Creato da regionepiemonte il 17/02/2006
parole parole parole
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

I miei siti preferiti

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

vasco

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

FrancisXavierCrossdada_08rosagiallo3regionepiemontesono_per_te0vaniglia.in.polveremariacatena6fernandez1983ivan884zoppeangeloavvconcettabaronep.80gattino075crystalilj
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Pechino Express

Post n°29 pubblicato il 16 Novembre 2012 da regionepiemonte
 

Ieri sera su Rai2, abbiamo potuto assistere all'ultima puntata di "PECHINO EXPRESS".
Questo format, utilizzato già in altri paesi ed anche con successo, da noi è stato prodotto da MAGNOLIA.
Vincitori della gara è stata la coppia degli attori composta da  Debora Villa e Alessandro Sampaoli protagonisti,
con Luca e Paolo della sit-com Camera Cafè. Voglio esprimere nei confronti del programma una grande ammirazione,
e un'immensa gratitudine, nell'avermi concesso la possibilità di visitare dal divano di casa mia,tre bellissimi paesi: l'INDIA, il PAKISTAN e la CINA.
Ricordo nelle prime puntate, la bellezza dell'INDIA e dei suoi abitanti, pieni di gioia di vivere e di solidarietà,
nei confronti dei concorrenti. Indimenticabili sono gli occhi del popolo INDIANO, probabilmente il colore olivastro della loro pelle,
contrasta in modo perfetto con il bianco dei loro occhi. Occhi grandi e pieni di speranza, gioia e cortesia.
I viaggi a bordo dei camion "sgarrupati" che ci hanno permesso di ammirare le vallate a strapiombo immerse nel verde,
le donne che con i loro vestiti, e qui mi piace ricordare una frase della vincitrice Debora Villa :"le donne con i loro vestiti,
che portavano colore, anche dove colore non c'era". Intendo confidare che, la coppia degli attori,
è sempre stata la mia favorita simpaticamente parlando, e nel momento in cui furono eliminati provai dispiacere,
ma quando vennero ripescati ne fui felicissimo. Anche la coppia composta dallo chef Simone Rugiati e la sua fidanzata Malvina Seferi,
si è resa protagonista di un bello ed competitivo viaggio, eliminato ad un passo dalla finale dopo essere stata a lungo la coppia migliore.
Una mensione particolare la merita la coppia zio e nipote, composta da Costantino Della Gherardesca e suo nipote Barù,
il primo intriso di una causticità alternata ad una simpatia sfrenata e d il secondo oltre che tutto questo anche un bellissimo ragazzo delle caverne.
Resto su Costantino e Barù inquanto questi, mi hanno raccontato questo viaggio in maniera eccellente, con il loro chiedere passaggi dicendo di essere
della televisione nazionale Cinese (CCTV) oppure raccontando ai conducenti di turno che avrebbero aiutato una qualche associazione in difesa dei bambini poveri,
riuscendo il più delle volte a far breccia nei loro cuori e scroccando un passaggio.
Rendo omaggio a Giorgio Rocca e Nicolò Comi (gli sportivi), eliminati dal "giocatore" Simone Rugiati,
i quali avrebbero meritato miglior sorte essendo stati sempre i migliori fino a quel monento.
Ho ancora negli occhi le scene in cui Alessandro Sampaoli, vincitore, a metà del viaggio piangeva di commozione di fronte ai bambini Indiani,
dispiaciuto nel dover lasciare la casa dove era stato ospitato, e ancora nell'ultima puntata,
quiando  non al corrente della vittoria , ci ha mostrato prima i sorrisi del comico stremato dalla folle corsa al traguardo,
e in ultimo, le lacrime di chi cpaisce di aver vinto una gara, dove il premio non doveva arrivare ancora ma,
sono state le sensazioni e le emozioni vissute fino a quel momento del viaggio,
terminato si, ma vivo più che mai nella sua mente in quel preciso momento a rivelarsi come premio finale.

Un programma probabilmente irripetibilmente bello e spensierato.

Andrea

 
 
 

Libero arbitrio

Post n°28 pubblicato il 28 Novembre 2009 da regionepiemonte
 

Leggo il giornale, e vedo a centro pagina, la notizia che mi avverte della possibile multa nei confronti del mio fumare guidando.Poi esco dal bar, giro la chiave nel quadro,mi accendo una sigaretta, ingrano la prima e mi dirigo verso casa.Nel breve tragitto dal bar-sambuca alla mia dolce dimora penso.....si ogni tanto penso anche io.
Ma questi inutilii vigili urbani e/o forze di polizia in generale, non avranno nulla
di meglio da fare o nessun reato più grave da perseguire di un povero cristiano che
nonostante i ragguagli nei confronti di un possibile tumore ai polmoni , decida di
fumarsi una sigrettina?E propongo inoltre, perche una sigaretta distrarrebbe di più
di un dito nel naso?A questo punto se una mano si trova impegnata a ravanare la
suddetta narice, inizialmente, solo con il dito indice,  e poi nuovamente impegnata
ad appallottolare la caccola usando anche il pollice, trovo questa situazione possa
distrarre ache più di una semplice paglia o sigaretta che dir si voglia.In conclusione
propongo di multare anche gli automobilisti scaccolatori abituali o saltuari.
Per quanto riguarda invece la razza dei non fumatori, per di più ex-fumatori,
incalliti più dei primi, propongo che si facciano una bella padellata di affari
propri dato che già evitano un possibile cancro polmonare, e non trovo il motivo
per cui debbano sempre ribadire che il fumo passivo fa loro del male, inquanto ormai
praticamente non è più possibile sfruttare il libero arbitrio per il fumatore di turno
di poter farsi del male in qualsiasi situazione.Vi ricordo che il promotore del disegno
di legge che punisce la sigaretta alla guida è un NON FUMATORE, perciò una forchettata della padellata sarebbe anche per lui.
Vi saluto, vi voglio bene, mi faccio una doccia, mi fumo una siga, la grappa ce l'ho e buonanotte al secchio.

 
 
 

BEPPE GRILLO presidente del PD.

Post n°27 pubblicato il 29 Luglio 2009 da regionepiemonte
 
Foto di regionepiemonte

Inorridisco di fronte alla nullità di spessore dei politici facenti parte del PD.
Nel momento in cui Beppe Grillo è stato proposto come candidato alle primarie,  è venuta meno la terra sotto ai piedi per non dire la poltrona ai politici del PD,ed allora si sono coalizzati per far si che non potesse essere eletto.

Contro un pregiudicato come Berlusconi, c'era proprio bisogno di uno come Grillo,
con le idee chiare e non un amicone di quelli di destra come del resto tutti quelli di sinistra e che la sera a Roma mangiano tutti insieme.

Viviamo in un paese che sta facendo figure di merda in tutto il mondo grazie a BERLUSCONI, almeno lo arrestassero, ma ormai ce lo terremo finchè non dipartirà.

E SARA' COSI' ANCHE PER LUI , ALMENO PER QUELLO STIAMO TRANQUILLI, TANTO E' SOLO QUESTIONE DI TEMPO.

Andrea

 
 
 

QUANTO E' BRUTTA L'IGNORANZA

Post n°25 pubblicato il 16 Ottobre 2008 da regionepiemonte
 

Ciao Roberto,

ieri ti guardavo in tv.
Non avevi una bella cera.
Ti ammiro Roberto, il tuo libro (Gomorra) io l'ho letto.
Molto probabilmente il ragazzo della scuola superiore che ho visto nel servizio del programma di Mentana no, lui NO!!
Dice che scrivendo quel libro hai "fatto i soldi".
CHE IGNORANZA.
Ovvio!! Sia lui che la sua insegnante non parlavano in italiano corretto.
Sono arrabbiato, sono Saviano!
Sono deluso da un ragazzo di 20 anni che dovrebbe gridare il suo no alle "famiglie" ed invece si accanisce su uno scrittore, anche bravo, il quale come unica colpa, ha quella di non "volerci stare piu'".

Roberto hai tutta la mia solidarieta', perchè la tua vita non esiste più, perchè lo hai fatto non solo per te stesso ma anche per tutti gli altri italiani;
perchè la mafia non dimentica e non ti servirà andare all'estero, ed è per questo che dovresti restare li, perchè meglio martire che coniglio a questo punto.

Ti voglio bene Roberto.

Andrea

 
 
 

x Cesare

Post n°24 pubblicato il 03 Dicembre 2007 da regionepiemonte
 

Ciao Cesare,
io sono Andrea,un ragazzo di 30 anni,tifoso della juve, con un lavoro precario, e un cuore.
Piansi quando d'estate, tu nuovo allenatore della roma, lasciasti il tuo posto per restare al tuo posto.
E piango adesso, nel momento in cui, tua moglie smette di soffrire.
Credo in Dio e voglio credere che ci chiami a se perchè di noi lui ha bisogno, per guardare dall'alto chi ha bisogno di essere guidato in una vita di cattiverie e difficoltà.
Ho un abbraccio per te, un abbraccio che mai potrò darti, ma del quale spero tu possa sapere l'esistenza.
Cesare ti prego, tenta di vivere il resto della tua vita, in modo che tua moglie possa essere felice della tua felicità, perchè sta sicuro che lei ci vede e ci ascolta e ci legge.
Cesare ho letto delle tue parole sulla gazzetta dello sport, riferite a cos'è tua moglie per te, e come al solito ho pianto, perchè ti ho in mente.
Io seguo il calcio da quando ho 10 anni, ed ora ne ho quasi 30, ti ho sempre visto alla tv ed è come se io ti conoscessi, perchè mi piace il tuo modo di parlare, il tuo modo di essere che può trasparire da uno schermo anche se sicuramente sarai anche tante altre cose oltre che un ex calciatore ed un allenatore.
Sei una persona a modo, sempre composto per un mondo in cui la maleducazione regna sovrana.
ti saluto con dei versi scritti per te Cesare e per tua moglie:
"Lasciarsi, dopo cento e mille sere,piene di parole vere.
Andare, dopo aver amato tanto, si è difficile lo so,
ma ti resterò li accanto."

Con affetto Andrea

 
 
 

UN INCIDENTE

Post n°23 pubblicato il 12 Novembre 2007 da regionepiemonte
 
Foto di regionepiemonte

E' accaduto, lo sapevamo tutti.
Solo chi ancora in possesso dell'ingenuità bambina poteva non pensare che ci sarebbe scappato un altro morto nell'ambito del "gioco del calcio".
Resta il fatto che, indipendentemente dal ragazzo "accidentalmente" ucciso da un poliziotto con un colpo di pistola alla parte posteriore del collo sparato dall'altra parte dell'autostrada, i comportamenti dei tifosi all'interno e all'esterno degli stadi mi fanno rabbirividire.
Ritengo impossibile che le forze dell'ordine, o forse sarebbe meglio dire del disordine,facciano sfondare un vetro con un ariete improvvisato, a quei pseudo tifosi dell'atalanta.
Ritengo inoltre incredibile che i calciatori, si abbassino al loro livello andando a confabulare con questi animali, cercando di calmarli.

La POLIZIA ormai non è più capace di nulla, e dopo i disordini dell'anno scorso, è in stato confusionale (vedi omicidio RACITI). Non sono più in grado di soffocare sul nascere gli atti vandalici degli animali chiamati tifosi.

Un poliziotto guadagna mille euro al mese e deve rischiare la vita tenendo a bada gente che ha in mano i maceti. I MACETI? Il macete è un coltello lungo come il mio avambraccio, che vi assicuro non è inferiore ai 50 cm.
Allora mi chiedo, ma una persona, per quanto metta abnegazione nello svolgimento delle sue funzioni, può rischiare la vita per mille euro al mese?
La mia risposta alla mia domanda è assolutamente no.

La mia posizione nei confronti delle forze dell'ordine è ben nota, io dal colpo che uccise il giovane Carlo Giuliani, e dalla spiegazione inventata resa nota a  noi comuni mortali, cioè che il colpo sparato in aria, colpì una pietra che volava in aria, e carabolò in testa al povero Carlo.Per non parlare del macello ed uso questa parola perchè ne conosciamo tutti il vero significato senza interpretarlo, quando alla scuola DIAZ, decine di ragazzi ne uscirono con la testa rotta e non solo quella.

Ma data per scontata, e mi ci devo mettere di impegno per farlo, la loro buona fede, ribadisco il concetto che mai riusciranno a mettere "ordine".
Termino il mio pensiero proponendo l'abolizione di tutti i corpi di polizia.

Un abbraccio alla famiglia del giovane tifoso laziale ucciso.

Andrea

 
 
 

COSI' NON VA BENE.....

Post n°20 pubblicato il 27 Febbraio 2007 da regionepiemonte
Foto di regionepiemonte

E' POSSIBILE USARE VIOLENZA O ADDIRITTURA ARRIVARE AD UCCIDERE UNA DONNA, SOLO PERCHE' HA DECISO DI INDOSSARE UN PAIO DI JEANS?

PER UN RAGAZZO ITALIANO, E DICO ITALIANO, MA CON ORIGINI MAROCCHINE EVIDENTEMENTE SI.CERTO LUI NON HA UCCISO SUA FIGLIA, COME INVECE FECE QUEL PADRE CON LA FIGLIA MASSACRATA E SEPPELITA NEL GIARDINO DI CASA QUALCHE MESE FA.

A QUESTO PUNTO CI SI TROVA DI FRONTE AD UN PROBLEMA , CHE NON E' PIU' L'INTEGRAZIONE DEI MUSULMANI CREDENTI E PRATICANTI NELLA SOCIETA' ITALIANA. MA IL PROBLEMA DIVENTA QUELLO DELLA LEGALITA'.
L'UNICA SOLUZIONE  DIVENTA ORMAI,LA CERTEZZA DELLA PENA. PRENDERE QUESTE PERSONE, METTERLE IN GALERA, E POI AL MOMENTO DI LIBERARLI, DIMENTICARSI DI LOROE LASCIARLI A MARCIRE IN CELLA ACCOMPAGNATI MAGARI DA QUALCHE BEL GROSSO NIGERIANO, CON IL QUALE ALLACCIARE UN BEL RAPPORTO DI FRATERNA AMICIZIA.

IN ITALIA NON E' POSSIBILE TENERE UNA CONDOTTA DEL GENERE, VIETARE LA LIBERTA' DI ESPRESSIONE DI UNA PERSONA, A MAGGIOR RAGIONE DI UNA DONNA, NEGANDOLE LA GIOIA DI MOSTRARE SE STESSA ANCHE ATTRAVERSO IL MODO DI VESTIRE.

I MUSULMANI CREDENTI E PRATICANTI RESIDENTI IN ITALIA AVREBBERO BISOGNO DI UNA BELLA LEZIONE DI MAZZATE DA PARTE DI QUEI MUSULMANI NON PRATICANTI CHE SONO DALLA PARTE DELLE LORO DONNE, DEBOLI, INPAURITE ED INDIFESE CONTRO LA FORZA DI UN MASCHIO.

Andreaimmagine

 
 
 

PIZZA ON-LINE: da ANDREA

Post n°19 pubblicato il 23 Febbraio 2007 da regionepiemonte
Foto di regionepiemonte

DOSI PER 4/6 PERSONE:(6 PIZZE NORMALI)





INGREDIENTI:

500 gr FARINA DI GRANO DURO
500 gr FARINA "00"
    1     CUBETTO DI LIEVITO
    1     PATATA (non troppo grossa)
 q.b     SALE
 q.b     OLIO


PREPARAZIONE:

- PELARE LA PATATA, TAGLIARLA A CUBETTI E FARLA BOLLIRE.UNA VOLTA COTTA TOGLIERLA DALL'ACQUA E SCHIACCIARLA IN UN PIATTO (MOLTO BENE) CON LA FORCHETTA.


- PREPARARE UN CONTENITORE CON I DUE TIPI DI FARINA

- NEL VERTICE ALTO DEL CONTENITORE FARE UN BUCO NELLA FARINA E METTERE IL SALE (DUE CUCCHIAINI SCARSI)

- NEL VERTICE DESTRO DEL CONTENITORE CON LA FARINA FARE UN PICCOLO BUCO CON IL DITO E METTERE LA PATATA SCHIACCIATA, DOPO DI CHE RICOPRIRE.

- IN UN PICCOLO CONTENITORE/PENTOLINO, SPEZZETTARE IL LIEVITO E SCIOGLIERLO CON POCA ACQUA CALDA.

- NEL VERTICE SINISTRO DEL CONTENITORE CON LA FARINA FARE UN PICCOLO BUCO CON IL DITO E METTERE IL LIEVITO SCIOLTO, POI GIRARE POCO POCO CON IL DITO E CREARE UN SPECIE DI PALLINA (PICCOLA) CON IL LIEVITO E LA FARINA, E POI RICOPRIRE.

- RIEMPIRE IL CONTENITORE/PENTOLINO CON ALTRA ACQUA CALDA, CHE SERVIRA' PER AMMORBIDIRE L'IMPASTO SE TROPPO DURO.

- COMINCIARE AD IMPASTARE IL TUTTO VERSANDO UN PO' DI ACQUA CALDA, MA NON TROPPA, IMPASTARE BENE FINO A CHE TUTTA LA FARINA NON SI SIA RAPPARESA.

- SE AVETE SBAGLIATO METTENDO TROPPA ACQUA E L'IMPASTO E TROPPO MOLLE AGGIUNGETE UN PO' DI FARINA.

- TOGLIETE L'IMPASTO DAL CONTENITORE E COMINCIATE A D IMPASTARLO SUL TAVOLO METTENDO DELLA FARINA SUL PIANO IN MODO DA NON FAR ATTACARE IL TUTTO AL TAVOLO.

- UNA VOLTA CHE L'IMPASTO SI PRESENTA PRIVO DI ECCESSIVI GRUMI CIOE' VI SEMBRA ABBASTANZA LISCIO, CON LE DITA DI TUTTE E DUE LE MANI SPROFONDATE NELLA PASTA FACENDO 10 BUCHI.

- A QUESTO PUNTO VERSATE ABBONDANTE MA NON TROPPO OLIO NELLA PASTA E POI CONTINUATE AD IMPASTARE FINO A QUANDO L'IMPASTO NON VI SEMBRERA' OMOGENEO.

- RIMETTETE L'IMPASTO NEL CONTENITORE INIZIALE E FATEVI UNA INCISIONE A FORMA DI CROCE MA NON MOLTO PROFONDA. POI COPRITE IL CONTENITORE CON UNA TOVAGLIA E LASCIATE LIEVITARE LA PASTA PER 1 ORA.

FORNO A 200° (accendere 1/2 ora prima di infornare)

CONDIRE A PIACIMENTO E BUONA PIZZA.

 
 
 

SONO DELUSO E' DIRE POCO.

Post n°18 pubblicato il 22 Febbraio 2007 da regionepiemonte

IERI 21 FEBBRAIO 2007, IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, ROMANO PRODI SI è DIMESSO.
CREDO PROPRIO CHE LA CLASSE POLITICA DI SINISTRA O PSEUDO-SINISTRA, ABBIA FATTO UNA EMERITA CAZZATA.
SOLO PENSARE A NUOVE ELEZIONI, SOPRATTUTTO NEL CASO DOVESSERO VINCERE LE DESTRE, MI MANDA IN DEPRESSSIONE.
E' STATO FATTO MOLTO PER VINCERE ANCHE SE DI POCO LE ULTIME ELEZIONI.
E NEL MOMENTO IN CUI, FINALMENTE!, AGGIUNGO, I POLITICI HANNO AVUTO IL CORAGGIO DI DIRE CHE LA SITUAZIONE ITALIANA DAL PUNTO DI VISTA FINANZIARIO E' MESSA MOLTO MALE, CHE SUCCEDE? CHE SI DIMETTONO?
NO IO NON CI STO! LO SAPPIAMO TUTTI CHE LA SITUAZIONE FINANZIARIA DELLE NOSTRE FAMIGLIE E' DISASTRATA, ED IO PREFERISCO UNA PERSONA CHE MI DICA LE COSA COME STANNO, INVECE DI CONTINUARE A DIRE CHE VA TUTTO BENE.
MI SEMBRANO PERSONE MOLTO PIU' SERIE.

POI PER QUANTO RIGUARDA LA SITUAZIONE DELLA POLITICA ESTERA INVECE VORREI FARE UN ALTRO TIPO DI DISCORSO.

IL MINISTRO DEGLI ESTERI, BAFFETTO, NELLA SUA ESPOSIZIONE ALLA CAMERA IERI,
HA FATTO DUE DISCORSI IN UNO SOLO, DIFATTI E' PER QUESTO CHE SONO RIMASTO BASITO DI FRONTE AL TELEVISORE.

PRIMA PARTE:"ABBIAMO BISOGNO DI UNA POLITICA DI DISCONTINUITA', NON DOBBIAMO MANTENERE LA STESSA LINEA DI CHI HA GOVERNATO PRIMA DI NOI, A TUTTI I COSTI. SE SIAMO UN  ALTRO GOVERNO POTREMO PUR PRENDERE DECISIONI DIAMETRALMENTE OPPOSTE"

A QUESTO PUNTO HO ESULTATO COME AL MOMENTO DEL GOAL DI FABIO GROSSO CONTRO LA GERMANIA AI MONDIALI.PERCHE' ERA QUELLO CHE VOLEVO, UNA INVERSIONE DI MARCIA RISPETTO AD UN GOVERNO SUCCUBE DELLE DECISONI AMERICANE.

ED ECCOCI ALLA SECONDA PARTE DEL DISCORSO DI "BAFFETTO"/DALEMA:"METTERSI CONTRO GLI AMERICANI POTREBBE PORTARCIA DELLE GRAVI CONSEGUENZE".

COSA? CONSEGUENZE? PER NON APPROVARE LA POLITICA DI ESPANSIONE E AGGRASSIONE DEGLI AMERICANI? MA SIAMO MATTI?

NON ACCETTO DI METTERMI A NOVANTA GRADI OGNI VOLTA CHE LO ZIO SAM SI AVVICINA.
E PER UNA VOLTA CHE DATA LA VOLONTA' POPOLARE, SI VOLEVA UNA SVOLTA NELLA POLITICA ESTERA ITALIANA, TENENDOSI AL DI FUORI DELLE SPARATORIE AMERICANE, INVECE CHE SUCCEDE?

SONO DISTRUTTO SCONSOLATO E MI CADONO LE PALLE PER TERRA,PERCHE NEL PROGRAMMA DI GOVERNO CHE CI ERA STATO PROPOSTO VI ERANO DEI PUNTI FONDAMENALI I QUALI ERANO: - SIA UNA INVESIONE DI TENDEZA NELLE MISSIONI DI PSEUDO-PACE, - LE LIBERALIZZAZIONI, - E I PACS O DICO COME SI VUOLE DIRE.

I DICO LI ABBIAMO FATTI.

LE LIBERALIZZAZIONI ROMPONO LE PALLE A CHI HA MOLTI SOLDI, PERCIO' MI SEMBRA PRORIO UNA BELLA IDEA.

ED INVECE LA COSA MENO IMPORTANTE A MIO AVVISO, LA POLITICA ESTERA, CI MANDA IN CRISI. CHE DELUSIONE

CHE POI PARLIAMO DI PLITICA ESTERA QUANDO MILIONI DI RAGAZZI E NON, STENTANO A TROVARE UN POSTO DI LAVORO, E ALLORA ECCO SU COSA VORREI CHE I NOSTRI POLITICI PUNTASSERO IL DITO.
SUL LAVORO GIOVANILE CHE ESSENDO ASSOGGETATO ALLE AGENZIE DI LAVORO INTERINALE, STA CREANDO UNA GENERAZIONE DI PERSONE TALMENTE FLESSIBILI CHE CI RITROVEREMO TUTTI QUANTO A CULO A PONTE ASPETTANDO DI ESSERE INCULATI DALL'IMPRENDITORE DI TURNO.

Andrea   immagine   (siete pregati di rispondere con un commento anche e soprattutto negativo)

 
 
 

TRANQUILLO

Post n°17 pubblicato il 22 Giugno 2006 da regionepiemonte


E sto tranquillo manco fosse una domenica mattina, quando mi sveglio e a fianco c'è la mia bambina che dorme, sulle serrande la luce continua a bussare ma oggi è domenica ed il sole può anche aspettare, ma prima che la notte sul giorno abbia la meglio aspetta che m'arripiglio espetta che sia ben sveglio, sbadiglio, apro gli occhi, mi guardo intorno, ti prego lasciami dormire prima che faccia giorno. Sono al centro dell'universo visto che ho la cosa più importante del mondo sdraiata a fianco a me.... Tranquillo come domenica mattina quando mi sveglio e a fianco c'è la mia bambina. Mi scalda in questa fredda mattina d'inverno, e ora posso riposare dopo un sabato d'inferno che ho vissuto combattuto costantemente in para ma adesso tutto è calmo e niente muove l'aria. Mi lascio cullare dallo scroscio della pioggia, ed ora che tutto taccia e ora che lei mi abbraccia lascio che Morfeo mi guidi e mi abbandono, oggi mi sa che me ne resto tutto il giorno SOTTOTONO. Lascio ogni mio tormento, mi addormento, scusatemi se mi assento ma oggi resto spento, preferisco così e ho una bambina d'oro a fianco, oh babe abbracciami si che mi sento così stanco. Con te ogni giorno è domenica, ogni giorno faccio vacanza e se solo potessi rinchiuderei il cielo in una stanza per te che sei tutto quello che ho ed ora che asei accanto a me ecco perchè me ne sto... Tranquillo come domenica mattina quando mi sveglio e a fianco c'è la mia bambina. Sento un gallo che canta e mi avvisa che è il primo del mese, sembra che il sole sorga qui nel centro di Varese, e continuo a sognare, vorrei svegliarmi affacciarmi e poter vedere il mare. Vorrei sentir le urla dei gabbiani, vorrei urlare al mondo che sei la più bella tra gli esseri umani, un caldo abbraccio e siamo un corpo che si muove in armonia, devo far sapere che sei solo mia, ne sento il bisogno sopratutto adesso che ho la cosa più importante del mondo sdraiata a fianco a me... Tranquillo come domenica mattina quando mi sveglio e a fianco c'è la mia bambina

 
 
 

Se questa è una "giornalista".

Post n°16 pubblicato il 03 Aprile 2006 da regionepiemonte

Eccoci qua, a parlare di dolore, a parlare di orrore, a parlare di punizioni.
Oggi 03/04/06, vi scrivo per trasmettervi il mio soffocato dolore, nell'apprendere la sorte del piccolo Tommaso Onofri, rapito il mese scorso e ritrovato solo nella notte tra sabato e domenica (01/02 aprile).
Sconvolto dalla notizia, sabato sera accendo la televisione e staziono su una rete privata del sig.Berlusconi che non è ne la 4 o la 5 ma bensì l'atra, e mi accorgo che la giornalista, appostata in mezzo ad una strada di parma, gode nel ripetere sempre le stesse parole in odore di scoop.
Di seguito voglio elencare le suddette parole dette e ripetute più volte fino allo sdegno:
- IL PICCOLO TOMMASO
- UCCISO
- SCOOTER
- PIANGEVA
- BADILATE
- 30 cm DI TERRA

Queste 6 parole sono state usate almeno una ventina di volte da questa "giornalista".
Non trovo giusto il fatto di spettacolarizzare il dolore, la morte di un bambino, in questo modo.
Con le immagini del padre rubate da fuori a dentro la casa della famiglia, con una luce spot, tanto fredda quanto il cuore di una "giornalista".
Avrei tanto voluto che, dopo la spettacolarizzazione del rapimento, che forse in qualche modo può essere utile al fine del ritrovamento, avvenisse , nel momento in cui si è saputo della morte del bimbo, lo spegnimento delle telecamere.
Così da rispettare il dolore immenso di due genitori e un fratello, oltre che dei parenti più stretti, invece di andare a soddisfare l'avidità di scoop di una "giornalista" e dei milioni di persone che il giorno dopo magari sono stati a fare la grigliata in montagna.

BUONA VITA A TE, CE N'è BISOGNO.

Andrea

 
 
 

IO ODIO PAOLO DEL DEBBIO

Post n°15 pubblicato il 29 Marzo 2006 da regionepiemonte

In cuor mio fremo,fremo per la sfida, fremo per la mia parte.Quella persona è qualcosa di indescrivibile,censore come voi moderatori del forum.Fa paura,perchè potente e nessuno mai, lo ha mandato a quel paese. Oggi giorno in Italia , nella TV italiana, si sentono termini di tutti i generi, perciò io direi ai signori di PSEUDO-SINISTRA ,di ridergli in faccia, di mandarlo a quel paese senza mezzi termini,di farlo arrabbiare perchè solo così uscirà fuori cio che davvero è,cioè cattivo e arrivista,come del resto si è dimostrato dopo il primo confronto con PRODI, dove non ha potuto fare tutto ciò che voleva.
FORZA ITALIA=FORZA MAFIA

Andrea

 
 
 

MA CHE SORRISO DA IDIOTA.

Post n°14 pubblicato il 28 Marzo 2006 da regionepiemonte

Premetto che se avessi continuato a fare l'imprenditore e basta (però saresti andato di certo in galera) avresti avuto il mio più grande rispetto per ciò che sei riuscito a fare, anche perchè mi fa tenerezza il fatto che essendo diventato molto potente al nord, la mafia ti abbia ASCIUGATO,facendoti saltare il cancello di casa e affidandoti nelle mani di Dell'UTRI.

Devi andare a casa, spero con tutto il cuore che tu scompaia dalla faccia della terra , ti odio,ti sei fatto i cazzi tuoi tutti questi anni, e adesso spari merda su tutto e tutti pur di essere riconfermato.Condannato ad anni di galera, sei ancora libero,con processi caduti in prescrizione,sei ancora libero.Nessuno dice di averti votato e poi hai vinto cmq le elezioni.I tuoi elettori non hanno il coraggio di ammettere che sono a loro volta delle enormi teste di cazzo.Tu ridi, ma che cazzo ridi!
Ovviamente se fossi nella tua situazione riderei anche io, ma...........
Per governare un paese ci vogliono persone che almeno all'apparenza siano pulite e non tu che avevi assunto MANGANO, boss della mafia, che volevi farti prtare i cavalli in albergo, che ti sei costruito un mausoleo sotto casa, che vuoi per questo far cambiare la legge che dura dal tempo di Napoleone(mai più cimiteri all'interno delle città),non tu chiamato a testimoniare in processi in cui sono coinvolti dei mafiosi,non tu che come collaboratori hai 2 mafiosi affiliati (Dell'Utri e Previti, oltre LaLoggia),non tu che hai dato del nazista a chi del anti-nazismo ha fatto la sua ragione d'essere,non tu che sei MUSSOLINI redivivo,non tu che stai con gli americani messo a culo a ponte pronto per farti inculare,sicuramente anche pronto ad allearti con Bin Laden quando gli americani perderanno. Non tu che hai fatto licenziare degli affermati professionisti della TV di informazione,solo perchè era il tuo volere.BASTARDO.
Andrai a casa Silvio, andrai a casa,noi non saremo in grado di resistere a lungo coalizzati tutti assieme, ma tu andrai a casa, andrai a casa, andrai a casa.ANDRAI AFFANCULO.E io sarò li a guardarti mentre con il tuo fagottino e il tuo sorriso da stupido te ne andrai a casa.

E poi spero che ti arrestino o ti confinino ad Hammamet come il tuo amicone ladrone.

 (UN IMPEGNO CONCRETO, ENTRARE IN POLITICA, PER NON ENTRARE IN GALERA)

SILVIO ma perchè non te ne vai un po' affanculo?

 
 
 

Per cento e mille sere.

Post n°12 pubblicato il 15 Marzo 2006 da regionepiemonte

Ci sono cose nella vita,
che si vorrei spiegare,
che quando poi ti penso,
il cuore si mette a gridare.
Dai dimmelo Michela,
che resteremo insieme,
con casa figli e amore,
il tutto gusto miele.
Su tutti i muri io ti vedo scritta,
lo dice anche Lorenzo,
che di rime lui è un artista,
e quando siamo occhi negli occhi e non serve a niente parlare,
ti stringo in un abbraccio,
che mai vorrei finire.
Dai camminiamo assieme,
per cento e mille sere,
mi servi come l'acqua,
e per questo voglio bere.
La luna con le stelle sono il pubblico pagante,
noi due di un gran bel film,
gli attori senza parte.

Andrea

 
 
 

La leva calcistica del '68.

Post n°11 pubblicato il 14 Marzo 2006 da regionepiemonte


Sole sul tetto dei palazzi in costruzione,
sole che batte sul campo di pallone,
e terra e polvere che tira vento,
e poi magari piove.
Nino cammina che sembra un uomo,
con le scarpette di gomma dura,
dodici anni e il cuore pieno di paura.
Ma Nino non aver paura 
di sbagliare un calcio di rigore,
non è mica da questi particolari,
che si giudica un giocatore,
un giocatore lo vedi dal coraggio,
dall'altruismo e dalla fantasia.
E chissà quanti ne hai visti e quanti ne vedrai,
di giocatori tristi, che non hanno vinto mai,
ed hanno appeso le scarpe a qualche tipo di muro,
e adesso ridono dentro a un bar,
e sono innamorati da dieci anni,
con una donna che non hanno amato mai.
Chissà quanti ne hai veduti, e chissà quanti ne vedrai.
Nino capì fin dal primo momento,
l'allenatore sembrava contento e allora,
mise il cuore dentro alle scarpe,
e corse più veloce del vento.
Prese un pallone che sembrava stregato,
accanto al piede rimaneva incollato,
entrò nell'area, e tirò senza guardare,
ed il portiere lo fece passare.
Ma Nino non aver paura di sbagliare un calcio di rigore,
non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore,
un giocatore lo vedi dal coraggio,
dall'altruismo e dalla fantasia.
Il ragazzo si farà, anche se ha le spalle strette,
questo altro anno giocherà, con la maglia numero sette.

Francesco De Gregori

 
 
 

LETTERA APERTA AD URBANO PERSICHETTI

Post n°10 pubblicato il 10 Marzo 2006 da regionepiemonte

Abito in barriera di milano(TORINO),ed ogni giorno le macchine sono parcheggiate in tripla fila e sui marciapiedi.
Quando trovo traffico in prossimità dei semafori(70 MINUTI DA P.ZZA DERNA A C.SO VERCELLI),due volte su tre loro sono in mezzo all'incrocio, oltretutto con i semafori funzionanti.
Le multe fanno arrabbiare tutti quanti e le prendono solo coloro che non hanno nessun santo in paradiso.
Quando avviene un sinistro stradale,li puoi chiamare solo se ci sono feriti.
In questo periodo, le corsie olimpiche sono più trafficate che mai.
Perciò mi chiedo,

COSA ESISTE A FARE IL CORPO DEI VIGILI URBANI?

 
 
 

DOLCENERA & DOLCEPOVIA

Post n°9 pubblicato il 06 Marzo 2006 da regionepiemonte

E' finto il festival della canzone italiana.
Che ne dite?
Piaciuto?
Guardato?

Bene, è stato un bel festival di S.Remo,
le canzoni come al solito erano da ascoltare un paio di volte, ma alla fine sono rimaste quelle che davvero davano un senso ad una serata di ascolto TELEVISIVO.

Certo molte di queste, non andremo mai ad ascoltarle ad un concerto.
Allora vediamo:

POVIA= Una bella canzone, come quella dell'anno passato,come bellezza e come melodia,ma lui è proprio carino, ha gli occhi sinceri.VEDREMO.

I NOMADI= Che dire,il ritornello che ti entrava di più nelle orecchie,una bella collaborazione la penultima sera assiema al professor Vecchioni......DOVE SI VA?.....

TATANGELO= Data la giuria popolare e il suo micro vestito di sabato sera, sappiamo perchè è arrivata dove è arrivata,D'alessio si sente e tanto,Mogol si limita ad una rima con la parola "palla"(genio).FIGLIA DI GIGI.

MAFFONI= MA CHI E'?Canzone di S.remo (tipica).IMPROPONIBILE
------------------------------------------------------------------------

ZARRILLO=Ma basta Michè,ancora co ste canzoni?Per me dopo "IL CANTO DEL MARE",non esistono altre canzoni per sanremo da parte tua. IL SOLITO PREGO.

DOLCENERA= Sembra la figlia della Bertè e difatti non ho capito perchè non gli abbiano assegnato il premio MIA MARTINI,la canzone è bella a dire il vero,lei grida maè un grido cantato,non  stona mezza volta e mi ha fatto emozionare. IO LE TENGO FERMA LA TATANGELO E LEI LA PRENDE A SBERLE. Ps:l'anno prossimo la minigonna è d'obbligo.

ZEROASSOLUTO= Al cospetto dei nomadi,tutti a fare i complimenti,ma DIO è morto o Vagabondo erano altre cose.Il loro pezzo è  bello,lo sentiremo molto alla radio, bravi ragazzi. SVEGLIARSI LA MATTINA,CON LA VOGLIA DI PARLARE. (turu turu tutu)

CRISTICCHI= Un mito,a S.Remo dice:"io sulla croce ci andrei, MA PER CHI?". Cosa dire di più, bravissimo e si nota che sotto c'è una mente fine.Dedica il suo pezzo a MIA MARTINI e il premio lo danno a NOA.(stronzi) Ps:HA TELEFONATO ANTONACCI, DICE CHE VUOLE CANTARE COME CRISTICCHI.
------------------------------------------------------------------------

ESCLUSI E DEGNI DI NOTA:

RON= ci hai rotto i 3/4 di parappappà. MAGARI RIVEDERLO TRA 100 ANNI.

BRITTI= Non lo conosco personalmente, ma credo che a S.Remo ci vada per suonare e non per vincere a tutti i costi,MITO DELLA CHITARRA ITALIANA E NON SOLO.

ORECCHIO= Lui e il suo topino di peluches  sul palco,una bella voce, una bella canzone, ma è piaciuta solo a me. VIA IL CAPPELLINO PLEASE!
------------------------------------------------------------------------

CONDUZIONE:

PANARIELLO= Bravao, serio, scherzoso, emozionato, pressato dalla pubblicità. VOTO 7

BLASI= Bella VOTO 6

CABELLO= Una sorpresa? certo solo per chi non  la conosceva ancora. Fortissima, è anche una belella e autoironica ragazza. SPERIAMO CHE SPOSI ORLANDO BLOOM.

Andrea

 
 
 

ANIMA FRAGILE

Post n°8 pubblicato il 02 Marzo 2006 da regionepiemonte


E tu,
chissà dove sei,
anima fragile,
che mi ascoltavi immobile,
ma senza ridere.
E ora tu,
chissà dove sei,
avrai trovato amore,
o come me,
cerchi soltanto un'avventura,
perché non vuoi più piangere!
E la vita continua,
anche senza di noi,
che siamo,
lontano ormai,
da tutte quelle situazioni che ci univano,
da tutte quelle piccole emozioni che bastavano,
da tutte quelle situazioni che non tornano mai!
Perché col tempo cambia tutto lo sai
cambiamo anche noi,
e cambiamo anche noi,
e cambiamo anche noi!
e cambiamo anche noi!

(VASCO ROSSI)

Amore mio,io adoro quello piccole emozioni che ci bastano,
quelle situazioni che ci uniscono.
Ti amo da impazzire,
ogni giorno affianco a te,
non vale una vita da solo.

Andrea.

 
 
 

SENREMO?

Post n°7 pubblicato il 28 Febbraio 2006 da regionepiemonte

Questa sarebbe la massima espressione della canzone d'autore italiana.
Non che mi aspettassi i "GRAMMY", ma questo è troppo!
L'unica nota positiva sono la Cabello e la Blasi,che per gli italiani,soggetti al fascino femminile,hanno dotato la serata di almeno un motivo per guardarla.
Hanno escluso Al Bano? Dico che almeno lui avrebbe tirato fuori la voce.
Dolcenera ha una bella canzone , ma grida.
Povia ha rifatto la canzone dell'anno scorso,stessa musica diverse parole.
Un accenno a Panariello.
Poteva dare di più, certo per il Festival di S.Remo,ci vuole un presentatore,e lui non lo è.
Dico solo che comunque è bravo,riescie a tenere la scena,non è al livello di Bonolis ma è bravo anche lui.
Finisco con John Travolta dicendo......ma che ha fatto?
Aveva fretta? Si è rincoglionito? bah!non lo so ma di certo resterà sempre nel mio cuore come Tony Manero e il phon prima della discoteca.

 
 
 

STELLA COMETA

Post n°6 pubblicato il 24 Febbraio 2006 da regionepiemonte


Penso a te prima di dormire
guardando il sole che fa spazio all'imbrunire
in questa terra lontana da casa
lontana da te che sei la mia casa
ovunque tu sia tu sei l'anima mia
sei un campo di malinconia
quando non sono da te sei un campo di frutti dolcissimi
quando sei qui con me contadino del cuore
la mia gioia mi costa sudore
io ti amo e fuggo lontano la misura di quanto ti amo è il pianeta
di ogni viaggio lontano da te sei la meta
io re magio tu stella cometa...
mi devo allontanare da te per vederti tutta intera
devo fare finta che non ci sei per scoprire che sei vera
questa sera la signora dell'albergo ha cucinato le patate
come le fai tu arrosto
un po' croccanti fuori e morbide nel cuore
proprio come le fai te... proprio
come te mangiandole mangiavo te come una comunione e son scappato via perché da
troppo amore non so respirare amore amore amore amore...
questa parola vista da lontano mi fa sentire un pellegrino un penitente
un cavaliere errante un mezzo deficiente
io ti amo e fuggo lontano la misura di quanto ti amo è il pianeta
di ogni viaggio lontano da te sei la meta
io re magio tu stella cometa

(Lorenzo Cherubini - Jovanotti)

 
 
 
Successivi »