Creato da middlemarch_g il 24/01/2008
'Fallisci meglio' è il mio secondo nome
 

 

« Tigers and lambsBlonde shaking »

La felicità è una minuscola cosa

Post n°651 pubblicato il 22 Maggio 2011 da middlemarch_g
 

La perfetta sterilità non esiste. Non è una cosa che so di mio, me l'ha spiegato mio marito che bazzica le sale operatorie. E' una regola. Di più. E' una legge. C'è una precisa curva ascendente che a un certo punto inverte la rotta. Se ti danni per sterilizzare tutto lo sterilizzabile fino all'ultimo bacillo potenzialmente infetto, arriva il punto in cui le tue strategie ti si rivoltano contro e finiscono per causare danni peggiori di quelli per cui vengono messe in atto. Vale a dire che c'è un punto in cui ti devi fermare, e accettare di convivere con una minima percentuale di rischio. La vita, per definizione, non è mai del tutto sterile. Se è del tutto sterile, è inutile che la chiami vita perché non lo è. E' un'altra cosa.

Mi è sempre piaciuta questa storia, non so bene perché. Forse perché mi pare un piccolo codicillo che si allinea perfettamente alla Grande Giurisprudenza della Vita. Mi piace l'idea che c'è un punto oltre il quale devi accettare di non potere più esercitare il controllo. Mi piace pensare che oltre una certa profondità devi abbandonarti al flusso e fidarti di un braccio invisibile che ti sostiene. Mi piace immaginare che nella vita come nell'amore c'è sempre qualcosa che non capisci, ed è molto probabile che alla fine sarà proprio quella che ti restituirà il Senso. Mi piace l'idea di avere una mente limitata e una coscienza ramificata in contatto con ogni cosa che vive e respira. Mi piace sapere che esisto anche mentre dormo, mi piace sapere che l'amore circola in fondo al tunnel anche quando litigo con un editore che non si decide ad attivarmi un minchia di periodico elettronico pagato da mesi. Mi piace immaginare che se proprio in quel momento mi facessero un'autopsia psichica, la rabbia salterebbe fuori in uno zampillo  giallo capace a malapena di innervare le fughe delle mattonelle sul pavimento, e l'amore tracimerebbe a cascata inondandolo fino a finire fuori dalla finestra.

Mi piace l'idea che quando non capisco, è proprio quello il punto dove dovevo arrivare. Mi piace il fatto che certe volte, quando devi essere arrabbiato per statuto perché t'hanno fatto questo, questo e quest'altro torto, anche se ti sforzi proprio non ce la fai. Perché l'allegria che non capisci fluttua più densa della rabbia programmata, e ti condanna tuo malgrado a una luce di gratitudine lì dove ogni corte di giustizia emetterebbe una sentenza di ira divina in tuo favore.

Mi piace soprattutto il fatto che ho cominciato questo post con l'idea di scrivere tutt'altro, e invece sono finita qui.

A modo suo, una perfetta quadratura del cerchio.

quadratura de cerchio

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/middlemarch/trackback.php?msg=10242128

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ms.spoah
ms.spoah il 22/05/11 alle 22:33 via WEB
La quadratura di quel cerchio delimita un buco nero, corpo celeste estremamente denso, dotato di un'attrazione gravitazionale talmente elevata da non permettere l'allontanamento di alcunché dalla propria superficie. :-)
 
viperovip
viperovip il 23/05/11 alle 11:16 via WEB
insomma arrivi ad un punto che o c'hai culo o t'attacchi. (mentre le scrivo, le parole hanno la stessa voce di Guzzanti).
 
 
middlemarch_g
middlemarch_g il 23/05/11 alle 13:57 via WEB
Mannò, dai. E' una cosa più semplice di così.
 
lupopezzato
lupopezzato il 23/05/11 alle 18:49 via WEB
Il perfetto, a mio avviso, esiste solo nella mente dell’individuo. Sei capace d’immaginarlo e cerchi di dargli forma. puoi solo sfiorarlo. Come la Pietà di Michelangelo che a un certo momento lui ha detto "basta" non perché l’opera era compiuta ma perché lui aveva "deciso" che fosse finita. Sapeva che non aveva più tempo per rifarla daccapo ma ne conosceva ogni difetto.
Il perfetto non esiste e gli OGM sono la peggiore invenzione fatta dall’uomo dopo la religione. Non la fede che è spontanea ma la religione.
Quello che voglio dire però è un'altra cosa. Mi chiedevo quale desiderio avrei espresso se mi fosse capitato di lucidare la lampada di Aladino. Un solo: avere una cultura capace di farmi usare i termini più appropriati, conoscendone anche il significato ovviamente, nel punto giusto del discorso. Termini come pretridentina, ad esempio. Ecco, niente soldi, solo fame di cultura. Quella che adesso ha anche una definizione perfetta “Mi piace l'idea che quando non capisco, è proprio quello il punto dove dovevo arrivare”. E quello diventa anche il punto da cui ripartire.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

Great expectations

Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Prova ancora. Fallisci ancora. Fallisci meglio.

Samuel Beckett

 

Tag

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 

Ultime visite al Blog

blackdevil5middlemarch_gcassetta2zeno.colantoniarienpassante_dickinsonlittlewing1970menta_mentelab79scalixaje_est_un_autreDr_Thornepantaleoefrancaautodafe2008
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultimi commenti

Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Pogoda
il 09/08/2018 alle 19:07
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Meteo
il 09/08/2018 alle 19:06
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Wetter
il 09/08/2018 alle 19:06
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Sat24
il 09/08/2018 alle 19:05
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Speed Test
il 09/08/2018 alle 19:05
 
 

2010

Ci siamo dati da fare altrove

 

Confermo i miei atti e rido dei miei castighi. E adesso condannatemi

Rosa Luxemburg