UFFF

Post n°36 pubblicato il 16 Marzo 2009 da papuglio

Allora, sei li che passeggi tranquillo quando un tizio qualunque ti investe, quasi, con la sua monovolume. Non solo, ti dice anche che colpa tua e che non gliene frega niente se gli chiedi i danni, anzi...Dunque, Sei in autostrada, incastrato in un traffico pazzesco e quello di dietro continua a lampeggiare per chiedere strada, ma perch dovrei spostarmi? Siam qui tutti fermi, stai fermo anche tu, no? No, insiste fino allo sfinimento e, quando ormai sulla crisi di nervi, ti infili sotto un tir pur di non avere pi quel lampeggio nello specchio, osa pure fare l'incazzato, lui...Sei li al bar, fai la tua fila per pagare, c'hai anche discretamente fretta, ed entra una vecchina che si fa spazio a borsettate, ti si infila davanti e porge al barista una lunga serie di giocate assortite, lotto, gratta e vinci e roba varia. Il barista non osa mandarla a quel paese ma io si..."scusi, signora, avrei fretta, eppoi c'ero prima io..."Scatta la valanga di improperi che mi travolge ma... mica posso picchiarla... ti pare?Hai presente quando lavori per giorni su una cosa ( una macchina, nel mio caso) e quando consegni il conto o non hanno i soldi o vogliono rateizzare o trovano tutte le scuse per non pagare e quando pagano l'assegno non coperto. Mica posso mantenere a vita un avvocato... c---o.E quando vuoi comprarti qualcosa e metti via isoldi? Vogliamo parlarne? E cominciano a rompersi in serie: la lavatrice, il frigorifero, la macchina, le scarpe. E quando sei convinto che non pu rompersi pi nulla arriva qualche bolletta stratosferica, eh, vogliamo parlarne?Ma la cosa che in assoluto mi da pi sui nervi il finesettimana. Hai passato una settimana a lavorare con un sole da sogno e sabato nuvoloso e domenica piove( spazio libero per parolacce). COOOSA??? CAPITA SOLO A ME?!? Pensa che volevo andare a lourdes ma mi apparsa la madonna e mi ha chiesto di non farlo... le avrei rovinato gli affari. Un miracolo apposta per me troppo anche per lei.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Quel tarlo...

Post n°35 pubblicato il 25 Febbraio 2009 da papuglio

... nella mente. Essì, il problema più grosso del tradimento è il tarlo che comincia lentamente ad erodere la fiducia. Non si limita a distruggere quella riposta in una singola persona, a rimetterci è un intero genere. Prendiamo come esempio l'amicizia.
Se un amico di cui ti fidavi, all'improvviso, rivela un aspetto di se che, non solo è inaspettato, è anche contrario alle basi dell'amicizia stessa, all'improvviso tremi, perchè hai riposto confidenze e debolezze in lui e ora dimostra di non esserne più degno. La fiducia viene a mancare ma, quel che è peggio, viene a mancare anche verso l'amico come genere. Non ti fiderai più di nessuno perchè se ti ha tradito lui che più di tutti ti conosceva e appoggiava, allora chissà gli altri che ancora devi coltivare.

Amicizia e amore hanno bisogno di una fedeltà basata su una lealtà trasparente per non crollare e per non portare con se, nel baratro, tutto ciò che vi orbita intorno.
Un'amica, un giorno, mi ha detto che non le sarebbe dispiaciuto fare l'amore con me. Le ho spiegato che amo una sola donna e che non l'avrei mai tradita. Da allora non ha più nemmeno provato a scherzare su quell'argomento e la nostra amicizia è solida e sincera. Se se lo fosse tenuto dentro, illudendomi che neppure ci pensava, per poi esplodere di colpo, come fanno tutte le emozioni represse, mi sarei sentito preso in giro e la nostra amicizia sarebbe fallita miseramente.

Nascondere aspetti della nostra personalità per poi rivelarli a sorpresa fa sentire gli altri vittime di manipolazione, questa è la base di ogni tradimento e del dolore che ne scaturisce. Nulla vieta, comunque, di tentare col dialogo di capire la reale entità della menzogna. Non sempre è figlia della cattiva volontà. A volte, nascondiamo parte di noi solo per paura di non essere apprezzati o capiti.

L'amore e l'amicizia sono davvero beni di immenso valore, bisogna custodirli bene e farne buon uso, una volta persi non sarà facile ritrovarli.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Alto tradimento

Post n°34 pubblicato il 24 Febbraio 2009 da papuglio

Avrei voluto parlare di tradimenti ma... è un argomento vastissimo, c'è tutta una branca della psicologia che si occupa di studiarne cause ed effetti. Eggià, sembra che non sia sempre colpa del traditore, del quale, peraltro esistono diversi profili, ma anche il tradito ha le sue colpe. Ovvio? Ennò, forse il maggior colpevole è il dialogo. Nella maggior parte dei casi è assente ma a volte  è solo deviato dalle imposizioni culturali e sociali, non reale e mirato. In effetti non esisterebbe il tradimento se un partner dicesse all'altro "Stasera vado a far l'amore con tizio/a", perchè ciò che è palese non è inaspettato. Probabilmente ci si fermerebbe anche a dialogare sui perchè. "ma scusa, non ti piace come lo faccio io?" e, forse, ci si chiederebbe anche perchè chiediamo l'esclusiva salvo poi non concedere nulla in cambio.
"LO devi fare solo con me"- "Occhei, ma ti rendi conto che ciò vuol dire che devi darmela?"- "C'ho mal di testa, sono stanca eppoi, voi uomini, pensate solo a quello".
"Sarà anche vero ma io non sono stanco, non ho mal di testa e, soprattutto, a quello mi ci fai solo pensare"
Mi sono infilato nel ginepraio.
C'è una tipa che mi vorrebbe a tutti i costi e una, che mi ha, che mi considera quasi un optional.
Quasi quasi...
Tanto, poi, basta non dire nulla e non soffre nessuno...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

che sfiga

Post n°33 pubblicato il 12 Febbraio 2009 da papuglio

Mi sento come un bambino che si è impegnato per costruire un bel castello di sabbia sulla spiaggia e, poi, arriva il solito vandalo e distrugge tutto.


Io e te... tu ed io
Insieme finchè morte non ci separi


Non mi risulta che il vandalo in questione si chiamasse "morte"!!!


Uffa! Questa camicia ha una grossa macchia. Non posso certo indossarla in queste condizioni... Tanto vale farne stracci.


Uffa. Questo matrimonio ha una grossa macchia. Che sfiga... non serve nemmeno come straccio.


Sapevo che ti avrebbe fatto male, per questo non te l'ho detto.


Se sapevi che mi avrebbe fatto male... perchè lo hai fatto?


Non bisogna abbattersi alla prima difficoltà. Non è giusto buttare tutto all'aria solo perchè le cose non stanno andando come vorresti. Rimboccati le maniche e lavora affinchè tutto sia perfetto.


Mi sono rimboccato le maniche, ho pulito e ricostruito. Sembrava proprio tutto perfetto. Poi è arrivato il solito vandalo...


Ti amo.
Ti amo più della mia stessa vita.
Ti amo e se ti perdessi ne morirei.
Ti amo talmente tanto che...
Sarei disposta anche a rinunciare al mio amante per te.
Ma so che mi ami troppo per chiedermelo.


Caro, cosa mi regali per san valentino?


L'ultimo desiderio.
Però poi sparo lo stesso.
Se vuoi posso usare un proiettile di diamante.
Un diamante è per sempre.
Proprio come il nostro amore.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Ciful (per non dimenticare)

Post n°32 pubblicato il 02 Febbraio 2009 da papuglio

Tanti, ma proprio tanti, anni fa...


Stile... once upon a time...


C'era un ometto dal fisico atletico che aveva due figlie, una l'ho sposata, ma ai tempi
non era esattamente felice che la frequentassi e, per farmelo capire, mi chiamava "ciful". Ma era buono come il pane e si emozionava per tutto. So che mi voleva bene.
Era umile, faceva l'imbianchino ma se lo ricordano davvero in molti. Era anche una persona che non si tirava indietro davanti alle sfide. Militava nella sezione locale del partito comunista, poi rifondazione comunista, quando Occhetto decise di sopprimere metà della storia del nostro paese. Partecipò alla fondazione del parco intitolato ad Alfonso Lissi, un partigiano morto per la liberazione. Lì si organizzavano feste dell'unità ma anche altre, o corsi di ballo o feste di compleanno per bimbi, o ritrovi vari, insomma, si era impegnato insieme ad altri per rendere la vita della comunità, decisamente, migliore. Era conosciuto da tutti in paese, ma ora non c'è più. Ironia della sorte, insieme a lui morirà anche il parco Lissi, verrà trasformato in condomini. Niente più feste nell'antico borgo.  Poco importa, nella memoria di tanti lui continua a vivere e vivrà finchè non sarà estinto il ricordo. Poco importa perchè così ha beffato la malattia che lo voleva condannato sulla sedia a rotelle. Ma ciò che davvero importa è che non sarà facile non sentire la sua mancanza.


Buon riposo Romeo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I miei Blog preferiti

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Ultime visite al Blog

chanel35stellasonia0bisou_fatalsconformeallenormepapuglioopposti_incongruentimollo89farfallina1919esse.enzalolita_72gcpiersilvionefaisilenzioquiselalucetiprendeunamamma1ailata76
 

Ultimi commenti

Chi pu scrivere sul blog

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963