La nostra voce

pensieri,commenti sui fatti quotidiani e riflessioni alla luce del vangelo

 

Degno è l'Agnel

siede sopra il trono

ha una corona di gloria,

regna in vittoria!

Innalziamo Gesù, il figliuolo di Dio

Colui che fu crocifisso

degno è l'Agnel!

 

 

L'AMORE DI DIO E' PER TUTTI

"La dimostrazione divina della realtà e dell'amore di Dio non è stata data con parole, ma con fatti.

 

Quando Iddio volle dimostrare
il Suo amore alla povera umanità,

 

non lo fece con un eloquente discorso, né con profferte convincenti di amore.

 

Egli diede prova
del Suo amore per noi nel fatto, che,

 

mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi."

 

 

-- C. H. Spurgeon

 

 

SALMO 23

"Il Signore è il mio pastore,

nulla mi mancherà.

Egli mi fa giacere

in verdeggianti pascoli

e mi guida lungo

le acque tranquille."

 

 

 

 

MY LIFE, MY LOVE, MY ALL

 

AGNUS DEI

 

SEI IL MIO DIO

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

parrinelsmisterdogsrl0blicsimon.muratgeometracaputolaura.ascvttab.lucafabriano2009selenebovinotigeragmaryclar.mirvincefe72yeritzaarch.mcbassofederico.giubilei
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

ULTIMI COMMENTI

un saluto a te e alla tua Bella Portici Fra
Inviato da: puntocosmico
il 25/11/2011 alle 13:41
 
un saluto...da un aspirante Angelo.....fra.
Inviato da: puntocosmico
il 08/07/2011 alle 21:51
 
Luce a te per una serena giornata*_*Baci e sorrisi:)))Hengel
Inviato da: hengel0
il 08/07/2011 alle 09:49
 
grazie Hengel ..un bacio
Inviato da: rabbuni_2008
il 07/07/2011 alle 18:01
 
Buongiorno*_*Un sorriso , che la luce di questa giornata...
Inviato da: hengel0
il 07/07/2011 alle 11:20
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

AUGURI

Post n°93 pubblicato il 23 Dicembre 2012 da rabbuni_2008

BUON NATALE E BUON ANNO A TUTTI VOI

 
 
 

Chi può cambiarti la vita.......

Post n°92 pubblicato il 13 Novembre 2011 da rabbuni_2008

·                            

·                                 E poi ci sono quelle persone belle dα morire..

E non Belle solo in senso fisico, mα Belle e bαstα. Belle perchè quαndo sorridono illuminαno ciò che li circondα, Belle perchè il suono dellα loro voce riempie l'αriα. Belle perchè con un gesto ti rendono felice, Belle perchè fαnno pαrte di Te, e ti rendono migliore.  

 

 
 
 

MUSICA...MUSICA....

Post n°91 pubblicato il 24 Settembre 2011 da rabbuni_2008

«Spesso la musica mi porta via come fa il mare.»
(Charles Baudelaire) ...e già....

 
 
 

INSEGNARE COL CUORE

Post n°90 pubblicato il 24 Settembre 2011 da rabbuni_2008

Insegnerai a Volare, ma non voleranno il Tuo Volo. Insegnerai a Sognare, ma non sogneranno il Tuo Sogno. Insegnerai a Vivere, ma non vivranno la Tua Vita. Ma in ogni Volo, in ogni Sogno e in ogni Vita, rimarrà per sempre l'impronta dell' insegnamento ricevuto. -

Madre Teresa di Calcutta

 
 
 

Angeli

Post n°88 pubblicato il 07 Luglio 2011 da rabbuni_2008

Ci sono angeli intorno a noi....angeli senza ali che in silenzio e discretamente sorreggono la nostra vita...i veri amici!

 
 
 

RIECCOMI

Post n°87 pubblicato il 05 Luglio 2011 da rabbuni_2008

UN SALUTO A TUTTI I MIEI AMICI...SON MANCATA PER UN BEL PO' MA NN HO DIMENTICATO NUSSUNO....

 
 
 

Cristo è la mia forza

Post n°86 pubblicato il 13 Giugno 2010 da rabbuni_2008

Quando c'è un periodo difficile da affrontare si ha bisogno di un aiuto, di qualcuno che ti dia una forza in più  ed io ancora una volta ho avuto la conferma che l'unico che possa veramente intervenire in questo senso è Dio, colui che guida e riempie la mia vita e questi versi di Giobbe mi hanno consolato:

"Tu, se ben disponi il cuore, e tendi verso Dio le mani, se allontani il male che è nelle tue mani, e non alberghi l'iniquità nelle tue tende; allora alzerai la fronte senza macchia, sarai incrollabile, e non avrai paura di nulla; dimenticherai i tuoi affanni; te ne ricorderai come d'acqua passata; la tua vita sorgerà più fulgida del pieno giorno, l'oscurità sarà come la luce del mattino. Sarai fiducioso perchè avrai speranza; ti guarderai bene attorno e ti coricherai sicuro. Ti metterai a dormire e nessuno ti spaventerà; e molti cercheranno il tuo favore" 

 
 
 

AMORE PERFETTO

Post n°85 pubblicato il 11 Giugno 2010 da rabbuni_2008

 

 

“AMA IL SIGNORE IDDIO TUO CON

 TUTTO IL TUO CUORE, CON TUTTA

 L’ANIMA TUA, CON TUTTA LA FORZA

 TUA

( Matteo 22)

 

 

Per confondervi un po' vi voglio parlare dell’elemosina. Una volta eravamo abituati a vedere i mendicanti come persone anziane o donne con bambini, per lo più nomadi, oggi invece ad ogni angolo di strada troviamo extracomunitari giovani, in piena salute che con il loro strano italiano e il loro cappello teso vi chiedono qualcosa. La nostra reazione è di vario tipo: c’è chi passa indifferente perché pensa che sarebbe meglio che se ne tornassero al loro paese invece di creare problemi a noi, c’è chi lascia qualche spicciolo e quasi se ne rammarica perché pensa “ chissà alle spalle che organizzazione ci sta”, c’è chi lascia qualcosa in tutta fretta senza pensare a niente, giusto per tranquillizzare la coscienza. In ogni caso ciò che diamo non va al di là di qualche centesimo. Ebbene, a volte, noi trattiamo anche il Signore come se fosse un mendicante. Qualcuno penserà che sia poco rispettoso usare questo termine riferito a Dio, ed ha ragione, è offensivo trattare Gesù come se Lui mendicasse il nostro amore e la nostra riconoscenza, eppure anche senza rendercene conto, noi lo facciamo. Lo facciamo quando offriamo a Lui il nostro tempo ridotto perché “sono tanti gli impegni”, un po’ del nostro talento perché tutto significherebbe sacrificare troppo di altri interessi, la nostra partecipazione alla vita comunitaria in maniera superficiale, per abitudine, senza passione, senza il cuore. E trovare mille scuse alla nostra infedeltà, mille giustificazioni alle nostre mancanze, lasciare che l’opera Sua vada avanti senza di noi, starsene solo a guardare con l’alibi che gli altri sanno fare meglio di noi o  perché chi dovrebbe collaborare con noi non ci è proprio “affine”, tutto questo è proprio fare a Dio l’elemosina della nostra vita. Tornando al verso iniziale: può essere questo il modo di amare Dio con tutto il cuore, la mente e la forza nostra?

E’ questo il risultato di un amore appassionato? Il Signore non vuole gli spiccioli della nostra vita, vuole tutto e Lui ha tutto il diritto di chiedere perché per primo ha dato tutto!

 

“In questo è l’amore: non che noi

 abbiamo amato Dio, ma che Egli ha

 amato noi, e ha mandato suo Figlio per

 essere il sacrificio propiziatorio per i

 nostri peccati”    

(I Giov. 4:10

 
 
 

DEDICATO A TUTTE LE MAMME

Post n°84 pubblicato il 09 Maggio 2010 da rabbuni_2008

Auguri a tutte le mamme

"CHI TENE A MAMMA E' RICCO E NUNN'0 SAPE

CHI A VO BENE E' FELICE E NUN L'APPREZZA.

TENE NA COSA CHIUSA DINT'O CORE: O BENE!

E O BENE E MAMMA E' COMME O MARE,

NUN FERNESCE MAI!

TUTTO TI DA', NIENTE TI CERCA

 E SI TE VEDE E CHIAGNERE,

SENZA SAPE' PECCHE',

T'ABBRACCIA E DICE :"FIGLIO!"

 E CHIAGNE INSIEME A TE! "

NON RICORDO DI CHI SIA QUESTA POESIA, SO SOLO CHE ME LA DEDICO' MIO FIGLIO IN 3° ELEMENTARE E MI COMMOSSE TANTO!

 

 
 
 

Dio nostro sostegno e nostra forza

Post n°83 pubblicato il 17 Aprile 2010 da rabbuni_2008

Versione inglese

 

 

versione italiana

 

 

 
 
 

POTERE NEGATIVO DELLE PAROLE

Post n°82 pubblicato il 07 Aprile 2010 da rabbuni_2008

IN QUESTO CLIMA CULTURALE E SOCIALE S'AVVERTE OGGI SEMPRE PIù LA NECESSITà DI RECUPERARE PAROLE NUOVE E DIREI ANCHE ANTICHE COME GIUSTIZIA, ONESTA' E CORRETTEZZA CHE OGNI CITTADINO ONESTO DESIDERA.

ASSISTIAMO OGGI AL POTERE NEGATIVO DELLE PAROLE E ALLA LORO CAPACITA' DISTRUTTIVA VERSO PERSONE, AFFETTI E REALTA'.

aNCHE DA PARTE DI ALCUNI POLITICI, CHE HANNO PERDUTO IL SENSO DEL RISPETTO PER GLI ALTRI, PREDOMINANO L'INSULTO, LA MENZOGNA, QUINDI NON OFFRONO BUONI ESEMPI. E' GIUNTO FORSE IL TEMPO DI RECUPERARE UN "VOCABOLARIO"PULITO E ONESTO, APERTO AL DIALOGO, QUELLO CHE RIFIUTA L'INTOLLERANZA E L'ESCLUSIONE. SPERIAMO CHE PREVALGA LA LEGALITA' ( MEZZO PER RAGGIUNGERE IL VERO FINE: LA GIUSTIZIA) METTENDO LE PERSONE IN CONDIZIONE DI RISPETTARE LE REGOLE E LA CONVIVENZA, TENENDO INSIEME UGUAGLIANZA DI DIRITTI E DOVERI E RISPETTO DELLE DIFFERENZE.

dOVREMMO RICOSTRUIRE UN " TESSUTO" CIVILE IN CUI INVECE DI LANCIARSI INSULTI, LE PERSONE POSSANO TORNARE A PARLARE DI CONFRONTO E COSì RISPETTARE LA COSTITUZIONE.

cI AUGURIAMO CHE NELLA SCUOLA SI RECUPERI IL CONFRONTO CON LA REALTA' E GLI OPERATORI SCOLASTICI SAPPIANO SOPRATTUTTO SMASCHERARE GLI SLOGAN O LUOGHI COMUNI ED INSEGNARE AI GIOVANI LA COSTITUZIONE CHE DEVE ESSERE RISPETTATA DA TUTTI.

CARLO LEVI AUTORE DEL LIBRO"CRISTO SI E' FERMATO AD EBOLI, SCRISSE UN ALTRO LIBRO DAL TITOLO EMBLEMATICO" LE PAROLE SONO PIETRE"  E ANCHE LA BIBBIA CI RICORDA CHE"LA PAROLA FERISCE PIU' DELLA SPADA"

RIFLETTIAMO BENE PRIMA DI PARLARE

 
 
 

STA ARRIVANDO LA PASQUA

Post n°81 pubblicato il 26 Marzo 2010 da rabbuni_2008

AVVICINANDOSI LA PASQUA VOGLIO RIPROPORVI QUESTO POST.

OGNI GIORNO è IL MOMENTO GIUSTO PER GUARDARE ALLA CROCE, PER RICORDARE IL SACRIFICIO COMPIUTO DAL RE E SIGNORE DEL CIELO E DELLA TERRA, CRISTO GESU', AFFINCHE' OGNI UOMO POSSA ESSERE RICONCILIATO CON DIO, MA E' ANCHE IL MOMENTO GIUSTO PER GUARDARE AL SUO SEPOLCRO VUOTO E RICORDARE CHE EGLI NON E' PIU' SU QUELLA CROCE MA E' RISORTO E COME RE SIEDE ALLA DESTRA DEL PADRE, E ANCORA E' IL MOMENTO GIUSTO PER RICORDARE CHE LA MORTE NON E' LA FINE DI TUTTO MA SOLO L'INIZIO DI UNA VITA GLORIOSA PER TUTTI COLORO CHE SONO CHIAMATI FIGLI DI DIO IN QUANTO LO RICONOSCONO COME SALVATORE E FANNO LA SUA VOLONTA'.

TUTTI SONO PRONTI IN QUESTI GIORNI A CALEBRARE LA PASQUA, CERCHIAMO SOLO DI NON RELEGARLA IN  UN BREVE PERIODO DELL'ANNO E AD UNA SEMPLICE RICORRENZA RELIGIOSA, MA VIVIAMO OGNI GIORNO NELLA CONSAPEVOLEZZA DI CIO' CHE DIO HA FATTO PER NOI E NEL DESIDERIO DI RICAMBIARE DEGNAMENTE TANTO AMORE E COSI' SARA' BUONA PASQUA DI RESURREZIONE OGNI GIORNO NEL NOSTRO CUORE.

IL SIGNORE GESU' NOSTRO RE BENEDICA OGNUNO DI NOI!!!!!!

 
 
 

Confessioni di una prof.

Post n°80 pubblicato il 02 Marzo 2010 da rabbuni_2008

I miei ragazzi difficili (o i difficili siamo noi?)

Quando ho cominciato ad insegnare avevo 23 anni, non sapevo come si facesse, nessuno me lo aveva detto, nessuna scuola , nessuna università o corso abilitante o concorso. Ricordavo come lo avevano fatto i miei professori e cercavo di imitarli. Pensavo che bastasse entrare in classe, prepararsi bene, spiegare, interrogare, mettere voti, riprendere gli svogliati, parlare con i genitori e via avanti così. Ma mi sbagliavo, col tempo ho visto che la cosa era molto più complessa e che questi ragazzi avevano bisogno di qualcosa di più della lezione culturale quotidiana, volevano attenzione, considerazione, qualcuno che li stimolasse, li incoraggiasse, che li aiutasse a superare le insicurezze, che li aiutasse a credere in loro stessi, nelle loro capacità, che fosse un punto di riferimento, qualcuno di cui fidarsi e su cui contare al momento del bisogno.

La cosa era alquanto complicata e il ruolo richiesto richiedeva molto lavoro su me stessa e sui ragazzi. In parte ci sono riuscita. Oggi posso dire che la maggior parte dei miei alunni mi vuole bene, ma non perché sia accomodante e tollerante con i loro capricci e i loro errori sia scolastici che comportamentali, ma perché sanno che io sono dalla loro parte, sia quando mi mostro dura e irremovibile, sia quando non è possibile il compromesso, sia quando lo troviamo, sia quando vado loro incontro tendendo la mano.

Con gli anni e con l’esperienza ho acquistato sicurezza e autorevolezza pur mantenendo un rapporto alla pari dal punto di vista umano e quindi del rispetto, della comprensione, del dialogo e non penso di illudermi affermando che pur con difficoltà e non certo con tutti i miei studenti sono riuscita ad instaurare un rapporto basato sulla stima, sulla coerenza , sul dare ed avere da entrambe le parti. Il rapporto tra giovani ed adulti sicuramente è molto conflittuale e spesso ha bisogno di scontri, di momenti in cui i ruoli devono essere ben definiti e chiari, di regole da stabilire e da rispettare per gli uni e per gli altri, ma c’è bisogno che comunque sia avvertita da entrambe le parti che il tutto non sia frutto di arroganza, di voglia di prevalere o prevaricare, di imporsi sull’altro a prescindere, di pretendere a tutti i costi di essere detentori di verità assolute, ma sia la voglia e il bisogno di confrontarsi, di capirsi, di mettersi in discussione e di trovare un punto di incontro.  C’è bisogno da entrambe le parti di  smettere di parlare e di cominciare ad ascoltarsi, solo se ci ascoltiamo con attenzione possiamo giungere a capirci, di certo non sempre a condividerci, ma almeno a riflettere e soffermarsi non solo sui nostri pensieri e modi di vedere le cose , ma anche su quelli degli altri. Spesso adulti e giovani commettono lo stesso errore: sono convinti di aver ragione. Di certo l’adulto è guidato dall’esperienza, dalle conoscenze, dalla” saggezza “dell’età , ma non  sempre gli adulti hanno ragione!

Ricordo che durante un corso di formazione sulle problematiche adolescenziali, il relatore, alla domanda su come fare per prevenire o intervenire su comportamenti problematici, su situazioni difficili, lui ci rispose che non c’era una strategia valida per tutti e per tutto, l’unico suggerimento che si sentiva di dare era: “Amateli! Se non amate i vostri ragazzi, non troverete mai la soluzione alle situazioni problematiche, il segreto è solo nell’amore che riusciamo a sentire e a  trasmettere”.

Nella bibbia è scritto che “migliore cosa è il dare che il ricevere” ed è vero e sono convinta che forse può passare del tempo, si dovrà aspettare con pazienza ma quel dare ti ritorna indietro e qualcuno o qualcosa ti ripaga o meglio ti dà la risposta alla domanda che a volte ci viene spontanea:”Ne è valsa la pena? O è stato tutto inutile perché tutto è andato perso?” Ebbene i miei ragazzi me ne hanno dato la conferma,  quei miei ragazzi  difficili, quelli per i quali la maggior parte dei “grandi” afferma che ogni azione è inutile perché non cambieranno mai e non potranno mai migliorare il loro modo d’essere, che risolve tutto con note e sospensioni e col famoso 5 in condotta, sOno diventati più responsabili e meno problematici, forse ogni tanto ci farebbe bene metterci in discussione, noi adulti!

Soprattutto dovremmo metterci in discussione più spesso noi insegnanti e dimostrare quella coerenza che pretendiamo ma che spesso non dimostriamo.

 
 
 

LETTERA A MIO PADRE

Post n°79 pubblicato il 28 Febbraio 2010 da rabbuni_2008

CARO PAPA', FINALMENTE TROVO IL CORAGGIO E LA FORZA PER PARLARE E AFFRONTARE LA REALTA' DEL TUA SCOMPARSA.

TE NE SEI ANDATO IN SILENZIO E MI HAI LASCIATA QUI CON I MIEI RICORDI. HO GUARDATO L'IMPRONTA DEL TUO CAPO CHE HAI LASCIATO SUL CUSCINO E AVREI VOLUTO NON TOCCARLO PIU' PER NON PERDERE QUELL'IMPRONTA DEL TUO CORPO.L'HO ACCAREZZATA COME FOSSI ANCORA LI' MA POI TUTTO E' SCOMPARSO.

TI VOGLIO ESPRIMERE PAROLE E PENSIERI CHE NON HO MAI AVUTO IL CORAGGIO DI DIRTI DI PERSONA, LO SO CHE ORMAI LASSU' DOVE SEI  HAI COSE MOLTO PIU' GRANDI DI CUI GODERE E NON PUOI ASCOLTARMI, MA VOGLIO PARLARTI LO STESSO PER LIBERARE IL MIO CUORE DALLA TRISTEZZA E DAL RIMPIANTO DI NON AVERTI DATO PIU' DI QUELLO CHE AVREI DOVUTO E VOLUTO DARTI.

LO SO CHE SE PUR BURBERO E RISERVATO, HAI VISSUTO LA TUA VITA SOLO PER ME, PER DARMI TUTTO CIO' CHE AVREBBE DATO SICUREZZA AL MIO OGGI. HAI FATTO DEL LAVORO IL TUO SCOPO, MA NON PER TE, TU HAI SEMPRE PENSATO SOLO A ME.

MI HAI AMATO PIU' DI OGNI COSA, NON ME LO HAI MAI DETTO MA IO L'HO CAPITO LO STESSO E VORREI SOLO AVER PRONUNCIATO PIU' SPESSO QUEL GRAZIE CHE TI AVREBBE RICOMPENSATO DI TANTI SACRIFICI O  AVERTI DATO PIU' ABBRACCI, PIU' CAREZZE. MA TU NON ERI UOMO DI BACI E ABBRACCI E QUESTO MI HA TRATTENUTA TANTE VOLTE E OGGI MI RENDO CONTO CHE BISOGNA INVECE LASCIARSI ANDARE AI SENTIMENTI E FAR PARLARE SEMPRE IL CUORE PERCHE' L'AMORE POSSA ESSERE IL PROTAGONISTA DI OGNI MOMENTO DELLA NOSTRA VITA. TU NON HAI MAI AMATO A PAROLE, SOLO A FATTI. NON SEI MAI VISSUTO PER TE STESSO, MA SOLO PER LE PERSONE CHE HAI AMATO. TI VOGLIO BENE E NON TI DICO : ADDIO! MA SOLO : A PRESTO! E QUANDO TI RIVEDRO' STAVOLTA IL MIO AMORE TI INONDERA' INSIEME ALL'AMORE DI DIO CHE GIA' STAI ASSAPORANDO. 

CIAO PAPA'!

 
 
 

IL TEMPO

Post n°78 pubblicato il 12 Febbraio 2010 da rabbuni_2008

SANT'AGOSTINO NELLE "CONFESSIONI" SI INTERROGA:"CHE COS'è IL TEMPO? SE NESSUNO ME LO DOMANDA, LO SO. SE VOGLIO SPIEGARLO A CHI ME LO DOMANDA , NON LO SO PIU'"

GIA', IL TEMPO! MA SANT'AGOSTINO PENSAVA AD UN TEMPO NON CALENDARIZZATO, A UN TEMPO DEL CREATO, UN TEMPO TEOLOGICO, UN TEMPO DELLO SPIRITO.

NOI, AL CONTRARIO, SIAMO PRIGIONIERI DI UN TEMPO "CONCRETO" DI UN TEMPO CHE CI COSTRINGE, CI OBBLIGA, CI VINCOLA E CHE NON CI CONSENTE MOLTI SPAZI DI LIBERTA' PER PENSARE, PER RIFLETTERE. vIVIAMO IN UNA SOCIETA' CHE HA FATTO DELLA VELOCITA' LA REGOLA PRIMA DI VITA, AD OGNI LIVELLO E IN OGNI SITUAZIONE.

NON CI E' CONSENTITO FERMARSI O SOFFERMARSI, DOBBIAMO SCEGLIERE SUBITO O PEGGIO SCEGLIERE INDOTTI DA PENSIERI ALTRUI.

" PER TUTTO C'E' IL SUO TEMPO,C'E' IL SUO MOMENTO PER OGNI COSA SOTTO IL CIELO: UN TEMPO PER NASCERE E UN TEMPO PER MORIRE, UN TEMPO PER PIANTARE E UN TEMPO PER SRADICARE CIO' CHE E' PIANTATO...UN TEMPO PER DEMOLIRE E UN TEMPO PER COSTRUIRE, UN TEMPO PER PIANGERE E UN TEMPO PER RIDERE, UN TEMPO PER FARE CORDOGLIO E UN TEMPO PER BALLARE...UN TEMPO PER ABBRACCIARE E UN TEMPO PER ASTENERSI DAGLI ABBRACCI....UN TEMPO PER STRAPPARE E UN TEMPO PER CUCIRE, UN TEMPO PER CERCARE E UN TEMPO PER PERDERE, UN TEMPO PER CONSERVARE E UN TEMPO PER BUTTAR VIA, UN TEMPO PER TACERE E UN TEMPO PER PARLARE, UN TEMPO PER AMARE...UN TEMPO PER LA GUERRA E UN TEMPO PER LA PACE.."   ( Ecclesiaste 3 )

 
 
 

ITALIA DI IERI - ITALIA DI OGGI

Post n°77 pubblicato il 24 Gennaio 2010 da rabbuni_2008

             ALL’ITALIA

 

O patria mia,vedo le mura e gli archi

E le colonne e i simulacri e l’erme torri

Degli avi nostri, ma la gloria non vedo,

non vedo il lauro e il ferro ond’eran carchi

i nostri padri antichi. Or fatta inerme,

Nuda la fronte e nudo il petto mostri.

Ohimè quante ferite,

che lividor,che sangue! Oh, qual ti veggio

formosissima donna! Io chiedo al cielo

e al mondo: dite dite;chi la ridusse a tale?

E questo è peggio,

che di catene ha carche ambe le braccia;

sì che sparte le chiome e senza velo

siede in terra negletta e sconsolata,

nascondendo la faccia

tra le ginocchia, e piange.

Piangi, che ben hai donde, Italia mia,

le genti a vincer nata

e nella fausta sorte e nella ria.

………………………………..

          Giacomo Leopardi

 
 
 

HAITI, UNA STRETTA AL CUORE!

Post n°76 pubblicato il 19 Gennaio 2010 da rabbuni_2008

E’ arrivato il nuovo anno: 2010!!!! Brindisi, festeggiamenti, auguri, baci e abbracci nella solita illusione che questa volta tutto andrà meglio, le cose cambieranno e forse ci sarà più tempo per gioire e meno per rattristarsi; ma la realtà cruda, come sempre, è arrivata, è appena gennaio e la prima immane tragedia di quest’anno è qui: il terremoto ad Haiti. Vedere quelle immagini  ti stringe il cuore e ti fa sentire piccolo, impotente e quasi in colpa per essere vivo, sano e tranquillo nella tua vita di tutti i giorni. Poi ecco che, a noi cristiani, arriva la domanda di rito in queste circostanze:”Ma ad Haiti, Dio dov’era?” Allora la risposta che nasce spontanea è di solito:“Il mondo, tutta la creazione, uomo compreso giacciono nel peccato e soffrono a causa di questo, nessuno è escluso, né bambini, né vecchi, né ricchi, né poveri, né buoni, né cattivi, la pioggia cade sui giusti e sugli ingiusti così come il sole splende sui giusti e sugli ingiusti”. Ma vorrei dire qualcosa di più. E’ vero che non possiamo opporci né prevedere, purtroppo, la violenza della natura, ma un’altra domanda nasce spontanea:”Ad Haiti come in Abruzzo, a Messina, nei paesi vesuviani dove incombe il pericolo del Vesuvio, nei paesi africani dove si muore di malattie, di fame, di sete, e potrei continuare all’infinito, dove siamo noi? O meglio dove eravamo "con la testa" noi, uomini “intelligenti”, quando abbiamo costruito ignorando i terremoti, abbiamo distrutto alberi e deviato fiumi, quando abbiamo coperto di case  i pendii di un vulcano, quando abbiamo inquinato l’aria, riscaldato l’atmosfera, quando abbiamo sfruttato e continuiamo ancora oggi, i paesi più poveri, lasciandoli nel bisogno e nell’abbandono, senza tecnologie e mezzi adeguati neanche alle minime emergenze? Quanta disperazione e quanto dolore sono solo il risultato dell’egoismo, dell’indifferenza, della prepotenza degli uomini? Quanta sofferenza poteva essere risparmiata, ora e in passato, se fossimo più responsabili, più attenti, più”intelligenti e saggi” ma di quella intelligenza e saggezza che nasce dal cuore e dall’amore e che ti rende partecipe dei bisogni e del benessere di tutti, che ti induce al rispetto di ciò che ti circonda, di te stesso e degli altri? Dio è presente in ogni momento e osserva la nostra stoltezza, ci ha dato una direzione giusta da seguire, ma noi vogliamo andare per la nostra strada e quando tutto va male ecco che Lui diventa il nostro capro espiatorio, mentre come sempre assolviamo noi stessi.E' bello vedere la solidarietà che si scatena in questi momenti, ma perchè aspettare questo per essere solidali e vicini gli uni agli altri? Lo so che gli interessi dei singoli sono la priorità e sarà sempre così e non importa quante lacrime dovranno ancora essere versate. Che Dio abbia pietà di noi.

 
 
 

BUON ANNO A TUTTI

Post n°75 pubblicato il 31 Dicembre 2009 da rabbuni_2008

        Il 2010 sia  per tutti un

anno di serenità, pace e amore.

Lo sguardo benevolo del Signore

sia su tutti e possa guidare verso

ogni bene la loro vita, coloro che

guardano a Lui e al suo figliuolo

Gesù ne avranno

un gran giovamento.

 
 
 

IMAGINE

Post n°74 pubblicato il 28 Dicembre 2009 da rabbuni_2008

Immagina


Immagina ..............
....................non è difficile
Niente per cui uccidere e morire
e nessuna religione
Immagina che tutti
vivano la loro vita in pace..

Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno...

Immagina un mondo senza possessi
mi chiedo se ci riesci
senza necessità di avidità o rabbia
La fratellanza tra gli uomini
Immagina tutta le gente
condividere il mondo intero......

 
 
 

LETTERA DI NATALE

Post n°72 pubblicato il 16 Dicembre 2009 da rabbuni_2008

Caro  amico, anche quest'anno sta arrivando il Natale e tutti fanno spese per i regali, le pubblicità sono piene di luci, colori e canzoni a tema, in ogni parte del mondo ognuno parla del fatto che si sta avvicicnando il mio compleanno. E' bello sapere che almeno una volta l'anno qualcuno mi pensa. Le famiglie e gli amici si riuniscono e si divertono tanto.

L'anno scorso c'è stata una grossa festa in mio onore. Il tavolo era pieno di cibo delizioso. Le decorazioni erano bellissime e c'erano molti regali meravigliosamente incartati. Ma sai una cosa? Io non ero stato invitato. Ero l'ospite d'onore e loro non si sono neanche ricordati di mandarmi l'invito.La festa era per me, ma quando il grande giorno è arrivato sono stato lasciato fuori, mi hanno chiuso la porta in faccia....e io che volevo stare con loro e condividere la loro tavola...Mah!In verità non mi sono sorpreso,perchè negli ultimi anni sono sempre più numerose le persone che mi chiudono la porta in faccia lasciandomi fuori dalle loro case e dalle loro vite. Comunque,dato che non sono stato invitato, ho deciso di entrare alla festa senza fare alcun rumore. Ero lì, in piedi, in un angolo.Stavano tutti bevendo, alcuni erano un po' brilli e ridevano e raccontavano barzellette. Si stavano proprio divertendo....Poi ad un certo punto,un uomo grasso, vestito di rosso , con una lunga barba bianca è entrato gridando:"Ho!Ho! Ho!" Si è seduto sul divano e tutti i bambini sono corsi verso di lui dicendo:" Babbo natale!.."come se la festa fosse in suo onore.A mezzanotte poi tutti hanno cominciato ad abbracciarsi, ho allargato anch'io le braccia aspettando che qualcuno mi abbracciasse, e ...sai...nessuno mi ha abbracciato. Poi hanno cominciato a scambiarsi i regali, ho aspettato che fossero aperti tutti sperando ce ne fosse uno anche per me.Come ti sentiresti se al tuo compleanno tutti condividessero regali e tu non ne ricevessi neanche uno?Allora ho capito che non ero desiderato a quella festa e sono andato via in silenzio. Ogni anno la situazione peggiora. La gente si ricorda solo di mangiare e bere,dei regali,delle feste e nessuno si ricorda di me.Vorrei che  almeno  tu che stai leggendo questa lettera mi permettessi di entrare nella tua vita.Vorrei che riconoscessi il fatto che circa 2000 anni fa  sono venuto in questo mondo per dare la mia vita per te,sulla croce,per salvarti. Oggi voglio che tu creda questo con tutto il cuore. Molti non mi hanno invitato alla loro festa,ma io, molto presto avrò la mia celebrazione:una grandiosa festa che nessuno ha mai immaginato,una festa spettacolare.Sto finendo gli ultimi ritocchi.Oggi sto mandando molti inviti,e....

 c'è un invito anche per te!

Voglio sapere se desideri venire, così ti prenoterò un posto e scriverò il tuo nome in lettere dorate nel mio grande Libro degli invitati.Soltanto coloro che sono su questa lista potranno entrare alla festa.Chi non risponde all'invito sarà lasciato fuori.Mi puoi rispondere personalmente, anche subito, direttamente dal posto in cui mi puoi  trovare: dal tuo cuore.Ti voglio bene!

                                                                           Gesù

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: rabbuni_2008
Data di creazione: 23/11/2008
 

FONTE D'ACQUA VIVA

Chiunque beve di quest'acqua

avrà sete di nuovo

ma chi beve dell'acqua

che io gli darò,dice Gesù,

non avrà mai più sete,

anzi diventerà in lui

una fonte d'acqua che

scaturisce in vita eterna!

Chi ha sete venga e

chi vuole prenda in dono 

dell'acqua della vita.

La grazia del Signore Gesù

sia con tutti.

(Giov. 4 e Apoc. 22)

 

Non ho mai visto il tuo volto, 

Signore;

ma so che è bello!

Non ho mai scrutato il tuo sguardo,

Signore;ma so che è dolce!

Non ho mai sentito

il battitodel tuo cuore, Signore;

ma so che freme d'amore!

Non ho mai udito la tua voce,

Signore;

ma so che parli di vita!

Non ho mai toccato la tua mano,

Signore;

ma so che mi guidi!

 

 

CHI ALTRI AVRÒ IN CIELO PER ME O DIO!

"Io sono con Te sempre:Tu mi hai preso per la mano destra.

Mi guiderai con il tuo consiglio e poi mi accoglierai nella tua gloria.

Chi altri avrò per me in cielo?Fuori di te nulla bramo sulla terra.

Vengono meno la mia carne e il mio cuore; ma la roccia del mio cuore è Dio, è Dio la mia sorte per sempre.

(Salmo 73)

 

 

LA PAROLA DI DIO