Cellulite: l’aiuto in più dell’automassaggio

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

I movimenti corretti per un efficace massaggio fai-da-te, utile a far penetrare meglio nei tessuti i principi attivi dei cosmetici anticellulite.

130130Se chiedete a un’amica cosa ne sa della pannicolopatia edemato-fibrosclerotica rischiate che vi guardi stralunata. Eppure la cellulite colpisce l’80% delle donne, a prescindere dall’età e dalla costituzione.

Favorita da alimentazione scorretta, idratazione insufficiente, sedentarietà e fumo, aggravano la patologia una serie di fattori che, dai disturbi posturali e da atteggiamenti corporei sbagliati, riguardano anche il vestiario troppo stretto o calzature eccessivamente scomode. Risultato? Una cattiva circolazione che oltre all’infiammazione determina anche l’accumulo di tossine.

 

I benefici dei massaggi

cellulite-590x442In questi casi, per risanare la situazione, sono molto efficaci i massaggi, doppiamente benefici: migliorano la microcircolazione, riducendo la ritenzione idrica tramite il drenaggio dei liquidi di scarto, e allo stesso tempo aiutano a veicolare in profondità i principi attivi dei cosmetici utilizzati, mirati a contrastare l’adiposità localizzata e levigare la superficie cutanea. Manuali o per mezzo di macchinari, esistono diverse tipologie di massaggi utili a contrastare la pelle a buccia d’arancia, da scegliere in base al proprio livello di gravità. Ma se per gli stadi più avanzati è meglio ricorrere alle mani di un professionista, optando tra il linfodrenaggio, più superficiale, che stimola il sistema linfatico facilitando l’eliminazione delle tossine, o il connettivale, per i casi più avanzati, che con una pressione maggiore agisce in profondità sul tessuto interessato dagli accumuli adiposi, anche a casa possiamo ottenere ottimi risultati abbinando al cosmetico specifico per combattere la cellulite un efficace automassaggio.

 

Gli step dell’automassaggio

Se l’unica parola d’ordine è “costanza”, l’ideale è farlo al mattino, quando il corpo è più riposato, e dopo la doccia in modo che i pori, maggiormente dilatati, assorbano meglio i principi attivi del prodotto scelto per un risultato sicuramente più proficuo. Dopo averne versato una piccola quantità sui palmi delle mani, procedete come indicato di seguito fino al completo assorbimento della sostanza, per poi applicarla nuovamente.

Questi i movimenti:

1. Da sdraiate, tenendo le gambe leggermente sollevate, cingete la caviglia con entrambe le mani esercitando leggere pressioni. Risalite così per pochi centimetri, per poi lasciare la presa. Continuate il movimento per tutta la gamba, fino all’inguine. Otterrete un effetto sgonfiante.

2. Con i palmi delle mani ben aperte, eseguite dei piccoli cerchi concentrici in senso ascendente su tutte le gambe, insistendo sulle zone da trattare: migliorerete la circolazione.

3. In piedi, meglio se davanti a uno specchio, con le mani aperte effettuate degli sfioramenti dal basso verso l’alto sia sui glutei sia sull’esterno cosce, risalendo fino alla vita: li potete eseguire con le sole dita oppure con il palmo o anche tutta la mano, con un movimento ritmico che alterna mano destra e sinistra.

Cellulite: l’aiuto in più dell’automassaggioultima modifica: 2016-08-14T22:12:09+02:00da steffysteffy5
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.