Un blog creato da prolocoserdiana il 22/02/2010

SAL&ALLEGRABAND

Fra noi e voi

 
 
 
 
 
 

IL MIO MONDO, LA MIA REALTA'

Il mondo a colori di Sal&Mary...
Pelosetti compresi...

 
 
 
 
 
 
 

INDUSTRIA CASEARIA ARGIOLAS DOLIANOVA

Il Caseificio di mia moglie Mary e
mio cognato Antonello. Provate
i loro formaggi e poi mi direte...

 
 
 
 
 
 
 

NON MI ABBANDONARE

IMMAGINE

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Possessività: l’amore pa...SANREMO:QUANDO L'DIOZIA... »

Amore dipendente: di cosa si tratta?

Post n°1905 pubblicato il 04 Marzo 2021 da prolocoserdiana
 

IMMAGINE

L’amore è un sentimento coinvolgente, costruttivo, ma anche distruttivo. A seconda di come viene vissuto, può motivarci a crescere o impedircelo del tutto, come nel caso dell’amore dipendente. Per di più, in una società in cui l’ideale del romanticismo è ancora ben saldo, è spesso difficile costruire una relazione sana e fluida.
Molto più di quanto vorremmo, i pazienti di uno psicologo lamentano spesso problematiche legate all’amore. Perfettamente funzionali sul lavoro, nelle relazioni familiari o sociali e in altri ambiti vitali, sembrano totalmente diverse quando si imbattono in una relazione sentimentale. Perché?
Le esperienze vissute durante l’infanzia e in alcuni casi durante l’adolescenza o nei primi anni dell’età adulta, lasciano un segno profondo. Gli stili genitoriali con i quali siamo cresciuti e un’autostima poco sviluppata possono costituire le basi alla predisposizione per le relazioni tossiche.
Non si tratta di “dare la colpa” a qualcuno, semplicemente nessuno è perfetto. I genitori commettono spesso degli errori. Nella maggior parte dei casi, perché viviamo in un sistema che “costringe” a trascorrere troppo tempo fuori casa, a trascurare questioni importanti come la famiglia, a essere frenetici e stressati.
Spesso i bambini finiscono per sentirsi soli e non ce ne accorgiamo nemmeno. Percepisco che i genitori, il loro punto di riferimento vitale, non sono mai disponibili ed è così che nasce l’idea dell’abbandono. Una sensazione che può tradursi in età adulta in amore dipendente.
Quando riempiamo il nostro vuoto con il partner, tendiamo a ripetere ciò che abbiamo vissuto durante l’infanzia. Scegliamo partner che in un certo senso somigliano a ciò che già conosciamo. Il cervello è più a suo agio con quello che gli è familiare, seppur doloroso. Il risultato è che la relazione non funziona, diventa tossica. Da un lato, la mancanza che proviamo genera sentimenti di gelosia, possesso o dipendenza, giacché tentiamo di impedire che “l’abbandono” si ripeta.
D’altra parte, è anche possibile che il partner alla fine ci abbandoni o in qualche modo ci tratti male, come già è successo in passato. Non è sfortuna, non è il caso. Quando si sviluppa uno schema, è normale ripeterlo. Ed ecco che ci ritroviamo a dire: “mi succede sempre lo stesso”, “non ho fortuna in amore”.

IMMAGINE

L'amore dipendente è la trappola dell'eccessivo attaccamento emotivo. La ricerca di un amore salvifico che finisce per negare l'amore per se stessi. Fate in modo che ciò non avvenga mai. Serena giornata con sorriso, by sal

Commenti al Post:
lascrivana
lascrivana il 04/03/21 alle 07:29 via WEB
Purtroppo la perfezione è una chimera, sia come figlia che come moglie. Accettarne le differenze e convivere serenamente con esse è importante. Nessuno di noi ha avuto una vita perfetta; ne noi nel passato, né i nostri figli oggi. I problemi non mancano, e non esiste nessun manuale che c insegni a risolverli. Affidiamoci al buonsenso e alla tolleranza. Buongiorno Sal
 
 
prolocoserdiana
prolocoserdiana il 04/03/21 alle 08:49 via WEB
Concordo pienamente con quanto hai scritto soprattutto laddove utilizzi i termini buonsenso e tolleranza, senza quelli non esistono manuali o quant'altro ci insegni in che senso si debba procedere per una eventuale coniugazione di persone sempre e comunque diverse fra loro. Buona giornata, by sal
 
maps.14
maps.14 il 04/03/21 alle 11:55 via WEB
Più che “dipendenza affettiva”, la tua disamina sembra chiaramente causata da “egocentrismo effettivo” che creerà lavoro x generazioni e generazioni di psicologi e psichiatri. ^_________^
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 
 
 
 

RICORDI9 DEI TEMPI CHE FURONO

Nell'ordine: Romeo&Giulietta. Big il pechinese,
Didol&Giulietta, Mary e la cucciolata col
CAPOBANDA romy-romy

 
 
 
 
 
 
 

immagine

A tutte le amiche di Blog e non che ci sopportano
e condividono con noi parte di questa community:
SAL&ALLEGRABAND

 
 
 
 
 
 
 

immagine

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

francy71_12amberle80prolocoserdianasaverio.anconasoltanto_unsognosalvino491don.francobdolcesettembre.1lascrivanamarinovanniblaskina88nagi51palazzolofambradistelleska2010
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom