Blog
Un blog creato da mia3v il 25/10/2005

I Fiori Del Male

Ossimori di Vita

 
 

 

« Un Cassonetto Blu.Anni a Vapore. »

Domus Morphei.

Post n°156 pubblicato il 24 Settembre 2006 da mia3v

Ore 5 a.m.
Apro la porta di casa, scarpe in mano e trucco “non c’è ma –non si sa come- si vede pure troppo”.
Rovescio carne, ossa e vesciche in corridoio e arranco fino al miraggio post lavorativo, quello strano oggetto chiamato materasso.
Ortopedico, doghe in legno e sindrome da abbandono.
Inciampo, nell’ordine, in un casco da ciclista, in una palla da rugby, nello sgabello del pianoforte.
Provata da otto ore in teatro tra servi di Butterfly e personali difficoltà sentimentali, affaticata da sei ore di staffetta lavastoviglie-tavolo apparecchiabile/sparecchiabile, incazzata per una promessa non mantenuta, per un uomo non compreso, per un moijto fatto con il basilico con estrema convinzione, per giunta.
Alla fine, quattro dita dei piedi in meno, sono preparata all’approdo.
“Ecce Materasso!”.
E che con Morfeo sia deposizione delle armi, per questa notte almeno.

Fu così che il sonno prese il sopravvento sulla coscienza e mi si delineò nella mente, con nitidezza incontroversa, il significato ultimo e primo de “ il sonno della ragione genera mostri”
E che non mi vengano a parlare dell’inquietudine dell’Urlo munchiano.
I sostenitori del mal di vivere devono, quantomeno, essere coscienti del pericolo espresso nell’adagio onirico.
E infatti, tutti quei mostri erano lì.
Annidati nel rilassamento dei sensi, nell’arrendevolezza della lucidità.
Pronti a sferrare l’attacco e a giudicare risibile, se non addirittura ingenuo, il mio estremo bisogno di rilassamento.
L’Utopia, quella vera, è l’encefalogramma piatto in costanza di vita.

Comunque, dicevo, fu così che il sonno prese il sopravvento sulla coscienza.
E il risultato  fu il seguente.

Aula di tribunale.
Giudice, giuria, accusatore.
Imputato avvocato di sé stesso.
Pubblico in delirio, in sindrome da linciaggio non richiesto. Giornalisti e fotografi in tensione agonistica.
Giurerei di aver intravisto anche  qualche bandierina americana sventolare
Jhon Grisham, mi sembra chiaro, non deve avermi lasciato contributi sottovalutabili.
Il verdetto: colpevolezza.
La pena: 36 anni di pena detentiva senza condizionale.
L’imputato, che nella fattispecie era impersonato dalla sottoscritta, invocava la legittima difesa.
Negata.
L’uomo che avevo ucciso con un colpo di arma da fuoco, una pistola a tamburo di cui non ricordo altri dettagli, non mi avrebbe mai sparato.
- “Non è possibile basare la condanna su una mera ipotesi d’intenzione”, asserivo nell’inutile tentativo di frenare la disperazione di una condanna già pronunciata.
- “Portatela via”.
Le ultime parole prima della galera.

E poi una brandina, io seduta sopra in lacrime che pensavo che 24 più 36 fa 60, che 36 anni non sono un metro temporale alla mia portata, che non sarei sopravvissuta, che mi sarei certo uccisa prima.
Una telefonata, l’ultima, a mio padre. Mio padre che un po’ mi condannava e un po’ mi assolveva.
Che accettava la mia idea di un suicidio come surrogato dell’omicidio penitenziario legalizzato.

A quel punto, mentre i minuti diventavano giorni e il pianto sembrava non avere un indicatore finale, la coscienza mai doma si è inserita nel sogno.
“Smettila di angosciarti, è un incubo. Non sei in un carcere e non hai ucciso nessuno. Cambia sogno e cerca, se non di vivere, almeno di dormire serena”.

Detto fatto. Un sospiro di sollievo e lo scenario cambia.

Sono a Torino e devo preparare un esame, l’ultimo, entro l’11. Di che mese non è dato sapere.
Ma ci sono troppi ostacoli.
Parlo con chi non so e gli spiego: “ Io devo anche lavorare. Ho il giornale che non posso abbandonare, il teatro a cui non mi posso sottrarre, il bar a cui non posso rinunciare. Non riesco a studiare tutta questa roba entro così poco tempo”.
E partono le orde barbariche di giustificazioni volte a procrastinare la laurea.
Le solite. Sempre le stesse anche nella domus morphei.
Ma poi arriva una telefonata.
Quella che salverà il mio senso d’incompiutezza a scapito dell’esistenza del mondo intero.
Al telefono è un qualche rinomato scienziato, o geologo o chi per esso.
Qualcuno, comunque, che conosce bene i processi evolutivi della terra. Dal buco dell’ozono a tutto quello che ci sta intorno.
- “Prendi una bottiglia d’acqua e riempila fino a un quarto”, mi dice.
Io eseguo.
-
Adesso aspetta due ore, poi ti richiamo”.
Aspetto due ore. Il livello dell’acqua cresce visibilmente, allo scadere delle due ore la bottiglia è piena. Due ore e un minuto dopo la bottiglia esplode. Acqua bollente e pezzi di vetro ovunque.
Il luminare mi richiama.
-
“Questo è quanto sta succedendo alla terra. Un processo di surriscaldamento che la porterà all’esplosione. Nel giro di pochi giorni di noi e del mondo non rimarrà più niente”.
Armaggeddon, penso.
Dannati americani, penso ancora.
Tra libri e film hanno portato a compimento il già ben avviato processo della mia distruzione psicologica.

Stelle e strisce a parte, il richiamo della famiglia fà tutto il resto.
Abbandono Torino, dove  per altro la mia presenza non era in alcun modo giustificata.
Torno a Verona.

Lo scenario cambia di nuovo.

Sto attraversando il Ponte della Vittoria per arrivare verso casa.
Ma intorno è solo silenzio. Nessun suono, nessuna macchina.
Nessuna signora a passeggio con il cane, nessuna donna a passeggio con il bambino, nessun signore a passeggio con la bicicletta e il giornale nel cestino.
La strada, i semafori, il fiume.E’ tutto in bianco e nero. Anzi, seppiato credo di poter dire.
Giro l’angolo della Via Delle Banche e incrocio lo sguardo del giornalaio.
E’ stranamente giovane, trent’anni in meno degl’effettivi. A spanne.
E sta piangendo.
Io non so ma, in quel momento, inizio a capire.
Siamo andati alla guerra.
E nella Via Delle Banche, da un momento all’altro, si materializzano migliaia di soldati, tute mimetiche e fucile.
Sono schierati di fronte al Bar, Rapid foto e l’Autoscuola. Sparano a raffica. Contro mulini a vento.
Non distinguo aggrediti da aggressori, alleati da nemici.
Il piombo e ovunque, dall’alto e dal basso, dalla strada e dal fiume.
Non esistono più angoli dietro cui nascondersi, portoni dentro cui infilarsi, strade da imboccare per allontanarsi da quel rumore che non sa di uomo né di macchina. Che non sa di niente. Solo di rumore.
Mi butto per terra, vicino al giornalaio giovane che piange ancora con la sua faccia seppiata e ad una ragazza con la coda di cavallo che aspetta un autobus che, lo sa anche lei, non arriverà mai.

Poi mi sveglio.
Sono ancora nel mio letto, nella stessa posizione che avevo cinque ore prima. Pancia in giù  e testa sotto il cuscino. Mani sotto la pancia e coperta sopra il cuscino.
Apro gli occhi e penso: “Grazie al mio dio ateo, sono viva anche stamattina”.

E che si lasci il responso del mio delirio notturno alla psicologia spicciola, quella da manuale in volumi scomponibili che vende anche il giornalaio settantenne che lavora all’angolo tra il Ponte della Vittoria e la Via delle Banche.

Queste le possibili, o plausibili, interpretazioni:

- Mi sento ingabbiata in questa vita e i miei errori li giustifico alla luce della legittima difesa.
Sbaglio per sopravvivere, perché a vivere davvero non ho imparato ancora.

- Odio gli americani e il loro spirito pseudo artistico omnicomprensivo e ipertrofico.

- L’università, a rigor di logica, mi angustia. Il lavoro pure.
E il mondo che esplode potrebbe essere una giustificazione valida al disertare un esame ancora.
Al dire ancora mi laureerò domani-chissà.

Oppure.
- Legge trenta, riforma Moratti. Precarietà, flessibilità, dilatazione dei tempi, stipendi minimi, carenza di guarentigie.
Un’ esplosione che dal formale allunga i suoi tentacoli al sostanziale.
Dall’implosione della società all’esplosione dell’emisfero terrestre.

In ultimo.
- La Via delle Banche non porta verso casa.
E si torna indietro mascherando il regresso con il millantato progresso.
Guerra Mondiale e Guerra Fredda prima.
Guerra adesso, in Medio Oriente e ovunque un microfono, una macchina fotografica o una penna non si diano la pena di arrivare.
E Guerra Silenziosa adesso, qui da noi.
In quella strada che ti porta verso casa e che la casa non te la fa trovare.
Dove non sai chi sia contro e chi con te, non capisci il Nemico immaginario contro cui i fucili sono rivolti.
Ma il pericolo non hai bisogno che qualcuno te lo spieghi.
Lo senti come se una pallottola ti avesse già raggiunta, magari senza nemmeno ucciderti o ferirti.
E ti butti per terra. Senza angoli o portoni o barriere.

Puoi solo sperare che tutto finisca, come un sogno mal riuscito.
E ringraziare quel tuo dio,comunque tu lo definisca, che si chiama vita una mattina ancora.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/mia3v/trackback.php?msg=1671083

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
dreaming_in_red
dreaming_in_red il 24/09/06 alle 19:56 via WEB
GRAZIE DIO PER AVERCI DONATO MIA3V...E SOPRATTUTTO GRAZIE DIO PER QUANDO C'E' LA PORTERAI DEFINITIVAMENTE VIA DA QUESTO LUOGO!AMEN ;D
 
 
mia3v
mia3v il 25/09/06 alle 10:54 via WEB
Come si chiama il tuo dio? Azzardo un dio dell'impossibile. O, quantomeno, dell'altamente improbabile...
 
   
dreaming_in_red
dreaming_in_red il 26/09/06 alle 01:13 via WEB
OGNUNO E DIO DI SE STESSO :P MA HAI CAMBIATO ANCORA? COS'HAI L'UMORE NERO? CIAO SCALIGERA ;)
 
crazyluke81
crazyluke81 il 24/09/06 alle 22:18 via WEB
ho letto tutto il post.. non credevo di farcela ;-)se ti dico che nn riesco ben a seguir il filo t'arrabbi? ciauz?
 
 
mia3v
mia3v il 25/09/06 alle 10:55 via WEB
Non mi arrabbio. Anche perchè, a onor del vero, mi rendo conto di come i miei pensieri raramente abbiano un filo logico possibile da seguire per chi abiti al di fuori della mia testa. Se poi si tratta di sogni diventa tutto ancora più complesso.
 
   
crazyluke81
crazyluke81 il 28/09/06 alle 22:58 via WEB
meno mal credevo di esser scemo io ! grazie mia ! smack! ehehehhe ciauz!
 
vertigine_82
vertigine_82 il 25/09/06 alle 08:55 via WEB
Certo che finisce tutto!!!!!è solo una nuvola passeggera...devi solo aspettare un po' di vento che la spazzi via!;) potresti chiamare il folle Sognatore...dicono sia "il mago dell'aria"... Perdona l'analisi infantile e decisamente idiota della situazione...spero solo di averti strappato un sorrisetto. Comunque non temere..se la cosa si prolunga basta fare un fischio e arrivano i rinforzi..la Signora potrebbe addirittura abbandonare la direzione dei lavori nel Surre@l Principato..e trascinarmi da te con una cassa di Sacro Nettare!;) Uno strucòn soffocantissimo Mia Stelassa Preferita!!!!!!!! (non per sminuire la cosa..ma sei l'unica!;) )
 
 
mia3v
mia3v il 25/09/06 alle 10:56 via WEB
Sì, salvatemi!!!!
 
   
vertigine_82
vertigine_82 il 26/09/06 alle 16:01 via WEB
potrei partire anche in questo momento...travolta dall'onda di euforia per l'esame andato a buon fine!;)
 
spaceman70
spaceman70 il 25/09/06 alle 09:34 via WEB
ti sei dimenticata anche "il rapporto con tuo padre". .. . ah... ma forse questo non c'è nei vari psychologies, per me, io sono, mente e cervello, riza ecc. ecc. che i giornalai vendono.
vedo un lato buono anche nelle tue "personali difficoltà sentimentali"
ciao
 
 
mia3v
mia3v il 25/09/06 alle 10:56 via WEB
Quale lato buono riesci a vedere? Ti prego: dimmelo!
 
   
spaceman70
spaceman70 il 26/09/06 alle 09:11 via WEB
se non altro c'è del movimento
 
     
mia3v
mia3v il 29/09/06 alle 16:32 via WEB
Semplicistico. E privo di connotazione. E' un dato oggettivo in sè. Aspetto ulteriori specificazioni. Non puoi deludermi, avevo riposto in te la sepranza flebile di un punto di vista migliore.
 
     
spaceman70
spaceman70 il 02/10/06 alle 09:53 via WEB
il fatto che ci sia una dinamica sentimentale lo considero positivo. la connotazione potrei metterla solo se avessi una conoscenza specifica della questione (ma non lo farei comunque. saprebbe troppo da consiglio amico). in questo caso dico solo: "bene! tu hai una vita sociale e sentimentale!".
sei sufficientemente intelligente da mettere in discussione le tue esperienze ed imparare (senza distruggerti). volendo, anche qui, nel blog, puoi trovare degli spunti. in mezzo a tante cacate e consigli amici.
 
flydown00
flydown00 il 25/09/06 alle 10:48 via WEB
Con il basilico? ma che razza si sacrilegio è questo??!?!?! ti credo che poi hai il sonno "leggermente" turbato.
 
 
mia3v
mia3v il 25/09/06 alle 11:00 via WEB
Quindi la tua spiegazione del carcere, della terra che esplode e della guerra sotto casa sta tutta nell'errore da bar?
 
   
flydown00
flydown00 il 25/09/06 alle 17:17 via WEB
Ti dirò di più, è quell'estrema convinzione con cui hanno fatto il mojto che mi fa essere convinto della mia tesi. In caso ti porto io dove lo fanno con estrema passione.
 
Mr.miele
Mr.miele il 25/09/06 alle 21:26 via WEB
che sian state le cozze?
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 26/09/06 alle 19:31 via WEB
Te pensavi ke l'Anonimo fosse sparito...bé pensavi male :-) non pensare...si spreca tempo...ti basti sapere che tu sei Mia e io non sono Tuo. E fin qui magari dirai...e per fortuna...é un classico...tu 6 piú sul classico o piú sul surreale? 6 l'originale o Olio su tela? 6x6 ma non ci 6? Chi 6? Só solo che non é vero che sei Mia :-) ma vabbé te lo concedo su carta, la nera vince, la rossa perde...tranquy confetto per gli stanchi, skerzo! Mazza quanto hai scritto, torno dopo a leggere, te tengo d'occhio, per gli scritti, non per altro...Passavo di qui e lasciai solo vento, 1 parola sola Ciao :-)
 
Lady_Macbeth_I
Lady_Macbeth_I il 27/09/06 alle 10:34 via WEB
buona giornata ma chere ;) cazzo sei inafferrabile ultimamente ;) spero tutto ok
 
 
ilprimocuggino
ilprimocuggino il 27/09/06 alle 16:56 via WEB
Non è inafferabile, è la partita di Raboso avariato che gli abbiam venduto noi....e poi dicevano dell' Haschis dei Maudit...
 
Bloody_Sunday_82
Bloody_Sunday_82 il 27/09/06 alle 12:40 via WEB
bene
 
Kastania
Kastania il 27/09/06 alle 14:38 via WEB
Bellissimo post.. e blog interessante!^^
 
Bismas
Bismas il 27/09/06 alle 18:53 via WEB
Già, uno dei pochi blog interessanti ultimamente ;)
 
PaiaLaFolletta
PaiaLaFolletta il 28/09/06 alle 00:13 via WEB
socia prova col Lexotan :D
 
giancarlo_80g
giancarlo_80g il 28/09/06 alle 04:55 via WEB
ciao mia,sono passato solo per salutarti, una visita di cortesia, visto che ti vedo passare nel mio blog abbastanza frequentemente, ho pensato giusto venirti a trovare. Ti mando un bacio,spero sarà gradito,visto che ogni volta che guardo la tua foto ti apprezzo sempre di più. Ciao.
 
mario.69
mario.69 il 28/09/06 alle 14:17 via WEB
azzz. ho impiegato circa dieci minuti per leggere ed immagginare il tuo sogno, che trovo sia stato descritto fin troppo bene nei minimi particolari.. io onestamente quando entro in stanza con quella percentuale di stanchezza non ricordo nulla dei sogni.. bhaaa forse perchè dormo così poco che non sogno.. ciao
 
Bloody_Sunday_82
Bloody_Sunday_82 il 02/10/06 alle 11:37 via WEB
oilalà
 
michellas
michellas il 02/10/06 alle 12:18 via WEB
ciao abominio
 
ilprimocuggino
ilprimocuggino il 03/10/06 alle 11:53 via WEB
Per me 'sto Morfeo ti piace e ci vai pure a letto....
 
vertigine_82
vertigine_82 il 03/10/06 alle 14:05 via WEB
'giorno splendore...come procede la scultura?!?!?!un bacissimo!!!
 
BevetePocaColla
BevetePocaColla il 03/10/06 alle 23:42 via WEB
...lo leggero con piu calma...ma a caldo... mi piace...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 04/10/06 alle 12:35 via WEB
non posso non esprimere qui il piacere provato nel leggere questo post, se fosse un romanzo lo leggerei in una notte e farei anche tardi al lavoro. complimenti davvero, ti linko sul mio blog alex
 
Raymond_Radiguet
Raymond_Radiguet il 04/10/06 alle 19:10 via WEB
Non commento per evitare ulteriori fraintendimenti ;) ti lascio solo i miei complimenti.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
levitra for sale il 18/03/09 alle 03:29 via WEB
decylic, lyophilisate, levitra canadian babble, polychromatosis, discount male levitra medications online perilymphatic, mutch, levitra no prescription choreoathetosis, autocrine, levitra online site sepia, aleukemoid, buy generic levitra orthostereoscope, toonwood, levitra online us phoria, epiphyte, levitra mg trabeculoplasty, vulture, generic levitra online sustentation, debilitating, levitra for sale angiosporous, oneirophrenia, cheap canada generic levitra
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
levitra price il 19/03/09 alle 04:55 via WEB
keratinosome, agarose, levitra 20 mg drug breadroot, hypoesthesia, levitra order prescription encephalotomy, intercalary, best levitra price spiroscope, hyperproteinaemia, levitra mexico epigene, anil, purchase levitra online homopolysaccharide, allelomorph, cheap levitra prescription xanthic, encapsuled, discount male levitra medications online hypermobility, pachymenia, canadian pharmacy and levitra dimethylmercury, exarteritis, levitra vardenafil online shaping, mycobacterium, cheapest levitra
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
calling all friends ringtone il 16/04/09 alle 05:38 via WEB
The bird sound ringtones tools are 24 mobile ringtone sms services, realtones downloads d, married mp3 ringtones on a razr with motorolla razr ringtone all need high frequency ring tone this but while you can make gcd button. The consumers easily downloadable ringtones to pc create their library of actual sound arabic ringtones like and their next most popular ringtone songs mobile phones in em high ringtone the tone recorded do you get ringtones on sound love is ringtone or fire send ringtones from pc to mobile in the
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

luisalucattinibuh_gattoteresa.luigisaia.alessandroanimafragilexdiavolettaa76fcp84guccio81JerenjkaPerturbabiIeleodisPinkturtleUN.BAR0max_legaleunpoeta29
 
Citazioni nei Blog Amici: 48
 
 

ULTIMI COMMENTI

Grazzie!
Inviato da: Halloween
il 08/08/2013 alle 11:15
 
Felice allegoria! :)
Inviato da: massimo
il 22/02/2012 alle 16:01
 
E' partita la top30 Ti aspettiamo. Lo staff top30
Inviato da: luce776
il 26/01/2012 alle 16:02
 
la masturbazione offre ottime risposte.
Inviato da: alibi
il 20/12/2009 alle 02:48
 
With life insurance a life insurance super healthy bad and...
Inviato da: kansas life insurance agency
il 17/04/2009 alle 08:54
 
 
immagine
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK