solo a una morte precoce sia fisica che psichica e che, nel momento in cui non serviamo più alla azienda, essa ci da il "benservito" magari con un bel premio  ma nulla di più di quanto contrattualmente stabilito. E  magari noi non abbiamo vissuto la nostra vita, abbiamo distrutto la nostra famiglia, non abbiamo partecipato alla educzione dei figli e non ne abbiamo "goduto" della loro presenza e delle emozioni legate ad essa.
Ho avuto dei casi in cui dirigenti di grosse società si sono trovati ad essere vuoti dentro, ad essere soli. Ne è valsa la pena sacrificare i migliori anni, sacrificare qualsiasi cosa ? Non si potevano ottenere i risultati lavorativi lavorando in una maniera completamente diversa? Bisogna essere presente a tutte le riunioni, che per inciso, la maggioranza non servono a niente? Chiediamocelo e vediamo di migliorare le prestazioni nostre nei confronti dell'azienda da cui dipendiamo ed avere più tempo libero. Il buon dirigente non è quello che fa 18 ore di lavoro in azienda sacrificando la sua vita per il lavoro anche se ben retribuito ma sempre di lavoro si tratta. Non sarebbe meglio se oltre ad essere un buon dirigente dirigesse anche la sua vita in maniera da fare si un lavoro di alta responsabilità, di coordinazione e di decisioni, ma anche ad organizzare la propria vita in maniera tale da viverla? In fondo siamo venuti su questa terra per viverla e per godere dei frutti che essa ci dà. Ricordaimocia anche che è giusta avere "il senso del dovere" visto che abbiamo firmato un contratto, ma che abbiamo stipulato un contratto prima di venire al mondo. Magari siamo dei buoni dirigenti, dei buoni impiegati o operai, ma siamo anche di essere degli esseri umani con le proprie emozioni, con la gioia di vivere e di godere ciò che l'universo ci mette a disposizione.
Riflettiamo e miglioriamoci, diventiamo dei buoni dirigenti industriali ma anche dei buoni dirigenti della nostra vita, prendi in mano la tua vita e vivi.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TERZA SETTIMANA - SCIENZA DELLA MENTE

Post n°14 pubblicato il 26 Maggio 2009 da leggediattrazione
Foto di leggediattrazione

Oggi trattiamo un po di argomenti di discussione da parte di alcuni amici o meglio di richieste che mi sono state fatte da alcune amiche e poi passeremo alle riflessioni e agli  esercizi per questa settimana.
La scienza della mente è un termine dato dal giudice Troward a seguito dei suoi studi sulla legge di attrazione e li si ritrova nei libri THE EDINBURGH LECTURES ON MENTAL SCIENCE . Cosa dobbiamo ricordare quando si usa il potere de pensiero:

1- Devi avere la certezza di ciò che desideri realizzare e pertanto soppesa attentamente quali risultati collaterali puoi ottenere.
2- Lascia che il pensiero si soffermi su una immagine mentale
3- La visualizzazione è uno stato di equilibrio della tua mente che incanala e dirige il flusso dei tuoi desideri  alfine  di realizzarli
4- Tieni sempre presente che hai a che fare con un meraviglioso potenziale energetico ma che non ha ancora una forma ben precisa e che gle la imprimi tu
5- Una visualizzazione fatta nel modo giusto non riechiede alcun sforzo per mantenere la sua forma. E' come il filo d'erba che per crescere non ha bisogno di sforzarsi.
6- L'immagine è uno stato mentale piacevole che da gioia
7- L'immagine mentale si forma con lo scopo di dare qualità alla sostanza e all'energia.
Questi punti fondamentali della scienza della mente nella sua parte creativa ovviamente sintetizzati per non appesantire troppo questa piccola discussione. Poi se abbiamo dei problemi e vogliamo uscirne fuori, senza grandi "traumi" o costose cure da parte dei cosidetti "psicoterapeuti", possiamo usare una formuletta di questo genere:

IO SONO... IO DEVO FARE... IO POSSO FARE..... IO FARO'
poichè SEI,DEVI fare
poichè DEVI,PUOI fare
poichè PUOI fare,FAI.
(Tratto dal libro di Genevieve Behren allieva di Thomas Troward)

Riflettiamo su queste affermazioni e traiamone le conclusioni. Tutto è dentro di noi in quanto noi possiamo essere ciò che vogliamo e possiamo "guarire" da qualsiasi male psichico senza bisogno di lunghe e costose sedute. Così come alcune malattie fisiche possono essere curate con il nostro potere mentale e chi l'ho a applicato ha avuto il "miracolo" di guarire. Attendo i vostri numerosi commenti 

Adesso passiamo all'esercizio di questa settimana secondo Haanel. Andate nella vostra solita stanza e sedetivi sulla vostra solita sedia. Dovete restare perfettamente immobili per un 15-30 min, inibite i pensieri per quanto sia possibile, lasciatevi andare e permettete ai muscoli di assumere uan posizione naturale e rilassata così facendo fate si che il sangue circoli liberamente dal cervello al corpo e viceversa. Svolgete questo esercizio nella maniera più accurata possibile e alla fine dello stesso vi sentirete tranquilli e distesi.

Con questo esercizio completiamo il primo ciclo di introduzione alla realizzazione dei propri desideri e attendo, come sempre, le vostre reazioni a questo esercizio
andrea.nizza@tiscali.it

Un abbraccio e che l'universo ci faccia avere tutto ciò di cui abbiamo bisogno

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SECONDA SETTIMANA

Post n°13 pubblicato il 19 Maggio 2009 da leggediattrazione

Fatto l'esercizio del post precedente e preso "pieno possesso" del proprio corpo, o meglio, imparato a dominare i muscoli del proprio corpo passiamo ad un esercizio successivo. Questa volta dobbiamo, sempre per 15/30 minuti al giorno imparare a inibire tutti i pensieri, rimanendo perfettamente immobili. Il vostro cervello deve essere focalizzato solo su un pensiero che vi interessa ma sempre e solo su quello. Questo vi insegnerà a governare il flusso dei pensieri.

Adesso alcune riflessioni. La mente che azione ha? Conscia e subconscia. Qual'è il valore del subconscio? enorme. Ci guida e ci controlla in tutti i nostri processi vitali ed è la sede della memoria. Come si influenza il subconscio? Dichiarare mentalmente ciò che si vuole, e si otterranno, se il pensiero è in armonia, i risultati aspettati.
La distinzione tra conscio e subconscio? Il conscio è la parte raziocinante, mentre il subconscio è il desiderio istintivo.

Passiamo ora ad altre riflessioni. Ricordarsi sempre di non lasciarvi sopraffare, quando andate in un ufficio e chiedete un qualche cosa, non lasciate mai che vi si dica, "guardi il suo caso è uguale a uno che ho trattato la scorsa settimana e non c'è niente da fare" oppure andate in un negozio e la merce che avete acquistato è fallata non lasciatevi dire dal commesso "la politica della nostra azienda è quella di non cambiare" dovete assolutamente non lasciarvi impressionare da frasi simili. Nel primo caso ribattete che a voi del caso della scorsa settimana non interessa e se lui non è in grado di darvi risposte certe al vostro quesito andate da un suo superiore. diteglielo senza alzare la voce, ne battere i pugni, ma con voce ferma e sicura, è un vostro diritto avere delle risposte. Lo stesso dicasi per il commesso gli direte che se non può fare niente volete parlare col direttore o il proprietario. Entrate nel negozio che vi ha dato la cosa scandete pensando che avete ragione e che per nessuna cosa al mondo vi farete "mettere i piedi in testa", solo così sarete delle persone vincenti.

A presto e una buona giornata e la felicità sia sempre nei vostri cuori, un sorriso è la miglior arma per stare bene

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »