Creato da rumblingwoods il 13/10/2007

Rumbling Woods

it's good music

 

REUNION WOODS

Post n°84 pubblicato il 03 Febbraio 2012 da rumblingwoods

E' così è successo, dopo un anno e mezzo i Rumbling Woods hanno ricalcato il palco, ed è sembrato che quel tempo non fosse mai passato.

Ma per voi, fan, la storia di questa reunion woods va raccontata dall'inizio e ogni inzio dei woods, passa dal drunker. Si, lasciate stare le voci, peraltro vere, dell'organizzazione dell'evento che è passata per vox. Tutto questo è vero, ma c'è un antefatto, anzi c'è un antebirra.

La notte della vigilia di natale il drunker aveva festeggiato la venuta del bambinello come da tradizione: cibo, "incenso" e birra..e armato del suo cappello da bluesman consumato si era messo a dormire. Il sonno però era agitato e ad un certo punto, in sogno, una parola: SWASENTAL!...Drunker si svegliò agitato, era sicuramente una parola del codice WOODS, ma persino a lui era sconosciuta. Non c'era che una una soluzione. Bere una sorsata dal sacro calice e attendere l'illuminazione. Drunker tornò in salotto e, nel buio della stanza, accompagnato dalle note di BB KING, inginocchiato davanti la sacro tavolino di legno, svolse il rito endocrino e capì: REUNION! Si era tempo che i WOODS tornassero sul palco!!!

La mattina dopo il tutto venne comunicato a the VOX, che raggiunge telefonicamente Stratoman e Cletus, sparsi negli angoli del pianeta.

Il risultato lo conoscete. I Rum Wud domenica 29 gennaio sono tornati.

Il rock blues è fluito facilmente dalle loro vene ai loro strumenti. Drunker portatore del messaggio ha dato prova drummeristica come forse mai gli era riuscito, facendo solo un piccolo scherzetto a Stratoman su Cup, ma era voluto, perchè si fa anche comicità. Stratoman, impassibile nel volto come sempre, ha tirato fuori la sua emozione dalle corde..pulito, netto...un'orologio a sei corde! Vox ha celebrato la serata con grinta e allegria, meritandosi il suo buon compleanno in pieno...e cletus ha steso il solito buon tappeto di basso!

Una bella prova che ha soddisfatto per primi i Woods stessi...e i fan...i quali ora scalpitano per nuove date.

Ma ad ora si solo che proabilmente i rumbling lavoreranno "sottocoperta"..e il resto sarà un'altra storia da scrivere...e tanta altra musica da sentire....e ciò che c'è nel calice, solo il Drunker lo sa!

Certo è che sono tornati...ed è parso come se il tempo, musical mente e non, non fosse mai passato!

Cletus edition for "Rumbling Woods Stories!!

Nice blues!

 
 
 

FM STATION LIVE - sabato 22 maggio ore 22.00

Post n°82 pubblicato il 07 Maggio 2010 da rumblingwoods

Sabato 22 maggio i Rumbling Woods si esibiranno sul palco dell'FM STATION CAFE' di Orbassano, strada Torino 24.

Un'oasi di puro divertimento a pochi passi da Torino dove poter degustare ottime colazioni, pranzi, aperitivi, cene e ascoltare della buona musica.

FM Station Cafe offre una location formidabile, un'ampia selezione di cocktails, un resident dj che si alterna con ospiti famosi ma soprattutto offre l'opportunità di divertirsi tra amici.FM Station Cafe è...vitalità, divertimento e festa! Venite a trovarci…e farete un pieno di energia e buon umore! FM Station Cafe dove qualità, cortesia e professionalità sono i nostri unici difetti!

FM Station Cafe è il Lounge Bar diurno e notturno più frequentato e famoso di Orbassano. Nato nel lontano 1986, è stato poi completamente ristrutturato nel 2009, per il desiderio dei due fratelli Fabio e Marco, di creare un punto d'incontro nelle calde notti estive.FM Station Cafe è situato ad Orbassano in prossimita dell'uscita sulla  tangenziale Torino-Sud.

SPONSORED BY DUCATI CLUB TORINO

http://www.fmstationcafe.it/

 
 
 

LIVE ARTINTOWN

Post n°81 pubblicato il 19 Aprile 2010 da rumblingwoods

I Rumbling Woods, grazie ai suoi amici, fans e chi più ne ha più ne metta, sono stati la band più votata al contest proposto da Strane Officine.Verranno invitati a suonare, Giovedì 29 Aprile, all'ArtInTown (Via Claudio Luigi Berthollet 25,Torino).
Suoneremo dalle 22 alle 22.30, come apertura ai live di due gruppi ospiti della serata, scelti tra i migliori talenti della scena emergente Torinese:

INNER LOGIGS
La band pop-punk torinese ha visto uscire nel 2009 il loro primo album Modern Hero in Europa, con l'etichetta inglese UK Division Records ed in Giappone con la RedTone
Music.

THE WONKIES
Il video del loro singolo Dimmi Come Mai è in rotazione su AllMusic, Match Music, Music Box e Deejay TV - Il video è disponibile sul canale YouTube Sono attualmente in studio per completare l-album in prossima uscita.

INGRESSO CON SOTTOSCRIZIONE ASSOCIATIVA: 3 EURO

 
 
 

il 12 e 13 giugno i Rumbling Woods suoneranno al WORLD DUCATI WEEK?

Post n°80 pubblicato il 12 Aprile 2010 da rumblingwoods

I rumbling woods sono in corsa nelle selezioni per suonare al World Ducati Week del 12-13 giugno a Misano Adriatico, se scelti saranno sul palco del red planet show, sabato 12 dall 20:00 in poi, e forse la domenica sera nei box in esclusiva per il ducati club torino!

Incrociamo le dita....e comunque Forza Ducati!

vai alla pagina Wolrd Ducati Week

 

 
 
 

Rumbling Woods 2010

Post n°79 pubblicato il 07 Aprile 2010 da rumblingwoods

Il concepimento dei Rumbling Woods avviene in una camera oscura nell’aprile del 2006, dove Giulio e Riky iniziano a suonicchiare e registrare cover anni ’60. L’idea di formare un gruppo è di qualche mese dopo, quando vengono messi alcuni annunci “cercasi batterista e bassista…..”. Nel dicembre 2006 Babbo Natale regala a quelli che sarebbero poi diventati i Rumbling Woods un certo Angelo, successivamente detto Mc. Drunker. I tre si trovano in perfetta sintonia e iniziano a provare i pezzi in sala prove. Il 25 marzo del 2007 c’è il vero e proprio parto dei Rumbling Woods (evidentemente la gestazione dei gruppi musicale è pari a 12 mesi). Il gruppo infatti si forma definitivamente con l’arrivo di Cletus (alias Matteo) al basso. Da quel giorno ad oggi i Rumbling Woods hanno messo in repertorio numerose cover dei più grandi gruppi che hanno segnato la storia del Rock degli anni ’60 e ’70 come i Rolling Stones, i Pink Floyd, i Beatles, i Kiss, i Guns and Roses, Aerosmith, fino ad arrivare a Bob Dylan e Eric Clapton e Ray Charles.
A questo hanno anche aggiunto “del loro” componendo anche alcuni pezzi propri.
Nel luglio del 2007 è da rilevare il loro debutto live, che con il tempo li ha visti protagonisti in alcuni pub, concorsi e manifestazioni dell’iterland torinese.
Ma veniamo ad una precisa e dettagliata descrizione dei 4 Rumbling. Partendo dal motore del gruppo, la batteria è dominata dal ritmo e dalla veemenza di Angelo Mc. Drunker Milanese, che con una sfrenata passione per la musica apre e chiude ogni pezzo con estrema precisione e goduria. Se i Rumbling Woods fossero una macchina la carrozzeria e le ruote sarebbero (in modo alternato) Ricky e Cletus. Il primo alla chitarra solista (anzi, alla Strato-Caster) e il secondo al Basso Fender solista (solista perché spesso i Rumbling Woods offrono veri e propri assoli al basso). I due si alternano in modo così naturale che creano una melodia che va a personalizzare ogni cover proposta e che rende i pezzi dei Rumbling Woods coinvolgenti e uno diverso dall’altro. In ultimo Vox (da qualche mese, con l’arrivo della Tele Caster…..Tele-Vox), che potrebbe essere il volante della Rumbling Machine. Volante perché è la parte organizzatrice/amministrativa dell’Azienda Rumbling. Quanto alla parte musicale…..bhè……non potrà mai essere come Mick Jagger ma ai Rumbling Woods basta e avanza Giulio Galliano. Voce e cuore a tutta birra!

 
 
 

BUON COMPLEANNO Rumbling Woods

Post n°78 pubblicato il 25 Marzo 2010 da rumblingwoods

25 marzo 2007

tre anni fa si completava la formazione!

vox, stratoman, drunker e cletus.

forza ragazzi. voglio arrivare al quarto anno con un bel pò di belle cose fatte.

mi raccomando. diamoci dentro!

vox

 
 
 

Piccole (ma piacevoli) soddisfazioni!

Post n°77 pubblicato il 15 Gennaio 2010 da rumblingwoods

Heilà componenti dei Rumbling Woods e amici, qui cletus che vi posta una piccola soddisfazione per noi.

Breve sintesi introduttiva: agli inizi di dicembre ai magazzini di gilgamesh ho ho scoperto una blues band americana di qualità veramente eccelsa, la carvin jones' band. carvin Jones è stato definito il nuovo Hendrix per intenderci ed è stato giudicato tra i 10 migliori chitarristi blues del pianeta, dice di lui Eric Clapton: Carvin Jones is a young cat out of Phoenix who I think is the next up-and-coming blues player”
- Eric Clapton.

Morale, la band mi è piaciuta, ho iniziato ad ascoltarli, e anche per chiedere notizie di un cd acquistato dal loro sito, ho scritto al loro bassista, ITALIANO, Michele Califfo, complimentandomi con lui e aggiungendo, non so neanche perchè, il link del Nostro video di Blues of Wood.

Lui mi ha risposto, ora vi riposto il testo integrale delle due e-mail:

"Ciao Mike,
mi chiamo Matteo De Laurentis, sono un ragazzo di trent' anni che in modo amatoriale suona il basso..volevo farti i complimenti per il tuo modo di suonare, ti ho visto con Carvin all'ultimo vostro concerto ai magazzini di gilgamesh e se è vero che la chitarra di Carvin è davvero potente..dietro il groove del basso rispondeva alla grande dipingendo proprio quel quadro ritmico sonoro che a me piace e che nel mio piccolo, quando suono, cerco di ricreare. Tornerete presto in Italia? spero di si.
Intanto posso chiedere una cosa a te? Ho comprato un cdonline  presso il sito di carvin il 27 dicembre e a parte la fattura paypal non ho nessuna notizia ad oggi, ho provato a scrivere all'email del sito ma nessuna risposta...immagino tu non ti occupi di queste cose..però volevo complimentarmi con te da tempo e con l'occasione ho provato.
Spero di rivedere presto la band..
ah non so se ti interessa, ma questo è il link del video di un blues della mia band...siamo solo 4 ragazzi che si divertono, però se ti va ascoltalo.

http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.individual&videoid=43311885

Un saluto dall'Italia e continuate così, ciao
Matteo

Ciao Teo, 
 
grazie mille per la tua e-mail. Sono felice che apprezzi il mio modo di suonare il basso.
 
Ho visto il vostro video e la band suona molto bene, complimenti...
 
Per quanto riguarda il cd che hai acquistato credo che i tempi di consegna siano un po' lunghi per l'Italia
 
e anche se io non mi occupo di questo inviero' un email a Carvin per sollecitare la spedizione nel caso non
 
l'avessero ancora fatta. 
 
Saluti e grazie ancora,
 
 Mike

 

Ok, è davvero una piccola soddisfazione, però lo è (almeno per me), e fa piacere..ok potrebbe averlo fatto per semplice cortesia, ma poteva anche non dire nulla....insomma io non credo l'abbia fatto solo per quello...

A presto rumbling,

Cletus

 
 
 

Frasi da ricordare!

Post n°76 pubblicato il 16 Novembre 2009 da rumblingwoods

Esimi, ecclesi fan dei rumbling woods, rieccoci qui, per darvi nuove stupende chicche di saggezza per conoscere i nostri 4 gran cazzari eroi del blues fai da te ( detto anche blues of wood appunto).

Oggi in realtà vi proponiamo un quiz: vi chiederemo di dare la Vostra interpretazione ad alcune frasi fondamantali che sotto potrete leggere. Il ns cervellone elettronico (vox pentium 8 della stratodruker software) poi elaborerà le vostre risposte e vi dirà quanto siete rumbling, neol cuore! Il vincitore avrà diritto ad una cassetta di bottiglie moretti bevute da mcdrunker!...non dobbiamo dirvi altro per farvi partecipare!

I FRASE: Cosa vuol dire e cosa rispondereste ad un gruppo, che svuotando la sala che ora sarà occupata da voi vi dice sull'entrare "Non pestarmi i cavi?"

II FRASE: Cosa vuol dire e cosa rispondereste ad un bassista che nel lasciare l'ampli della sala a cletus dicesse "ho spostato la testa (di dimensioni 20 cm x15) perchè vibrava!"

III FRASE: Cosa rispondereste ad uno che vi parlasse dei "Bassorilievo"? (lo sappiamo quest'ultima è traditrice in molti sensi, ma è anchew l'ultima domanda del test per cui doveva essere del livello più hard!)

 

In attesa delle vostre numerose risposte vi lasciamo con l'ennesima massima del drunker: non dire baffo..se non hai una moretti!!!"

Cletus edition for rumbling woods

Nice blues. Bye!

 

 
 
 

Storie di cronaca: i rumbling e l'influenza A

Post n°75 pubblicato il 03 Novembre 2009 da rumblingwoods

Si fa un gran parlare in questi giorni, dell'influenza A e delle sue conseguenze.....della necessità del vaccino...bene ora vi raccontiamo, per dimostrare come il vaccino sia una trovata solo commerciale, come i rumbling hanno sconfitto il virus. Si, è storia della scorsa setttimana, quando in contemporanea cletus, vox e stratoman si sono ritrovati nel letto, febbre alta e dolori lancinanti. Il panico è scattato quando nè stratoman nè cletus riuscivano a impugnare basso e chitarra...e vox nel delirio accusava mick jagger di aver ucciso il rock, confondendolo con gigi d'alessio!!! Fortunatamente cletus con uno sforzo fuori dal comune è riuscito a contattare il medico dei rumbling: l'esimio Prof. Mcdrunker, specializzato in alcologia invasiva! Si avete capito bene, drunker è pure medico laureato con 110 shot e diritto di ammazzacaffè! Drunker armato di camice bianco e luce sulla testa si è subito recato presso le dimore dei tre pazienti, poi consultata la Sua enciclpoedia medica "Se le medicine hanno effetti collaterali, allora anche l'alcol è una medicina"- deduzione sillogistica aristoendemica che l'ha portato nell'olimpo della scienza!-..ha subito emanato diagnosi: si è influenza A, ma facilmente curabile: tre compresse al giorno di MORETTAL 50 cc ( le famose compresse della drunkapharma, concentrato di moretti baffo d'oro) e due giorni di hendirx continuativo nelle cuffie. Risultato? Il giovedì i rumbling erano in sala prove! L'influenza A, come direbbe drunker, è solo un virus che non conosce il blues!

Cletus edition!

 
 
 

L'ANTICA ARTE DEL CLET-WOODS-AO!

Post n°74 pubblicato il 15 Settembre 2009 da rumblingwoods

BAHAMAS.

Gentili lettori, ammiratrici e..... ammiratrici (ovviamente), ci troviamo qui nel cuore dei caraibi, residenza fissa dei rumbling woods nelle pause da tour. Vi scriviamo da qui per raccontarvi l'ennesima, STUPEFACENTE,  particolarità di questo gruppo rock- blues.

Infatti, non tutti forse sanno che, ma se non lo sapete siete davvero gli ultimi, i rumbling woods sono gli UNICI MAESTRI viventi portatori del sacro segreto dell'antica arte marziale del CLET-WOODS-AO! Come si può subito notare la parola woods, all'interno del nome della discplina, è un'ulteriore testimonianza dell'origine mitica del gruppo, e pare che i misteri dell'arte siano stati tramandati dal monaco buddhista a mcdrunker durante la sua missione del baffo d'oro. *(consultate l'epopea dei rumbling woods, oggi in edicola in una nuova edizione speciale con il calendario degli orari ritardati di stratoman).

Qui di seguito, pertanto, riportiamo le 4 figure sacre di cui i membri del gruppo sono custodi, necessarie per intraprendere il vero percorso del clet-woods-ao:

A) figura del CALICE, detta anche del DRUNKER: in posizione eretta sollevate le braccia verso l'alto e aprite la bocca, coordinando mente e corpo, in attesa di un ettolitro di birra che sraà versato nella vostra ugola da uno di quei boccali da un litro e mezzo che si trovano solo nei locali col marchio di garanzia, DRUNKER 2001 (il noto sistema qualità).

B) figura della LUCKY STRIKE, detta anche di CLETUS: in qualunque posizione, sempre coordinando mente e corpo, aprite i polmoni e aspirate in stile rotowash la vostra bella dose di nicotina...è molto importante l'impegno del diaframma, per non permettere all'ossigeno di inquinare la qualità del gesto.

C) figura dell'IMMOBILITA', detta anche di STRATOMAN: partecipate ad un evento pubblico e siete agitati? prendendo esempio dal grande autocontrollo del nostro chitarrista, scegliete una posizione e assumetela per tutta la durata della manifestazione. Il respiro è consentito, ma senza usare troppo i muscoli facciali..i risultati degli assoli di stratoman sono garanzia dell'importanza e della validità di questa figura.

D) figuradel CAMMELLO, detta anche di CHARLES THE VOX: è questa la poszione più difficile. Il raggiungimento di essa passa solo attraverso mesi di allenamento-allungamento muscolare unito a una concentrazione mentale atta a superare l'imbarazzo da pubblico. Quando il vostro fisico sarà pronto, potrete assumerla per stupire in ogni situazione amici e conoscenti. Attraverso tale figura è possibile inoltre aprire il chakra della precisione artistico-organizzativa, di cui VOX è sicuramente un maestro. Pare che solo su di lui, però, abbia anche un effetto di potenziamento vocale per gli acuti più difficili.

Terminiamo quest'articolo sul clet-woods-ao con una chicca che mcdrunker ci ha concesso durante la posizione del calice: il ns amato batterista ci ha infatti donato in anteprima, la parola del mese, da aggiungere al dizionario per i suoi numerosi fan. PENTAGAMMA: etimologia, da pent-house+raggigamma, dicesi di posizione sessuale, endocrino-tantrica, tipica degli artisti del clet-woods-ao.

Termina qui il servizio dalle bahamas sui rumbling woods

Nice blues,

Cletus edition.

 
 
 

venerdì 24 e sabato 25 luglio LIVES PRIVATI dei Rumbling Woods

Post n°73 pubblicato il 24 Giugno 2009 da rumblingwoods

per celebrare i due anni dal primo live e per un'occasione di beneficenza i Rumbling Woods si esibiranno in una "2 giorni" di musica live senza precedenti!

sorry per i numerosissimi fans........i live sono privati.....dunque no info sui luoghi.............

 
 
 

RISULTATI DEL PRIMO TURNO AL ROCK THE PINE

Post n°72 pubblicato il 01 Giugno 2009 da rumblingwoods
Foto di rumblingwoods

Riporto dalla pagina di "Rock the Pine" di Facebook:

La giuria ha emesso il suo verdetto! I finalisti sono (in rigoroso ordine alfabetico!):Gore Vidal, Mama Spirito, Sexy Clam, Slightly Mad, Waiting Area, WasabiCome tutti sapete questo è un concorso e pertanto è inevitabile che alcuni non vincano. Vogliamo pertanto ringraziare tutti i gruppi che hanno partecipato e compreso lo spirito di Rock the Pine - senza di voi oggi non sarebbe stata la stupenda giornata che è stata. L'appuntamento per la finale è, come già anticipato, il 26 giugno alle 20:30 sempre in piazza del Municipio. Non mancate!

 

 
 
 

RECENSIONE DI UNA SERATA DELUDENTE

Post n°71 pubblicato il 26 Maggio 2009 da rumblingwoods


Concordo pienamente con il buon Cletus, incazzatura smaltita (solo parzialmente a dir la verità) ma mai così sacrosanta e motivata. Che non siamo dei fenomeni musicali, dei talenti nati della musica, i nuovi Pink Floyd o Led Zeppelin, siamo noi stessi i primi ad ammetterlo, a costo persino, talvolta, di sottovalutarci. Ma questa volta la serata è stata fallimentare,  per una serie di motivi indipendenti da noi.


1) Il locale: entri, saluti e manco ti cagano, totalmente avulsi dalla serata musicale, solo buoni a prendere i soldi. E a tal proposito proprio non mi è andata giù la storia che abbiano fatto pagare l' ingresso (8 euro rubati, richiesti a mio parere in maniera illegale, visto che mi pare si possa far pagare l' ingresso in un locale pubblico solo se viene rilasciato il biglietto SIAE...) al pubblico mentre noi non abbiamo visto mezzo euro, ci siamo sobbarcati (e lo facciamo sempre volentieri perché per noi la musica e suonare è passione!) il costo di affitto degli ampli per le chitarre, venendo poi “ricompensati” con un lauto piatto di pasta al pesto Knorr e una birretta. Terribilmente disonesti, cinici, menefreghisti.


2) I suoni: fatti a "cazzo" è dire poco, uno strumento alla volta, senza nemmeno provare tutti insieme 5 minuti, con il divieto assoluto di provare con la batteria e con il basso. Si, noi RW, mentre gli altri, furbi o furbastri, se ne sono sbattuti del “divieto” e hanno comunque provato con tutti gli strumenti; e non dicano di no perché non sarò Mozart ma il suono del basso e della batteria lo distinguo e  riconosco chiaramente, sia io che gli altri RW. Ovvio per cui che, avendo dei suoni preparati singolarmente, durante il concerto i volumi fossero completamente sfasati, sballati, e gli strumenti si coprissero a vicenda, con il risultato che noi si suonava a intuito e a memoria. Iniziata la nostra performance oltretutto, nel vano tentativo di recuperare lo scandaloso stato dei suoni sul palco, il mixerista è andato completamente in confusione, e ha iniziato a “pacioccare” sulla consolle non trovando di meglio che abbassare e alzare volumi a caso,  tranciando improvvisamente, proprio nel bel mezzo del pezzo, le linee voce e i ritorni in spia... Casinista, confusionario... suoni improponibili.


3) Il gruppo ospitante, i Bassorilievo: capisco che la gestione del locale spinga e spesso imponga di non iniziare la performance prima di una certa ora... ma sulla locandina veniva riportato 22.30!!! Mentre la loro esibizione è iniziata non prima delle 23.45!!! Cazzo! Troppo tardi vacca Eva!!! La gente magari si spacca anche la minkia ad aspettare fino a tardi, e chi ha lavorato durante il giorno (musicisti compresi!) probabilmente si scogliona pure a suonare a mezzanotte passata. Ma sorvoliamo sul tardo orario di inizio e passiamo ad altro: le due mezzore alternate per ciascun gruppo dove sono finite??? No, dico, voi le avete viste??? No perché sappiate che i RW per essere corretti (fin troppo!), come sempre sono, si sono fatti mille paranoje in fase di preparazione del live per non sforare la mezzora concessa. "Raga siamo a 33 minuti... Ok magari questa la attacchiamo subito così non perdiamo tempo... questa la accorciamo, questa la facciamo solo se ci rimane tempo…". E invece loro sono saliti sul palco (tardi!), rassicurando che avrebbero suonato “20 minuti/mezzoretta e poi voi fate pure anche 45 minuti …”. LORO hanno fatto, invece, 45 minuti buoni, mentre noi stavamo li davanti al palco ad applaudire e ad aspettare. “Ma la serata era la loro, voi siete stati invitati, cosa avete da recriminare?” qualcuno potrebbe obiettare … Ma cosa centra! La correttezza e il rispetto del programma che si era preventivamente concordato non sono subordinati al fatto che uno sia invitato od ospitante, tanto più che, una volta stabilito una sorta d ordine per gestire e organizzare le esibizioni e la serata, poi ogni gruppo (almeno i RW!) lavorano e preparano il loro live sulla base dei tempi e spazi che il programma gli concede …

 

Queste sono le motivazioni principali che mi hanno portato a definire la serata di venerdi totalmente fallimentare, deludente, e forse, per la prima volta, non mi sono divertito a suonare dal vivo, anche perché, in fin dei conti, ognuno suonava per se, visto che ciascuno di noi non sentiva cosa combinavano gli altri 3. Rimane il rammarico per il tempo, non perso, (almeno per me, perché quando suono non “perdo” tempo), ma quantomeno speso per la preparazione della serata, per la sincera consapevolezza che la sera prima del concerto, in sala, la scaletta ci venisse a meraviglia, per la fatica e lo sbattimento di affittare, caricare e scaricare il materiale, ecc ecc. che non hanno portato a nulla se non a incazzatura e delusione. Poteva essere una bella serata, in un locale rinomato in Torino per gli eventi live che ospita (anche se, in fin dei conti, non è altro che un magazzino con un palco, arredato alla meglio a bar, privo di qualsiasi insonorizzazione, ai cui gestori interessa soprattutto il “grano” che il pubblico sgancia, mentre della musica che lì viene prodotta frega ben poco. PRONTO SOCCORSO DEGLI ARTISTI??? Dal canto mio, per quello che ho visto e per l’ esperienza che ho avuto, lo si potrebbe tranquillamente chiamare OBITORIO (o cimitero, fate voi …) DEGLI ARTISTI.

Non demoralizziamoci RW, il prossimo live ci ripagherà come meritiamo. Continueremo a studiare e a provare e miglioreremo sempre, ancora! Un grosso ciao a tutti! E un enorme “GRAZIE” a tutti quelli che ci hanno sostenuto venerdi sera.

Recensione conclusa!

 

Ciao, Rick

 

 
 
 

MULTIPOWER 2009

Post n°67 pubblicato il 24 Marzo 2009 da rumblingwoods

ciao rumbling!!! con il sotterranea che si apra il tour 2009.....che ho abbozzato come MULTIPOWER.....(drunker docet!!!).

per l'ultima volta, peccato non essere passati, ma sono, e siamo, molto contenti di come abbiamo suonato.

adesso concentriamoci su nuovi pezzi e nel mentre programmiamo qualche data in estate e autunno!

vi copio le recensioni sulla nostra serata: http://htsmusica.forumfree.net/?t=31752449&st=255

Ecco, con un bel po’ di ritardo, la recensione della serata di Giovedì 12. Il mio capo è molto occupato, per questo dovrete accontentarvi delle mie valutazioni …che dico accontentarvi (non sia mai che queste recenti mail intimidatorie possano minare la mia autostima!), voi non vi accontenterete! Voi farete tesoro delle mie critiche, vi logorerete nel narcisismo per quanto potrete e soprattutto ringrazierete di cuore per il mio sincero, umile e appassionato interessamento!
Ma bando alle ciance, passiamo alla serata; l’ultima serata di questo intenso primo turno di eliminazioni. Una notte calda fuori, per la primavera che incalza, e calda dentro, per i fiati di 160 persone cupide di musica!
I primi a salire sul palco sono i Rumbling Woods; fanno un rock-blues di stampo decisamente nostalgico; musicalmente non sono una novità eclatante, ma sono validi e sicuramente godibili. Il cantante ha suscitato l'interesse di Pietro che si complimenta!
Il secondo gruppo sono i The Delt, che non mi hanno entusiasmata; i loro pezzi sono un po’ banali sia sotto il profilo degli arrangiamenti che dei testi, risultano piuttosto imprecisi nell’esecuzione e il cantante sbaglia spesso l’intonazione. C’é sicuramente una base da sfruttare, ma bisogna concentrarsi sull’obiettivo di creare uno stile più personale ed originale.
É poi la volta degli Edera, che suonano un punk aperto a influenze diverse più o meno rockeggianti. Ovviamente destano da subito il mio interesse grazie alla voce femminile. Finalmente una voce che riesce a trasmettermi un po’ di orgoglio di genere; potente e con un timbro interessante. Questo senza nulla togliere all’altro cantante ed agli altri musicisti, ma già lo sapete che quelle poche volte che vedo una donna sul palco mi coinvolgo. Riguardo i pezzi, non so bene come esprimermi, sono ben costruiti, ma nel complesso un po’ insipidi al primo ascolto, nulla che abbia continuato a canticchiare o che mi sia rimasto particolarmente impresso. Comunque, mi hanno fatto una buona impressione e spero di risentirli in altre occasioni.
Ultimi, ma non certo meno importanti, sono i Gore Vidal, un gruppo dalle influenze dichiarate, ma che, come si è già osservato, sta dimostrando di saper vedere al di là di esse, verso uno stile più personale. I loro pezzi sono molto ben costruiti e infiammano un pubblico numerosissimo (forse fin’ora il più nutrito) di affezionati. Il cantante è veramente bravo! Gran voce, precisa e molto intensa...
...ho solo un appunto - del tutto personale e che altri estimatori del genere riterranno ininfluente – non tutte le parole finiscono con una “e” aperta, può sembrare una stupidaggine, ma alla lunga sentir storpiare le parole è fastidioso. Ma a chi importa alla fine? Sono stati bravi, vivi ed energici e siamo felici di risentire le loro “e” aperte nel prossimo turno!

Mi scuso ancora per il ritardo con cui pubblico questa recensione, a breve potrete leggere anche quella della prima attesissima serata del primo turno che si è svolta Giovedì 19!

 
 
 

RUMBLING WOODS AL TORINO SOTTERRANEA

Post n°66 pubblicato il 25 Febbraio 2009 da rumblingwoods

i Rumbling Woods il 12 marzo - ore 22,00 - si esibiranno da Giancarlo 2, partecipando al concorso "Torino Sotterranea 2009".

Proporranno PROBABLY A DREAM (middle di Cup of Champagne, Crazy e Fly 'n dream) e in chiusura l'immnacabile BLUES OF WOOD.

Non chiediamo voti, al concorso.

Li chiederemo quando ci metteremo in POLITICA, solo in quel momento propagandistico proporremo SEX, ALCOOL AND ROCK 'N ROLL!!!

 

 
 
 

Angelo e il Mondo IV

Post n°65 pubblicato il 09 Dicembre 2008 da rumblingwoods

Sono passati mesi, ma le grandi opere editoriali richiedono tempo e col fatto che i Rumbling Woods erano in tour era difficile confrontarsi con McDrunker per la compilazione dell'ultima attesissima parte del suo dizionario.  Finalmente oggi la Cletus Edition la propone in edicola, sapendo che sarà uno dei regali preferiti sotto l'albero per lo stuolo foltissimo di fan del grande battersita!

R...di Rumbling Woods: non esiste altra parola che inizia con questa consonante per  McDrunker...i rumbling sono la sua causa d'essere e come spesso ricorda durante il montaggio dei palchi "noi siamo i RUM WUD" (lui pronuncia letteralmente così)..per definizione cazzari...ma sempre guidati dal ritmo travolgente delle sue percussioni...per cui Rumbling Woods è uno dei modi per poter comunicare col drunker assicurandosi una supercazzola di entrata!e come diceva gigi sabani..provare per credere!

S..di Sweisenboisenberg: parola derivante dal sanscrito antico; McDrunker  è   l' occidentale custode del suo significato, donatogli in segno di merito durante la missione del Baffo d'oro..si la leggenda narra che dopo aver detto endocrino al monaco ed egli abbia fatto mmm.. questi gli abbia poi concesso il significato di questo passpartout per raggiungere lo status del nirvanacazzaro, sutra poco conosciuto del buddhismo, ma a quanto pare il più sacro...per questo talvolta in situazioni inattese Angelo pronuncia questo sutra appunto, per portare i rumbling verso il divino e concedere alla platea il migliore dei suoni. Per ulteriori informazioni su tale religione consultare il sito www.tralaltro.com

T...di Tom Tom: si stiamo parlando del navigatore satellitare, avete capito bene, infatti dopo la lampada dei Rumbling e gli altri oggetti è uscito nei negozi la nuova versione con la voce del Drunker a farvi da guida....ovviamente dovrete avere studiato il dizionario per non perdervi (d'altronde si chiama Angelo e il Mondo, una guida per esplorare)...vi diamo un anticipazione..se sbagliate strada lui vi fa la supercazzola!

U...di Uva: il frutto sacro del nostro batterista...da essa si ricava il vino, secondo carburante prezioso dopo la birra....McDrunker lancerà presto sul mercato la sua selezione di bottiglie, con l'etichetta SweisenDOC..una miscela delle uve milgiori selezionate nei preconcerti!Un monito..come non presentarsi mai con una misera birra da 66 a casa sua...anche l'arrivo non condito da un pinotne da 2l minimo di buon barbera potrebbe risultare non consono all'occasione, non perchè si offenda..ma perchè rimarrete presto senza!

V...di Vespa: stiamo parlando della Vespa Drunker..esemplare unico prodotto dalla piaggio per il Ns batterista. E' il suo mezzo di movimento per eccellenza, con essa compie ogni missione e solo a cavallo di essa nancy lo guiderà verso nuovi orizzonti...abbigliamento del Drunker in vespa: Casco scodellato, occhialone anni 30 per bloccare i moscerini, maglietta, pantaloncini e infradito..questo in ogni stagione perchè Drunker non sente il freddo..il perchè è ovvio...e al posto del libretto, nel sottocasco le bacchette da batteria: esse più una supercazzola rendono los birro consapevole di aver fermato la Ns star..e quindi dopo avergli dato una birra lo fanno ripartire...le missioni non ammettono intralci!

Z...di Zavorra: è la cassa di birra che sta nel portapacchi della Vespa durante i viaggi...serve a dare stabilità al mezzo e instabilità necessaria al pilota...angelo la svuota a ritmo di un 4/4 rigorosamente..blues come voi dovreste sapere..ma provvede sempre a rifornirla...angelo senza birra e come la vespa senza benzina..non parte!

Termina qui il dizionario Angelo e il Mondo, ora cari lettori siete pronti alla pratica  comunicativa..presto saranno in edicola delle audiocassette per gli esericizi di conversazione, oviamente con la voce originale del Drunker! La Cletus edition provvederà inoltre in futuro alla pubblicazione di una Golg edition con anche le lettere dell'alfabeto inglese, am questo solo se supererete il test di dialogo al prossimo concerto!

Nice blues to everybody

Cletus Edition for Rumbling Woods

 
 
 

Bandiera Bianca...

Post n°64 pubblicato il 25 Novembre 2008 da rumblingwoods

Stamattina, così, lo zio Cletus ha questa canzone di Battiato in testa...del 1981...e a pensarci è come fosse stata scritta ieri. Quindi, visto che siamo sul ns blog, che è musicale....ho deciso di pubblicare il testo, ognuno ci trovi il suo significato, poi al limite dirò qualcosa io....nice day!

Mr. Tamburino non ho voglia di scherzare
rimettiamoci la maglia i tempi stanno per cambiare
siamo figli delle stelle e pronipoti di sua maestà il denaro.
Per fortuna il mio razzismo non mi fa guardare
quei programmi demenziali con tribune elettorali
e avete voglia di mettervi profumi e deodoranti
siete come sabbie mobili tirate giù uh uh.
C'è chi si mette degli occhiali da sole
per avere più carisma e sintomatico mistero
uh com'è difficile restare padre quando i figli crescono e le mamme imbiancano.
Quante squallide figure che attraversano il paese
com'è misera la vita negli abusi di potere.

Sul ponte sventola bandiera bianca
sul ponte sventola bandiera bianca
sul ponte sventola bandiera bianca
sul ponte sventola bandiera bianca.

A Beethoven e Sinatra preferisco l' insalata
a Vivaldi l' uva passa che mi dà più calorie
uh! com'è difficile restare calmi e indifferenti
mentre tutti intorno fanno rumore
in quest'epoca di pazzi ci mancavano gli idioti dell'orrore.
Ho sentito degli spari in una via del centro
quante stupide galline che si azzuffano per niente
minima immoralia
minima immoralia
e sommersi soprattutto da immondizie musicali.

Sul ponte ecc.

minima immoralia...
The end
my only friend this is the end
sul ponte ecc.

 
 
 

Prossimo concerto

Post n°63 pubblicato il 20 Ottobre 2008 da rumblingwoods
Foto di rumblingwoods

giovedì 13 novembre - ore 22

Vetrina Sonora - via Massari 240/36, Torino

 
 
 

CONCERTO ALLA FESTA DELLO SPORT DI PINO TORINESE

Post n°62 pubblicato il 19 Settembre 2008 da rumblingwoods
Foto di rumblingwoods

14 settembre 2008……….una domenica come tante….………dove però c’era qualcosa che non si poteva sapere, ovvero: pioverà????????

C’erano siti meteo che non si mettevano d’accordo………..poi c’era Rik che si teneva aggiornato da giorni e giorni………..e il sabato che non prometteva niente di buono (pioggia, pioggia e pioggia), e la notte nemmeno (pioggia, pioggia e pioggia),e la mattina che diceva: “ma siete proprio sicuri???”.

Ebbene, si! Non v’era dubbio che i Rumbling Woods si fossero presentati, puntuali e precisi a montare sul palco!

Arriviamo alle 9,30, scarichiamo tutto dalla Rumbling Mobile (il furgone del Mc. Drunker) e montiamo tutto sul palco……….il tempo tiene, però…….previdenzialmente si mette anche un gazebo sulla batteria……e i soliti teli di nylon pronti a coprire ampli e strumenti…….

Ore 12,30…….iniziano ad esibirsi gli Slightly Mad….….non piove, bella esibizione…..poi sul loro finale…..iniziano a scendere 2 gocce di pioggia……..poi 4……..poi io e zio Cletus ci guardiamo e preferiamo non  contarle più…….

Alla fine SMETTE……….e che ca--o!!!

Ore 13,30……saliamo sul palco……..volevo intonare (come suggerito dal buon Rik) “I’m singing in the rain”…………però……….era meglio non rischiare…….non provocare il tempo……che sembrava volerci bene!

Dunque si parte…….e come tradizione vuole……..si parte con un pezzo Rollingstoniano……start me up……….

C’era poca gente…….era ora di pranzo e minacciava pioggia…….però c’erano i soliti irriducibili fans……..che ci seguono sempre………e che son sempre lì davanti a guardarci e sostenerci……….

A Sara è toccato l’arduo compito di farci il video (ed venuto bene, benissimo!!!) e al mio babbo il piacevole compito di farci le foto……e di spazio per cambiare angolatura ne aveva!!!!

Noi…….che dire…….abbiamo suonato tranquilli……….su un gran bel palco e con Marco ed Emanuele a perfezionare i suoni pezzo dopo pezzo…….e con gli Slightly Mad a fare il tifo per noi! Grazie, si……fa sempre piacere!

Poi verso le 14 è arrivata un po’ più di gente……che canticchiava le nostre cover……ricordando…..chissà……particolari momenti vissuti nei ’60 e nei ’70…………Si, anche questo è stato bello…….vedere che i “pochi ma buoni” cantavano Born to be wild, wish you were here, the wall, Sweet home Alabama, e ballucchiavano sul nostro solito blues………….

Riguardo noi………un COMPLIMENTI al Mc. Drunker, prova superlativa (forse la maglietta o forse la nasa……???)………sicuro e divertito ha sempre suonato con grande concentrazione……facendo anche le solite facciacce che lo rendono unico……nell’essere MAI SERIO.

Poi sono doverosi i complimenti per i nostri due “guitar & bass” man……..avere una chitarra e un basso così precisi e in sintonia tra loro (tra l’altro!!!) è una gran bella fortuna oltre che un gran divertimento……dunque un BRAVI anche a Rik e Cletus……..

P.S. anche questa volta non abbiamo dimenticato Dylan…….omaggiato da zio Cletus……..che ha cantato e suonato alla chitarra mr. Tamburine man………ritagliandosi un bell’applauso per l’ottima esibizione.

Ah si……....adesso ci sono io…..eh eh……..eh eh………non ero per niente emozionato…….anzi forse troppo rilassato,tant’è  che ho preso una bella scorciatoia per andare in Alabama e subito dopo ho abbattuto a tutta velocità il muro…………a parte tutto mi son divertito, e son contento di aver suonato……perché è una bella sensazione……..e più lo faremo…….più ci divertiremo!

Ringraziamo gli organizzatori della Festa dello Sport di Pino, un Grazie anche a Marco, Emanuele, Beto e il fratello di zio cletus che al mattino ci hanno aiutato per i suoni, a Sara per il video, al mio babbo per le foto, e al pubblico……..che ci ha ascoltato!

 vox

                           

 
 
 

Un saluto al GRANDE.....

Post n°61 pubblicato il 16 Settembre 2008 da rumblingwoods

RICHARD WRIGHT......

 
 
 
Successivi »
 
 

REPERTORIO

RUMBLING WOODS

. Blues of wood .

. Crazy for you .

. Cup of champagne .

. Clouds of blues .

. Paradise .

. Berenice .

ROLLING STONES

. Jumping Jack Flash .

. Start me up . 

. Sympathy for the devil .

. Satisfaction .

PINK FLOYD

. Wish you were here .

. Another brick in the wall .

LYNYRD SKYN

. Sweet home Alabama .

JIMI HENDRIX

. Hey Joe .

STEPPENWOLF

. Born to be wild .

BOB DYLAN

. Mr. Tambourine .

AEROSMITH

. Mama kin .

RAY CHARLES

. Hit the road Jack .

JHON LENNON

. Be bop alula .

KISS

. Rock n roll all night .

DAVID BOWIE

. Rebel rebel .

ERIC CLAPTON

. Cocaine .


 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

grandi Rumbling!!
Inviato da: rumblingwoods
il 03/02/2012 alle 15:22
 
però devi tenere le mani alzate tutta la serata!!!
Inviato da: vox
il 11/05/2010 alle 12:11
 
prima fila!
Inviato da: teen
il 11/05/2010 alle 10:24
 
da adesso i Rumbling Woods sono un'entità reale su...
Inviato da: vox
il 02/05/2010 alle 20:14
 
si bravi woods, davvero..e credo che in realtà non si sia...
Inviato da: cletus
il 30/04/2010 alle 10:42
 
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.