Blog
Un blog creato da uomodolcedgl4 il 03/12/2007

semplicementeamore

tante cose

 
 

FESTA DELLA DONNA 2010

Sebbene io ritengo che ogni giorno dell'anno la donna deve essere  rispettata e  amata, in occasione  della  FESTA DELLA DONNA inserirò  alcuni articoli inchieste sulle  violenze subite dalle donne  in varie parti del mondo, questo per  un momento di riflessione personale  da fare  insieme agli ospiti .

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

VENDITA DEI BENI SEQUESTRATI ALLA MAFIA

I beni sequestrati  alla mafia , invece di essere assegnati ai fini sociali , potrebbero essere venduti ai privati.

 

UN GIORNALISTA CORAGGIOSO

www.antoninomonteleone.it/

per essere informati sulla n'drangheta

www.antimafiaduemila.com 

ci sono sempre notizie interessanti

 

BUON ANNO !!

  Il 2009 comincia con l'attaco a Gaza .

Donne   aggredite  e violentate ripetutamente!

Quanti lavoratori hanno  già perduto la vita  sul lavoro !

 

AMORI CRIMINALI

Le donne  uccise dai loro partner 

nel 2006  sono state   112

e nel 2007     126

 

VIOLENZA SULLE DONNE

Il 25 novembre 2008

è la giornata internazionale della violenza sulle donne.

Molte sono le forme di violenza che la donna subisce anche e soprattutto tra le mura domestiche.La trasmissione tv "amori criminali" ha mostrato l'aspetto più violento di questo e  anche le pene irrisorie a cui gli assassini sono condannati!

C'è un sito interessante : www.nondasola.it

 

IN DIFESA DELLA DONNA

 

I MIEI LINK PREFERITI

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

Se ripeti all'infinito la stessa menzogna  la gente ci crederà!

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

I MIEI BLOG AMICI

- SEGNALI INASCOLTATI
- piumadi1angelo
- EROTIQUE ROOM
- Chez_moi di femaleAle
- Mondo Alla Rovescia- ioaliena
- LA VERITA NEGATA di starofsea
- www.ccsnews.it vanexx1981
- Anima_silente
- Amica Terra cina
- back to black gnocca pensiero
- psicologia forense
- Essere tua lisa
- PER CHI AMO domen
- Io Lillemor dalla svezia con amore
- numeri o barbarie interessante
- *Serendipity* complimenti
- lamore lara
- Luomo che aspettava
- OMBRE ET LUMIERE zinah
- Scrivi sul mio Blog spreco e miseria
- Parole nel buio saffyna
- Sospiri di Fate e dolci!
- NULLIUS IN VERBA lauretta
- RIVOLUZIONE
- COMPLICATAMENTE ME sister
- il mondo delle donne di girl_power
- Anime e Corpi
- Autoritratti tania artista
- VERTIGO
- RICOMINCIARE
- vita blokkata.....
- OMBRE ET LUMIERE
- country feedback
- viaggiando... meno
- Semplicemente io! di confusa
- Mondo di Alice
- mamma single
- CertePiccoleVoci- molto interessante
- SaFfO In BoRgHeSe
- utilit&agrave; per il pc
- Villa Desperate kappa
- La Mela Verde di jazmine 1985 -bordeaux
- la musica e liberta di letizia tognetti
- PITTRICE AUTODIDATTA graziella pittrice
- IRENE tn
- Freunde - amici jania deutschland
- miriam rocca gloriosa
- rABArAMA interessante su animali ed altro
- una storia perduta di fatastrega
- DUE CUORI donatella 10/09
- Barbara...Lesbya eliminato?
- tolivetheemotions nuovo -to
- Un Blog in Rosa amiche genova
- tante chiacchere seventina -mo
- 8 marzo
- Sogni e realt&agrave; carino
- Qualcosa da antib carlysimon-li
- SIMONA_MILANO - BLOG simpatico
- Pattini dargento -tradimenti
- pink world di Dolcesara 80
- SEXY IN CONDOTTA
- chat e truffe-giustizia
- pagine brevi brani carini
- inpuntadipensiero fuoco fatuo
- ricomincio antiberluska
- semplicemente ME ledina e sabri
- Female Power -The woman_
- l-amazzoni nel cuore
- lamore roma
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

TAG

 

NERUDA-POESIE D'AMORE

Sensualità ed erotismo nelle poesie più affascinanti del grande poeta cileno.

a cura di giuseppe bellini

newton compton editori

 

 

l'estate

Post n°101 pubblicato il 22 Settembre 2010 da uomodolcedgl4

L'estate è  terminata !  Non è stata certo monotona per la politica italiana, i casi di corruzione non si sono contati,  gli affaristi e gli intrallazzatori sono venuti fuori  in tante zone d'Italia e... per finire  la campagna di stampa del giornale e di libero contro Fini sembra un avvertimento contro chiunque voglia lasciare la barca che affonda : non ci provare !

 
 
 

La memoria di Borsellino

Post n°100 pubblicato il 22 Marzo 2010 da uomodolcedgl4

 

Mentre sabato mattina a Milano migliaia  di persone  hanno sfilato   con "Libera " contro tutte le mafie , il giorno successivo a Roma, nella Manifestazione del Pdl ,partito dell'amore, si calpestava  e si beffeggiava il "tarocco " di Borsellino

 
 
 

esportare la democrazia

Post n°99 pubblicato il 22 Marzo 2010 da uomodolcedgl4

Quando si esporta la democrazia lo si dovrebbe fare con una certa delicatezza,

Si invade un paese, si sostituiscono i vecchi governanti con nuovi personaggi ,venuti al seguito degli occupanti, talvolta loschi figuri in odore di mafia, talvolta gente corrotta o prezzolata a cui si è dettato prima le condizioni. Si usano contro i resistenti  proiettili all'uranio impoverito, altre sostanze come il fosforo bianco che alla lunga provocano nella gente  del posto la  nascita di bambini deformi.

 Con queste credenziali  ci presentiamo  alla gente dei paesi occupati  come portatori del vangelo con la pretesa di imporre loro  non solo le nostre abitudini ma anche la nostra religione, che da oltre un millennio  vogliamo esportare nel mondo ed in nome della quale molte guerre sono state combattute.

Ed infine............... ci accorgiamo che  nell' afganistan , se si vuole  far sopravvivere  un governo fantoccio  questo deve  accettare  leggi tipiche del posto e scendere a patti con l'insorgenza.

In Irak, dove prima, i cristiani avevano perfino  un ministro degli esteri  Tarek Aziz , adesso sono costretti a fuggire all'estero. Forse, quello che  ci voleva  non era una guerra ma un lento e costante  miglioramento economico e culturale. Una pressione per una evoluzione degli  Imam o degli ayatollah in senso  progressista senza  forte scosse che possono  provocare reazioni violente da parte di fanatici ...... ma la scelta  è stata diversa,  di voleva menar le mani alla maniera texana, c'erano le lobbies delle armi e del petrolio.  ... e queste sono le conseguenze

D'altra parte,  cerca di convincere la chiesa a concedere il matrimonio al clero, oppure ad ammettere  la contraccezione  o l'interruzione della  gravidanza !

La miglior cosa sarebbe  che la gente non si facesse  influenzare da condizionamenti esterni ma ragionasse con la propria testa non senza aver approfondito tematiche  particolari in merito a precisi argomenti.

La democrazia  non la si può imporre con le armi  ovunque , soprattutto in Asia, un continente sui generis da sempre

 
 
 

8 marzo: non solo mimosa

Post n°98 pubblicato il 07 Marzo 2010 da uomodolcedgl4


                                                                                                                         
 
La celebrazione dell’8 marzo ha radici lontane anche se, come per tanti avvenimenti che hanno importanza nella nostra storia, fatti reali e leggende si intersecano anche perché, quando si è cominciata a celebrare questa data, la gran parte dei lavoratori e delle lavoratrici erano analfabeti, quindi le notizie erano affidate al mezzo verbale.


Come qualche volta accade ad eventi che per la loro rilevanza sono entrati a far parte della storia del costume di una società, anche l'origine della festa della donna è circondata da un alone di mistero che la rende in qualche modo leggendaria.

L'8 marzo ha radici lontane. Nasce dal movimento internazionale socialista delle donne. Era il 1907: Clara Zetkin (che nella prima guerra mondiale fondò la Lega di Spartaco) dirigente del movimento operaio tedesco organizza con Rosa Luxemburg (teorica della rivoluzione marxista che fondò il partito socialista polacco e il partito comunista tedesco) la prima conferenza internazionale della donna.

Ma la data simbolo è legata all'incendio divampato in un opificio (Cottons) di Chicago nel 1908, occupato nel corso di uno sciopero da 129 operaie tessili che morirono bruciate vive.
Nel 1910 a Copenaghen, in occasione di un nuovo incontro internazionale della donna si propone l’istituzione di una GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA, anche in ricordo dei fatti di Chicago.

Successivamente la giornata comincia ad essere celebrata in varie parti del mondo e anche in Italia durante e dopo la prima guerra mondiale (1914-18). La tradizione, nel nostro Paese, viene interrotta dal fascismo. La celebrazione riprende durante la lotta di liberazione nazionale come giornata di mobilitazione delle donne contro la guerra, l’occupazione tedesca e per le rivendicazioni di diritti femminili. Nascono i gruppi di difesa della donna collegati al CLN (Comitato di Liberazione Nazionale) che daranno origine all’UDI (Unione Donne Italiane).

Nel 1946 l’UDI prepara il primo 8 marzo nell’Italia libera, proponendo di farne una giornata per il riconoscimento dei diritti economici, sociali e politici delle donne. Sceglie la mimosa come simbolo della giornata.

La vera "esplosione" in termini di popolarità e di partecipazione, l'8 marzo l'avrà negli anni ’70. Anni che segnano la collaborazione dei movimenti femminili e femministi che, tra l'altro, operano attivamente per la legge di parità, per il diritto al divorzio e all’aborto. La prima manifestazione femminista, risale infatti al 1972 e si svolse a Roma. Ma il top, la celebrazione dell'8 marzo, lo raggiunge nel 1980, con una grande manifestazione unitaria in cui confluiscono per la prima volta tutti i movimenti femminili e femministi.
 

Malgrado la storia delle donne sia lunga, il cammino non si può fermare. Il 14 gennaio 2006 le donne sono scese nuovamente in piazza per la difesa dei Consultori e della legge 194, ed è di pochi giorni fa la vergognosa sentenza riguardante lo stupro di una ragazzina.

 

In conclusione possiamo dire che il percorso dell'8 marzo si snoda in oltre un secolo di storia che ha visto nascere movimenti politici, guerre, ideologie, ricostruzioni. Un cammino lungo e complesso per le donne di tanti paesi, più volte interrotto, ma che con grande tenacia è sempre stato ripreso con l'obiettivo dell'emancipazione e della liberazione delle donne.

1857

L'8 marzo centinaia di operaie tessili di New York scioperano contro i bassi salari, il lungo orario di lavoro, il lavoro minorile e le inumane condizioni di lavoro. Lo sciopero fu represso con la forza e, presumibilmente, finì con un violento scontro con la polizia

1859

Le operaie tessili di New York si costituiscono in sindacato per tentare di migliorare le condizioni di lavoro.

1860

Sciopero delle lavoratrici del New England delle industrie calzaturiere

1889

Il Congresso di Parigi della Seconda Internazionale accoglie il principio del diritto delle donne al lavoro ed alla retribuzione pari a quella degli uomini

1891

Il programma di Erfurt della socialdemocrazia tedesca afferma l'eguaglianza completa tra uomini e donne.

1903

Nasce negli Stati Uniti la Women's Trade Union League, formata soprattutto da sindacaliste, che assieme alla campagna per il diritto al voto aiutano le donne ad organizzarsi per una paga migliore e per il loro benessere economico e politico.

Regno Unito: inizia il movimento militante delle 'suffragette' guidato da Emmeline Pankhurst, leader della Women's Social and Political Union. Il movimento si oppone a quello americano, più moderato, delle 'suffragiste', nato nel 1848.

Australia: primo paese in cui le donne ottengono la piena parità con gli uomini nel voto politico

1907

Lo sciopero dell'8 marzo viene ricordato in tutti gli Stati Uniti con la richiesta di una giornata lavorativa di 10 ore.

1908

L'8 marzo sfilano a New York le lavoratrici delle sartorie sia per il diritto al voto sia contro il lavoro minorile

1909

28 febbraio. Primo Giornata Nazionale delle Donne in tutti gli Stati Uniti.

Le operaie tessili di New York (al Triangle Shirtwaist Company) cominciano un nuovo sciopero scegliendo come data d'inizio proprio l'8 marzo per ricordare la lotta del 1857. Comincia il 22 novembre la cosiddetta "Rivolta delle ventimila" o "Grande Rivolta". Lo sciopero, dopo una violenta repressione della polizia ed una serie di accordi, terminerà il 24 dicembre 1910 con il "Protocollo di Pace" che riconosceva il diritto a regole per l'orario ed il salario".

Sino al 1913 la Giornata viene celebrata l'ultima domenica del Mese di Febbraio, in modo da non perdere una giornata lavorativa.

1910

Alla Conferenza delle Donne della Internazionale Socialista (100 donne di 17 paesi) a Copenaghen, Clara Zetkin, leader socialista tedesca e direttrice del giornale socialdemocratico tedesco Gleichheit, propone che l'8 marzo sia osservato, ogni anno, come la Giornata Internazionale delle Donne.

Le donne richiedono il diritto universale al voto (e non solo in base al censo, come richiedeva il movimento delle suffragette inglesi.

Vengono richieste inoltre le indennità per la maternità anche per le madri non sposate e ci si oppone al lavoro notturno.

1911

19 marzo, in memoria della repressione prussiana del 1848, un milione di donne sfila in Svizzera, Austria, Danimarca e Germania, chiedendo il diritto al voto, la fine della discriminazione sessuale per le cariche pubbliche ed il diritto alla formazione professionale.

25 marzo, un incendio agli ultimi piani della Triangle Shirtwaist Company a New York uccide 146 donne, la maggioranza giovani, ebree ed italiane. Le terribili condizioni di lavoro furono la causa della morte delle lavoratrici. Esse infatti erano chiuse a chiave nelle loro fabbrica. Il fatto portò alla riforma della legislazione del lavoro negli Stati Uniti.

Centomila persone partecipano a New York, sulla Broadway, ai funerali delle vittime.

1913

Manifestazione delle donne a San Pietroburgo contro la guerra

1914

8 marzo, manifestazioni delle donne per la pace in tutta Europa

1917

San Pietroburgo, manifestazione delle donne contro la guerra, note come "pane e pace". La protesta sarà alla radice della Rivoluzione di febbraio che condurrà all'abdicazione dello Zar Nicola II. Il governo provvisorio concede alle donne il diritto di voto.

1918

Germania: le donne ottengono la piena parità con gli uomini nel voto politico

1920

Stati Uniti: le donne ottengono, a livello federale, la piena parità con gli uomini nel voto politico.

1922

Con l'aiuto di Clara Zetkin Lenin stabilisce che la Giornata Internazionale delle Donne sia una festività comunista

1928

Regno Unito: tutte le donne inglesi ottengono la piena parità con gli uomini nel voto politico (il diritto alle donne oltre i 30 anni era stato ottenuto nel 1918)

1945

Francia: le donne ottengono la piena parità con gli uomini nel voto politico

1946

Italia: le donne ottengono la piena parità con gli uomini nel voto politico

1975

ONU: anno internazionale delle donne. Viene indetto inoltre il Decennio delle donne (1975-1985). Prima conferenza mondiale sulla condizione della donna a Città del Messico

1977

ONU: Risoluzione 32/142 della Assemblea generale delle Nazioni Unite (16 dicembre) che invita gli Stati membri, nel rispetto delle loro tradizioni storiche e nazionali ad indire una Giornata delle Nazioni Unite dei Diritti delle Donne e della Pace Internazionale "per ricordare il fatto che la sicurezza della pace ed il pieno godimento dei diritti umani e delle libertà fondamentali hanno bisogno della partecipazione attiva, dell'eguaglianza e dello sviluppo delle donne". Molte nazioni scelgono l'8 marzo.

L'UNESCO proclama l'8 marzo Giornata Internazionale della Donne

1995

Pechino: Quarta Conferenza Mondiale delle Donne con 189 rappresentanti di vari paesi.

 

 

 

 
 
 

San Valentino

Post n°97 pubblicato il 14 Febbraio 2010 da uomodolcedgl4

Buon San Valentino a chi si ama,a chi non si ama, a chi non ha mai amato, a chi si è sempre illuso,a chi ha illuso,a chi tiene chiuso il cuore,a chi lo ha aperto troppo,a chi pensa di essere stanco di amare,a chi invece non vede l'ora di innamorarsi ancora... ma soprattutto buon San Valentino a chi non aspetta questa festa per festeggiare,ma lo fa ogni giorno....

 
 
 
Successivi »
 
 

NIENTE DI VERO SUL FRONTE OCCIDENTALE

Ennio Remondino ha scritto un nuovo libro:

Niente di vero sul fronte occidentale. Da omero a bush , la verità sulle bugie di guerra.

-editore rubbettino-

 

1 SOLDATO USA

 

ogni soldato usa  in  più in afganistan costa allo stato 1 milione di dollari l'anno.

 

BUSH 2° : OBAMA !

Il presidente  Obama ha deciso di continuare a non firmare come i suoi  predecessori il   trattato per la messa al bando delle mine antiuomo.

Credevano che fosse diverso !!! io lo immaginavo !

 

OBAMA

Da 30 mila a 35 mila soldati usa  in più in Afganistan . Io lo pensavo : tra obama e bush le differenze ci sono ma la politica di aggressione  rimane invariata !

 

l'acqua è un diritto?

 

IL REGALO DI BERLUSCONI

Dal 24 settembre 2009 è in libreria

peter gomez e antonella mascali

Il regalo di Berlusconi

come comprare un testimone, vincere i processi e diventare  premier.la vera storia del caso Mills

Mills ha agito certamente da falso testimone. Da un lato per consentire a Silvio Berlusconi e al gruppo Fininvest l'impunità dalle accuse o almeno il mantenimento degli ingenti profitti realizzati attraverso operazioni societarie e finanziarie illecite. Dall'altro per perseguire il proprio vantaggio economico."
Dalla sentenza di condanna in primo grado di David Mills, 17 febbraio 2009, all'interno del libro. Nicoletta Gandus Presidente, Pietro Caccialanza Giudice, Loretta Dorigo Giudice.

 

PER CONOSCERE LA QUESTIONE PALESTINESE

Una nuova arma chiamata DIME è usata dal 2006 a Gaza.

Vuoi sapere che cosa è? cerca su google

 

SENZA PAROLE

Presidente della Repubblica On Giorgio Napolitano 83  anni.

Presidente del Consiglio  cav  Silvio Berlusconi 72 anni.

chi si propone alla presidenza della commissione di vigilanza? Sergio Zavoli  nato nel settembre 1923 ,  85 anni  !!

chi si propone come volto nuovo alla tv? una giovane ballerina:Raffaella Carrà nata nel giugno 43 ,  65 anni  !!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

se_forse_maipsicologiaforensemini_dreamgallarato1951WIDE_REDmymy68bal_zacStayin_aliveunamamma1falco58dgladoro_il_kenyaPSICOALCHIMIEmythodea6Vivoinmontagnastrong_passion
 

ALFONSO X IL SAGGIO

Alfonso X il saggio,re di spagna, istituì nel XIII secolo l'università di Salamanca e volle che tra le facoltà vi fosse quella di organo. Già a quel tempo la musica veniva valorizzata, oggi in italia si taglia sulla musica! 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

SENTIMENTI

nel cuore  di ognuno di noi c'è amore  tenerezza  e passione
 

ELEONORA CARANTINI

Milano è una seconda Parigi

Sellerio editore

 

CONSIGLI PER RIFLETTERE

Barbacetto-Gomez-Travaglio

MANI SPORCHE

 

LA POLITICA DEGLI USA

Brzezinsky-La grande scacchiera

questo libro illustra la politica degli usa

in modo approfondito