Creato da romolor il 20/07/2005
gossip e altro
 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

Ultime visite al Blog

giorgio.garbelliniarke2mrtmatjadoredior0vertua.marialisart.pubblicitacon83giuliaraffadrivan31attiliozingcluigi.ivan1967gatt0_matt0archdanimspedorvdv62
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« LUCIANA SAVIGNANO, PAOLA...In un libro MIA MARTINI ... »

Lettera alla MAMMA DISPERATA perchè i suoi figli non hanno votato alle primarie del PD

Post n°2492 pubblicato il 29 Ottobre 2009 da romolor
 
Foto di romolor

Leggo sulla Gazzetta del Mezzogiorno del 28 ottobre la lettera di una madre disperata perchè i figli adolescenti non hanno inteso recarsi a votare , dopo le sue ripetute insistenze, alle primarie del Pd.
La signora denuncia preoccupata il disinteresse per la politica e il sociale dei giovani, compresi i suoi figli .
Vorrei rivolgere qualche obiezione a quella signora, sicuro di ottenere per cinque minuti la sua attenzione e quella degli altri lettori.
Gentile mamma, perchè imporre a dei giovani l'andare a votare (ancora minorenni) per qualcosa che non sentono? La prima cosa, prima di lanciare accuse, è osservare i segnali che i nostri figli ci danno. E' convinta lei di non essere stata un po' assillante con questa chiamata a consultazioni che forse interessava principalmente soltanto a lei ?
Dalle sue parole si percepisce una voglia di indottinamento a tutti i costi; giusto che i suoi figli si siano sottratti a questo furore apprensivo e ossessivo. I ragazzi sono molto più intelligenti e ricettivi di quello che si pensa comunemente e lei eccede talvolta nel giudicarli. Infatti critica anche i compagni di scuola dei suoi figli, che non si sono recati a votare e "che appartengono de facto alla sinistra ma preferiscono ignorare tale cosa". Mi scusi signora, è andata all'istituto frequentato dai suoi figli facendo un sondaggio Nielsen sulla loro appartenenza politica? E se qualcuno, al contrario, venisse a giudicare lei,tanto ansiosa e riformista da non rendersi conto di invadere lo spazio altrui?
Infatti lei poi fa un resoconto di un corteo studentesco anti-Gelmini al quale i suoi ragazzi hanno partecipato, descrivendo gli atteggiamenti della sua prole e criticandoli.
Chissà quante domande da parte sua, quanta invadenza. E i suoi figli si sono certamente sentiti spiati, rispondendole coi fatti col respingimento delle sue idee politiche.
"Mia figlia faceva foto ai manifestanti": ma non è contenta? la sua bambina manifesta un talento da reporter; lo sfrutti appieno e diventerà una grande fotografa.
Suo figlio:" va al corteo spinto dalla sua ragazza, più impegnata politicamente ". Qua cade l'asino, signora: se già la fidanzata di suo figlio lo "spinge" in politica, figurarsi quale dev'essere l'atteggiamento del suo ragazzo nei confronti di una mamma apprensiva che lo spinge anche lei in politica: ecco un sovrapporsi delle due figure femminili con conseguente frammentazione edipica e crisi di identità. Per finire: il giorno dopo le primarie il Grande Fratello fa grandi ascolti e lei contesta tale dato di fatto. La mia risposta: anche a me il Grande Fratello non piace (più) ma se continua a fare grandi ascolti non me ne importa, perchè non adeguo il mio sentire a quello degli altri.
Signora, la saluto.
P.S:
Perchè non firmarsi? Lei mi è sembrata una donna di carattere: nascondersi dietro l'anonimato mi è parso dunque inutile.
ROMOLO RICAPITO
romolo.ricapito@libero.it

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog