Creato da mark15m il 16/02/2008
MARCO
ULTIME ORE
 

PROSSIMA PARTITA

 
 

Contatta l'autore

 
Nickname: mark15m
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 27
Prov: LE
 

Area personale

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Tag

 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Ultime visite al Blog

 
mary.dark35na.mattasopuhrachi77bfile.enzosergio.dicoratoV_I_N_C_E_N_Tadoro_il_kenyafulda25mark15mstrong_passionsaverio970picardisimonabsxattivissimo69FoRest03
 

Ultimi commenti

 
ciao marco! ci sono ancora io... =)
Inviato da: fulda25
il 29/06/2011 alle 22:39
 
Ciao amico bianconero ti aspetto sul mio blog aggiungimi ai...
Inviato da: sfulgori
il 15/04/2010 alle 12:15
 
auguri e sempre forza viola....
Inviato da: bomber_rv
il 03/01/2009 alle 11:55
 
merde merde ecco che sete voi
Inviato da: dadde_1995
il 05/10/2008 alle 23:54
 
siete delle mer** non vincete col botesborg ke conta in...
Inviato da: dadde_1995
il 30/09/2008 alle 22:59
 
 
 
 

 

 
« Promossi&Bocciati 2007/2...l Punto sulla Juventus: ... »

Poker per i bianconeri d’Australia

Post n°79 pubblicato il 30 Maggio 2008 da mark15m
Foto di mark15m

Si chiude nel segno di Legrottaglie, Palladino e Marchionni – tre dei
più attesi - il “Costa Cruises Juventus Asia-Pacific tour 2008”. Grazie
alle loro reti (doppietta per l’attaccante), la Juventus batte il
Melbourne Victory 4-1.

Davanti ai quasi 45mila del Telsta
Dome, con ampia presenza di italiani, la squadra di Ranieri centra
dunque la vittoria che permette di chiudere al meglio il lungo viaggio
in Cina e Australia.

Per l’ultimo atto, il tecnico sfrutta
l’abbondanza dirottando Molinaro nella posizione di esterno alto di
sinistra, con capitan Birindelli a coprirgli le spalle. Dietro la linea
è completata da Zebina a destra, con Legrottaglie e Stendardo centrali.
A centrocampo Marchionni, Zanetti e Tiago. Davanti l’inedita coppia
formata da Palladino e Paolucci.

La formula funziona e l’avvio
è subito targato bianconero. Prima Molinaro mette alto di testa su un
cross di Zebina. Pochi secondi dopo, stesso copione ma con protagonisti
diversi: centro di Marchionni e perfetto stacco di Legrottaglie che
insacca. I bianconeri legittimano il vantaggio con un Palladino in
grande spolvero e voglioso di lasciare il segno. Così come Marchionni
che sfiora il gol con un tiro al volo da distanza notevole: pallone a
lato.

I padroni di casa si vedono solo in una circostanza, ma
Birindelli mette in angolo. E dal tiro dalla bandierina è la Juve a
innescare il contropiede con Palladino che smarca l’accorrente Zebina
che però non trova la porta. 
 
Il primo tempo finisce in pratica
qui. Nella ripresa, Ranieri mette dentro Castiglia per Paolucci e
lascia il solo Palladino di punta e i centrocampisti a tentare
l’inserimento. Come capita a Marchionni al 10’: pallone a lato di poco.


Succede così che il Victory trova il pareggio grazie ad una
giocata personale di Hernandez che pesca un jolly da fuori area che si
insacca sotto la traversa, imparabile per Vanstrattan. Il gol
galvanizza il giocatore del Costarica, fermato da Zebina a pochi passi
dalla porta.

Affiora la stanchezza e sale un po’ di tensione.
Zanetti ne paga le conseguenze rimediando un giallo per fallo ancora su
Hernandez. Dopo un’ora di gioco finisce la gara di Legrottaglie,
sostituito da Rossi. Cambia lo schieramento. Il nuovo entrato va a
sinistra, Zebina scala centrale e Birindelli torna nella sua posizione
di destra.

La Juventus torna a farsi viva con un’azione di
Palladino a sinistra, sventata a fatica dai padroni di casa. Subito
dopo ci prova Zanetti da fuori, pallone alto. La pressione dà i frutti.
Palladino riesce a servire Marchionni che viene steso in area. Rigore,
che Palladino trasforma per il nuovo vantaggio al 20’. Dopo il gol
spazio anche per Pasquato, dentro per Molinaro. Il giovanotto dimostra
personalità con un destro da lontano che non crea pericoli.

A
dieci minuti dalla fine, Ranieri regala la soddisfazione dell’ingresso
in campo anche al giovane portiere Fiory, dentro per Vanstrattan,
applaudito dal suo pubblico.

Prima della conclusione c’è
ancora tempo per assistere ad altre due reti. Prima con Marchionni che
insacca con un perentorio stacco di testa su assist di Palladino. Poi
con lo stesso attaccante con un fendente da sottomisura.

La
Juventus chiude con una vittoria per 4-1 la gara con il Victory, la
tournée in Cina e Australia e, soprattutto, la stagione 2007/08. Da
sabato, giorno in cui la comitiva farà ritorno in Italia, sarà vacanza
per tutti. Si riprenderà a luglio da Pinzolo. Senza Alessandro
Birindelli, che a Melbourne ha chiuso la sua carriera juventina dopo 11
anni di soddisfazioni. L’ultima a migliaia di chilometri dall’Italia.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog