Blog
Un blog creato da heart63 il 29/11/2008

OLTRE LA STRADA...

I FIUMI PIU' PROFONDI SONO QUELLI CHE SCORRONO SENZA RUMORE

 
 

TAG

 

 

Dietro un sorriso c'è qualcosa di inaspettato, non sempre si evidenzia uno stato d'animo ma spesso lo si nasconde.

Dietro un sorriso c'è qualcosa di chiaro ma al tempo stesso di oscuro, c'è la voglia di dare quanto di avere o di togliere senza pietà.

Un sorriso nasconde un'anima, un desiderio o un pericolo...perchè niente è così come appare.

heart63

 

MITICI ANNI '80


Balliamo con stile, balliamo per un pò
il Paradiso può aspettare
stiamo solo guardando il cielo
sperando per il meglio
ma aspettandosi il peggio
stai per far cadere la bomba o no?

moriamo giovani o viviamo per sempre
non abbiamo il potere
ma mai dire mai
stiamo seduti in una cava di sabbia
la vita è un viaggio breve
la musica è per gli uomini tristi

riesci ad immaginare quando
questa gara sarà vinta?
giriamo i nostri volti dorati verso il sole
lodando i nostri capi, entriamo in melodia
la musica è suonata dagli uomini pazzi

per sempre giovane,
voglio essere per sempre giovane
vuoi davvero vivere per sempre?
per sempre e per sempre

alcuni sono come l'acqua
alcuni come il calore
alcuni come una melodia
e alcuni sono il battito
prima o poi, moriranno tutti
perchè non rimangono giovani?

è così difficile invecchiare senza una ragione
non voglio perire come un cavallo che si dissolve
la gioventù è come i diamanti nel sole
e i diamanti sono per sempre

così tante avventure non potevano accadere oggi
così tante canzoni che abbiamo dimenticato di suonare
così tanti sogni che scivolano fuori il blu
gli permetteremo di avverarsi

per sempre giovane...

 

Oltre la strada

Min: :Sec

 

 

 (....scritto nn da me, ma che mi trova perfettamente d'accordo...)

 

Da un certo punto della vita in poi, ti ritrovi ad essere "un genitore", che tu lo voglia o no...che tu sia o non sia pronto a farlo..

 

genitore di te stesso, dei tuoi figli, dei tuoi genitori...del nipotino o di quel bimbo che ti fermi a guardare, all'angolo della strada, mentre chiede un soldino o vorrebbe pulirti il vetro della macchina..

 

sempre più genitore e sempre meno figlio..pieno di responsabilità alle quali non puoi sottrarti..con un cuore gonfio per le cose che tu, da figlio, ti aspetti ancora e che non verranno..perchè so che non verranno....

 

Così ti arrabatti  a fare ciò puoi, ciò che sai..e anche ciò che non sai, che intuisci, che immagini..scartabellando tra impolverati desidèri, residui di una parte di te bambina che ancorà lì, a chiedere di essere compresa e accolta..

 

 

AMORE...DIPENDENZA AFFETTIVA O...OSSIGENO?

Amare è come una droga: all'inizio viene la sensazione di euforia, di totale abbandono. Poi il giorno dopo vuoi di più. Non hai ancora preso il vizio, ma la sensazione ti è piaciuta e credi di poterla tenere sotto controllo. Pensi alla persona amata per due minuti e te ne dimentichi per tre ore. Ma, a poco a poco, ti abitui a quella persona e cominci a dipendere da lei in ogni cosa. Allora la pensi per tre ore e te ne dimentichi per due minuti. Se quella persona non ti è vicina, provi le stesse sensazioni dei drogati ai quali manca la droga. A quel punto, come i drogati rubano e s'umiliano per ottenere ciò di cui hanno bisogno, sei disposto a fare qualsiasi cosa per amore. (Paulo Coelho)

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

« PICCOLA PARENTESI...FREDDO... »

COS' E' IL VIRTUALE?

Post n°126 pubblicato il 09 Febbraio 2010 da heart63
 

"Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti, perchè volevo approfittare dei pochi minuti che avevo quel giorno, utilizzarli per mangiare e mettere su alcune idee di programmazione di un sistema che stavo creando, poi avevo voglia di progettare le mie vacanze, che ormai da molto tempo non sapevo cosa fossero...
Ordinai del salmone, insalata e succo d'arancia, cecando di conciliare la mia fame con la mia dieta. Aprì il mio notebook e nello stesso tempo mi spaventai per quella voce bassa dietro di me:

- Signore, mi dai qualche soldo?
- Non ne ho, piccolo.
- Solo qualche spicciolo per un pezzo di pane.
- Va bene, te ne compro uno. 

Tanto per cambiare la mia casella di posta elettronica era piena di e-mails. Rimasi un pò distratto a leggere alcune poesie, bei messaggi, a ridere di quei banali scherzi.
Ahhh! Quella muscia mi portava a Londra, ricordando un bellissimo tempo passato.

- Signore, chieda che venga messo un pò di burro e di formaggio nel mio panino!

Lì mi accorgo che il bambino era ancora al mio fianco.

- Ok ma dopo mi lasci lavorare, sono molto occupato, d'accordo?

Arriva il mio pranzo e con esso la realtà. Faccio la richiesta del piccolo, e il cameriere mi chiede se voglio che il bambino venga allontanato. La mia coscienza mi impedisce di prendere una decisione, e dico: " no va tutto bene".

- Lo lasci pure stare, gli porti il suo panino e qualcos'altro di decente da mangiare.

Allora il bambino si sedette di fronte a me e mi chiese:

- Signore, che cosa sta facendo?
- Leggo le e-mails.
- E che sono le e-mails?
- Sono messaggi elettronici inviate dalle persone via internet.

Sapevo che non avrebbe capito nulla, e per evitare ulteriori domande dissi:

- E' come se fosse una lettera ma inviata tramite internet.
- Signore, lei ha internet?
- Si, ce l'ho, è essenziale nel mondo di oggi.
- E cos'è internet, signore?
- E' un posto nel computer dove possiamo vedere e ascoltare molte cose, notizie, musica, conoscere gente, leggere, scrivere, sognare, lavorare, imparare. ha tutto, ma in un mondo virtuale.
- E cos'è il virtuale, signore?

Decido di dargli una spiegazione molto semplice con la consapevolezza che capirà ben poco, ma così mi lascierà in pace e mi farà pranzare liberamente...

- Virtuale è un posto che noi immaginiamo, qualcosa che non possiamo toccare, raggiungere. Un luogo in cui creiamo un sacco di cose che ci piacerebbe fare. Creiamo le nostre fantasie, trasformiamo il mondo quasi in quello che vorremmo che fosse.

- Che bello, mi piace!!
- Piccolo, hai capito cos'è il virtuale?
- Si signore, vivo anch'io in quel mondo virtuale.
- E tu hai il computer?
- No, ma anche il mio mondo è di quel tipo lì...virtuale!!! Mia madre passa fuori l'intera giornata, arriva molto tardi e spesso non la vedo neanche. Io bado a mio fratello piccolo che sta sempre piangendo perchè ha fame, ed io gli do un pò d'acqua così lui pensa che sia la minestra. Mia sorella grande esce tutto il giorno, dice che va a vendere il proprio corpo, ma io non capisco, poi ritorna sempre a casa con il suo corpo. Mio padre è in carcere da molto tempo. Ed io immagino sempre tutta la famiglia insieme a casa, molto cibo, molti giocattoli a Natale, ed io che vado a scuola per diventare un giorno un grande medico.
Questo non è virtuale, signore?

Chiusi il mio notebook, non prima che le mie lacrime cadessero sulla tastiera.
Aspettai che il bambino finisse letteralmente di "divorare" il suo piatto, pagai il conto e lasciai il resto al piccolo che mi ripagò con uno dei più bei sorrisi che io abbia mai ricevuto in vita mia, e poi con un "Grazie signore, lei è un maestro!"
Lì, in quel momento, ebbi la più grande dimostrazione di virtualismo insensato in cui viviamo ogni giorno, circondati da una vera cruda realtà e spesso facendo finta di non percepirla!".

Questo racconto, sia vero o no, non vuol insegnare niente a nessuno, perchè già tutti dovremmo sapere (anche  avendolo provato sulla propria pelle...) il confine che separa il reale dal virtuale.
E che l'uomo, oltre che di sogni e di fantasie, ha bisogno sempre di calore umano. Reale non virtuale.

heart63

(sottofondo musicale: "CON IL NASTRO ROSA" - Lucio Battisti
http://video.libero.it/app/play?id=d4ae963ec3944ac8f101ba14a61266c5)


 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

HEART

 

LA FAVOLA DELLA LEPRE E DEL CORVO

Un giorno una lepre vide un corvo appollaiato su un ramo e gli chiese: "Ciao corvo, cosa fai?" Ed il corvo rispose: " Un cazzo".
E la lepre: "Ma come, e non ti annoi?"
Il corvo: "No, è molto piacevole e gratificante, dovresti provare anche tu"
Cosi la lepre si sedette alla base dell'albero ed inizio a non fare un cazzo.
Poco dopo passo di lì una volpe e...si mangiò la lepre!
Morale:
per non fare un cazzo...devi essere seduto molto in alto!!

 

AMICI IN LINEA

 
 
 

GRANDE MICHAEL!

 

 

I VERI COLORI DELL' ANIMA GUARDANO OLTRE...

Tu con gli occhi tristi
non ti scoraggiare
mi rendo conto, è difficile farsi coraggio
in un mondo pieno di gente
puoi perderti di vista
e l'oscurità che hai dentro può farti sentire così piccolo

Ma vedo i tuoi veri colori
che brillano
vedo i tuoi veri colori
ecco perchè ti amo
quindi non aver paura di mostrarli
i tuoi veri colori
sono belli come un arcobaleno

quindi mostrami un sorriso,
non essere infelice
non riesco a ricordare l'ultima volta che ti ho visto ridere
se questo mondo ti fa impazzire
e hai subito tutto quello che puoi sopportare
tu chiamami
perchè lo sai che ci sarò

E vedrò i tuoi veri colori
che brillano
vedo i tuoi veri colori
ecco perchè ti amo
quindi non aver paura di mostrarli
i tuoi veri colori,
i tuoi veri colori
sono belli come un arcobaleno

Dedicato a tutti "gli angeli bambini" che ho incontrato nei blog

 

 

DELLA SERIE \"COSA PENSANO DI TE...\"

Questo è il pensiero del mio amico "virtuale" GUANOT in risposta ad un mio testo inviatogli per il suo blog " Il tempo corre via" :

"...carissima amica HEART63, che stimo per la sua intelligenza e rara bellezza..."

Grazie, mi fa piacere che tu lo abbia pensato!

 

NON È MAI UN ERRORE...?

 

CATANIA FIGGHIOZZA DO PATRI ETERNU

 

"SULU" VENUTI-CANTO-VIRGILLITO

 

ULTIMI COMMENTI

ciao complimenti per il blog un saluto dal nostro bed and...
Inviato da: bella trapani
il 21/04/2017 alle 23:04
 
ciao complimenti per il blog un saluto dal nostro bed and...
Inviato da: marye53
il 21/04/2017 alle 22:47
 
^____^.....brando
Inviato da: marcopolo2005
il 30/06/2012 alle 16:43
 
^_____^......brando
Inviato da: marcopolo2005
il 25/03/2012 alle 19:42
 
Ciao!!!! ^____^ brando
Inviato da: marcopolo2005
il 31/01/2012 alle 09:30
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

actafabulaest0andreamarchioriGabriellaBasile340borgofocegiovanemarmotta5leucippa85akkula0marcopolo2005tombeurdefemme2010annabaralisraganatovalem.sperlaricatalanoveronicamitziaparrucchieriagiacomo
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom