Creato da Web_London il 15/04/2015

Note a margine

A volte di vince, a volte si perde ma la lotta è sempre impari

 

« A ripensarci con calma, ...E' così, ultimamente ci... »

Ma chi me l'ha fatto fare?

Post n°780 pubblicato il 29 Settembre 2020 da Web_London

 

 

Stamattina un collega mi ha apostrofato così:
"Web, che hai che zoppichi?"
"Niente, mi fa male un ginocchio"

Due minuti dopo il secondo:
"Web, ti fa male un ginocchio?"
"Un po?"
"Il menisco?"
"No, mi fa solo un po' male il ginocchio"

Ed è andata così per tutta la mattina, ogni volta che qualcuno mi vedeva camminare mi chiedeva cosa mi fosse successo.
Già, me lo sono chiesto anch'io ma soprattutto mi sto chiedendo continuamente: "Ma che me l'ha fatto fare?"

Mi fa male dappertutto, cammino che sembro uno zombie, ho le ginocchia a pezzi, mi fanno male dei muscoli che nemmeno pensavo di avere prima, Signore, e che è successo?
Mi dicono sia "tutta salute" e che passerà presto; sarà, che passi presto però che adesso sono tutto un dolore!

Alla fine ho deciso, mi sono iscritto ad una palestra di Boxe.
La prima volta in cui ci sono entrato ero perfino un po' emozionato e curioso, mi aspettavo di trovare gente di tutte le età, ragazzi giovani e persone più o meno come me.
E invece?
E invece no, caspita!, era solo una mia fantasia, in palestra mi sono trovato in mezzo a una decina di ragazzi che potevano essere tutti miei figli, il più grande avrà ventanni meno di me e gli altri poi, gli altri sono ancora più giovani.
E il "maestro", caspita, perfino il "maestro" avrà quasi ventanni meno di me!
"Ma che ci faccio qui?" pensavo mentre correvo con il fiato corto e il sudore che mi scendeva a cascate dal viso.
E si, perchè il cosiddetto "maestro" mica si è intenerito vedendomi, mi ha chiesto due cose e poi via, è partito filato in velocità esercizio dopo esercizio.
Ogni tanto mi guardava e mi diceva "tu vai piano e fermati quando non ce la fai" mentre tutti i ragazzini correvano, correvano, saltavano, saltavano come cavallette che io davvero non ci stavo ancora dietro.
Eh, vorrei anche vedere, sono giovani, tanto giovani, a volte ho l'impressione pensino che abbia sbagliato palestra e sia lì per caso o che mi sia perso cercando una trattoria.

Ma non dispero dai, fra un po' di tempo sarò anch'io al loro passo, o quasi, anche se per ora ogni sessione è come scalare l'Everest e quando finisce l'allenamento mi pare impossibile di essere riuscito arrivare alla fine.
Insomma, un casino, un casino dolorante ma sono convinto sia sempre un bel casino.

Ieri sera, uscendo, ho incrociato la segretaria della palestra
"Posso farti una domanda?" le chiedo
"Si, mi dica"
Ecco, già il fatto che dia del "tu" a tutti e del "lei" a me è un chiaro indizio ...
"Una curiosità, volevo solo sapere se tra tutti gli iscritti dei vari corsi c'è qualcuno che ha più anni di me?"
Lei mi guarda, sorride e mi dice solo: "Non si preoccupi, anche lei è giovane"
Ecchelà lì! ... ho capito, sono il più vecchio!!!

Il "maestro" ha chiesto che ci procurassimo tutti i guantoni e la corda.
La corda, saranno stati 40 anni che non usavo più la corda e a quei tempi eravamo in due a tenerla e a turno si saltava in mezzo.
Quella che ho preso, invece, è singola e non è mica così facile farla andare senza inciampare.
Anche questa era una cosa che avevo sottovalutato, pensavo fosse più facile saltare la corda e invece, anche con quella un gran casino!
Comunque sia stamattina da Amazon sono arrivati i guantoni da boxe e la corda da saltare.
Verso mezzogiorno mi ha chiamato la segretaria :"Web, è' arrivato un pacco per te"
"Grazie, arrivo"
S
ono sceso a ritirarlo senza nemmeno aprirlo come faccio di solito.
Sarei stato in imbarazzo a dover spiegare a tutti cosa ci facevo con i guantoni e dover spiegare perchè e per come avevo deciso di imparare la boxe.
L'ho detto solo ad un mio collega e niente di più, non ho proprio voglia di dare spiegazioni a nessuno.
So già che poi ognuno avrebbe le sue teorie in proposito e mi riempirebbe di consigli e suggerimenti non richiesti e io non ho voglia di ascoltare le teorie su come farmi passare il male alle ginocchia, su come devo allenarmi, sulla boxe e sugli sport di combattimento.
E così, almeno per ora, me lo tengo per me e il voluminoso pacco con dentro i guantoni rimane ben chiuso sopra la mia scrivania a creare curiosità per cosa ci sia dentro.

E se da qui a sera qualcuno mi chiedesse: "Web, che hai ordinato su Amazon?", io ho già la risposta pronta da dare: "Un criceto. Vivo!"

Ola



 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

QuartoProvvisoriobluiceeecassetta2moon_Iper_letteranadiaemanuSoloDaisymaresogno67Arianna1921aldebaran630Web_Londonlisa.dagli_occhi_blugiovanni.franconeEstelle_k
 

ULTIMI COMMENTI

Ci sono situazioni per qui non puoi far niente, come per...
Inviato da: Mat
il 27/03/2024 alle 09:27
 
Vivere nell'attesa o nell'attesa vivere? Un caro...
Inviato da: SoloDaisy
il 23/03/2024 alle 22:36
 
Se provo immaginare gia m'inquieto ^_^
Inviato da: Web_London
il 12/03/2024 alle 21:30
 
No, non si finisce mai
Inviato da: Web_London
il 12/03/2024 alle 21:28
 
Sono d'accordo con la riflessione delle scelte Web, ma...
Inviato da: Estelle_k
il 12/03/2024 alle 19:20
 
 

_____________________________

 

 

_____________________________

 
 

_____________________________________

 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963