Creato da serialantipatia il 18/10/2007
chi vuole giochi
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Ultime visite al Blog

m.aminifaber962aries090wertherdgl0raushana78nessunadirezionetiziana.diiorioneoforyougiuliocrugliano32autminrikfacartechpantaleoefrancaDAVIDOFFF1981keta76calefazione
 

Ultimi commenti

Chi pu scrivere sul blog

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Chattate chattate

Post n°838 pubblicato il 12 Ottobre 2010 da serialantipatia

Roarrrrr continuate a chattare COGLIONAZZI e leggete l'articolo qui sotto......

La notizia è arrivata e conferma la peggiore delle ipotesi. Rimarrà sotto traccia per ovvi motivi, anche se in Rete possiamo farla circolare. Se siete precari sappiate che non riceverete la pensione. I contributi che state versando servono soltanto a pagare chi la pensione ce l'ha garantita. Perché l'Inps debba nascondere questa verità è evidente: per evitare la rivolta. Ad affermarlo non sono degli analisti rivoluzionari e di sinistra ma lo stesso presidente dell'istituto di previdenza, Antonio Mastropasqua che, come scrive Agoravox, ha finalmente risposto a chi gli chiedeva perché l'INPS non fornisce ai precari la simulazione della loro pensione futura come fa con gli altri lavoratori: "Se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati rischieremmo un sommovimento sociale".

Intrage scrive che l'annuncio è stato dato nel corso di un convegno: la notizia principale sarebbe dovuta essere quella che l'Inps invierà, la prossima settimana, circa 4 milioni di lettere ai parasubordinati, dopo quelle spedite a luglio ai lavoratori dipendenti, per spiegare come consultare on line la posizione previdenziale personale. Per verificare, cioè, i contributi che risultano versati.

La seconda notizia è che non sarà possibile, per il lavoratore parasubordinato, simulare sullo stesso sito quella che dovrebbe essere la sua pensione, come invece possono già fare i lavoratori dipendenti. Il motivo di questa differenza pare sia stato spiegato da Mastrapasqua proprio con quella battuta. Per dire, in altre parole, che se i vari collaboratori, consulenti, lavoratori a progetto, co.co.co., iscritti alla gestione separata Inps, cioè i parasubordinati, venissero a conoscenza della verità, potrebbero arrabbiarsi sul serio. E la verità è che col sistema contributivo, i trattamenti maturati da collaboratori e consulenti spesso non arrivano alla pensione minima.

precari, i lavoratori parasubordinati come si chiamano per l'INPS gli "imprenditori di loro stessi" creati dalle politiche neoliberiste, non avranno la pensione. Pagano contributi inutilmente o meglio: li pagano perché l'INPS possa pagare la pensione a chi la maturerà. Per i parasubordinati la pensione non arriverà alla minima, nemmeno se il parasubordinato riuscirà, nella sua carriera lavorativa, a non perdere neppure un anno di contribuzione.

L'unico sistema che l'INPS ha trovato per affrontare l'amara verità, è stato quello di nascondere ai lavoratori che nel loro futuro la pensione non ci sarà, sperando che se ne accorgano il più tardi possibile e che facciano meno casino possibile.

Quindi paghiamo i nostri contributi che non rivedremo sotto forma di pensione. Se reagiamo adesso, forse, abbiamo ancora la speranza di una pensione minima.

NON HO PAROLE

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Democrazia e rispetto

Post n°837 pubblicato il 07 Ottobre 2010 da serialantipatia

ROarrrrrrrrrrrrrrrr oggi è un giorno particolare..... parleremo di DEMOCRAZIA e RISPETTO...... che sono due concetti molto difficili da capire per un CHATTONER ..... ma ripongo la mia speranza che ci sia qualcuno ABBASTANZA intelligente da comprendere quello che scrivo.

UNo si può chiedere... ma che ne sa un LEONE delle cose umane ? Mah.... forse ne ho mangiato qualcuno ed ho visto nel suo cervello..... COMUNQUE.... prima che qualche virus vi bruci il computer ..... ecco la PIRLA del giorno.

Avete mai sentito la frase LEI NON SA CHI SONO ME !!!!!! oppure...... BUONGIORNO DOTTORE..... e lui..... CIAO..... oppure un ragazzino di 28 anni, che magari ha avuto il culo di vincere un concorso, leccando il culo alla MASSONERIA, ALLA MAFIA, AI POTENTI DI TURNO, dire..... TESTA DI CAZZO ad un cinquantenne..... ledendo il rispetto alla persona ed alla dignità del povero cinquantenne ?

In certi casi le cose si dovrebbero risolvere con il classico CEFFONE o MANROVESCIO.... ma ne faccio un esempio più chiaro.... si sa... i CRETINI NON AFFERRANO.... (oggi mi sento velenoso) ahahahahahahaha

Un esempio lampante? C’era una signora, funzionario ministeriale, in servizio chissà dove (io lo so ma non lo dico dove), convinta che l’Agente di Polizia preposto ai varchi d’accesso, il quale era tenuto a controllare che entrasse solo il personale provvisto dell’apposito "badge", fosse in realtà un usciere a cui spettava come unico compito quello di evitare che i nobiluomini e le nobildonne delle classi superiori si sporcassero le mani toccando le maniglie delle porte. In pratica gli doveva aprire la porta con deferenza.

Vi sembra possibile ????? eppure succede ancora questo.... la classe nobile..... come BOSSI ed ALEMANNO che "magnano" coda alla vaccinara, pagliata e polenta alla FACCIACCIA VOSTRA E DI QUEI COGLIONI CHE LI VOTANO, mentre gli operai muoiono di fame !!!!!!!

Sapete dove esiste la vera democrazia ? Esiste solo nella CHIESA ove un qualsiasi pretino di campagna, proveniente anche dalle classi umili, figlio magari di contadino o di operaio alla fine può diventare anche PAPA.

Vedasi il papa polacco e l'attuale pontefice, che non mi sembra si chiamino AGNELLI, BERLUSCONO, DELLA VALLE, ecc. ecc. ecc. ecc. ecc.

Un PAese in mano a pochi con moltitudini di schiavi (voi) che dovete campare da un mese all'altro con un salario da fame.... e che cazzo.... ma è giustizia, democrazia e rispetto QUESTO ??????

LEONE vi saluta.... e riflettete... la prossima volta che qualcuno vi offende .... le armi del LEONE.....

Schiaffi

Mozzichi e......

CALCI IN CULO.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pappemolli

Post n°836 pubblicato il 06 Ottobre 2010 da serialantipatia

Thunderstuck (industruttibile).... come LEONE ... roaRRRRRRRRRRRRRRRRRRR... e chi mi ammazza se non me stesso ????? ahahahahahahahahahahahahaha

Un certo giornalino dice che tra pochi anni lavoreremo tutti per i cinesi.... mah... più facile che vengano presi a colpi di atomiche (leggasi PANORAMA in edicola.... tanto lo so che non leggete).

Comunque..... brutti chattoner (chattoni + toner di stampante) vi dedico una musichetta tranquilla tranquilla..... giusto per non farvi sentire dei PAPPEMOLLE e dei DEBOSCIATI preda di sesso, alcool e droghe varie.

Naturalmente scherzo .... come sempre.... ma se non vi si elettrizza un pò... piangete attaccati alla gonna della mammina.

Avete dei sogni ? Bene coltivateli.... chi non crede nei propri sogni è un MEGA-PAPPAMOLLA.

Ed adesso... prima che divento chattoner anche io.... vi saluto con un bel pernacchione a 52 lingue.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Non si sa se ridere o piangere

Post n°835 pubblicato il 23 Settembre 2010 da serialantipatia

roarrrrr roarrrrrrrrrrr roarrrrrrrrrrr una NOTIZIOLA GUSTOSA, che la dice lunga sul comportamento di certe BESTIE.... definirli uomini sarebbe troppo.... quindi.... riportiamo un passo de "Il Giornale", che è molto esemplificativo.

Pestatela, ma non sfiguratela. Bastonatela, ma non rompetele le ossa. Ficcatevi in testa queste due regolette e vivrete felici con la vostra signora ed in pace con il Signore. Lei, onorata di tante attenzioni, vi considererà un autentico maschio. Lui, soddisfatto per la vostra fede, vi aprirà la strada per il Paradiso dei sant’uomini. Uomini musulmani ovviamente. Uomini tutti d’un pezzo.

Uomini ben diversi da quei rammolliti di cristiani sempre pronti a discutere con la moglie prima ancora di averla randellata a dovere.

Non ci credete? Andate su You Tube, regalatevi i tre imperdibili minuti e mezzo d’intervista in cui il predicatore Saad Arafat, ospite della televisione egiziana Al Naas, chiarisce come suonarle alla gentile consorte, quando farlo e perché quello sfogo risulterà sacrosanto sia agli occhi di lei che a quelli di Allah.

Incominciamo dalla premessa. Dalla statistica, spiattellata dal presentatore in studio, secondo cui il 90 per cento delle donne britanniche si lamenta per l’eterna indecisione di quelle mammolette dei loro mariti. E il giornalista si chiede perché il mondo continui a riversare «accuse a non finire sui musulmani», perché tutti mettano in croce la santa abitudine di «bastonare le consorti».

Per il pio Saad Arafat è come andar a nozze. «Allah istituendo la punizione delle bastonate – spiega serafico - ha voluto rendere un onore e privilegio alle donne». Vi chiedete come le mazzate possano essere un onore? Non siete i soli. Persino quel buon musulmano d’un giornalista nello studio sembra esitare. Ma son tentennamenti degni d’un infedele. Saad Arafat ha già pronta la citazione, il verbo capace di rendere sacra e incontrovertibile ogni spiegazione.

«Il Profeta Maometto ha detto: “non colpitele in faccia e non sfiguratele”. Ecco il modo in cui vanno onorate».

Per andar d’accordo con il Corano insomma basta far attenzione, colpire con metodo e precisione. Potete riempirla di calci nel sedere, scudisciarla sulla pancia o farle nera la schiena. L’importante è che non si veda. La poveretta il giorno dopo potrà anche camminar piegata in due, ma dovrà esibire una faccia bella e pulita.

La regola numero due del pestaggio familiare è altrettanto fondamentale. «Anche quando la sta colpendo il marito non deve mai insultarla, mai maledirla perchè – illustra quel sant’uomo d’un Saad Arafat - non la batte per farle del male, ma per regalarle disciplina». Come con gli asini insomma. Ci discutereste mentre gli raddrizzate la schiena a forza di scudisciate? Certo che no.

Con la mogliettina va allo stesso modo. Cambiano solo le precauzioni. Ad un asino potete dargliele dove volete e quante volete. Alla consorte è meglio di no. «Mi raccomando non potete mai andar oltre i dieci colpi e non potete nemmeno rompergli le ossa, spaccargli i denti, insultarla o ficcarle le dita negli occhi», chiarisce il premuroso Arafat. Anche perché «esiste un’etichetta persino per le percosse...Se il marito bastona la moglie per renderla più disciplinata dovrà sempre ricordarsi di non calcar troppo la mano e di colpirla dal petto in giù... queste son le uniche botte che onorano le donne».

Donna onorata mezza salvata verrebbe da pensare, ma il galateo delle busse benedette dal Profeta non finisce qui. Ci sono anche i ragguagli sugli strumenti da usare. Sarà meglio conciarla a pugni e schiaffi o sarà meglio usare un bel bastone nodoso?

Davanti alla domanda dall’intervistatore il buon Arafat si dichiara fermo ed irremovibile. «Quando si colpisce non di deve mai colpire troppo duro e soprattutto non si devono lasciar segni». La cosa migliore, spiega, «è colpirla con un corto bastone... i colpi devono arrivare sul corpo e non devono mai arrivare uno di seguito all’altro».

Per educare al meglio la mogliettina è meglio dunque picchiarla con metodo, lentamente, centellinando uno dopo l’altro i dieci colpi concessi. E ovviamente farlo per una santa ragione. Se non vi ha aperto il frigo per offrirvi qualcosa da bere, se non vi ha fatto trovare la cena in tavola le bastonate son eccessive. Se invece non vi vuole più, fa la neghittosa e si rifiuta di soddisfarvi a letto allora ecco la sacrosanta occasione per educarla e onorarla.

Insomma DICE LEONE.... prima la picchi e poi la violenti.... visto che lei non vuole. Belle cose insegnano e li fanno anche parlare in TV così se proprio qualcuno non ci pensava...... apparirà normale farlo. Lo dice MAOMETTO....

Senza parole......

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La forza dell'amore

Post n°825 pubblicato il 19 Agosto 2010 da serialantipatia
Foto di serialantipatia

Quando nasce un bambino, questo viene al mondo puro…. Senza malignità e privo di odio …. una piccola tavoletta di cera su cui la vita inciderà, come cicatrici, la storia della sua vita.

 

Ogni essere umano ha la propria storia e leggendola, guardando le sue cicatrici, si scopre un mondo particolare per ognuno di noi.

 

Per ogni essere umano, unico, irripetibile e particolare, andrebbe scritta un’enciclopedia… i sogni di quel bambino, le sue aspirazioni, le sue paure, le sue esperienze e tutto quello che poi ha formato quella persona.

 

La storia parte dai sogni di una bambina, serena e giocosa, immersa nella natura, che sognava di fare la ballerina e di poter magari lavorare in un circo e di poter esprimere quello che rappresentava il suo sogno.

 

Al di là del mare, a moltissimi km di distanza, c’era un bambino che, in braccio alla madre, tendeva la manina verso la luna, desiderando un giorno di averla, di poterla cercare e trovare.

 

Sogni da bambini …. e si sa … i sogni, per essere tali devono essere anche fantasiosi. Ma a volte questi sogni si infrangono nell’assurdità dei comportamenti umani.

 

Neppure a farlo di proposito, come se un romanziere avesse già scritto questa storia e ne conoscesse l’epilogo, entrambi questi bambini diventano preda di due differenti mostri, che fanno scempio dei loro sogni, strappandoli ad uno ad uno.

 

Ma i sogni più profondi, quelli che fanno parte dell’anima di una persona, non possono essere strappati da nessuno ed i due bambini li seppellirono all’interno della loro anima custodendoli come il tesoro più bello.

 

I bambini crebbero e si manifestarono quelle reazioni naturali alle mostruosità subite, creando nel loro intimo un senso inappagato di insoddisfazione. La bambina, ormai donna, riversava tutto il suo amore negli occhi di un bambino, unico suo conforto…. mentre l’altro bambino, ormai uomo, eternamente insoddisfatto, riversava la propria insoddisfazione nei desideri di oggetti materiali più disparati.

 

Ma l’essere umano non conosce quale sia il suo futuro, che a volte pare ignoto ed oscuro, di difficile comprensione. In genere lo chiamano il disegno di Dio.

 

Dio, il romanziere della storia, l’artefice di tutto ciò, instillò nella bambina la voglia di fuggire e di stabilirsi, dopo mille peripezie, a pochi km da quel bambino. Quel bambino intanto, come se ci fosse una forza immane che lo spingeva ad una ricerca di quella Luna che lui aveva sempre desiderato e cercato, seguiva ogni traccia scandagliando il mondo alla ricerca di un sogno che appariva ormai irrealizzabile.

 

Sia il bambino che la bambina vivevano quotidianamente una situazione di malessere e l’insoddisfazione della vita e sia l’uno che l’altra spesso desideravano di non svegliarsi più.

 

Due anime più uguali che simili, due mezze mele che non possono combaciare se non con l’altra metà, recise dal coltello della vita e gettate in due angoli di mondo diversi.

 

Ma un vecchietto con la barba che tutto sa e vede, vedendo che questi, nonostante tutto non si trovavano, diede una scossa alla loro vita come ad urlare…. sveglia … abitate pure vicino e non vi trovate ?

 

Pensò bene di fiaccarli un po’ con uno dei suoi segnali…. bimbo ricoverato ed in fin di vita e bimba a piangere ed a disperarsi per una situazione che appariva senza via di uscita.

 

Nel letto d’ospedale quel bimbo scrisse alla bimba e successe il finimondo…. l’amore trionfò.

 

La forza dell’amore è un vulcano che non può essere domato e sicuramente il romanziere che tutto sa e vede se la sta ridendo…. carezzandosi la barba e dicendo… oh… finalmente sti due cretini si sono trovati.

 

Vivere finalmente una vita serena e realizzare i propri sogni… questo è davvero importante. Quella voglia di normalità, quella voglia di stare insieme, il capirsi solo con uno sguardo. Il telefonarsi quando uno prende il suo telefono in mano e non fa in tempo a comporre il numero perché l’altro sta chiamando. Come se una forza oscura si fosse impadronita dei due bambini, che, finalmente, possono vivere sereni e felici cullando i propri sogni.

 

La serenità, la felicità ed il sentirsi innamorato, se non cancella le cicatrici le attenua però di parecchio.

 

Quel bambino, ormai uomo, ma pur sempre bambino dentro, che vede la vita con ottimismo, consiglia a chiunque di lottare per i propri sogni, anche quando questi appaiono irrealizzabili. La vita spesso può abbatterci o può risollevarci e le sorti umane sono alterne. Periodi in e periodi out…. Ma mai dimenticarsi una cosa…. quando guardi una persona… pensa sempre al bambino che è in lui e dimentica gli affronti e le umiliazioni. Perdona il tuo prossimo ed agisci con lealtà e con cuore donando senza chiedere.

 

La bambina, che era arrivata ad odiare la sua terra ed i luoghi in cui era cresciuta, ora è serena, appagata, libera ed ha preso in mano la sua vita. Vive giorno dopo giorno non nell’angoscia della quotidianità ma in un sogno rosa ed ovattato fatto di mille premure e di mille coccole.

 

La forza dell’amore ha trionfato ancora ed è riuscito a salvare due bambini…. Non servono i giudici, le sentenze, i blog, le trasmissioni televisive per salvare un bambino…. serve solo l’amore.

 

Tutto il resto è da considerare prevenzione …. Ma chi aiuta la vittima se non uno sconfinato amore che dona senza chiedere ?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il caso risolto

Post n°820 pubblicato il 11 Agosto 2010 da serialantipatia

 

ahahahaahahaha

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La venditrice di noccioline

Post n°819 pubblicato il 11 Agosto 2010 da serialantipatia

Il cane caga sempre e sempre viene abbandonato.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Un genio

Post n°818 pubblicato il 11 Agosto 2010 da serialantipatia

Un vero genio

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Califano

Post n°817 pubblicato il 11 Agosto 2010 da serialantipatia

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ahahahaahah

Post n°816 pubblicato il 11 Agosto 2010 da serialantipatia

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Un bacettooooooo

Post n°815 pubblicato il 11 Agosto 2010 da serialantipatia

Ma tutte a lui ????

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Per sorridere un p

Post n°814 pubblicato il 11 Agosto 2010 da serialantipatia

Sorridere fa sempre bene-....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Azzoppa la scossa

Post n°813 pubblicato il 10 Agosto 2010 da serialantipatia

azzoppa la ballerina :-)))))

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il momento della scossa

Post n°812 pubblicato il 10 Agosto 2010 da serialantipatia

ahahahahahaha

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

na rottura de cojoni

Post n°811 pubblicato il 10 Agosto 2010 da serialantipatia

concorrente rompi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Assaggio non lo mangio

Post n°810 pubblicato il 10 Agosto 2010 da serialantipatia

Con quale automobile ??? La Rolls Royce o una FIAT DUNA del 1992 ????

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Neppure a tavola

Post n°809 pubblicato il 10 Agosto 2010 da serialantipatia

:-)))))

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

YU YU

Post n°808 pubblicato il 10 Agosto 2010 da serialantipatia

Ma quando li vince sti 100.000 EURI ????

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il signor giovanni

Post n°807 pubblicato il 10 Agosto 2010 da serialantipatia

Partenze intelligenti

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pure l ????

Post n°806 pubblicato il 10 Agosto 2010 da serialantipatia

 

aahahaahahahahaha

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso