Blog
Un blog creato da heart63 il 29/11/2008

OLTRE LA STRADA...

I FIUMI PIU' PROFONDI SONO QUELLI CHE SCORRONO SENZA RUMORE

 
 

TAG

 

 

Dietro un sorriso c'è qualcosa di inaspettato, non sempre si evidenzia uno stato d'animo ma spesso lo si nasconde.

Dietro un sorriso c'è qualcosa di chiaro ma al tempo stesso di oscuro, c'è la voglia di dare quanto di avere o di togliere senza pietà.

Un sorriso nasconde un'anima, un desiderio o un pericolo...perchè niente è così come appare.

heart63

 

MITICI ANNI '80


Balliamo con stile, balliamo per un pò
il Paradiso può aspettare
stiamo solo guardando il cielo
sperando per il meglio
ma aspettandosi il peggio
stai per far cadere la bomba o no?

moriamo giovani o viviamo per sempre
non abbiamo il potere
ma mai dire mai
stiamo seduti in una cava di sabbia
la vita è un viaggio breve
la musica è per gli uomini tristi

riesci ad immaginare quando
questa gara sarà vinta?
giriamo i nostri volti dorati verso il sole
lodando i nostri capi, entriamo in melodia
la musica è suonata dagli uomini pazzi

per sempre giovane,
voglio essere per sempre giovane
vuoi davvero vivere per sempre?
per sempre e per sempre

alcuni sono come l'acqua
alcuni come il calore
alcuni come una melodia
e alcuni sono il battito
prima o poi, moriranno tutti
perchè non rimangono giovani?

è così difficile invecchiare senza una ragione
non voglio perire come un cavallo che si dissolve
la gioventù è come i diamanti nel sole
e i diamanti sono per sempre

così tante avventure non potevano accadere oggi
così tante canzoni che abbiamo dimenticato di suonare
così tanti sogni che scivolano fuori il blu
gli permetteremo di avverarsi

per sempre giovane...

 

Oltre la strada

Min: :Sec

 

 

 (....scritto nn da me, ma che mi trova perfettamente d'accordo...)

 

Da un certo punto della vita in poi, ti ritrovi ad essere "un genitore", che tu lo voglia o no...che tu sia o non sia pronto a farlo..

 

genitore di te stesso, dei tuoi figli, dei tuoi genitori...del nipotino o di quel bimbo che ti fermi a guardare, all'angolo della strada, mentre chiede un soldino o vorrebbe pulirti il vetro della macchina..

 

sempre più genitore e sempre meno figlio..pieno di responsabilità alle quali non puoi sottrarti..con un cuore gonfio per le cose che tu, da figlio, ti aspetti ancora e che non verranno..perchè so che non verranno....

 

Così ti arrabatti  a fare ciò puoi, ciò che sai..e anche ciò che non sai, che intuisci, che immagini..scartabellando tra impolverati desidèri, residui di una parte di te bambina che ancorà lì, a chiedere di essere compresa e accolta..

 

 

AMORE...DIPENDENZA AFFETTIVA O...OSSIGENO?

Amare è come una droga: all'inizio viene la sensazione di euforia, di totale abbandono. Poi il giorno dopo vuoi di più. Non hai ancora preso il vizio, ma la sensazione ti è piaciuta e credi di poterla tenere sotto controllo. Pensi alla persona amata per due minuti e te ne dimentichi per tre ore. Ma, a poco a poco, ti abitui a quella persona e cominci a dipendere da lei in ogni cosa. Allora la pensi per tre ore e te ne dimentichi per due minuti. Se quella persona non ti è vicina, provi le stesse sensazioni dei drogati ai quali manca la droga. A quel punto, come i drogati rubano e s'umiliano per ottenere ciò di cui hanno bisogno, sei disposto a fare qualsiasi cosa per amore. (Paulo Coelho)

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

QUANDO...

Post n°136 pubblicato il 02 Maggio 2010 da heart63
 




" Quando
non sarai più parte di me,
ritaglierò dal tuo ricordo tante
piccole
stelline...
allo
ra il cielo sarà così bello
che tutto il mondo si
innamorerà della notte. 

(William Shakespeare)

 

 

(sottofondo musicale: "Over My Shoulder" - Mike & The Mechanics
http://www.youtube.com/watch?v=f1ZOIixboiU)

 


 

 
 
 

SCILLA E CARIDDI...MITI E LEGGENDE DI SICILIA

Post n°135 pubblicato il 27 Aprile 2010 da heart63
 



"Si dice che la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo!

Un bell’attacco di sfo...rtuna l’hanno avuto le protagoniste della nostra storia: Miss Scilla e miss Cariddi, due belle giovani che dall’oggi al domani hanno visto le loro vite cambiare senza rendersene conto.

 Cariddi (colei che risucchia) era una bella ninfa nata dall’unione di Poseidone e Gea. Era molto famosa per la sua voracità.

Un bel giorno rubò i buoi di Gerione ad Eracle (Ercole) e poi ne mangiò alcuni.

Proprio a causa di questo piccolo spuntino fu fulminata da Zeus, gettata in mare e trasformata in Mostro marino. E ne ha mangiati solo alcuni, se li magiava tutti quanti chissà che fine avrebbe fatto!

Divenne però un personaggio famoso, chiunque aveva paura di lei, le dedicavano canzoni e storie. Addirittura Omero le dedicò alcune pagine del suo best seller Odissea, dicendo che il mostro ingoiava tre volte al giorno un enorme quantità d'acqua per poi sputarla trattenendo, però, tutti gli esseri viventi che vi trovava.

Stava nella sponda siciliana in attesa che le navi passassero per poterle affondare.

E Scilla (colei che dilania)?

Anche lei era una ninfa, figlia di Tifone e Echidina (alcuni dicono che i genitori fossero altri). Viveva più o meno dove ora si trova Reggio Calabria e le piaceva farsi delle passeggiate a Zancle, l’attuale Messina, e farsi il bagno nelle acque del Tirreno.

Una notte, mentre si trovava nei pressi di Zancle incontrò un dio marino, metà uomo e metà pesce, chiamato Glauco. Lui ne rimase folgorato, si innamorò della bellissima ninfa ma questa lo rifiutò. Per poter fare in modo che Scilla ricambiasse il suo amore, Glauco si recò dalla maga Circe e le chiese un filtro d'amore, ma Circe, desiderava ardentemente Glauco e gli propose di scegliere lei anziché quella sciacquettina di una ninfa. Glauco rifiutò le avance della maga e andò via.

Giusto giusto, con tutte le donne che ci sono al mondo chi va a rifiutare questo qui? Una maga! Ovviamente Circe, infastidita dal rifiuto decise di vendicarsi della rivale, preparò una pozione malefica e si recò presso la spiaggia di Zancle e versò il filtro in mare.
Quando Scilla si fece il bagno, iniziò a trasformarsi in una creatura mostruosa con sei teste di cani rabbiosi. Immediatamente si nascose e da lì cominciò la sua carriera di Mostro marino e si diresse verso la costa calabra.

Anche lei, come Cariddi seminava terrore tra i naviganti che passavano nello stretto.

Cariddi rimarrà sempre sullo Stretto di Messina nella riva opposta a Scilla.

L’esigenza di creare questa leggenda nasce dal fatto che lo Stretto ebbe in tempi remoti la fama di luogo impervio e pericoloso per la navigazione. Le correnti, in questo tratto di mare, sono rapide ed irregolari, i venti vi spirano violenti e le correnti, a volte, possono raggiungere una velocità di 9 Km all’ora e scontrandosi dare luogo ad enormi vortici che sicuramente in passato riuscivano a terrorizzare i naviganti."  A. Cancarè

 
 
 

ACI E GALATEA...MITI E LEGGENDE DI SICILIA

Post n°134 pubblicato il 19 Aprile 2010 da heart63
 

Galatea era una ninfa molto bella, elegante e leggiadra. Su di lei puntò il suo unico occhio Polifemo, che un giorno, uscendo fuori da uno dei crateri dell’Etna vide la fanciulla su una spiaggia assieme a delle amiche, e, vista la bellezza, se ne innamorò. Polifemo era brutto e rozzo e puzzava un pò. Era un gigante e incuteva paura con il suo occhio rotondo e fiammeggiante. Ma il cuore gli s’intenerì e volle iniziare a corteggiare Galatea. Ma la giovane era già innamorata, tanto che ogni giorno lasciava le amiche e le sorelle in spiaggia e andava a trovare il suo amato vicino la scogliera. Il giovane pastore si chiamava Aci, figlio del dio Pan, protettore dei monti e dei boschi. Polifemo comunicò il suo amore a Galatea ma questa, non solo ne fu inorridita ma addirittura lo denigrò. Lo prese in giro, si burlò di lui ma Polifemo con estrema pazienza attendeva che la ninfa lo degnasse di uno sguardo. Il gigante era talmente innamorato che addirittura cercò di diventare bello. Infisse alcuni pioli in un grosso tronco di pino e ne fece un pettine per i capelli e la barba ,utilizzò delle scarpe fatte con due barche che aveva distrutto per l’occasione e uccise un gran numero di lupi, di volpi e di montoni per cucirsi una veste. Smise addirittura di mangiare uomini e iniziò a suonare la zampogna per fare delle serenate alla sua bella. Ma Galatea non accettava le avance e continuava a dirgli che era brutto, mentre il suo amato Aci era bellissimo. La ninfa era un po’ capricciosa e non si rendeva conto che con il suo modo di agire, burlandosi del ciclope, non faceva altro che farlo innervosire. Un giorno Galatea andò a trovare Aci e, mentre erano abbracciati stretti in un bosco, li vide Polifemo.Il Ciclope accecato dalla gelosia (Polifemo accecato ah ah ah) sdradicò dal suolo un’enorme roccia e la lanciò addosso ad Aci, schiacciandolo.Il corpo del povero pastorello era, lì, sotto la roccia senza più vita.Galatea alla vista del suo amore gli si gettò addosso piangendo tutte le lacrime che aveva in corpo. Il pianto senza fine destò la compassione degli Dei che vollero attenuare il suo tormento trasformando Aci in un bellissimo fiume che scende dall'Etna e sfocia nel tratto di spiaggia, dove solevano incontrarsi i due amanti. Molti paesini attorno a Catania prendono il loro nome dal povero pastorello Aci: Acitrezza, Acicastello, Acireale ecc.

(Sottofondo musicale:
"E vui durmiti ancora Da INCANTO"- Andrea Bocelli- http://www.youtube.com/watch?v=uWfRMgWYXN0&feature=player_embedded#!)

 
 
 

INSOLITA...

Post n°133 pubblicato il 15 Aprile 2010 da heart63
 

"Guardate come il sole penetra la terra. La fertilizza ed essa si ricopre di fiori e di frutti. Il mondo intero è nutrito grazie alla penetrazione del sole nella terra, ma gli esseri umani non hanno capito niente di questo grande mistero: hanno occhi, ma è come se non vedessero.
Il segreto della potenza consiste nel riuscire a penetrare le cose e gli esseri con i raggi della luce e dell’amore, come fa il sole. Un Maestro, un vero Maestro, prende esempio dal sole: invia il suo amore a tutte le creature per impregnarle e riscaldarle.
Fatelo anche voi: se volete veramente aiutare quelli che amate, inviate ad essi la vostra luce, penetrateli con i raggi della vostra luce immaginando di impregnare il loro intero essere e tutte le particelle del loro corpo affinché siano purificati, vivificati, resuscitati. È questo il vero amore."

Omraam Mikhaël Aïvanhov




(Sottofondo musicale: WICKED GAME [HD] di Chris Isaak
http://www.youtube.com/watch?v=-oaHHrNQVrg&feature=player_embedded)

 
 
 

...E dopo 20 anni....?

Post n°132 pubblicato il 10 Aprile 2010 da heart63
 

 Una coppia festeggia i dieci anni di matrimonio...con una cenetta speciale a lume di candela.
Ad un certo punto il marito fa alla moglie: "Tesoro, ora che è così tanto che ci siamo sposati, dimmi la verità...mi hai tradito qualche volta?"
"Ma caro...ti sembra il momento? Godiamoci la serata!" risponde la moglie.
Il marito insiste e la moglie confessa: "Ti ho tradito tre volte, ma solo tre amore mio..."
Il marito stupito: "Quando?"
E lei: "Beh, caro...ti ricordi quando volevi metterti in proprio e avevi bisogno del mutuo? Prima non te lo volevano dare ma poi te l'ha portato a casa addirittura il direttore della banca..."
Lui: "Grazie cara mi hai tradito per amore...sei proprio fantastica!"
Riprende la moglie: "Poi ti ricordi quando volevi la casa al mare che non ce la volevano vendere per così poco e poi ci hanno fatto anche lo sconto del 20%?"
E lui: "Ma come posso ringraziarti. Non ho parole... e la terza?"
La moglie allora: "Ti ricordi quando ti sei candidato perché volevi fare il sindaco e ti mancavano 415 voti per vincere le elezioni?"

 
 
 

LA LEZIONE DELLA FARFALLA...

Post n°131 pubblicato il 09 Aprile 2010 da heart63
 

Un giorno, apparve un piccolo buco in una crisalide. Un uomo, che passava di lì per caso, si fermò ad osservare la farfalla che, per varie ore, si sforzava per uscire da quel piccolo buco.

Dopo molto tempo, sembrava che essa si fosse arresa ed il buco fosse sempre della stessa dimensione. Sembrava che la farfalla ormai avesse fatto tutto quello che poteva, e che non avesse più la possibilità di fare niente altro.

Allora l’uomo decise di aiutare la farfalla: prese un temperino ed aprì il bozzolo. La farfalla uscì immediatamente. Però il suo corpo era piccolo e rattrappito e le sue ali erano poco sviluppate e si muovevano a stento.

L’uomo continuò ad osservare, perché sperava che, da un momento all’altro, le ali della farfalla si aprissero e fossero capaci di sostenere il corpo, e che essa cominciasse a volare.

Non successe nulla! E la farfalla passò il resto della sua esistenza trascinandosi per terra con un corpo rattrappito e con le ali poco sviluppate. Non fu mai capace di volare.

Ciò che quell'uomo, con il suo gesto di gentilezza e con l'intenzione di aiutare non capiva, era che passare per lo stretto buco del bozzolo era lo sforzo necessario affinchè la farfalla potesse trasmettere il fluido del suo corpo alle sue ali, così che essa potesse volare. Era il modo in cui Dio la faceva crescere e sviluppare.

A volte, lo sforzo é esattamente ciò di cui abbiamo bisogno nella nostra vita.
« Chiesi la forza... e Dio mi ha dato le difficoltà per farmi forte. Chiesi la Sapienza... e Dio mi ha dato problemi da risolvere. Chiesi l’amore... e Dio mi ha dato persone con problemi da poter aiutare. Non ho ricevuto niente di quello che chiesi... Però ho ricevuto tutto quello di cui avevo bisogno. »



"Vivi la vita senza paura, affronta tutti gli ostacoli e dimostra che puoi superarli"

(Sottofondo musicale: I Remember Yesterday - Donna Summer
http://www.youtube.com/watch?v=3Vir8Ein0x8&feature=related)

 
 
 

PASQUA 2010...

Post n°130 pubblicato il 31 Marzo 2010 da heart63
 

Eccomi qua, finalmente direbbe qualcuno/a!  :-))
Certo il mio non è stato uno dei periodi migliori che abbia vissuto, mi sono allontanata da queste pagine per una scarsa volontà dettata da alcune vicissitudini.
C'è un tempo per tutto, come c'è un tempo per cambiare, per modificarsi,  pur restando sempre "come si è". Questo consiste nel far qualche passetto in avanti, un pò per volta, cercando di non ritornare indietro, dove giace il "già dato ed il già avuto".
Tutto ha un suo percorso, un seguito, ma improntato di nuove evoluzioni anche brevi e non eccessive. L'eccesso seppur sfavillante alle volte, è sempre illogico e precario.



AUGURO A TUTTI VOI UNA SERENA PASQUA ED UN GRAZIE PARTICOLARE A TUTTI COLORO CHE FIN QUI MI HANNO FATTO SENTIRE SEMPRE "LA LORO VOCE"...

UN ABBRACCIO DI CUORE


heart63

http://www.youtube.com/watch?v=I8Ls1g2PiXE


 

 

 
 
 

COME WHAT MAY...(QUALUNQUE COSA SUCCEDA...) MOULIN ROUGE

Post n°129 pubblicato il 15 Marzo 2010 da heart63
 

" Una luce esplode nel cuore, intense sono le sue note...quando si ascoltano dei capolavori come questo, non si può fare a meno di respirarne la magia dei pensieri che emana..." 

"Se solo avessi capito... se solo mi avessi aiutato...se solo avessi voluto...mi avresti avuto..."
http://blogs.myspace.com/index.cfm?fuseaction=blog.view&friendId=387716764&blogId=411784656
                                                                             




 
 
 

MOULIN ROUGE...

Post n°128 pubblicato il 19 Febbraio 2010 da heart63
 

Moulin Rouge...uno dei più bei film che abbia mai visto. Un musical inebriante, dalle scene surreali in linea con lo spirito della Parigi dell'epoca (1899) E spettacolari, intercalate da immagini dai colori caldi e freddi. Una scenografia tra il reale ed il fiabesco. Romanticismo? Si, molto, ma non banale, suggellato da bellisime musiche del pop internazionale - Lady Marmalade di Christina Aguilera - Le Tango de Roxanne di Jose Feliciano - The Show Must Go On dei Queen. E la bellissima - Your Song interpretata da Ewan McGregor (vedi post n.88  dove troverete la versione- divina- di Elton John e Alessandro Safina).....A suggellare il tutto, due magnifici interpreti: Nicole Kidman (Satine) e per l'appunto il già citato Ewan McGregor (Christian)....
Che dire? Un'emozione grande da condividere con voi e con quanti mi sono stati vicini,anche se con un saluto, in questo momento...


My gift is my song and this one's for you

 

 

 
 
 

FREDDO...

Post n°127 pubblicato il 12 Febbraio 2010 da heart63
 

E il caso di dire: ma che freddo fa. Freddo in tutti i sensi. Nell'aria come nei cuori.
Di solito non tratto fatti personali nel mio blog, bensì fatti che mi appartengono per un ricordo, una riflessione, un dolore come anche un sorriso. Ma in questo momento non mi va di esternare granchè, devo riprendermi da un brutto periodo che purtroppo continua,  sicuramente sosterò di tanto in tanto nei blog dei miei "amici" e non, lo faccio  ben volentieri. Sento la necessità di staccare, forse solo per qualche giorno, settimana, nn so. Cercherò di non lasciare per troppo tempo questa mia piccola creatura...Un abbraccio.

heart63


 
 
 
 

HEART

 

LA FAVOLA DELLA LEPRE E DEL CORVO

Un giorno una lepre vide un corvo appollaiato su un ramo e gli chiese: "Ciao corvo, cosa fai?" Ed il corvo rispose: " Un cazzo".
E la lepre: "Ma come, e non ti annoi?"
Il corvo: "No, è molto piacevole e gratificante, dovresti provare anche tu"
Cosi la lepre si sedette alla base dell'albero ed inizio a non fare un cazzo.
Poco dopo passo di lì una volpe e...si mangiò la lepre!
Morale:
per non fare un cazzo...devi essere seduto molto in alto!!

 

AMICI IN LINEA

 
 
 

GRANDE MICHAEL!

 

 

I VERI COLORI DELL' ANIMA GUARDANO OLTRE...

Tu con gli occhi tristi
non ti scoraggiare
mi rendo conto, è difficile farsi coraggio
in un mondo pieno di gente
puoi perderti di vista
e l'oscurità che hai dentro può farti sentire così piccolo

Ma vedo i tuoi veri colori
che brillano
vedo i tuoi veri colori
ecco perchè ti amo
quindi non aver paura di mostrarli
i tuoi veri colori
sono belli come un arcobaleno

quindi mostrami un sorriso,
non essere infelice
non riesco a ricordare l'ultima volta che ti ho visto ridere
se questo mondo ti fa impazzire
e hai subito tutto quello che puoi sopportare
tu chiamami
perchè lo sai che ci sarò

E vedrò i tuoi veri colori
che brillano
vedo i tuoi veri colori
ecco perchè ti amo
quindi non aver paura di mostrarli
i tuoi veri colori,
i tuoi veri colori
sono belli come un arcobaleno

Dedicato a tutti "gli angeli bambini" che ho incontrato nei blog

 

 

DELLA SERIE \"COSA PENSANO DI TE...\"

Questo è il pensiero del mio amico "virtuale" GUANOT in risposta ad un mio testo inviatogli per il suo blog " Il tempo corre via" :

"...carissima amica HEART63, che stimo per la sua intelligenza e rara bellezza..."

Grazie, mi fa piacere che tu lo abbia pensato!

 

NON È MAI UN ERRORE...?

 

CATANIA FIGGHIOZZA DO PATRI ETERNU

 

"SULU" VENUTI-CANTO-VIRGILLITO

 

ULTIMI COMMENTI

ciao complimenti per il blog un saluto dal nostro bed and...
Inviato da: bella trapani
il 21/04/2017 alle 23:04
 
ciao complimenti per il blog un saluto dal nostro bed and...
Inviato da: marye53
il 21/04/2017 alle 22:47
 
^____^.....brando
Inviato da: marcopolo2005
il 30/06/2012 alle 16:43
 
^_____^......brando
Inviato da: marcopolo2005
il 25/03/2012 alle 19:42
 
Ciao!!!! ^____^ brando
Inviato da: marcopolo2005
il 31/01/2012 alle 09:30
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

actafabulaest0andreamarchioriGabriellaBasile340borgofocegiovanemarmotta5leucippa85akkula0marcopolo2005tombeurdefemme2010annabaralisraganatovalem.sperlaricatalanoveronicamitziaparrucchieriagiacomo
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom